Mappa

Guida a Bologna

Il capoluogo dell’Emilia Romagna è con il suo milione d’abitanti, la settima città più popolata d’Italia e una delle destinazioni turistiche culturali nostrane più apprezzate. Nota per essere una città universitaria, ospita sempre un gran numero di studenti provenienti da ogni parte del mondo, capaci di rendere vivace e variopinta, la vita notturna e quella culturale. L’importanza artistica e monumentale di Bologna è basata su un’insieme omogeneo di monumenti ed emergenze architettoniche (le torri medievali, i palazzi d'epoca, le chiese, la struttura del centro storico) ed opere d'arte frutto di una storia architettonica ed artistica di valore assoluto. Bologna è nota per essere la città dei portici, dato che li si trova in quasi tutte le vie del centro e la loro origine è in parte da attribuirsi alla forte espansione che ebbe la città dell’epoca del tardo Medioevo.

Altre cose da fare a Bologna

Basilica di San Petronio

Quella di San Petronio è la chiesa più famosa e maestosa di Bologna, la quarta chiesa più grande d'Italia e la sesta d’Europa. Si trova in Piazza Maggiore. E’ stata realizzata a partire dal 1390 facendo riferimento a patrono della città, ovvero San Petronio, capace di rappresentare per Bologna, l'immagine di un Comune libero da ogni tipo di dominazione, da quella papale a quella della signoria (desiderio di libertà più volte manifestato attraverso insurrezioni popolari). All’interno è presente una statua di bronzo realizzata da Michelangelo e raffigurante Papa Giulio II.

 

Basilica di Santa Maria dei Servi

Questa basilica è da sempre al centro della tradizione musicale della città di Bologna e al suo interno nel Seicento erano ospitati quattro organi. Qui nella chiesa si tengono spesso, durante tutto l'anno, concerti di musica classica di elevata qualità, uno dei tanti segni dell’immensa impronta culturale contemporanea della città, capace di non vivere solamente nel passato.

 

Cattedrale di San Pietro

La cattedrale metropolitana di San Pietro è il principale luogo di culto della città e si trova nel cuore del centro storico di Bologna, vicino alla Basilica di San Petronio e all'Archiginnasio. L’inizio della sua costruzione sembra risalire addirittura al IV secolo e gli ultimi cambiamenti significativi, risalgono al 1747. Presenta una facciata barocca, con struttura a salienti e paramento murario in mattoncini rossi e decorazioni in marmo. Tra le opere d'arte presenti nella cattedrale, si possono ammirare il gruppo scultoreo in terracotta detto Cristo morto con le Marie piangenti, di Alfonso Lombardi.

 

Palazzo d’Accursio

Oggi sede del Municipio di Bologna, il Palazzo d’Accursio è in realtà un’insieme di edifici che sono stati uniti nel corso dei secoli. nella parte alta della facciata è possibile ammirare La Madonna di Piazza con Bambino, opera in terracotta di Nicolò dell'Arca, mentre all’interno si trova il Museo Morandi le cui opere sono state donate dalla famiglia del pittore. Tra le aree più importanti spicca Sala Farnese, che si trova al secondo piano e fu fatta costruire così come è oggi dal Cardinal Girolamo Farnese. Anticamente era chiamata anche "sala regia" poiché nella attigua Cappella del Legato venne incoronato il Re d'Italia.

 

Basilica di San Domenico

E’ noto per essere uno dei più importanti luoghi di culto di Bologna, nonchè la sede principale dell'ordine Domenicano. All'interno dell'Arca di San Domenico, sono conservati infatti i resti di san Domenico, fondatore dell'ordine religioso dei Frati Predicatori. Nella parte posteriore della piazza è presente una colonna in pietre e bronzo, mentre nella parte anteriore si eleva la colonna con la statua di San Domenico. Nella splendida cappella del Rosario, si trovano le tombe dei due pittori Guido Reni ed Elisabetta Sirani. Fra le altre numerose opere si distinguono il Matrimonio mistico di santa Caterina d'Alessandria e il Sepolcro di Alessandro Tartagni.

 

Archiginnasio

Si tratta di uno dei palazzi più significativi della città di Bologna ed è ubicato nel cuore del centro storico. Un tempo fu sede dell'antica Università ed è ora ospita la Biblioteca Comunale. La realizzazione dell'Archiginnasio fu commissionata da papa Pio IV e si completarono nel 1563. La famosa cattedra, dove sedeva il professore è sovrastata da un baldacchino retto da due statue di uomini nudi e privati della pelle, detti "gli spellati", definiti come un connubio tra arte e scienza. All’interno dell’edificio sono presenti numerose statue che decorano le pareti e che rappresentano medici dell'antichità e della contemporaneità, in busto se ritenuti figure minori, a figura intera se considerati eminenti luminari. Tra queste spiccano le due statue principali, alla destra dell'entrata, raffiguranti Ippocrate e Galeno, rispettivamente il più importante medico greco e il più importante medico romano.

 

Basilica di San Francesco

 

E’ stata realizzata nel XIII secolo ed è dedicata a San Francesco d'Assisi. Nonostante le forme e l’aspetto siano prettamente romanici, l’edificio è tra le costruzioni italiane dove sono riflesse con maggiore fedeltà le caratteristiche del gotico francese chiaramente riconoscibili negli archi rampanti absidali esterni. L’interno presenta il Monumento di Ludovico Boccadiferro, il Monumento di Pietro Fieschi, l'Arca del vescovo Galeazzo Bottrigari, il Monumento di Alessandro Zambeccarie il Sepolcro di Giuseppe Arnolfini.

 

Fontana del Nettuno

Si trova in Piazza Maggiore e per le dimensioni è stata rinominata dai bolognesi come "il Gigante". Il monumento è qui presente dal 1564 e per la sua costruzione fu abbattuto un intero isolato e la spesa fu ripartita tra le case e le botteghe adiacenti. L'alimentazione idrica della fontana, presenta ben 90 zampilli e tra le leggende a essa legata, spicca quella secondo cui prima di un importante esame lo studente che voglia avere la fortuna dalla sua parte, debba girare due volte in senso antiorario attorno alla fontana, così come due volte il Giambologna girò attorno al piedistallo riflettendo sul progetto di realizzazione del Nettuno.

 

Shopping a Bologna

Le vie dello shopping, seguono la tradizione tessile e modaiola della città, con innumerrvol outlet e botteghe artigianali che realizzano calzature ed eleganti capi d'abbigliamento su misura. Un posto dove andare sul sicuro è il cosiddetto quadrilatero dello shopping, composto da Via Rizzoli, Via D'Azeglio, Via Farini e Via Castiglione, dove si trovano gli atelier delle firme più prestigiose della moda. Per acquisti più alla mano, consigliamo invece Via Indipendenza, visto che oltre alle grandi catene commerciali, qui si trovano anche piccole botteghe tradizionali.

 

 

 

Museo Ducati

Si tratta di un must assoluto per ogni appassionato di motori e vale la pena visitarlo con calma, oltre che fare il giro completo dello stabilimento e ammirare tutta la catena di montaggio. La visita guidata dura 30 minuti con ogni particolare e ha un costo di 10€ intero e 8€ ridotto. E’ possibile prenderne parte dal lunedì al venerdì alle 9.15 - 11.00 - 13.45 - 15.30, mentre il sabato è possibile la visita guidata al solo museo agli orari: 10.00 - 11.00 - 12.00. La struttura si trova in Via Antonio Cavalieri Ducati, 3 e una volta in città, lo si può raggiungere con i bus 36 e 39.

 

Bologna per chi viaggia in coppia

Tra i luoghi più belli da visitare in due, ci sono la fontana monumentale di Nettuno, il Palazzo Re Enzo, il Voltone del Podestà e le torri Asinelli e Garisenda. Per una cena romantica, consigliamo il Ristoro delle Fate, in via Zamboni 24, ideale per iniziare al meglio la serata e poi fare un giro per il dopocena, visto che Bologna è bellissima da visitare a piedi. Altro locale romantico e allo stesso tempo raffinato è la Piazzetta, in via del Pratello 107, caratterizzato da interni bellissimi, ottime portate, servizio accurato e materie prime eccellenti. Prezzi medio-alti ma totalmente giustificati.

 

Bologna per le famiglie

Il Grand Hotel Majestic e il Porta San Mamolo, sono considerati i due migliori hotel per famiglie a Bologna. Il Grande Luna Park di Modena presenta attrazioni e divertimento per grandi e piccini ed è allestito sui 38mila mq. Si tratta del primo luna park per affluenza di pubblico in Emilia Romagna e vanta oltre 120 operatori e una vasta scelta di attrazioni, da quelle classiche per bambini come il Brucomela o l’Ottovolante a quelle per ragazzi o per adulti che richiedono una gran dose di coraggio e di sangue freddo come il Terminator e il Move-It. Aperto nei giorni festivi e prefestivi dalle 10.00 alla 01.00 e nei giorni feriali dalle 15.00 alle 24.00.

 

Bologna per single

Il capoluogo emiliano è ricco di studenti e ragazzi, così come di artisti, che ne fanno un crogiuolo di nuove idee sempre in movimento, attiva non solo politicamente ma anche socialmente. A Bologna se si è seduti a un bar o in biblioteca non bisogna aver paura d’iniziare a chiacchierare con la persona vicina, visto che qello che all’inizio può sembrare un triste aperitivo solitario può trasformarsi in ben altro. Musica e cultura rappresentano poi la costante delle serate bolognesi, nonchè un ottimo modo per fare la conoscenza di altri single. Via Zamboni di giorno è trafficata da universitari, ma la sera diventa il luogo dove lasciarsi andare e scaricare al tensione e conoscere nuove persone.

 

 

Bologna low cost

Tra i ristoranti bolognesi dove mangiare bene e soddisfare le esigenze del portafoglio, spicca Tamburini (Via Caprarie 1), aperta dal 1932 e considerata la bottega del piacere della città, grazie ai suoi oltre 100 tra salumi e formaggi, innumerevoli specialità e la buonissima pasta fresca. In alternativa ci si può recare al Calice (Via Calvature 13/a), sistemato in una zona centralissima della città, frequentatissimo dai bolognesi (sempre un ottimo segno) e dove dedicarsi ad aperitivi e non solo, magari accompagnati da musica di sottofondo.

 

 

Bologna senza compromessi

Il Teresina di via Oberdan 4, vanta una lunghissima storia a Bologna. Si tratta di una moderna e semplice trattoria a conduzione familiare capace di proporre una cucina emiliana genuina e allo stesso tempo gustosa. Se si vuole stare in coppia, consigliamo invece La Bottega Di Franco in Via Agucchi 112 luogo ideale per una cenetta romantica indimenticabile.

Mangiare e bere a Bologna

Bologna gode di una fama gastronomica risalente addirittura al medioevo e che ieri come oggi si presenta varia e abbondante. Oltre ai famosi tortellini preparati a mano e serviti rigorosamente in brodo, ci sono da citare anche il ragù (preparato con carni miste di maiale, vitello e manzo), le tagliatelle, le lasagne e la cotoletta alla bolognese, quest’ultima ricoperta da formaggio e da una fetta di prosciutto crudo. Famosissima qui è anche la mortadella, mentre tra i dolci è impossibile trascurare il celebre certosino (dolce natalizio preparato con miele, mandorle, frutta candita, pinoli, burro, uva sultanina, cannella e cioccolato fondente). Per portarsi a casa un po' della fantastica gastronomia bolognese, consigliamo il Mercato di Mezzo, perfetto per acquistare le bontà locali.

Clima a Bologna

Bologna presenta un clima continentale, con inverni anche molto rigidi a cui si aggiungono le precipitazioni nevose, talvolta anche abbondanti. La nevosità media invernale è di circa 40 cm ed è nota per essere una delle città della pianura padana con maggiore frequenza di nevicate. Le estati sono calde ma meno afose di altre città molto più a nord nella pianura padana, con i mesi di luglio e agosto in cui si superano tranquillamente i 37 °C. Le mezze stagioni oltre che essere di breve durata, sono in genere, miti e piovose. Ogni anno si registrano tra i 450 mm a 900 mm e si concentrano solitamente in primavera ed autunno per almeno il 70%. La ridotta ventosità contribuisce alla formazione di nebbie e foschie ed alla conseguente permanenza di un elevato inquinamento atmosferico.

Quando andare a Bologna

In quanto città d’arte, Bologna è visitabile in diversi momenti dell’anno e gli appassionati di moto non potranno non optare per le prime settimane di dicembre, in cui si svolge il tradizionale appuntamento del Motorshow. Viste le altissime temperature estive e le bassissime invernali, i periodi autunnali e primaverili sono da preferire.

Volare a Bologna

Quello di Marconi è l’aeroporto di Bologna ed è anche lo scalo più gettonato di tutta l’Emilia Romagna. Si tratta del 7° aeroporto italiano più frequentato e nel 2012, ha visto il transito di quasi 6 milioni di passeggeri, di cui oltre 4 internazionali. E’ facilmente raggiungibile in auto, treno e autobus da tutte le province limitrofe e dista solo 6 Km dal centro della città.

Voli per Bologna

Voli Catania Bologna

Voli Torino Bologna

Voli Olbia Bologna

Voli Brindisi Bologna

Voli Cagliari Bologna

Voli Napoli Bologna

Voli Trapani Bologna

Voli Roma Bologna

Voli Palermo Bologna

Voli Alghero Bologna

Voli Lamezia Terme Bologna

Voli Bari Bologna

 

Hotel

5 Stelle

Grand Hotel Baglioni, 116€

 

4 Stelle

Hotel Corona D'Oro, 104€

Savoia Hotel Regency, 62€

Golden Tulip Aemilia Hotel, 57€

Hotel Savhotel, 46€

Hotel Cosmopolitan, 35€

 

3 Stelle

Palazzo Trevi, 110€

Mua B&B, 88€

Hotel Porta San Mamolo, 67€

Art Orologio Hotel, 83€

Ramada Encore Hotel, 35€

 

2 Stelle

Santo Stefano, 78€

Molineventidue, 67€

Il B Di Bologna, 60€

Biocasamia Hotel, 59€

Albergo Centrale, 48€

 

1 Stella

Hotel Al Melograno, 98€

B&B Via Punta 8, 69€

Residenza Ariosto, 69€

B&B ayHome, 34€

Indipendenza Suite, 44€

 Offerte per Bologna International

Hotel a Bologna

Noleggio auto a Bologna International