Home notizie Cosa vedere a Rieti

Tutti gli articoli

Cosa vedere a Rieti

Il verde della Valle Reatina vi riempirà il cuore. Al centro della bella vallata laziale la città di Rieti, l'”umbilicus Italiae” (l’ombelico d’Italia) con la sua storia che affonda le radici nell’Antica Roma, le sue meraviglie architettoniche e le sue bellezze paesaggistiche, una su tutte il Terminillo, vi stupirà. Skyscanner raggiunge il centro d’Italia per un viaggio lungo il corso del fiume Velino, tra chiese nella roccia, laghi artificiali e testimonianze dal passato. In questo articolo vi raccontiamo cosa vedere a Rieti e dintorni!

Pellegrini ed escursionisti potranno percorrere i suggestivi sentieri del Cammino di Francesco alla scoperta dei santuari francescani mentre i turisti potranno entusiasmarsi con le bellezze della Capitale della Sabina, tra teatri, cattedrali, palii e prelibatezze tradizionali. Un viaggio nella Valle Santa Reatina saprà trasformarsi in esperienza. Pronti a partire con noi per una delle città più belle del Lazio?

Come arrivare a Rieti

Situata al centro della Valle Reatina, Rieti è una città del Lazio che può essere raggiunta in auto, percorrendo l’autostrada A1 Firenze-Roma (da nord), A1 Napoli-Roma (da sud), A24 L’Aquila-Teramo (da est). Per chi proviene da Roma, dalla quale dista circa 80 km, il modo migliore per arrivare a Rieti è quello di percorrere il Grande Raccordo Anulare, prendere l’autostrada A1 Firenze-Roma (uscita 10), e uscire a Fiano Romano, per poi proseguire sulla SS4 Salaria, direzione Rieti. Dalla capitale partono anche i treni per Terni (è necessario fare il cambio per la linea Terni-Rieti-L’Aquila) oppure i comodi bus della Cotral, in partenza da Roma Tiburtina (tempo di percorrenza 1h40 minuti circa). Gli aeroporti più vicini alla città di Rieti sono quelli della Capitale, con Ciampino distante circa 90 km e Fiumicino circa 110 km. Una volta atterrati, vi consigliamo di noleggiare una vettura e intraprendere il viaggio verso la Sabina in tutta libertà.

Cosa vedere a Rieti e dintorni: 10 attrazioni imperdibili

1. Ponte Romano

Iniziamo il nostro articolo su Rieti parlandovi del suo Ponte Romano, che con il suo arco di pietra bianca collega Piazza Cavour con Via Roma. L’attuale ponte, costruito negli Anni Trenta, sostituì l’originario romano che per secoli attraversò il fiume Velino permettendo alla Via Salaria, l’antica via del sale, di raggiungere la città. Ancora oggi sono visibili sui resti dell’antico ponte i solchi dei carri trainati dai cavalli che, al tempo dei Romani, trasportavano il sale senza sosta. La storia di Città Eterna si intreccia con quella della Capitale della Sabina, non a caso Rieti fu conquistata nel 290 a.C. da Manio Curio Dentato, il Console Romano artefice di una grande opera idraulica: il taglio delle Marmore e la conseguente precipitazione del fiume nel Nera per liberare la pianura della città di Rieti dalle acque del lacus Velinus. Percorrete il ponte e benvenuti a Rieti!

2. Piazza San Rufo e il Centro d’Italia

Per chi già non lo sapesse Rieti è considerata come il Centro d’Italia! Il padre della storia romana Marco Terenzio Varrone (116-27 a. C.), originario di Rieti, individuò l’Umbilicus Italiae, ossia l’ombelico d’Italia, proprio nell’Agro Reatino. E in Piazza San Rufo, graziosa piazzetta del centro storico, si trova il punto preciso, omaggiato da un monumento in travertino raffigurante la nostra penisola e da una targa tradotta in 20 lingue diverse.  

3. Cattedrale di Santa Maria Assunta

Il campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta, consacrata nel lontano 1225, domina dall’alto la città laziale, ricordando a turisti e cittadini di entrare a scoprire l’edificio religioso più importante di Rieti. Stile romanico e facciata incompiuta lasciano però entrare in un mondo sontuosamente barocco, caratterizzato da una pianta a croce latina, tre navate e dieci cappelle plasmate dalle mani di grandi artisti, uno su tutti il Bernini, il quale lavorò alla Cappella di Santa Barbara. Prima di uscire scendete nella Cripta… e una volta fuori dalla chiesa allungatevi fino al vicino Giardino Storico detto del “Vignola“, che in Piazza Cesare Battisti regala una bella vista sui tetti della città.

4. Teatro Flavio Vespasiano

Un grande nome per un grande teatro. Tra le cose da vedere a Rieti figura il bellissimo Teatro Flavio Vespasiano, vero e proprio orgoglio cittadino. Costruito a seguito della chiusura del Teatro dei Condomini, dichiarato pericoloso secondo una disposizione governativa in quanto costruito in legno, questo sontuoso edificio riportò nel 1893 la lirica in città: a spezzare il lungo silenzio furono le rappresentazioni della Cavalleria Rusticana e del Faust. Un monumento architettonico progettato da Achille Sfondrini e ridipinto da Giulio Rolland in seguito al tremendo terremoto del 1898, che procurò non pochi danni alla struttura. Risorto dalle ceneri, il teatro reatino ha sempre brillato per la sua eccellente acustica, apprezzata e premiata da grandi artisti come il violinista italiano Uto Ughi.

5. Festa del Sole e Palio della Tinozza

Ogni anno a luglio, il Velino diventa il protagonista dell’estate reatina grazie a una manifestazione folcloristica che tanto assomiglia ai Giochi senza Frontiere. Stiamo parlando della divertente Festa del Sole, arrivata alla sua cinquantunesima edizione e dove tutti i rioni della città si affrontano sulle acque del fiume, tra gare di nuoto, resistenza ed equilibrio. La competizione più attesa e bizzarra è sicuramente quella del Palio della Tinozza, che vede pagaiare con grande impeto i simpatici cittadini muniti di remo e casco, all’interno delle tinozze di legno, per uno spettacolo davvero esilarante. Un’occasione per vedere la città di Rieti e respirare la sua atmosfera popolare.

6. Cammino di Francesco

Insieme ad Assisi e La Verna, la Valle Reatina rappresenta una delle tre patrie di San Francesco, luogo di pace e natura dove il santo trovò rifugio lontano dalla vanità del mondo. Proprio in questa che fu ribattezzata come la Valle Santa, il santo rievocò la Natività di Gesù nel 1223, scrisse la Regola definitiva dell’Ordine e il Cantico delle Creature. Dal 2003, grazie all’Azienda di Promozione Turistica di Rieti e al contributo del Corpo Forestale dello Stato è possibile percorrere (a piedi, in mountain bike, a cavallo, in auto) gli 80 km dell’ormai famoso Cammino di Francesco, il percorso che lui intraprese in questi luoghi, e che portano alla scoperta della città di Rieti, dei quattro santuari di Greccio, Poggio Bustone, la Foresta e Fonte Colombo, dell’antico borgo di Posta e dei boschi del Terminillo. I sentieri sono ben segnalati, adatti a gambe forti e animi curiosi. Indossate scarpe comode e preparatevi a vivere un’esperienza unica!

7. Santuario di Greccio

Uno dei santuari più belli d’Italia è l’Eremo di Greccio, eretto da San Francesco d’Assisi e situato in provincia di Rieti. Questo santuario vi aspetta per una visita alla suggestiva Grotta con all’interno la Cappella del Presepio, dove nella notte del 25 dicembre 1223 fu celebrata la Santa Messa del Natale e la rievocazione del primo Presepio della storia. La bellezza della struttura risiede principalmente nella sua collocazione, con la chiesa incastonata nella roccia, a circa 650 metri d’altezza, e ancora più in alto il borgo medievale di Greccio, il tutto circondato dalla natura della Valle Reatina. Visitatelo all’interno, ammirate un af­fresco di scuola giottesca del XIV secolo rappresentante il Natale di Betlemme e di Greccio, poi esplorate il refettorio, il dormitorio ligneo di San Bonaventura da Bagnoregio e raggiungete il dormitorio del santo. All’interno del santuario si trova la foresteria con 6 posti letto riservati ai pellegrini bisognosi di riposo durante il Cammino, la chiesa nuova costruita nel 1959 e una mostra permanente di presepi dal mondo.

Ingresso gratuito – Apertura: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00, 19:00 con l’ora legale – Visite guidate: chiedere ai frati

8. Monte Terminillo

Tra le cose da vedere a Rieti c’è la cosiddetta “Montagna di Roma” ossia il Monte Terminillo, delimitato dal corso del fiume Velino da una parte e dalla conca di Rieti dall’altra. Appartenente al gruppo dei Monti Reatini dell’Appennino Centrale, questa bellissima montagna è divenuta col tempo una delle stazioni sciistiche più importanti e famose del Centro Italia, raggiunta ogni inverno e ogni estate dagli abitanti della Capitale e dintorni. Una fortuna iniziata nei primi anni del Novecento con la costruzione del rifugio Umberto I, poi con la nascita dello Sci Club Rieti, lo sviluppo di Pian de’ Valli, l’apertura della strada e l’arrivo del turismo di massa. Andate a sciare sulle piste innevate e con l’arrivo della bella stagione tornateci per fare trekking tra le faggete e respirare aria buona.

9. Lago del Salto

Gli amanti della natura possono trovare luoghi di pace e meraviglia a due passi dalla città di Rieti. Uno di questi è il bellissimo Lago del Salto, il lago artificiale più grande del Lazio creato nel 1940 dallo sbarramento dell’omonimo fiume. La bellezza di questo luogo risiede nel contrasto dei colori, con il verde smeraldo dei suoi boschi e il blu cobalto delle acque, e nella conformazione delle sponde, caratterizzate da un susseguirsi di fiordi, grotte e spiagge. A proposito di luoghi speciali, vi consigliamo di scoprire la Grotta di Santa Filippa Mareri, dove si trova un santuario rupestre raggiungibile attraverso un sentiero di montagna che si snoda dalla frazione di Piagge. Chi volesse rilassarsi in spiaggia, invece, può scegliere i lidi di Borgo San Pietro e Fiumata, facendo tuffi nell’acqua cristallina o praticando wakeboard, variante dello sci nautico, molto popolare su queste acque.

10. Lago del Turano

Un altro bellissimo lago che vi consigliamo di visitare nei dintorni di Rieti è il Lago del Turano. Artificiale e creato in seguito allo sbarramento del fiume Turano nel 1939, questo lago si trova ai margini della Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia e vi aspetta con i suoi paesaggi selvaggi e i suoi borghi antichi tutti da esplorare. Uno di questi è Castel di Tora, piccolo paese con affaccio sul blu e con un centro storico caratterizzato da vicoli stretti, saliscendi, archi, passaggi e scalinate scavate nella roccia. Molto suggestivo il ponte della strada provinciale Turanense che come una freccia attraversa il lago, collegando il paese montano al versante opposto del bacino. Percorretelo in auto, ammirate il paesaggio e poi salite sul borgo a fotografarlo dall’alto… 

Cosa vedere a Rieti: 10 attrazioni da non perdere

Il meglio di Rieti e dei dintorni in 10 cose da vedere

Cosa vedereTipo di attrazioneKm da Rieti
Ponte RomanoArchitetturaCentro storico
Piazza San RufoCentro d’ItaliaCentro storico
Cattedrale di Santa Maria AssuntaDuomo cittadinoCentro storico
Teatro Flavio VespasianoTeatro principaleCentro storico
Festa del Sole e Palio della TinozzaEvento folcloristicoCentro storico-Fiume Velino
Cammino di FrancescoPellegrinaggioTappe di vari km
Santuario di GreccioSantuario15 km circa
Monte TerminilloAppennino Centrale20 km circa
Lago del SaltoLago artificiale30 km circa
Lago del TuranoLago artificiale43 km circa

Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca “Ovunque” di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!


Potrebbero interessarvi anche: 

Calendario Ponti del 2019 e Idee per Viaggiare

Viaggi in Italia: 20 posti da vedere almeno una volta nella vita

10 Bellissime città straniere in Italia

Le Destinazioni più trendy per l’Estate 2019

Oroscopo di Viaggio: scopri dove andrai a Ferragosto


Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso.