Home notizie 10 Cose da vedere a Parma per un weekend speciale

Tutti gli articoli

10 Cose da vedere a Parma per un weekend speciale

Parma sarà la Capitale della Cultura Italiana nel 2020 e Skyscanner ha deciso di mostrarvi le sue meraviglie!". Se volete conoscere tutti i monumenti più importanti e le cose da vedere a Parma, durante un weekend in questa bellissima città, date un'occhiata a questo articolo e preparatevi a partire! Parma è una delle capitali italiane della gastronomia, ma non lasciatevi ingannare: mangiare è di certo una delle cose migliori che potrete fare nella città emiliana, ma solo perché la qualità del cibo qui è davvero irraggiungibile. Parma offre anche musei e teatri di livello europeo, e monumenti storici e attrazioni che la rendono una città d'arte perfetta per una breve vacanza. Cosa fare (e cosa mangiare) a Parma per un weekend, da soli o con i bambini.

Se diciamo “Parma” che cosa vi viene in mente, senza pensarci troppo? Il parmigiano, naturalmente. Il prosciutto di Parma. Il culatello… e altre delizie culinarie da acquolina in bocca. E se il Parma Calcio è lontano dai successi degli anni passati, che ne fecero una delle squadre più vincenti d’Italia (oggi milita in Lega Pro), il cibo parmigiano non è mai sceso di categoria, e rimane fermamente nella Serie A dell’offerta gastronomica mondiale. A parte questo, Parma è una meta perfetta per qualche giorno di relax e di gite fuori porta, una città universitaria vivace e a misura d’uomo.

Scopri di più: Weekend in Emilia Romagna sulle tracce della Via Emilia

Parma, come arrivare

Parma è facilmente raggiungibile con ogni mezzo di trasporto: si trova lungo la Via Emilia, ed è ben servita sia dalla rete autostradale che da quella ferroviaria. A pochi chilometri dal centro si trova l’Aeroporto di Parma. A poco più di un’ora si trova il grande Aeroporto di Bologna, da cui partono e arrivano voli low cost per le maggiori destinazioni in Europa.

Cosa vedere a Parma: Battistero

Parma a tavola: cosa mangiare

Prosciutto di Parma, culatello, parmigiano, Coppa di Parma, salame di Felino (non c’entrano i gatti: si produce a Felino, in provincia di Parma)… Parma è una delle capitali italiane della gastronomia (dunque, una delle capitali mondiali…). Un pranzo parmigiano tipico potrebbe cominciare con un pesto di cavallo (carne tritata di cavallo cruda), e proseguire con degli anolini (simili ai tortellini in brodo) o con dei tortelli alle erbette o alla zucca come primo, e di secondo bollito misto, o trippa alla parmigiana, il tutto innaffiato da una buona bottiglia di Lambrusco, rosso frizzante perfetto anche quando fa caldo. I dolci… Quelli li lasciamo scoprire a voi! Il centro di Parma è pieno di ristoranti tipici: provate la Trattoria dei Corrieri per un menù emiliano, ma difficilmente vi sbaglierete se seguite il vostro stomaco.

Cosa vedere a Parma: 10 posti da scoprire!

1. Palazzo della Pilotta

Impossibile mancare il Palazzo della Pilotta, nel centro di Parma: inizialmente insieme di palazzi di servizio per la Corte dei Farnese, costruito a partire dalla fine del Cinquecento, il grande complesso del Palazzo oggi ospita il Museo Archeologico Nazionale di Parma, la Biblioteca Palatina, il Museo Bodoniano, il Teatro Farnese e la Galleria Nazionale di Parma: è da vedere, o per visitare uno dei musei che ospita, o semplicemente per passeggiare fra il suo monumentale cortile e i “voltoni”. Il nome deriva dal gioco della pelota, che qui praticavano i soldati spagnoli. Davanti al Palazzo si trova il monumento a una delle glorie di Parma, Giuseppe Verdi: una foto è d’obbligo, canticchiando il Va’ Pensiero!

Parma, cosa vedere

2. Duomo di Parma

Ogni città italiana ha il suo Duomo, in molti casi opera di grande valore architettonico: Parma non fa eccezione, e la sua Cattedrale – intitolata a Santa Maria Assunta – è uno splendido esempio di architettura romanica, con la tipica facciata a capanna e inserti rinascimentali e gotici. In silenzio, entrate e percorrete la navata centrale, godendo dell’atmosfera di serenità e spiritualità che trasmette. Sguardo in su per le volte a crociera, tutte affrescate, e per la cupola: è ottagonale, come quella del Battistero: il magnifico affresco che raffigura l’Assunzione della Vergine è opera del Correggio.

Cosa vedere a Parma: Duomo di Parma

3. Battistero di Parma

Romanico o gotico? Il Battistero di Parma, di fronte al Duomo, è considerato dagli storici dell’arte uno dei punti di giunzione fra i due stili. Commissionato allo scultore e architetto Benedetto Antelami nel 1196, venne completato intorno al 1270. L’esterno è in marmo rosa, e la forma è ottagonale: passeggiate intorno ai lati per ammirare lo zooforo, una galleria di 75 formelle che raffigurano diversi animali, tutte diverse! Da vedere anche l’interno, con 16 nicchie riccamente affrescate.

Battistero di Parma, cosa vedere

4. Basilica di Santa Maria della Steccata

Dal contegno romanico del Duomo a quello rinascimentale (in salsa parmigiana) della Basilica di Santa Maria della Steccata: la pianta della grande basilica parmigiana è a croce greca. La grande cupola, come quella del Duomo, è affrescata con l’Assunzione di Maria, in questo caso opera di Bernardino Gatti, fortemente influenzato dal Correggio (di cui forse fu allievo). Altri affreschi sono opera del Parmigianino. Da non perdere anche i due grandi organi a canne.

5. Teatro Farnese e Galleria Nazionale

Parma è anche città di teatri, da vedere assolutamente (meglio se durante uno spettacolo o un concerto) durante la vostra visita in città. Al primo piano del Palazzo della Pilotta, nel percorso della Galleria Nazionale e dietro un grande portone in legno dipinto, si accede al magnifico Teatro Farnese, una delle più notevoli architetture teatrali dei Seicento. Quello che si può visitare oggi è una ricostruzione dell’originale voluto dai Duchi Farnese, distrutto da un bombardamento nel 1944. Non ha una programmazione fissa, ma informatevi (magari sulla Gazzetta di Parma, o su internet): un’opera o un concerto visti qui hanno un sapore diverso.

6. Teatro Regio di Parma

Più facile, ma altrettanto soddisfacente, è assistere a un’opera lirica nella magnifica cornice del Teatro Regio di Parma, uno dei teatri di tradizione più amati d’Italia, uno dei templi della grande storia della lirica. Il Regio, che può accogliere un migliaio di spettatori, ha una facciata neoclassica e una platea di forma ellittica, circondata da quattro ordini di palchi e una galleria riccamente decorati. Mettetevi in coda per un biglietto.

7. Palazzo del Governatore

Sorseggiare un caffè o una birra gelata in un bar della centralissima Piazza Garibaldi è un buon modo per osservare il passeggio nel centro di Parma. Su uno dei due lati della piazza si trova il Palazzo del Governatore, con la sua facciata di stile neoclassico: è un “luogo d’arte moderna e contemporanea”, e ospita mostre temporanee su una superficie espositiva di oltre 3 mila metri quadrati. Andate a vedere che cosa offre la programmazione!

8. Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari

Da vedere con i bambini, ma non solo (conquisterà anche gli adulti!) il Castello dei Burattini di Parma è un magnifico museo e centro studi dedicato all’arte dei burattini, che raccoglie i pezzi provenienti dalla collezione di Giordano Ferrari. Si tratta di una delle più importanti collezioni di questo tipo in Italia. Informatevi sugli spettacoli in programma, se volete vedere i burattini prendere vita!

9. Parco Ducale

Se viaggiate con i bambini e volete lasciarli sfogare un po’, una passeggiata al Parco Ducale è una buona scelta: voluto dal Duca Ottavio Farnese, oggi il Parco Ducale di Parma è un’ampia zona verde solcata da grandi viali alberati e punteggiata da fontane e sculture. Passeggiando (a piedi o in bicicletta) raggiungete il Palazzo del Giardino, il Tempietto d’Arcadia o il Palazzetto Eucherio Sanvitale, o le Serre Comunali in stile Liberty. In alternativa: pane, parmigiano e prosciutto (e un filo d’olio) è tutto quello che vi serve per un pic-nic in stile Parma.

Parma, parco ducale, cosa vedere

10. Brescello

E infine, una gita fuori porta per chi vuole esplorare al meglio la provincia di Parma e i suoi dintorni. Vale decisamente la pena, noleggiando un’auto (o servendosi dei mezzi pubblici) esplorare la zona intorno al Po, che scorre a una ventina di chilometri da Parma. La nostra scelta è Brescello, in provincia di Reggio Emilia: è il paese reso celebre dai film di Don Camillo e Peppone. Imperdibile per gli amanti del genere il museo dedicato: riconoscerete i luoghi del film (la chiesa, il comune) e, sulla piazza principale, incontrerete i due protagonisti dei libri di Giovanni Guareschi in versione statua, che si salutano dai due angoli opposti…

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––
Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni in Italia, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca Ovunque di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Potrebbe interessarvi anche:

Regioni della Spagna: quali sono e cosa vedere

20 Città insolite per San Valentino

I 20 Paesi più economici del 2017

10 cose da fare a Valencia, bellissima città della Spagna

Galles: cosa vedere e cosa fare

Cosa vedere a Lucca: 15 posti bellissimi da non perdere

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa