Home notizie Turismo sostenibile: 10 piste ciclabili in 10 città italiane

Tutti gli articoli

Turismo sostenibile: 10 piste ciclabili in 10 città italiane

Lasciate a casa l’auto, l’ansia da parcheggio e soprattutto la pigrizia per visitare l’Italia in bicicletta! Per un turismo sostenibile e godere delle bellezze delle nostre città da un’altra prospettiva scopriamo insieme 10 piste ciclabili in 10 città italiane, quelle dove una passeggiata sulle due ruote può trasformarsi in un’esperienza unica e low cost.

Ritmi rilassati, attenzione all’ambiente e sano movimento. La bicicletta si sta affermando sempre di più come il mezzo di locomozione sostenibile per eccellenza: in bici si ha tempo di fermarsi ad apprezzare le bellezze dei luoghi che visitiamo e di farlo con calma nel totale rispetto della natura che ci circonda. Per venire incontro alle esigenze dei cittadini e dei turisti anche l’Italia si adegua, ragion per cui non è difficile trovare piste ciclabili anche in città. In questo articolo vi presentiamo 10 ciclabili che attraversano alcune bellissime città italiane, ognuna diversa dall’altra, tutte da inserire nella lista dei desideri del perfetto viaggiatore sulle due ruote!

Scopri di più: Le 10 città d’Europa da vedere in bicicletta

Ciclabile del Lungotevere di Roma

La Ciclabile del Lungotevere è una delle piste più belle in Italia: si snoda nel cuore della Capitale e comprende degli scorci davvero unici. In totale sono 35 i km che si possono percorrere in bici lungo il Tevere: dalla zona di Labaro, estremo nord, fino al quartiere di Tor di Valle, zona sud-ovest. La zona del Lungotevere potrebbe non essere praticabile in inverno per via dell’acqua che sale dal fiume, mentre dalla primavera all’autunno la pista è sempre agibile. I tratti pianeggianti si trovano lungo la riva destra del Tevere e toccano alcuni dei maggiori punti di interesse in città, come lo splendido Ponte Flaminio.

Dove noleggiare la bici

Ci sono tantissimi posti dove noleggiare biciclette a Roma ma sarebbe impossibile elencarli tutti. Vi consigliamo di recarvi presso la vostra zona di partenza e scegliere uno dei tanti noleggiatori: nell’area del Lungotevere, a diverse altezze del percorso, si trovano diversi bike rental che offrono le medesime tariffe e condizioni di noleggio a prezzi vantaggiosi, che si aggirano intorno ai 12 euro al giorno (Bici&Baci, Rome For You, Bicycl-e per citarne alcuni). Per chi preferisce il bike sharing è disponibile anche Uber Jump.

Dove scattare una foto

La zona più amata e fotografata della Ciclabile del Lungotevere è sicuramente l’Isola Tiberina, con i suoi scorci fermi nel tempo e il suo via vai di turisti. Ma non sono da meno il Foro Italico e Ponte Flaminio, che si prestano benissimo a delle foto indimenticabili.

Scopri di più: Quartieri di Roma, scoprire la città eterna dal Pigneto a Monti

Ciclabile della Martesana di Milano

La Martesana parte da Milano e arriva a Cassano d’Adda, quasi sul Lago di Como. Si tratta di uno dei tanti percorsi ciclabili che si snodano in Lombardia ed è particolarmente amato dai milanesi che in primavera ed estate si regalano lunghe “biciclettate” lungo il Naviglio della Martesana, anche chiamato Naviglio Piccolo. In totale si possono percorrere circa 30 km passando dentro Cologno Monzese, Vimodrone, Cernusco sul Naviglio, Cassina dei Pecchi, Bussero, Gorgonzola, Gessate, Inzago e Cassano d’Adda.

Dove noleggiare la bici

Se siete a Milano e volete regalarvi una gita in bici sulla pista ciclabile della Martesana, consigliamo la Martesana Bike per il noleggio della bicicletta. Si trova a pochi metri dall’inizio della ciclabile sul Naviglio Piccolo e offre diverse soluzioni per biker professionisti o amatori, e varie opzioni in termini di costi e durata del noleggio. Una seconda opportunità è Cargo, che permette di noleggiare una bicicletta e acquistare un cesto picnic: si trova nell’ex Fabbrica Ovomaltina, vicinissima all’inizio della ciclabile della Martesana.

Dove scattare una foto

La parte più bella della Martesana è quella di Concesa, dove si trovano numerose cascine e ville nobiliari del Seicento. Quasi alla fine della ciclabile si trova Villa Borromeo, imperdibile per una foto da cartolina. Infine, segnaliamo la ruota in legno del vecchio mulino di Groppello d’Adda, oggi una delle mete più attrezzate sul percorso ciclabile.

Scopri di più: Cosa fare vicino Milano: 10 posti bellissimi da vedere

Le Ville di Reggio Emilia

Reggio Emilia è famosa per le piste ciclabili sparse in tutto il territorio. Noi vi segnaliamo quella alla scoperta delle ville della città che parte da Reggio Emilia, nello specifico dalla casa natale di Ludovico Ariosto, e arriva alla Reggia di Rivalta. Circa 12 km di percorsi pianeggianti che attraversano la città e le campagne e che si snodano all’interno del Parco del Rodano. Un ottimo modo per vivere la città e i suoi dintorni in maniera completa.

Dove noleggiare la bici

Mobike è presente anche a Reggio Emilia (come a Ferrara) ed è il modo migliore per seguire il percorso sulla ciclabile. Sono 15 i punti di prelievo e restituzione delle biciclette in tutta Reggio Emilia, per cui volendo si può uscire dal percorso sopra citato e aggiungere tappe che permetteranno di restituire la bicicletta al più vicino punto di riconsegna.

Dove scattare una foto

L’intero percorso merita soste fotografiche, ma noi vi consigliamo sicuramente la Reggia di Rivalta e la Villa di San Maurizio, due chiarissimi esempi di architettura classica in un contesto davvero incredibile.

Scopri di più: Cosa vedere a Reggio Emilia: 10 posti da non perdere

La Via dei Ciliegi di Modena

La zona di Modena è famosa per le ciliegie ed è per questo che tra le tante ciclabili della zona noi ve ne consigliamo una davvero unica: la Via dei Ciliegi, che dal capoluogo emiliano raggiunge Vignola, la patria di questo frutto, e tocca Marano sul Panaro. La ciclabile è sempre suggestiva ma è proprio quando fioriscono i ciliegi che regala scorci unici e permette anche di assaggiare i frutti dell’albero appena maturi. Altra particolarità di questa pista ciclabile è quella di essere stata ricavata lungo una linea ferroviaria dismessa. In totale sono 25 i km che si possono percorrere, tutti di una bellezza unica, soprattutto in primavera.

Dove noleggiare la bici

Famosa per la sua attenzione nei confronti dei ciclisti, Modena offre molteplici opportunità a chi vuole noleggiare una bici. Moovastribe è il bike sharing cittadino dedicato a chi vuole muoversi in libertà anche fuori dalla città, mentre a chi cerca un servizio alternativo consigliamo E-Bike Travel dove è possibile affittare le biciclette elettriche a pedalata assistita sia per la città, sia per la campagna.

Dove scattare una foto

Se vi trovate in zona durante la fioritura dei ciliegi, ogni sosta si trasforma in un’opportunità fotografica. Vale sempre la pena fermarsi presso uno dei borghi di pianura tra Castelnuovo Rangone e Spilamberto, incantevoli tutto l’anno.

Scopri di più: Cosa vedere a Modena: 10 posti da non perdere

Ciclabile della Val d’Adige di Bolzano-Merano

Una ciclabile più particolare è quella tra le montagne di Bolzano e Merano: 270 km che passano fra alcuni dei borghi e luoghi più famosi dell’Alto Adige, tra cui Bressanone, Brunico e Vipiteno. Chi non vuole agganciarsi alle altre ciclabili di zona può tirare dritto da Bolzano a Merano per un totale di 28 km semplici e suggestivi. La particolarità della Ciclabile della Val d’Adige sono i frutteti che si attraversano lungo tutta la strada e che rendono questo percorso uno dei più affascinanti in assoluto.

Dove noleggiare la bici

Famosa per la sua attenzione nei confronti dei ciclisti, Bolzano offre davvero tante opportunità a chi vuole noleggiare una bicicletta. Il comune mette a disposizione un totale di 130 biciclette che possono essere noleggiate nelle ciclostazioni sparse in tutta la città.

Dove scattare una foto

Sia che si seguano i 28 km, sia che si opti per i 270 km, non mancano opportunità fotografiche. I frutteti sono sicuramente lo stimolo più importante ma citiamo anche il Castello di Brunico, il Castello di Tures e, per i più spericolati e allenati, Plan de Corones che si raggiunge seguendo un sentiero alternativo abbastanza tortuoso e impegnativo.

Scopri di più: Bolzano: cosa vedere nel cuore dell’Alto Adige

Ciclovia Bacchiglione Ceresone di Padova e Vicenza

Nel territorio di Padova sono presenti oltre 160 km di ciclovie, proprio per favorire gli spostamenti in bici. Noi consigliamo la Ciclovia Bacchiglione Ceresone che collega Padova, Vicenza e, continuando, Venezia proprio sulle sponde del fiume Bacchiglione. I 40 km di piste tra Padova e Vicenza partono da quest’ultima sulla ciclabile costruita sulla ex-ferrovia che costeggia la Riviera Berica, e passano attraverso i borghi di Santa Maria di Veggiano, Cervarese Santa Croce, il Castello di San Martino della Vaneza e Creola nel Padovano. Un itinerario unico che da Padova può continuare fino a Venezia, per altri 40 km di bellezza.

Dove noleggiare la bici

GoodBike Padova è il servizio di bike sharing per il noleggio bici a Padova, mentre a Vicenza lo stesso servizio è offerto da Velocity. Si può noleggiare la bici in una delle due città, riportandola nelle ciclostazioni della città stessa al termine dell’utilizzo. Per evitare di dover riconsegnare la bici nella stessa città di partenza, consigliamo di rivolgersi all’Ufficio Turistico di Padova o Vicenza per avere la lista completa dei servizi privati di noleggio.

Dove scattare una foto

Villa Capra Valmarana detta “la Rotonda”, considerata simbolo di tutte le ville venete, è sicuramente un posto mozzafiato che merita una sosta fotografica.

Scopri di più: Cosa vedere a Padova: 10 posti bellissimi da non perdere

Ciclabile Litoranea Otranto-Santa Maria di Leuca

Se siete amanti del mare, del buon cibo e della natura selvaggia la Ciclabile Litoranea che si snoda tra Otranto e Santa Maria di Leuca, in Puglia, è davvero imperdibile. Si tratta di un totale di 50 km abbastanza pianeggianti che permettono di vivere questa terra in maniera davvero unica. Si parte da Otranto e immediatamente si passa sulla scogliera per arrivare al faro di Punta Palascìa, il punto più a est d’Italia. Da qui alla splendida baia di Porto Badisco si impiega pochissimo prima di partire alla scoperta del Parco Naturale Regionale Otranto-Bosco di Tricase. Santa Maria di Leuca è la tappa finale, alla quale si arriva percorrendo l’unico tratto più difficile della ciclabile.

Dove noleggiare la bici

SalentoeBike mette a disposizione bike sharing a Otranto e su tutta la costa con biciclette di vario tipo, adatte sia all’uso in città, sia su pista ciclabile. Esistono anche molte realtà locali per il noleggio delle bici, da considerare se si vuole evitare di spendere troppo per il bike sharing oppure utilizzare biciclette più professionali.

Dove scattare una foto

La natura incontaminata, con il mare onnipresente, è lo sfondo ideale di ogni foto. Se visitate questa parte d’Italia in primavera, non faticherete a trovare ispirazione nei campi in fiore che si aprono sulle scogliere.

Scopri di più: Road trip in Salento: 10 tappe imperdibili

La Via Silente del Cilento

La Via Silente è una lunghissima ciclabile che, in 600 km, si snoda all’interno del Parco Nazionale del Cilento, in Campania, attraversando anche il Vallo di Diano e gli Alburni. Si parte da Castelnuovo Cilento per arrivare a Pioppi, piccolo borgo affacciato sul mare; una volta scesi, si costeggia il mare per raggiungere Castellabate e da qui partire alla scoperta di piccoli borghi arroccati, di cascate e di un silenzio che, come dice il nome della ciclovia, fa da padrone. È possibile ovviamente percorrere solo un tratto della Via Silente, per godere della sua bellezza e della sua natura.

Dove noleggiare la bici

Siccome si tratta di una ciclabile abbastanza lunga e anche impegnativa, è bene avere a disposizione l’attrezzatura necessaria. Per questo motivo, consigliamo di rivolgersi all’Ufficio del Turismo per la lista dei servizi privati di noleggio bici e mountain bike che renderanno la vostra esperienza davvero unica.

Dove scattare una foto

Molte sono le opportunità fotografiche sulla Via Silente: da Pioppi a Castellabate, senza dimenticare la costa cilentana, davvero c’è l’imbarazzo della scelta. Gli amanti della natura troveranno affascinanti le zone meno battute.

Scopri di più: Le 10 spiagge più belle della Campania

Ciclabile di Pellestrina e Lido di Venezia

Anche Venezia può essere girata in bicicletta. Basta partire dal Lido, raggiungere Alberoni, arrivare di fronte al Faro Rocchetta e imbarcarsi sul traghetto per l’isola di Pellestrina. Una volta arrivati a Pellestrina, gli 8 km che seguono la Diga dei Murazzi sono di una bellezza indescrivibile e sono perfetti per chi ama passeggiare in bicicletta. Si può anche traghettare da Chioggia e poi continuare verso il Lido di Venezia.

Dove noleggiare la bici

A differenza di altre destinazioni, questa ciclabile è perfetta per essere effettuata con la propria bicicletta proprio perché sono diversi i punti di partenza e di arrivo. Se però partite da Venezia, consigliamo di rivolgervi a Bicincittà, il servizio di bike sharing messo a disposizione dal comune.

Dove scattare una foto

Difficile scegliere un solo punto fotografico quando si è a Venezia, anche se il Tempio dell’Apparizione a Pellestrina è perfetto per una foto di Venezia diversa dal solito.

Scopri di più: I 10 migliori ostelli a Venezia

Ciclabile della Vallagarina di Trento

Chiudiamo il nostro articolo sulle 10 piste ciclabili in 10 città italiane con la bellissima Ciclabile della Vallagarina, che si estende tra la Valle dell’Adige e la provincia di Verona. Si parte da Rovereto e, costeggiando il fiume Adige, si arriva al Lago di Garda. Fiumi, vigneti e montagne fanno da sfondo a un percorso che arriva al Castello di Sabbionara, i bellissimi borghi di Ala e Mori, da dove partono i collegamenti proprio con il Lago di Garda. Siccome la ciclabile è molto famosa, sono presenti punti ristoro lungo tutto il percorso, senza contare il grande numero di aziende agricole dove fermarsi per rifocillarsi. Si può anche partire da Trento e arrivare a Rovereto prima di proseguire verso sud.

Dove noleggiare la bici

La Vallagarina è una ciclabile che richiede attrezzatura adatta per evitare di soffrire e non godere appieno della bellezza di questa zone. Consigliamo, per questo motivo, di rivolgersi all’Ufficio Turistico per la lista dei rivenditori e noleggiatori di bici ed e-bike in zona.

Dove scattare una foto

Vigneti e frutteti a fare da contorno ideale alla passeggiata in bicicletta offrono moltissime opportunità fotografiche ma noi consigliamo una sosta prolungata e fotografica presso il borgo di Ala, chiamato anche il “borgo di velluto” per via della sua posizione e della sua atmosfera rarefatta.

Scopri di più: Cosa vedere a Trento: 10 attrazioni imperdibili

10 piste ciclabili in 10 città italiane

Ciclabili cittadine per un turismo sostenibile

CiclabileDove si trovaAeroporto più vicino
Ciclabile del LungotevereRomaRoma
Ciclabile della MartesanaMilanoMilano / Bergamo
Le Ville di Reggio EmiliaReggio EmiliaBologna
La Via dei CiliegiModenaBologna
Ciclabile della Val d’AdigeBolzano-MeranoVerona
Ciclovia Bacchiglione CeresonePadova-VicenzaVerona
Ciclabile LitoraneaOtranto-Santa Maria di LeucaBrindisi / Bari
La Via SilenteCastelnuovo CilentoNapoli
Ciclabile di PellestrinaLido di VeneziaVenezia
Ciclabile della VallagarinaRovereto-Lago di GardaVerona
Mappa

Volete partire per un viaggio in bicicletta? Scoprite quando prenotare un volo nazionale al prezzo più basso e utilizzate la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner per sapere quando acquistare i vostri voli al prezzo più conveniente!

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su voli, hotel e noleggio auto.