Home notizie Cosa fare a Maiorca: 10 cose imperdibili

Tutti gli articoli

Cosa fare a Maiorca: 10 cose imperdibili

Spiagge bianche, montagna, storia e cultura: tutti gli angoli più belli della meravigliosa isola di Maiorca!

Chiamata anche Sa Roqueta (La rocchetta) dai suoi abitanti, e "Balearis Maior" dagli antichi romani, Maiorca è la più grande e variegata delle Isole Baleari. Vanta un clima mite e la possibilità di godersi mare e montagna in meno di 100 chilometri. Se state programmando le vostre vacanze estive (ma anche in autunno Maiorca è bellissima), e volete assaporare tutta la bellezza della cultura spagnola e vivere un viaggio da sogno a contatto con la natura: date un’occhiata ai voli più economici per la Spagna e prenotate una staza in uno dei bellissimi hotel dell’isola di Maiorca. Un’avventura incredibile vi aspetta!

Date un’occhiata a tutti i voli economici per Maiorca e… partite alla scoperta di un piccolo paradiso!

1. PALMA DE MALLORCA

La capitale dell’isola di Maiorca unisce caratteristiche molto speciali e incanta i suoi visitatori grazie alla sua cultura, la sua storia e la sua famosa vita notturna. Il centro di Palma è un insieme di strette vie che si perdono tra le mura di antica edificazione. Passeggiando per le sue stradine potrete respirare subito la sua storia e cultura millenaria. Nel centro storico si trova Can Joan de S’Aigo, al numero 10 della calle Sans: un angolo fondato nel 1700 dove è possibile degustare prodotti tipici della pasticceria maiorchina, squisiti e ad un ottimo prezzo.

2. CATTEDRALE DI PALMA

Situato nel centro storico di Palma, questo tempio è un esempio di architettura gotica mediterranea. All’interno spicca la Puerta del Mirador, la cappella della Trinidad e il Museo Gotico. C’è anche una cappella decorata dall’artista Miquel Barceló. Per i maiorchini questa chiesa costituisce il monumento più emblematico e sacro di tutta l’isola. La troverete aperta soltanto negli orari di culto.

3. CASTELLO DI BELIVER

Questo castello si innalza sulla Baia di Palma nel bel mezzo di un bosco di pini. Fu costruito da Jaume II nel XIV secolo, e dispone di un maestoso patio centrale circondato da quattro torri di forma cilindrica. Il parco forestale del castello si è trasformato nel luogo ideale per feste popolari come la “Festa de l’Angel” successiva alla Settimana Santa, o per eventi sportivi e culturali, tra cui anche concerti. È aperto da ottobre a marzo dalle 08.00 alle 17.30, e da aprile a settembre dalle 08.00 alle 19.30.

4. LAS CUEVAS (LE GROTTE)

Grotte e crepacci sono abbondanti in tutte l’isola. Potrete visitare le “Coves del Drach, y dels Hams” a Manacor; quelle di Campanet, nel paesino omonimo; quelle di Artà nel “Camp Vermell” a Capdepera. La condizione calcarea dei terreni delle Baleari fa sì che il loro sottosuolo sia un labirinto di passaggi, gole, gallerie e profonde grotte che sono state studiate attentamente. All’interno delle grotte vivono specie endemiche di crostacei molto ben adattati alla vita nell’oscurità.

5. POLLENÇA

Situata nella zona nord est dell’isola, questa città fu fondata dai romani. Qui spicca un eremo conosciuto con il nome di “El Calvario”, oltre al Convento di Santo Domingo e la Cappella Gotica del Roser Vall. Gli abitanti di Pollença, tra cui si contano molti stranieri, condividono il rispetto per la tradizione e l’interesse per la modernità e il progresso. Potete affittare una macchina e approfittarne per esplorare questa parte dell’isola, di sicuro non rimarrete delusi!

6. ANDRATX

Uno dei principali comuni costieri dell’isola di Maiorca. Ai margini della città abbondano le piccole calette, insieme a grandi scogliere e quattro isolette, tra cui spicca “Sa Dragonera”, dichiarata Parco Naturale nel 1995. Le sue feste e tradizioni sono molto rumorose, come ad esempio la processione marinara di San Pere il 29 giugno e quella della Virgen del Carmen il 16 luglio a Port d’Andratx. Lo scrittore Baltasar Porcel, originario di questa località, scrisse i suoi romanzi migliori ambientandoli nei quartieri più poveri come Es Pantaleu e Es Pou, dove l’emigrazione fu per molto tempo l’unica soluzione alla povertà di queste terre bianche e argillose, e delle loro coste assediate dai pirati algerini fino all’inizio del XIX secolo.

7. SÓLLER

Questo paese affascinante situato nella costa nord orientale di Maiorca si trova a soli 30 minuti dall’Aeroporto di Palma. Un luogo che costituisce un’ottima opzione per praticare escursionismo, sport di montagna e godersi la natura in un ambiente splendido con un clima fresco e piacevole. La combinazione di mare e montagna la rende un’attrazione particolare per i viaggiatori; il vicino Puerto de Sóller, infatti, è un luogo eccellente per farsi grandi nuotate e approfittare della gastronomia che gli abitanti preparano con prodotti freschi di mare.

8. LE SPIAGGE

Il fatto di contare più di 300 spiagge ha reso l’isola di Maiorca la meta preferita di milioni di persone, e in particolare per chi ama sole, mare e sabbia. A Maiorca le spiagge sono di sottile sabbia bianca, acqua cristallina e ottime temperature, e offrono eccellenti servizi. Quelle assolutamente imperdibili sono le spiagge di Can Pastilla, collegata alla Playa del Arenal, Cala Major, Cala Estancia, Playa Formentor, e Es Trenc. Vicino a quest’ultima si trova anche la spiaggia di Sa Ràpida, maggiormente frequentata dagli abitanti dell’isola: vi consigliamo di portarvi pranzo al sacco e un buon libro per godere al massimo la tranquillità e il suono del mare al tramonto, con la spiaggia vuota e il sole che va a nascondersi dietro al porto.

9. VALLDEMOSSA E SERRA DE TRAMUNTANA

Valldemossa si trova a 436 metri di altitudine, nel cuore della catena montuosa di Tramuntana e a 17 chilometri da Palma. Confina con i paesi di Esporles, Banyalbufar, Deià, Bunyola e Palma. La “sierra” è il luogo ideale per fare escursioni e passeggiate grazie alla sua conformazione orografica e il suo clima mite. La principale attrazione turistica è la Cartuja, monastero dove vive il ricordo della relazione romantica tra Chopin e George Sand avvenuta nell’inverno 1838-39.

10. LA GASTRONOMIA

Non possiamo concludere questo articolo senza parlare della particolare gastronomia di Maiorca. Frutto di una storia complessa, popolata da tutte le civiltà che nei secoli conquistarono l’isola, la gastronomia tradizionale maiorchina è molto più adatta per la vita dura nei campi del passato che per quella attuale, amante dell’estate e dei bikini succinti. Il cibo maiorchino è un delizioso riflesso del clima, della terra e della storia dell’isola. Alcuni piatti tipici e unici sono la ensaimada, la zuppa maiorchina, il latte di mandorla, il liquore di erbe isolane, il Palo (un aperitivo molto tipico) e la sobrasada, oltre a molte altre specialità caratteristiche delle diverse località dell’isola.

Vi siete decisi a partire per le Baleari e volete trovare i voli più convenienti? Con la funzione Avvisi di prezzo di Skyscanner sarete sempre aggiornati sui prezzi dei vostri voli, e potrete acquistarli al momento migliore!

————————————————————————————————————————————

Le 10 spiagge spettacolari d'Europa

Road trip in Andalusia: le 10 tappe più belle

10 posti bellissimi dove fare trekking in Italia

19 incredibili road trip in Europa

Le 10 spiagge più belle d'Italia – 2015

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo,

che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa