Home notizie 10 consigli per viaggiare in Asia da soli

Tutti gli articoli

10 consigli per viaggiare in Asia da soli

Paesaggi mozzafiato e tradizioni millenarie: 10 consigli utilissimi per viaggiare in Asia da soli!

Siete pronti alla sfida con voi stessi? Pronti a mettervi in viaggio in solitaria verso l’Asia? Allora passate all’organizzazione pratica della trasferta, che è fondamentale quando si viaggia da soli e si è diretti verso luoghi lontani e tanto differenti dal nostro. Abbiamo selezionato per voi 10 consigli che renderanno la vostra esperienza in Asia indimenticabile (in senso positivo)!

Seguite le nostre dritte e… non vi resterà che partire, lasciandovi sorprendere da natura incontaminata, spiagge da sogno, città e culture millenarie, che vi lasceranno senza fiato**!**

PRIMA DEL VIAGGIO

Create il vostro kit di sopravvivenza

Per essere preparati ad ogni evenienza, equipaggiatevi al meglio: portate con voi lozioni anti mosquitos; farmaci contro il mal di testa o il mal di stomaco, che è sempre bene avere con sé in viaggio; una crema solare se il vostro soggiorno prevede nuotate in acque cristalline e relax su spiagge bianchissime; antibatterico per le mani e salviettine igienizzanti, che vi torneranno utili in più di un’occasione, un adattatore e uno o due lucchetti. Per finire, non può mancare un bel libro o la vostra rivista preferita, che vi farà compagnia durante le ore di volo. Fidatevi, sono i piccoli accorgimenti a fare la differenza!

Studiate, studiate, studiate

Pianificate percorsi, studiate mappe e cartine, guardate documentari sui popoli e sui posti che vi ospiteranno e munitevi di una guida di viaggio affidabile. Insomma, non partite impreparati: la cultura di Paesi magnifici come quelli asiatici è profondamente diversa dalla nostra e potreste combinarne delle belle o risultare scortesi e maleducati, specialmente con il linguaggio gestuale. Pensate, ad esempio, che in alcune culture asiatiche non ci si soffia il naso, bisogna solo tamponarlo con un fazzoletto, e per salutarsi si usa fare un inchino a mani giunte, al posto della nostra stretta di mano. Se girate la testa come per dire “no” e siete in India, sappiate che avrete espresso esattamente il concetto opposto e non vestitevi di bianco se andate a una festa e siete in Cina: il bianco è il colore del lutto. Non lo trovate entusiasmante? Il mondo è bello perché è vario, basta solo informarsi.

Date i numeri

Segnate sulla vostra agenda i numeri di Ambasciate, Consolati, polizia locale e tutto quello che potrebbe esservi d’aiuto in caso di necessità. I numeri e l’indirizzo del vostro hotel. Lasciate tutti i contatti anche ai vostri amici o famigliari rimasti a casa. Informatevi sul prefisso telefonico del Paese in cui andrete e ricaricate la vostra scheda telefonica. Per finire, non dimenticate di segnarvi numeri e codici per bloccare carta di credito e bancomat in caso di furto o smarrimento. Di certo non vi accadrà nulla, e con tutta probabilità non ne avrete bisogno, ma la prudenza non è mai troppa. Poi non dovrete pensare più a niente, solo a divertirvi!

Imparate la lingua

Non vi stiamo consigliando di imparare dal nulla una lingua straniera, non ne avreste probabilmente nemmeno il tempo necessario. Ma se riusciste a memorizzare almeno le frasi più utili e ricorrenti sarebbe un gran bene: pensate che bello poter entrare in un posto e dire la cosa giusta al momento giusto! Oppure pensate alla soddisfazione di provare a contrattare nei mercati locali e magari ottenere un piccolo sconto! E non dimenticate di imparare come chiedere "aiuto". Vedrete, ne varrà la pena: con il minimo sforzo avrete il massimo risultato!

Svuotate la valigia

Less is more. Ok, lo sapete già, ma ci sentiamo in dovere di ripetervelo. Assicuratevi di aver messo in valigia solo il necessario e togliete il superfluo: preparate a casa abbinamenti e cambi, ricordate di portare con voi una felpa per l’aria condizionata e preferite sempre la comodità. Se non dovete restare per troppi giorni, e non siete uomini o donne d’affari in viaggio per lavoro, potreste anche pensare di scegliere lo zaino al posto del trolley, più maneggevole se prevedete spostamenti frequenti. Se opterete per la valigia, provate ad arrotolare i vestiti invece che piegarli: pare si risparmi molto spazio. Poi fateci sapere!

IN VIAGGIO

Viaggiate…con gusto

La cucina tradizionale merita tutta la vostra attenzione: assaggiate i cibi tipici, che vi diranno moltissimo sulle abitudini e sullo stile di vita di una popolazione. Quella asiatica, tra l’altro, è una delle cucine più varie e più economiche al mondo. Non vorrete mica tornare a casa senza aver provato e fotografato piatti succulenti della tradizione? Ma fate sempre molta attenzione, in particolare all’acqua: non bevete mai direttamente dal rubinetto e se proprio non potete farne altrimenti fatela bollire per almeno un quarto d’ora. Se fate spesa al mercato, sciacquate i cibi con acqua imbottigliata e non bevete cocktail con ghiaccio in chioschi improvvisati. In ogni caso avete con voi il kit di salvataggio, ma perché rischiare?

O la borsa o la vita

Passaporto, bancomat, patente di guida: i documenti sono quel che di più importante portate con voi in viaggio, quindi è bene evitare rogne. In altre parole, fate in modo di non perderli se non volete passare ore preziose tra le mura di Ambasciate e uffici. Vi consigliamo di tenere con voi solo la fotocopia dei documenti e lasciare gli originali in hotel nella cassetta di sicurezza. Siate prudenti con i mezzi di trasporto: in questo caso tutto il mondo è paese e sui mezzi affollati è sicuramente più facile essere derubati. Se siete su un autobus preferite le prime file, non si sa mai, oppure noleggiate un’auto. E ancora, viaggiate solo con i soldi che pensate vi occorreranno quel giorno e soprattutto, ricordate: nessun gioiello in vista. L’Asia vi conquisterà con le sue mille creazioni, l’oro e gli oggetti preziosi lasciateli a casa!

Il momento giusto

Sarete dall’altra parte del mondo, letteralmente, e forse non avrete modo di vedere una seconda volta questi posti spettacolari. Per questo, scegliete i mesi migliori per visitarli, in particolare quelli in cui il caldo è tollerabile e le piogge sono ridotte: quando le precipitazioni sono troppo intense rischiate di non poter mettere piede fuori dall’hotel. Evitate anche di scendere in strada all’alba o di camminare da soli a notte fonda, specie se avete letto sulla guida che siete in un quartiere poco raccomandabile della città. Insomma, è semplice: basta scegliere il momento giusto!

Photo credit @ Duron123

Restate in contatto

Facciamo un gioco: prima di partire divertitevi a creare dei piccoli bigliettini da visita e poi scambiateli con i viaggiatori che incontrate lungo il cammino, quelli con cui sentite una particolare affinità o che hanno condiviso delle emozioni con voi. È un modo originale di restare in contatto, perché da un viaggio si porta a casa molto più di un souvenir. Potete utilizzare questa stessa tecnica anche con l’agenzia alla quale vi siete rivolti, se si è dimostrata affidabile: alla fine della vostra esperienza potrete fargli sapere che siete tornati sani e salvi a casa e, chissà, magari vi tornerà utile in futuro per una nuova trasferta.

Preparatevi al rientro

L’Asia vi mancherà, ne siamo certi, ma una volta rientrati potrete ricreare un po’ di quella magica atmosfera a casa. Come? Acquistate lampade colorate, tessuti preziosi, ottimo tè locale e non dimenticate le spezie. Se poi volete stupire le persone che amate, comprate tutto il necessario che vi potrà essere utile per allestire una cena giapponese, indiana o vietnamita a casa vostra. Poi invitate i vostri amici, mostrategli l’album di viaggio, stupiteli coi colori delle foto accompagnati dai vostri racconti e fategli sapere che viaggiare da soli è uno spasso!

POTRESTE ANCHE ESSERE INTERESSATI A:

MYANMAR: 10 FOTO PER INNAMORARSENE

LE ISOLE MERAVIGLIOSE DELLA GRECIA IN FOTO

7 MODI PER VIAGGIARE GRATIS, DAVVERO!

Mappa