Home notizie 10 Cose bellissime da fare a Bucarest

Tutti gli articoli

10 Cose bellissime da fare a Bucarest

Attrazioni meravigliose, vita notturna e ottimo cibo: i nostri consigli per scoprire tutto il meglio di Bucarest e fare un viaggio bellissimo in Romania.

Bucarest si sta scrollando di dosso il trauma del suo passato comunista sta diventando una delle capitali europee più energiche e creative. Capitale della Romania e una delle più popolose città d’Europa, Bucarest è ancora tutta da scoprire e vale davvero una visita.

La giornalista Lorraine Mallinder ha raccolto i suoi 10 migliori consigli per una delle capitali europee più esotiche e caotiche, dove la decadenza sovietica incontra il funzionalismo modernista.

Sapevi che con Skyscanner puoi cercare anche l’Hotel più economico e perfetto per le tue vacanze? Scopri le offerte di Hotel, B&B, Ostelli e appartamenti con Skyscanner.

 

1. Visitare il Palazzo del Parlamento

L’ultima frontiera della megalomania. Il dittatore comunista Nicolae Ceaușescu demolì un quarto dei più bei palazzi della città per fare spazio a questa enorme, ma insignificante, opera colossale. Il suo popolo stava per soccombere a causa del debito estero della Romania, ma lui non risparmiò nemmeno un centesimo e ricoprì il palazzo con quintali di marmo e probabilmente con i lampadari più luccicanti che abbiate mai visto in vita vostra (il più grande pesa tre tonnellate e ha circa 7.000 lampadine). Oggi è la sede del Parlamento rumeno, un fatto che suscita ancora sentimenti contrastanti tra la popolazione.

 

 

2. Rivivere la rivoluzione

Di tutti gli stati del blocco sovietico, la Romania è stata quello che ha vissuto la fine del regime in modo più sanguinoso. Piața Revoluției, una grande piazza fuori dal vecchio quartier generale del Partito Comunista, ha assistito ad alcune delle scene più drammatiche della rivoluzione. Fu proprio qui che Nicolae Ceaușescu fece il suo ultimo discorso dal balcone del quartier generale, fischiato dalla folla radunata in piazza, realizzando troppo tardi quanto in realtà fosse impopolare. Il giorno seguente, lui e sua moglie vennero evacuati in elicottero. Tre giorni dopo – il giorno di Natale – vennero fucilati. Oggi, l’attrazione principale della piazza è il Memoriale della Rinascita, un cono di marmo che infilza quello che assomiglia ad una patata nera e che simboleggia la fine del periodo più nero del paese.

 

 

3. Conoscere un violinista di fama mondiale

Il più grande compositore rumeno, George Enescu, è anche conosciuto per essere uno dei più grandi violinisti del Ventesimo secolo. Cominciò la sua carriera in modo molto modesto, imparando a suonare da bambino da uno zingaro, fino ad arrivare ad essere l’insegnante di Yehudi Menuhin. La sede del museo a lui dedicato è a Palazzo Cantacuzino, una bellezza in stile Art Noveau con una tettoia ad ala di uccello sopra la porta (in epoca pre-comunista, grazie a costruzioni come questa la città si guadagnò il soprannome di “Piccola Parigi“). Camminando dietro al palazzo si trova la casa di Enescu, che è rimasta quasi come la lasciò alla sua morte nel 1955.

4. Museo D’Arte Nazionale

Con sede all’interno dell’ex palazzo reale, il Museo d’Arte Nazionale ospita la più impressionante collezione del Paese di arte europea e rumena. L’artista rumeno Corneliu Baba merita una visita per i suoi notevoli ritratti di re pazzi e arlecchini. Chi desidera visitarlo deve fare in fretta perché il museo ha iniziato a restituire alcuni capolavori, che erano stati requisiti durante il periodo comunista, ai loro legittimi proprietari.

Scopri di più: clicca e sfoglia la Gallery dei Musei più strani del Mondo

5. Rilassarsi al parco

Dirigetevi verso il Parco Cișmigiu, uno degli angoli più romantici della città, un paradiso di alberi, fiori e laghetti. Oltre ad essere un luogo di incontro tradizionale per gli abitanti di Bucarest, è anche stato fonte di ispirazione letteraria per Ion Luca Caragiale, uno dei più grandi scrittori del paese. Il posto perfetto per vedere dei nonni che giocano a scacchi, persone che si rilassano in barca e innamorati che si tengono per mano.

Amante della Natura: Clicca e scopri i 10 Parchi Nazionali più belli d’Italia

 

Parco Cismiglu, Bucarest

Anziani che giocano a scacchi

6. Passeggiare nel centro storico

La parte più vecchia di Bucarest è in ottimo stato, considerando che è sopravvissuta a incendi, terremoti e alle invasioni dei Turchi e dei Tatari, per non parlare delle ruspe di Ceaucescu. L’Antica Corte del XV secolo è famosa per la statua della celebrità del paese, Vlad l’Impalatore, conosciuto anche come Dracula. Potete trovare anche il Monastero di Stavropoleos, costruito nel XVIII secolo, con il suo abbagliante altare in stile bizantino e il suo chiostro pieno di pietre tombali. Fermatevi a bere una birra a Hanul Iui Manul, una locanda del XIX secolo con un bellissimo giardino interno e colonnati.

 

7. Provare la vita notturna

Gli abitanti di Bucarest amano le feste, bere molto, fumare (che è ancora permesso nei bar e nei ristoranti) e parlare molto sopra la musica altissima. Control è uno dei luoghi più famosi della città, con un calendario ricchissimo di eventi musicali. Dianei 4, situato in una vecchia casa che era usata come la versione del luogo della CIA, ha un’atmosfera intima e bohemienne. Avete bisogno di un po’ di energia? Il Coffee Factory sulla via Regina Elisabeta offre caffè tostato al momento e una selezione di vini rumeni fino a tarda notte.

 

 

8. Mangiare cibo tradizionale

A Bucarest non mancano i posti dove mangiare cibo tradizionale, sia nel centro che nelle stradine laterali dietro al blocco di torri del periodo comunista. Qui, puoi provare alcune delizie locali come la ciorbă de burtă (una specie di trippa) e i mititei (involtini piccanti di carne). Provate Hanu Berarilor, con i suoi stupendi muri di legno intagliato e le sue finestre con dettagli in piombo. Un altro ristorante amato sia dai turisti che dagli abitanti del luogo è Caru su Bere, con il suo stile da favola gotica e l’ambiente simile a un baccanale: non stupitevi se due ragazze in tutu fucsia appariranno con i loro compagni durante la cena per ballare un tango sulle note di “Stop” di Sam Brown.

9. Il mercato Obor e i centri commerciali

Tutto quello che potete immaginare in un unico posto, dai tacchini vivi agli alimentari di dubbia provenienza. Il mercato giornaliero, che include due rumorosissime aree coperta e una stradina con moltissime bancarelle che vendono libri, vinili e chincaglierie, è qui dall’inizio del XIX secolo. Comprate delle salsicce Sibiu, conosciute come le migliori della nazione, e del miele locale. Il posto è pieno anche di signore anziane con i loro foulard a fiori che vendono trecce di cipolle.

Scopri di più: clicca e dai un’occhiata ai 10 Mercati coperti più belli del Mondo

 

 

10. Fare un giro in campagna

Per nascondervi dalla confusione della città andate nel Parco naturale di Comana, la più grande area protetta del paese e un paradiso per gli abitanti di Bucarest che cercano un po’ di riposo e di relax. A meno di un’ora di macchina dal centro, puoi passeggiare, andare in bicicletta, pescare o semplicemente sederti al ristorante direttamente sul lago. La parte più bella è il viaggio per arrivare lì passando attraverso minuscoli villaggi e caravan in puro stile gipsy, che qui sono ancora parte integrante della vita rurale. Fermatevi anche al Monastero di Comana, costruito da Vlad l’Impalatore nel 1461. Alcuni dicono che i suoi resti siano ancora qui.

 


Potreste anche essere interessati a:

I 10 Paesi più sottovalutati del Mondo

I 10 Castelli più belli d’Europa

I 20 Castelli più belli d’Italia

19 Incredibili viaggi in auto da fare in Europa

Natale in Europa: 15 città ancora da scoprire


Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa