Home notizie Le 15 Cascate più belle in Italia che dovete scoprire

Tutti gli articoli

Le 15 Cascate più belle in Italia che dovete scoprire

Anche se le restrizioni sui viaggi all’estero continuano e lo stato di emergenza al Coronavirus è stato recentemente prorogato noi vogliamo ispirarvi per una vacanza italiana alla scoperta della natura. Così questo articolo sulle 15 cascate più belle in Italia si traduce in un invito all’esplorazione delle nostre meraviglie d’acqua. Lasciatevi tentare dalle nostre indicazioni, pianificate il vostro viaggio al meglio e nel frattempo continuate a tenervi aggiornati sulla pandemia di Covid-19 attraverso la nostra pagina sui consigli di viaggio… nell’attesa di volare verso mondi sconosciuti approfittate per conoscere meglio il nostro fantastico Paese!

Skyscanner vi presenta le cascate italiane più belle perfette per essere scoperte adesso, tra scenari da favola, montagne selvagge, scogliere a picco sul mare e incredibili salti d’acqua. Dalla famigerata e gigantesca Cascata delle Marmore nella Valnerina, in Umbria, alla scenografica Cascata di Capo Nieddu, sulla costa ovest della Sardegna, ecco per voi una rassegna di alcune delle bellissime cascate (artificiali e non) che impreziosiscono gli scenari naturali della nostra bella Italia, tanto invidiata nel mondo. Scegliete quella che più vi piace, preparate la macchina fotografica e fate il pieno di energia con l’elemento acqua!

cascate belle in Italia

Le 15 Cascate più belle in Italia

Cascata delle Marmore, Umbria

La nostra rassegna sulle 15 cascate più belle in Italia inizia nel cuore verde dell’Umbria, nella Valnerina, con la Cascata delle Marmore, la più famosa del nostro Paese. Questa superba cascata creata per volere del console romano Manio Curio Dentato è caratterizzata da un dislivello di 165 metri e da una discesa in tre diversi salti; un Parco Naturalistico che attira ogni anno tanti appassionati di sport e natura, e una vera fonte di ricchezza per la regione visto che oltre al turismo fornisce anche energia elettrica alle industrie siderurgiche ternane. Con un pizzico di fortuna riuscirete ad ammirare il suo arcobaleno, che si forma nelle giornate assolate quando c’è il pieno rilascio dell’acqua del Velino.

Cascata Grande del Liri, Lazio

Se siete alla ricerca di una cascata italiana perfettamente integrata in un contesto cittadino (più speciale di così!?) dovrete far tappa in quel di Isola del Liri, in Ciociaria, per trovarvi di fronte alla Cascata Grande del Liri. Questo bellissimo paese in provincia di Frosinone vanta un centro storico gioiello, che nasce su di un’isola, per l’appunto, formata dal fiume Liri il quale, all’altezza del Castello Boncompagni-Viscogliosi, si tuffa con un salto di circa 30 metri. Una vera e propria cascata urbana, questa, che lascia lo spettatore a bocca aperta di fronte a uno spettacolo d’acqua a dir poco pittoresco. Nel Lazio potete incontrare anche altre “cascate urbane” come la Cascata dei Cavaterra, nell’antica città di Nepi (Vt).

Cascata della Gravina di Riggio, Puglia

Per ammirare la Cascata della Gravina di Riggio di Grottaglie, in provincia di Taranto, dovrete attendere le ricche piogge e allacciare le scarpe da trekking. Questa singolare cascata pugliese è raggiungibile con un’escursione guidata nella natura, tra profumata macchia mediterranea e ulivi pluricentenari, che con un paio di ore conduce in fondo alla gravina (una sorta di canyon scavato dalle acque meteoriche nella roccia calcarea). Un percorso adatto a tutti, bambini compresi, i quali si divertiranno a camminare sulle rocce, tra divertenti saliscendi e grotte affrescate. Ma badate bene, cari viaggiatori, questa favolosa cascata e il suo mirabolante tuffo nel blu è visibile solo nei periodi piovosi.

Cascate di Lillaz, Valle d’Aosta

Risaliamo fino in Valle d’Aosta per scoprire una delle cascate più belle in Italia. Per ammirare le Cascate di Lillaz dobbiamo arrivare a Cogne, bellissima cittadina in provincia di Aosta, situata nel cuore del Parco Nazionale del Grande Paradiso; il posto perfetto per una vacanza in famiglia, soprattutto in estate quando le Alpi regalano i colori più sfavillanti e vi aspettano con numerose attività all’aria aperta. Con appena 10 minuti a piedi dal villaggio di Lillaz, seguendo un sentiero quasi pianeggiante, si raggiungono queste famose cascate caratterizzate dai tre salti d’acqua del torrente Urtier per un totale di 150 di altezza. Attrezzatevi con bibite e panini per fare un bel pic-nic a tu per tu con la montagna!

Cascata del Marmarico, Calabria

Siete curiosi di conoscere da vicino la cascata più alta della Calabria e di tutto l’Appennino Meridionale? Allora non vi resta che scendere nel Parco Regionale delle Serre, nel placido territorio di Bivongi, per scovare la Cascata del Marmarico (il nome deriva da una parola di origine locale, “marmaricu” che in italiano significa lento o pesante). A creare questa meraviglia d’acqua il fiume Stilaro che si getta sulla roccia nuda con un salto di ben 114 metri, e che non aspetta altro di essere immortalato con le vostre fotografie pazzesche. Una volta in loco vi consigliamo di approfittare dello scenografico Sentiero del Brigante, un itinerario di trekking di oltre 100 chilometri attraverso il Parco dell’Aspromonte.

Cascata del Toce, Piemonte

Tra le cascate più belle in Italia non possiamo dimenticare la Cascata del Toce che, insieme alle montagne che la circondano, dona grande celebrità alla Val Formazza. Definita come “la più bella e la più poderosa fra le cascate delle Alpi”, questa meraviglia regala allo spettatore un salto d’acqua di circa 143 metri per un fronte massimo, alla base, di 60 metri. Ma la chicca sta in cima alla cascata ed è rappresentata da un balconcino panoramico dal quale la si può ammirare e fotografare in tutta la sua fragorosa potenza. Sempre in alto è visibile l’albergo del famoso architetto Piero Portaluppi, progettato in stile Decò nel 1923. Nella regione Piemonte trovate anche la cascata più alta d’Italia, quella dello Stroppia!

Cascate dell’Acquafraggia, Lombardia

Dal Piemonte saltiamo nella regione Lombardia per ammirare le altrettanto famigerate Cascate dell’Acquafraggia della Valchiavenna. La cascata viene creata dal torrente omonimo che nasce a quota 3.050 metri, in un punto di spartiacque alpino dal quale scendono fiumi che sfociano nel Mare del Nord, nel Mar Nero e nel Mar Mediterraneo. Una meraviglia che siamo sicuri vi sbalordirà, proprio come fece con Leonardo da Vinci, il quale “trovandosi a passare per Valle di Ciavenna” ne ammirò la bellezza selvaggia e la menzionò nel suo Codice Atlantico: “su per detto fiume (la Mera) si truova chadute di acqua di 400 braccia le quale fanno belvedere…“. Approfittate del percorso attrezzato all’interno del parco per una passeggiata tra terrazze panoramiche e paesaggi che mozzano il fiato.

Cascate di Molina, Veneto

Vertiginose pareti di roccia nuda, misteriose caverne e cascate d’acqua sorgiva fanno del Parco delle Cascate, situato sulle colline veronesi, il posto perfetto per un’escursione naturalistica immersi nella natura più lussureggiante. Questa oasi di pace è aperta tutti i giorni ma è stata messa in totale sicurezza per evitare gli assembramenti ragion per cui la disponibilità giornaliera è legata a un numero massimo di persone. Andate a scoprire le spumeggianti cascate che si trovano al suo interno, esplorate i verdi boschi del territorio e non mancate di fare un’esperienza unica: salire sulla scenografica altalena con vista sulla Cascata Nera, un vero spasso per grandi e piccini. Degno di nota anche l’antico borgo di Molina, con l’atmosfera ferma nel tempo e l’architettura tipica della Lessinia occidentale.

Cascate di Riva, Trentino-Alto Adige

Tra le cascate tra le più belle d’Italia figurano, senza ombra di dubbio, quelle di Riva (il suo nome deriva dal torrente Riva), in Trentino-Alto Adige. Anche chiamate Cascate di Campo Tures, sono tre e si trovano nella fiabesca Valle Aurina, all’ingresso del Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina. Vederle tutte in una sola giornata è assolutamente possibile percorrendo un semplice sentiero a piedi (dedicato a San Francesco d’Assisi), più impegnativo nell’ultimo tratto, attraverso il quale avrete modo di inserirvi in un contesto naturalistico decisamente incredibile. Se andate in estate troverete le cascate ricche di acqua, in inverno, invece, assisterete alla loro magica trasformazione in ghiaccio.

Cascate del Mulino, Toscana

Dalle montagne della Valle Aurina alle campagne della Maremma Toscana eccoci approdati in un contesto davvero speciale, quello delle pittoresche e benefiche Cascate del Mulino di Saturnia. Questo luogo così particolare, tanto fotografato da viaggiatori e influencer e chiamato dalla gente del posto le “cascatelle”, si è creato grazie all’azione di una cascata di acque solfuree termali generata dal torrente termale del Gorello. Qui l’acqua sgorga naturalmente ad una temperatura di 37,5 °C ed è caratterizzata da un importante elemento: il Plancton Termale. Una destinazione da vedere almeno una volta nella vita, questa, che riempie gli occhi col suo spettacolo raro di sorgenti azzurre e piscine naturali.

Cascate del Dardagna, Emilia-Romagna

Volete vivere uno dei trekking più emozionanti della vostra vita da piccoli esploratori? Allora dovete recarvi sul Corno alle Scale, una montagna dell’Appennino tosco-emiliano, per scoprire un mondo dai tratti fiabeschi e una delle cascate più belle d’Italia. Ci riferiamo al “sentiero delle sette cascate” che porta alla scoperta delle magnifiche Cascate del Dardagna. Per ammirare i sette balzi che la cascata compie tra le rocce dovrete arrivare in auto alla Madonna dell’Acero: qui potrete visitare il santuario, ammirare l’acero secolare dove si dice sia apparsa la Madonna e poi proseguire a piedi nella natura.

Cascata del Catafurco, Sicilia

La Sicilia, regione tra le più ricche dal punto di vista storico e paesaggistico del nostro Paese, non poteva mancare all’interno della nostra rassegna sulle 15 cascate più belle in Italia. Per ammirarne una davvero incredibile dovete recarvi nel cuore del lussureggiante Parco dei Nebrodi, nei pressi di Galati Mamertino, comune facente parte della città metropolitana di Messina. All’interno del parco troverete la Cascata del Catafurco, con le sue acque limpide che scivolano lungo le pareti rocciose di una cavità naturale formando una piscina cristallina. La cascata, con i suoi salti scenografici, è formata dalla forza impetuosa del torrente San Basilio, proprio in corrispondenza di un dislivello di circa 30 metri.

Cascata del Sasso, Marche

Scenografica a dir poco, la Cascata del Sasso, anche nota col nome di Balza del Metauro, si fa prepotentemente spazio tra le cascate più belle in Italia. Per godere del suo massiccio e potente salto dovete arrivare nella verdeggiante Valle del Metauro, nelle Marche, più precisamente nel comune di Sant’Angelo in Vado, dove il fiume Metauro forma un salto con un fronte di 60 metri e un’altezza complessiva di 15. Un vero spettacolo della natura che può essere osservato sia dalla parte superiore, dove è stato costruito un belvedere, sia dalla parte inferiore, ancora più suggestiva. Godetevi una giornata circondati da piante, come pioppi e salici, e da animali, come la rana verde, il granchio di fiume e i molluschi ancilo e fisa.

Cascate del Rio Verde, Abruzzo

Come poteva mancare l’Abruzzo nella nostra rassegna sulle cascate più belle d’Italia? Paradiso di escursionisti, le Cascate del Rio Verde, all’interno di un’area naturale protetta nel comune di Borrello, in provincia di Chieti, hanno tanto da mostrare. Queste cascate sono le più alte cascate naturali del nostro Paese e sono formate da un triplice salto che misura complessivamente 200 metri di altezza. Un luogo bellissimo dal punto di vista paesaggistico dove l’ambiente è decisamente sano: non a caso, accanto alle cascate, sono stati trovati due licheni tra i più rari d’Italia: “Physconia servitii” e “Parmotreme reticultatum”.

Cascata di Capo Nieddu, Sardegna

Chiudiamo in bellezza con la Cascata di Capo Nieddu, una delle cascate più belle d’Italia, a dir poco scenografica. Per trovarvi a tu per tu con questo incredibile tuffo a mare dovrete recarvi in Sardegna, sulla bellissima costa occidentale di Cuglieri, in provincia di Oristano, e aspettare che il Rio Salighes raggiunga la sua portata massima. Andateci in inverno quindi, quando le piogge cadono abbondanti, e divertitevi a fotografare questo spettacolo della natura che in pochi conoscono ma che in tanti apprezzeranno, soprattutto gli amanti dei paesaggi nordici: vi sembrerà quasi di trovarvi di fronte a una cascata islandese!

Le 15 Cascate più belle in Italia FAQs

Qual è la cascata più alta d’Italia?

Con i suoi 500 metri di altezza, la Cascata dello Stroppia, situata nell’alta Valle Maira, in provincia di Cuneo (Piemonte) è la più alta d’Italia in assoluto e tra le più alte d’Europa.

Quali attività si possono praticare sulle cascate?

Tra le attività più diffuse sulle cascate: rafting, hydrospeed, tubing, kayak, torrentismo e canyoning. I meno coraggiosi possono intraprendere interessanti passeggiate.

Qual è la cascata che mai ti aspetteresti di vedere in Italia?

Secondo Skyscanner la cascata più inaspettata d’Italia (per via della sua conformazione) è quella di Capo Nieddu in Sardegna. Vi sembrerà di trovarvi lungo Ring Road in Islanda!

Le 15 Cascate italiane più belle: dove trovare queste gemme

CascataComuneRegione
Cascata delle MarmoreTerni (TR)Umbria
Cascata Grande del LiriIsola del Liri (FR)Lazio
Cascata della Gravina di RiggioGrottaglie (TA)Puglia
Cascate di LillazCogne (AO)Valle d’Aosta
Cascata del MarmaricoBivongi (RC)Calabria
Cascata del ToceFormazza (VB)Piemonte
Cascate dell’AcquafraggiaPiuro (SO)Lombardia
Cascate di MolinaMolina (VR)Veneto
Cascate di RivaCampo Tures (BZ)Trentino-Alto Adige
Cascate del MulinoSaturnia (GR)Toscana
Cascate del DardagnaLizzano In Belvedere (BO)Emilia-Romagna
Cascata del CatafurcoGalati Mamertino (ME)Sicilia
Cascata del SassoSant’Angelo in Vado (PU)Marche
Cascate del Rio VerdeBorrello (CH)Abruzzo
Cascata di Capo NiedduCuglieri (OR)Sardegna

Vuoi leggere di più?

Coronavirus: consigli di viaggio è costantemente aggiornato sulle restrizioni di viaggio

Viaggi Relax: come e dove ritrovare il benessere post-Covid

Oltre 75 consigli su come pianificare un viaggio perfetto: dalla creazione dell’itinerario alla scelta di giochi e canzoni

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.