Home notizie Cosa vedere ad Ancona: 10 monumenti da non perdere

Tutti gli articoli

Cosa vedere ad Ancona: 10 monumenti da non perdere

Ancona non è probabilmente la prima destinazione che viene in mente pensando alla Riviera Adriatica: eppure, il capoluogo delle Marche è una città splendida, piena di storia e attrazioni. Se siete di passaggio in attesa del traghetto per la Grecia o la Croazia, sarebbe un peccato perdersi l’occasione di fare un po' di turismo ad Ancona. Se invece volete passare un weekend tranquillo fra cultura, escursioni e spiagge, Ancona è la città che fa per voi: trattenetevi qui ed esplorate i dintorni! In ogni caso, Skyscanner ha scelto per voi le 10 cose da vedere ad Ancona!

Ancona è una città d’arte con oltre 2400 anni di storia, fondata dai greci provenienti da Siracusa per sfruttare il porto naturale offerto dal suo golfo a forma di “gomito” (ankòn in greco significa appunto “gomito”). Fu poi città romana, repubblica marinara nel medioevo e importante porto fino all’era moderna.

Ancona si trova sulla Costa Adriatica, nelle Marche: se le mete più celebri sono – a nord – la Costiera romagnola con Rimini e Riccione e – a sud – la Puglia, le Marche e la città di Ancona hanno poco da invidiare a tutte e due le “rivali” in fatto di turismo, spiagge e cose da fare e da vedere.

E se volete fare una vacanza più lunga, sappiate che a portata di auto da Ancona, raggiungibili con una gita in giornata, ci sono diverse mete delle Marche (ad esempio, Macerata e Recanati) o dell’Umbria – ad esempio Perugia, a circa due ore di treno, oppure San Marino e la costa della Romagna

Scopri di più: Vacanze al mare con i bambini, 20 posti in Italia

Ancona cosa vedere: porto di Ancona

Ancona: come arrivare

Ancona si trova nelle Marche, sulla Costa Adriatica, in una posizione strategica rispetto sia al nord e alla Pianura Padana, sia alla sud della Costiera Adriatica e al Centro Italia. Ad Ancona si trova un aeroporto (Aeroporto delle Marche Ancona-Falconara), che è collegato al centro della città dal treno. In alternativa, l’Aeroporto di Rimini dista circa un’ora in macchina, mentre la tratta dall’Aeroporto di Bologna ad Ancona dura circa due ore.

Ancona è un importante porto, da cui partono i traghetti per la Croazia, l’Albania e la Grecia. Le tratte più classiche per la Grecia è Ancona – Igoumenitsa e Ancona – Patrasso, ma ci sono anche collegamenti con Corfu. Per la Croazia, da Ancona si possono raggiungere Spalato, Zara o Stari Grad.

Scopri di più: Le 20 isole più belle della Grecia

Ancona cosa vedere

Trova tutti i voli economici per Ancona

Ancona: cosa vedere

1. Duomo di Ancona

Poche chiese in Italia possono vantare una posizione più scenografica del favoloso Duomo di Ancona, dedicato a San Ciriaco: la cattedrale infatti si trova in cima al Colle Guasco, antica Acropoli della città, da cui si domina tutta la città e il Golfo di Ancona, con le navi in partenza che si allontanano all’orizzonte. Nell’antichità qui si trovava il tempio di Venere. È un posto splendido, e merita una visita anche se vi trovate ad Ancona solo di passaggio: il Duomo di Ancona è un ottimo esempio di stile romanico (con molti elementi bizantini). Passeggiando per il centro della città, ogni tanto alzate il naso per vedere dei fantastici scorci da cartolina!

Ancona cosa vedere: Duomo

2. Lazzaretto di Ancona – Mole Vanvitelliana

Nella classifica delle isole artificiali più strane del mondo la Mole Vanvitelliana di Ancona potrebbe sicuramente trovare un posto: si tratta di una costruzione pentagonale, nel cuore del porto di Ancona, collegata alla terraferma da tre ponti. In passato, la Mole Vanvitelliana era raggiungibile solo con una barca: infatti, la costruzione fu progettata dall’architetto Luigi Vanvitelli (lo stesso della Reggia di Caserta) alla metà del Settecento come Lazzaretto della città di Ancona, per tenere in isolamento i malati. Al centro della corte centrale sorge un tempietto dedicato a San Rocco. Il Lazzaretto è stato teatro di numerosi eventi storici legati alla città di Ancona, ed è senz’altro una cosa da vedere se vi trovate in città.

3. Piazza del Plebiscito

Chiedere a un abitante di Ancona di indicarvi Piazza del Plebiscito è il modo migliore per qualificarsi come turista: un po’ perché tutti sanno dove si trova, ad Ancona (è una delle piazze principali della città). Un po’ perché gli anconetani la chiamano “Piazza del Papa”, in onore al papa Clemente VII, la cui statua è ben visibile al centro della piazza. Piazza del Plebiscito, di forma allungata, è senza dubbio il salotto buono di Ancona: una visita è obbligata, anche la sera – a rinfrescarsi nel dehor di uno dei moltissimi locali che vi si affacciano. Sulla piazza si affacciano anche il Palazzo del Governo, la Torre dell’orologio (aspettate mezzogiorno per sentirla suonare!), e la Chiesa di San Domenico, che accoglie un’Annunciazione del Guercino e soprattutto una splendida Crocifissione, opera di Tiziano.

4. Il Passetto di Ancona

Un ascensore panoramico, una pineta dove passeggiare, magnifiche scalinate che scendono fino al mare, locali, bar, ristoranti a picco sul mare e – naturalmente – la spiaggia. Se vi aspettate le tipiche spiagge sabbiose dell’Adriatico, al Passetto di Ancona non sarete soddisfatti. Si tratta infatti di una spiaggia rocciosa, con lunghi tratti di alta scogliera da cui si gode un paesaggio fantastico. E per di più, il quartiere del Passetto e la sua spiaggia sono facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici dal centro di Ancona. Ideale per una serata. Convinti?

Scopri di più: Le più belle spiagge d’Italia

Ancona, spiaggia del Passetto

5. Fontana del Calamo

Uno dei simboli della città di Ancona, la Fontana del Calamo – opera dell’architetto Pellegrino Tibaldi, costruita fra il 1559 e il 1560 – è più nota come Fontana delle Tredici Cannelle… perché in effetti è costituita da tredici cannelle, con altrettanti mascheroni da cui sgorga l’acqua. È in stile rinascimentale. Se vi è piaciuta la visita e volete tornare ad Ancona, bevete l’acqua della fontana: pare abbia la proprietà di far tornare i viaggiatori!

6. Chiesa di Santa Maria della Piazza

Se la vostra voglia di chiese romaniche non si è esaurita con il magnifico Duomo di Ancona, la Chiesa di Santa Maria della Piazza è quello che fa per voi (oltretutto, si trova in centro, ed è raggiungibile senza camminare in salita!). Costruita intorno al X-XI secolo nel rione del Porto, la Chiesa di Santa Maria della Piazza sorge sui resti di un’antica chiesa paleocristiana, ancora visitabile nei sotterranei della chiesa. Non perdete i magnifici mosaici all’interno, da vedere!

7. Loggia dei Mercanti

Impossibile non notare, nel centro storico, la Loggia dei Mercanti di Ancona, con la sua facciata in gotico fiorito veneziano opera dell’architetto Giorgio Orsini da Sebenico. Si trova in Via della Loggia, e fu costruita alla metà del Quattrocento come luogo di incontro e di scambio per i mercanti del ricco e florido porto di Ancona. Notate le quattro statue che ornano la facciata, quadripartita: rappresentano la Speranza, la Fortezza, la Giustizia e la Carità. Quale scegliete?

8. Parco del Cardeto e Faro di Ancona

Nessuna città è completa senza un bel parco. Fra le cose da vedere assolutamente durante la vostra visita ad Ancona c’è il Parco del Cardeto: con i suoi 35 ettari, è il principale parco pubblico del capoluogo marchigiano, e sorge in una magnifica location a picco sul mare, fra i rioni San Pietro, Cardeto e Adriatico. Il Monte Cardeto prende il nome dal fiore spinoso del cardo, che cresce in abbondanza in questa zona: dal cardo prende il nome il cardellino, simpatico uccellino ghiotto di semi di cardo… e in effetti il Parco del Cardeto accoglie anche molti cardellini (oltre ad altri fiori e altri volatili!). Nel punto più panoramico del parco si trova l’antico Faro di Ancona, costruito nel 1860.

9. Arco di Traiano

Nel porto di Ancona si trova anche il più importante resto del passato romano della città: si tratta dell’Arco di Traiano, costruito dall’imperatore nel I secolo. L’Arco di Traiano di Ancona è uno degli archi romani meglio conservati al mondo (le iscrizioni sono perfettamente leggibili), e di certo uno dei più scenografici: si trova proprio sul mare. Tenete pronti i telefoni per un selfie spettacolare!

10. Monte Conero e Baia di Portonovo

A poca distanza dal centro di Ancona, il Parco Regionale del Conero e il Monte Conero sono la meta ideale per una gita in giornata, soprattutto se viaggiate con i bambini. Si tratta di un’area protetta a picco sul mare, su un promontorio, divisa fra i comuni di Ancona e Sirolo. Che fare al Monte Conero? Mare? Sì, è possibile: sulla Costiera del Conero si trovano alcune spettacolari spiagge sabbiose (fra cui la più nota è la Baia di Portonovo), meravigliosamente incastonate fra scogliere e montagne verdeggianti. Montagna? C’è anche quella: nel parco si può arrampicare o fare escursionismo. Molte spiagge, in effetti, sono raggiungibili solo con una camminata. Paesaggi spettacolari? Ci sono, ci sono: una gita al Monte Conero è senz’altro una delle cose da fare ad Ancona, per una giornata speciale…

Ancona cosa vedere: Monte Conero

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi dei voli per qualunque destinazione nel mondo potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore! Potrebbe interessarvi anche:

Vacanze al mare con i bambini, 20 posti in Italia

10 posti bellissimi dell’Umbria da scoprire in auto

Dove e quando: 19 esperienze di viaggio da fare nella vita

30 Viaggi da fare prima dei 30 anni

Le 17 Città italiane da vedere nel 2017

I 15 Paesi consigliati per donne che viaggiano sole

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa