Home notizie Checklist di viaggio 2020: cosa dovete sapere

Tutti gli articoli

Checklist di viaggio 2020: cosa dovete sapere

Più che per svago o per lavoro, viaggiare è importante perché ci collega alle persone che amiamo sparse per il mondo e ai luoghi che desideriamo visitare e che si trasformeranno in ricordi indelebili per tutta la vita. Ora che il mondo sta lentamente riaprendo e viaggiare sta diventando di nuovo un’opzione possibile, dovremmo conoscere le misure di sicurezza per farlo e restare informati. In questo articolo vi aiutiamo a preparare la vostra checklist di viaggio 2020… tutto quello che dovete sapere prima di tornare a scoprire il pianeta!

Mano a mano che l’isolamento mondiale sta lentamente diminuendo, sempre più viaggiatori iniziano a pensare di prenotare una vacanza. C’è molto cauto ottimismo nell’aria: nel nostro ultimo sondaggio settimanale, il 57% delle persone* sostiene che la situazione dei viaggi globali stia migliorando. Ma sebbene le rotte di volo e i Paesi stiano iniziando a riaprire, molti di noi sono comprensibilmente ansiosi. Dopotutto, c’è molto di più da considerare ora, dai nuovi articoli di viaggio da mettere in valigia (come la mascherina e il disinfettante per le mani) allo strano gergo del settore (tra bolle di viaggio e corridoi aerei).

Sia che fremiate per volare o stiate già pianificando la vostra prossima vacanza, la nostra checklist di viaggio 2020 vi aiuterà a includere nell’elenco tutto quello che dovete sapere. Dalle complicate politiche di cancellazione di hotel alla stipulazione di un’assicurazione di viaggio, prendete carta e penna e iniziate a spuntare la vostra “lista di controllo”.

Quando sarà possibile viaggiare?

Come starete notando le restrizioni sui viaggi stanno mano a mano allentandosi, anche se il nostro consiglio è quello di limitarvi a vacanze entro i confini nazionali. Fortunatamente l’Italia è un Paese meraviglioso, ricco di località invidiate in tutto il mondo: dalla montagna al mare, passando per la città, il buon cibo, la storia e la calorosa accoglienza.

Detto questo, è già possibile spostarsi tra gli Stati membri dell’Unione Europea e gli Stati parte dell’accordo di Schengen (continuate a leggere per informazioni più dettagliate). Anche se fino al 14 luglio 2020 restano vietati gli spostamenti dall’Italia verso i Paesi NON UE e NON SCHENGEN se non per motivi di assoluta necessità.

Le compagnie aeree stanno ripartendo anche se sono state ridotte se non eliminate molte tratte e al momento non ci sono novità sul ripristino di queste. I contagi fluttueranno per tutta l’estate, quindi rispettate le misure del Governo, evitate spostamenti in destinazioni inflazionate e tenetevi aggiornati sulle restrizioni di viaggio.

Dove si può andare?

Le informazioni cambiano ogni giorno, quindi vi raccomandiamo di monitorare i nostri consigli di viaggio costantemente aggiornati e i consigli delle autorità e dei governi locali, come il Ministero della Salute o la Protezione Civile, nonché la guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), una fonte sicura e affidabile di notizie e informazioni globali.

Dal 3 giugno 2020 non sono soggetti ad alcuna limitazione, salvo restrizioni specifiche, gli spostamenti indicati all’articolo 6 del DPCM 11 giugno 2020, ossia tra gli Stati membri dell’Unione Europea (oltre all’Italia, sono Stati membri della UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria), gli Stati parte dell’accordo di Schengen (gli Stati non UE parte dell’accordo di Schengen sono: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera), Regno Unito, Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Fino al 14 luglio 2020 restano vietati gli spostamenti dall’Italia verso i Paesi NON UE e NON SCHENGEN se non per motivi di assoluta necessità.

Per chi è in procinto di partire oppure organizzare un viaggio è attivo Re-open Eu, il sito ufficiale (ha anche una app) della Commissione Europea con tutti i regolamenti in vigore. Vi basterà selezionare la vostra destinazione e pianificare il viaggio in tutta sicurezza.

Mentre le restrizioni iniziano a diminuire, prendete in considerazione quelle destinazioni in cui è possibile mantenere la distanza sociale. Se cercate un luogo dove leggere un libro con i piedi nella sabbia e il vento tra i capelli, scegliete la tranquilla costa portoghese di Sintra, a nord di Lisbona, al posto dell’affollato Algarve. Per provare specialità francesi e incontrare una straordinaria architettura gotica, perché non evitare la folla parigina e dirigersi a Reims? Vorreste immortalare Machu Picchu su Instagram? Perché non optare per il selvaggio Peloponneso e lo spettacolo della Gola di Lousios in Grecia, con i suoi monasteri fatiscenti scolpiti nelle pareti della scogliera.

Jen Rankine, Global Community Manager di Skyscanner

Chi (non) può viaggiare?

Le compagnie aeree e gli aeroporti di tutto il mondo stanno facendo del loro meglio per proteggere tutti i passeggeri, ma ognuno di noi deve fare la propria parte. Questo significa evitare i viaggi e restare a casa qualora ci fosse la possibilità di avere contratto il Covid-19. È quindi nostra totale responsabilità evitare i viaggi se:

  • stiamo riscontrando almeno uno dei sintomi (o li abbiamo avuti negli ultimi 14 giorni)
  • siamo stati recentemente in auto-isolamento a causa di sintomi sospetti
  • conviviamo o siamo in contatto con chi ha manifestato sintomi negli ultimi 14 giorni
  • ci è stato consigliato di auto-isolarci

Nel caso abbiate bisogno di un ripassino sul Coronavirus, vi ricordiamo che i principali sintomi da tenere in considerazione sono la tosse continua, la febbre alta e la perdita (o il cambiamento) del senso del gusto e dell’olfatto. Anche se questo potrebbe essere solo un raffreddore estivo, ricordate che è sempre meglio prevenire che curare.

Quindi, chi dovrebbe evitare di viaggiare? In questo periodo così difficile dovrebbero sospendere i loro piani di vacanza tutte le persone a partire dai 65/70 anni e gli adulti già affetti da altre patologie, come l’ipertensione arteriosa, le malattie cardiovascolari, il diabete, le malattie croniche delle vie respiratorie, il cancro e chi subisce terapie che indeboliscono il sistema immunitario. In questo documento trovate un elenco costantemente aggiornato delle persone considerate particolarmente a rischio.

Nuove regole aeroportuali durante la pandemia

Ogni aeroporto segue regole diverse, quindi controllate il sito ufficiale degli aeroporti di partenza e di arrivo prima di iniziare il vostro viaggio. Detto questo, tutti gli aeroporti del mondo hanno adottato nuove misure per proteggere i viaggiatori dal rischio di contagio e trasmissione del Coronavirus. Queste misure potrebbero includere:

Protezione per il viso: dovrete sicuramente indossare la mascherina a bordo ma alcuni aeroporti richiedono protezioni per il visto anche all’interno del terminal. Qui trovate le informazioni essenziali sulla mascherina in viaggio.

Controllo della temperatura: ad esempio, gli Aeroporti di Roma stanno effettuando controlli sanitari su tutti i passeggeri in arrivo e in partenza.

Riduzione dei terminal: gli aeroporti più grandi hanno chiuso alcuni terminal, ad esempio l’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino chiude tutti i giorni, dalle ore 24:00 alle ore 5:00, le aree partenze ed arrivi per consentire le necessarie operazioni di sanificazione degli spazi.

Distanziamento sociale: la disposizione dei posti a sedere e i sistemi di accodamento sia a bordo, sia nei terminal sono stati riorganizzati per facilitare il distanziamento sociale. Alcuni aeroporti dispongono inoltre di sistemi di flusso a senso unico per limitare i contatti tra le persone. La Polizia di Frontiera è attivata affinché non si creino intasamenti ed assembramenti di passeggeri in transito alle prese con la compilazione dei moduli per l’autocertificazione.

Limitazione dello shopping: non aspettatevi di fare scorta al duty-free. La maggioranza delle attività commerciali hanno momentaneamente ridotto l’operatività, fatta eccezione per le farmacie e i punti ristoro. Potenziati, invece, i distributori automatici affinché siano sempre adeguatamente riforniti e possano garantire un adeguato servizio ai passeggeri.

Politiche di cancellazione del volo

Con così tanta incertezza sulle rotte internazionali, è importante sapere di essere protetti in caso di cancellazione del volo. Fortunatamente la maggior parte delle compagnie aeree ha messo in atto politiche flessibili per non lasciare in ansia i propri passeggeri.

Ad esempio, a partire dal 20 giugno 2020, Virgin Atlantic sta rendendo più semplice la prenotazione per i suoi clienti, consentendo loro di cambiare gratuitamente la data del volo fino a settembre 2022. Norwegian offre ai suoi passeggeri un incentivo del 20% per un viaggio futuro se decidono di optare per un voucher anziché per il rimborso. Stessa cosa per TUI che offre un incentivo di prenotazione del 20% da aggiungere al buono viaggio. Richard Sofer, il loro Direttore Commerciale e dello Sviluppo Aziendale, afferma:

“Siamo il più flessibili possibile con i nostri clienti che hanno già una prenotazione ma al momento non si sentono a proprio agio nel viaggiare. Chiunque abbia prenotato prima del 17 marzo 2020 e dovrà viaggiare entro il 31 agosto 2020 può cambiare con qualsiasi altra vacanza attualmente in vendita, se lo fa entro il 10 luglio 2020.”

Richard Sofer, Direttore Commerciale e dello Sviluppo Aziendale per TUI

Politiche di cancellazione dell’hotel

Se i contagi da Coronavirus continuano a persistere e fluttuare per l’estate, è possibile che alcuni hotel che avete scelto per la vacanza possano chiudere con stretto preavviso. Per questa ragione, durante la fase della pianificazione della vostra checklist di viaggio 2020, è meglio cercare un alloggio che abbia già adottato una politica di cancellazione flessibile. In questo modo sarà facile ottenere un rimborso nel caso fosse necessario annullare entro 24 o 48 ore dal soggiorno. La flessibilità è particolarmente utile in caso di cancellazione del volo o, nella peggiore delle ipotesi, qualora si riscontrino sintomi da Covid-19.

Molti grandi gruppi alberghieri stanno introducendo nuove politiche di cancellazione a causa della pandemia. Ad esempio, Marriott International consente modifiche e cancellazioni complete e gratuite, fino a 24 ore prima dell’arrivo fino al 5 luglio 2020, anche con tariffe di prenotazione più restrittive. Allo stesso modo, Radisson offre modifiche e cancellazioni gratuite fino a 24 ore prima dell’arrivo su nuove prenotazioni, fino al 31 agosto 2020.

Per quanto riguarda Travelodge, la compagnia sta permettendo alle persone che hanno prenotato con la tariffa Saver Rate Bookings, solitamente restrittiva, di cambiare la loro prenotazione gratuitamente fino al 14 agosto 2020 – e qualora dovessero annullare, riceveranno un voucher per una prenotazione futura. Queste norme sono sempre soggette a modifiche ed è consigliabile controllare il sito dell’hotel prima di assumere un impegno. Nel frattempo ecco cosa fare se la prenotazione dell’hotel viene annullata.

Abbiamo anche introdotto una nuova funzione su Skyscanner che mostra il punteggio della pulizia per tutti gli alloggi:

“Il mondo di viaggi sta reagendo alle nuove preoccupazioni da parte dei consumatori implementando e migliorando gli standard di igiene per infondere fiducia e fare la differenza. I clienti ora possono visualizzare un punteggio di pulizia recentemente integrato su tutti gli alloggi offerti sulla nostra piattaforma, uno strumento utile per garantire una corretta e informata decisione in fase di prenotazione. “

Jon Thorne, Director of User Satisfaction per Skyscanner

Come posso proteggere il mio viaggio?

Con così tanta incertezza, sprecare soldi per una vacanza che potrebbe essere cancellata è davvero un grosso rischio. Ecco alcuni modi per ridurre le possibilità di perdere denaro.

Stipulare un’assicurazione di viaggio

Mentre preparate la vostra checklist di viaggio per questo difficile 2020 ricordatevi di aggiungere, possibilmente, un’assicurazione di viaggio, che in questo periodo di grande incertezza è più importante che mai. Da quando il Coronavirus si è trasformato in pandemia gli assicuratori di viaggio hanno modificato le loro politiche assicurative: molti di loro hanno addirittura smesso di coprire questo tipo di motivazione. Quindi prima di impegnarvi con una determinata polizza, leggete con grande attenzione tutte le clausole a questa connessa.

Sebbene sia improbabile la copertura in caso di cancellazione o annullamento per Coronavirus, alcune polizze vi garantiranno il rientro delle spese sostenute per colpa di imprevisti vari, anche non strettamente connessi alla malattia. Per ulteriori informazioni, potete consultare la nostra guida sull’assicurazione di viaggio per voli e Coronavirus.

“Se avete acquistato una polizza assicurativa di viaggio prima che il Coronavirus diventasse pandemia, verrete generalmente coperti. La data rilevante varia a seconda dell’assicuratore, ma il 12 marzo è stata presa come una buona regola per tutti. Quella è la data in cui l’OMS ha dichiarato il Coronavirus pandemia globale. Se state cercando una nuova copertura, fate attenzione alle clausole e considerate di parlare con un assicuratore via telefono o via e-mail per essere sicuri di quello che state facendo. “

Martin Nolan, Direttore Affari Legali & Pubblici di Skyscanner

Cercare politiche di cancellazione flessibili

Poiché è improbabile che l’assicurazione vi copra se il viaggio viene annullato, è meglio assicurarsi di essere protetti dalla compagnia stessa. Molte compagnie hanno reso le loro politiche di cancellazione molto più flessibili, ma è meglio non dare nulla per scontato. In caso di prenotazione di voli, hotel o autonoleggio, concentratevi per leggere le piccole clausole inerenti le loro politiche di cancellazione. Alcune vi consentiranno di annullare gratuitamente fino a mezzogiorno dello stesso giorno. Oggi come oggi, vale sempre la pena spendere un po’ di più in tempo e denaro per l’opzione flessibile.

Usare la carta di credito per prenotare

L’utilizzo della carta di credito offre una protezione legale aggiuntiva. Se prenotate il volo direttamente sul sito della compagnia aerea con una carta di credito potrete rivolgervi al vostro istituto di credito per contestare la transazione e verificare la possibilità di ottenerne un rimborso. In caso di fallimento della compagnia, chi invece ha acquistato il biglietto con bancomat o carta prepagata, non potrà purtroppo ottenere un rimborso in quanto l’importo pagato sarà già stato incassato dalla compagnia aerea. Stessa cosa con bonifico bancario o denaro contante. Fondamentalmente significa che la società della vostra carta di credito condivide la responsabilità con il venditore nel caso in cui qualcosa vada storto. Se la compagnia aerea fallisce, la compagnia della carta di credito sarà responsabile del rimborso.

Indossare sempre la mascherina

Chi avrebbe mai immaginato che il trend delle vacanze, quest’anno, sarebbe stato indossare la mascherina? I Paesi hanno norme diverse su dove e quando indossarla, quindi è sempre una buona regola informarsi prima di affrontare un qualsiasi viaggio.

Nella maggior parte dei Paesi europei è obbligatorio indossare la mascherina o la visiera ogni volta che si sale sui mezzi pubblici. Le protezioni facciali sono obbligatorie anche per i conducenti dei mezzi stessi, e lo stesso vale anche per gli autisti di compagnie popolari come Lyft, Ola e Uber. Ancora una volta, le normative variano da compagnia a compagnia aerea, anche se la maggior parte di queste si sta comportando nello stesso modo. Ryanair e easyJet richiedono l’obbligo della mascherina (ma non la forniscono a bordo). Stesso obbligo per i passeggeri di Lufthansa, KLM, Air France e British Airways.

Se non avete ancora indossato una mascherina in volo, probabilmente vi starete chiedendo come farlo e con quale frequenza cambiare il filtro interno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità vi deluciderà su tutte le linee guida in merito, nel frattempo approfittate dei nostri consigli per volare durante il Coronavirus: informazioni essenziali sulla mascherina.

Cos’altro mettere in valigia?

Se siete viaggiatori frequenti sapete bene come fare una checklist di viaggio a regola d’arte. Ad ogni modo, vi consigliamo di aggiornarla con i seguenti punti:

Mascherine per l’intero viaggio: è facile ordinarle online da casa, ma potrebbe essere più difficile trovarle una volta in giro. Oppure munitevi di mascherine in tessuto lavabile.

Termometro digitale: la febbre è uno dei principali sintomi del Covid-19 e il riconoscimento del proprio stato di salute è fondamentale per l’autoisolamento e quindi la riduzione della trasmissione della malattia.

Guanti: ricordatevi di buttarli dopo averli indossati e non toccatevi il ​​viso mentre li indossate, nello specifico naso, occhi e bocca.

Salviette antibatteriche: utilizzatele per pulire superfici come il sedile dell’aereo, dell’autobus e le maniglie del bagaglio.

Medicine: fatevi la lista dei farmaci essenziali da portare sempre in valigia come le compresse per il mal di testa e il mal di pancia, le pillole per le allergie e per l’influenza; anche per evitare di doverle comprare in farmacia al vostro arrivo, riducendo le probabilità di contatto con possibili malati.

Alimenti non deperibili: se dovete auto-isolarvi una volta arrivati a destinazione, avere con voi alcuni alimenti non facilmente deperibili come patatine, biscotti o noodles istantanei significherà mangiare senza uscire dalla stanza.

“Ricordatevi di scaricare sul cellulare i documenti di viaggio e le app utili per evitare di trasportare e toccare documenti cartacei (carte di imbarco, prenotazioni di hotel e di autonoleggio). Inoltre, preferite il pagamento con carta di debito/credito al denaro contante: il pagamento elettronico diminuisce la trasmissione di germi e batteri rispetto a quello con banconote e monete, canale preferenziale di ogni tipo di sostanza.”

Dave Thomson, Direttore del Personale di Skyscanner

Checklist di viaggio 2020 FAQs

Cos’altro mettere in valigia?

Articoli per l’igiene come il disinfettante per le mani, le salviette antibatteriche, i guanti in lattice, le mascherine e i filtri di ricambio. Vale anche la pena portarsi dietro medicine di prima necessità come il paracetamolo e il termometro digitale per tenere d’occhio la temperatura. Attrezzarsi anche con cibi pronti in caso di auto-isolamento all’arrivo.

Cosa succede se il volo viene cancellato?

In seguito al Covid-19, la maggior parte delle compagnie aeree ha reso le proprie politiche di cancellazione più flessibili rispetto al passato. Molte offrono rimborsi completi, la possibilità di prenotare nuovamente gratuitamente o il voucher di viaggio per voli futuri. Altre regalano addirittura incentivi del 20% per prenotazioni. Verificare sempre con la compagnia aerea per scoprire le soluzioni offerte in caso di cancellazione.

Bisogna stipulare un’assicurazione di viaggio?

Sebbene le compagnie di assicurazione non coprano le cancellazioni dovute al Coronavirus, è una buona idea acquistare un’assicurazione di viaggio. A seconda della polizza, è possibile avere una copertura più o meno vantaggiosa in caso di sintomi da Covid-19 e lutto di un familiare. L’assicurazione di viaggio coprirà anche contro altri imprevisti non legati al virus.

Gli aerei vengono sanificati dopo il volo?

Gli aerei sono sempre stati puliti dopo ogni volo: la spazzatura viene rimossa, i sedili ispezionati e disinfettati. La maggior parte delle compagnie aeree ha intensificato la pulizia a bordo con l’inizio della pandemia. Ad ogni modo ogni compagnia segue la propria politica ragion per cui è consigliabile controllare il sito per scoprire maggiori dettagli. Raccomandiamo di usare salviette antibatteriche per disinfettare meglio l’area del sedile.

*11.684 persone intervistate a livello globale tra il 15-21 giugno 2020

Vuoi leggere di più? Ci siamo impegnati a ispirare e informare i nostri viaggiatori in attesa di vedere di nuovo il mondo.

Coronavirus: consigli di viaggio è costantemente aggiornato sulle restrizioni di viaggio.

Se vuoi lasciarti ispirare ancora ci siamo recentemente incontrati con Jess Parr di The Layover Life per parlare di 13 destinazioni da sogno da visitare non appena possibile

Hai ancora tanti dubbi sul Covid-19? Ecco per te domande e risposte di viaggio

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.