Home notizie Road trip in Islanda: cosa vedere in 2 giorni

Tutti gli articoli

Road trip in Islanda: cosa vedere in 2 giorni

Simone Pazzano, giornalista e travel blogger di Viagging.it, ci porta in Islanda per due giorni davvero incredibili, alla scoperta di una terra magica, che fa della Natura il suo spettacolo e la sua forza. Seguiteci!

Ho scoperto l’Islanda con un viaggio on the road che mi ha portato a stretto contatto con la maestosa bellezza della sua natura. Con questo racconto vi suggerisco alcune delle tappe migliori, per farvi vivere giornate emozionanti, proprio come è successo a me.

Con poco più di 300mila abitanti, l’Islanda è lo stato europeo meno popolato. La capitale Reykjavik è l’unica vera città e vi abita il 40% di tutta la popolazione nazionale. La moneta è la corona islandese, ma non è necessario cambiare il denaro perché in tutto il Paese è diffuso l’uso della carta di credito anche per importi molto piccoli. Per raggiungerla in aereo, d’inverno è necessario uno scalo a Londra, Amsterdam o Copenaghen. In estate invece si può prendere un volo diretto dalle più grandi città italiane come Milano e Roma.

La vera attrazione di questa terra affascinante è la natura sconfinata e la possibilità di trovarsi davanti alla meraviglia dell’Aurora Boreale. Un viaggio in macchina in Islanda comincia seguendo l’Anello, o meglio la Hringvegur (strada 1 o anello), che è la strada principale e percorre il Paese in maniera circolare. La prima volta nella terra del ghiaccio e dei vulcani si parte sicuramente dal Golden Circle (il cerchio d’oro), che comprende le tre mete più famose: Geysir, Gullfoss e Thingvellir. Andiamo!

Voli economici per l'Islanda

PRIMO GIORNO

IL PARCO NAZIONALE DI THINGVELLIR

Lasciato il vostro albergo a Reykjavik, la prima tappa è quella al Parco Nazionale di Thingvellir, tappa imperdibile per due motivi. Per prima cosa, perché vi trovate proprio sulla dorsale atlantica: gli avvallamenti e le fratture intorno a voi sono la testimonianza delle due placche (nord americana ed euroasiatica) che ogni anno si allontanano di 2 centimetri. E poi, ed è questo il secondo motivo d’interesse, qui si trova l’antico parlamento islandese. Dove? Nei prati intorno a voi. Sì, avete capito bene: i vichinghi arrivavano proprio qui da tutta l’Islanda e si riunivano per discutere le questioni più importanti, commerciare e stabilire nuove regole. Affascinante, no?

Parco Nazionale di Thingvellir

GEYSIR

L’escursione successiva è nell’area di Geysir, da cui è nato il termine geyser. La più grande di queste pozze, Geysir appunto, ormai non erutta più, se non in situazioni rare ed eccezionali. Ma non preoccupatevi perché c’è Strokkur, un geyser più piccolo ma molto emozionante: il suo spruzzo è regolare, quindi vi basterà aspettare qualche minuto per godervi lo spettacolo della sua eruzione. Per scattare foto o fare un video state qualche passo indietro: avrete una visuale più bella. Inoltre se c’è vento considerate sempre la direzione in cui tira, perché il getto di vapore è bollente.

L'area di Geysir

In Islanda difficilmente troverete dei ristoranti lungo la strada. Approfittate del ristorante presente nell’area di Geysir per mangiare una zuppa calda e poi ripartire. Magari dopo aver fatto un giro nello shop della struttura, dove troverete tanto materiale tecnico per le escursioni. L’ideale per rimediare qualora aveste dimenticato qualcosa a casa. Se invece volete rimettervi subito in viaggio, lungo la strada troverete numerose aree di servizio in cui fare un break quando vi viene fame.

GULLFOSS

Gullfoss è chiamata anche la cascata d’oro ed è sicuramente una delle più scenografiche dell’intera Islanda. Tra le più grandi d’Europa, questa meraviglia ha il pregio di avere mille volti. Potreste vederla dorata perché quando riflette i raggi del sole dà il meglio di sé, ma anche con tante sfumature d’azzurro quando il freddo inverno le crea intorno un suggestivo scenario di ghiaccio. E, con un po’ di fortuna, potrebbe capitarvi di veder nascere tra il vapore delle acque un fantastico arcobaleno. Difficile trattenersi dallo scattare foto a raffica: lo spettacolo è di quelli unici al Mondo!

SKOGAFOSS

Un’altra cascata che merita di essere vista è quella di Skogafoss. Alta ben 60 metri, mette quasi soggezione per quanto è maestosa. Avvicinatevi e rimarrete impressionati dal rumore dell’acqua che cade e dalla nuvola che si crea. Se volete provare una visuale diversa, sulla destra c’è un sentiero che sale e vi offre una veduta che lascia senza fiato.

Skogafoss

La sera fermatevi a dormire al Fosshotel Nupar, una sistemazione comoda perché da qui il giorno dopo potrete facilmente partire alla scoperta delle altre bellezze islandesi. Intorno all’hotel, che d’inverno è circondato dalla neve, c’è solo natura e silenzio. Ed è proprio questo a renderlo un luogo magico. Se viaggiate tra ottobre e marzo, dopo cena è d’obbligo andare a caccia dell’aurora boreale. La condizione imprescindibile è che il cielo sia sereno e che non ci siano troppe luci intorno, ma a Nupar non si corre questo rischio. Alzate quindi lo sguardo al cielo e… buona fortuna!

L'aurora boreale in Islanda

SECONDO GIORNO

VATNAJOKULL E SVARTIFOSS

Dedicate la prima parte della giornata al Parco Nazionale del Vatnajokull, che è il più grande d’Europa. Una volta raggiunto il centro visitatori di Skaftafell avete l’imbarazzo della scelta: da qui partono infatti numerosi sentieri, di diversa lunghezza e difficoltà, che vi portano alla scoperta di aree naturalistiche mozzafiato. D’inverno ovviamente domina il candore del bianco, mentre la primavera è un’esplosione di colori. Tra le destinazioni imperdibili c’è anche Svartifoss, conosciuta anche come la cascata nera, diversa da tutte le altre perché, con le sue colonne nere in basalto, sembra un monumento immenso e maestoso. Ma potete scegliere anche tra diversi sentieri che vi conducono nei pressi delle propaggini dell’immenso ghiacciaio Vatnajokull. Prendete quindi un bel caffè bollente d’asporto al centro visitatori e andate in esplorazione.

LAGUNA GLACIALE DI JOKULSARLON

Sullo sfondo il maestoso Vatnajokull, davanti a voi una laguna incantata con le foche che si muovono tra gli icebergs che si sono staccati dal ghiacciaio. Lo spettacolo che vi offre la Laguna glaciale di Jokulsarlon è indescrivibile. Questi suggestivi blocchi di ghiaccio non sono trasparenti come vi aspettereste, ma hanno meravigliose sfumature che vanno dall’azzurro al blu intenso. Le acque della laguna lentamente arrivano al mare: passeggiate seguendone il percorso e in pochi minuti arriverete in una splendida spiaggia nera in cui altri icebergs sembrano delle vere e proprie sculture di ghiaccio in riva al mare.

Laguna glaciale di Jokulsarlon

VIK

Vík í Mýrdal merita una fermata perché è l’unico centro abitato di questo selvaggio tratto di costa. Sfruttate la pausa per fare uno spuntino o per fare una rilassante passeggiata nei dintorni. Da una parte avete gli incantevoli faraglioni al largo della costa, dall’altra la graziosa chiesetta sulla collina: soggetti perfetti per le vostre foto, che ben si prestano all’obiettivo sia con il bel tempo sia durante una giornata di mare in tempesta.

Vík

Se avete ancora una giornata a disposizione, potete tornare a Reykjavik per dedicare qualche ora alla capitale, che non è molto grande e si gira in poco tempo. Usate il tragitto di ritorno per ripetere qualche tappa che più vi ha colpito e magari sfruttare una luce migliore per foto più belle. Qui il clima cambia nel giro di pochi minuti, quindi ogni attimo va colto al volo. Se alla visita in città preferite un’ultima immersione nella natura, fate tappa alla Blue Lagoon per un bagno termale all’aria aperta. Da qui in un’ora circa sarete di nuovo a Reykjavik per il volo di ritorno verso casa, ma con in tasca un’avventura che vi avrà arricchito moltissimo!


Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca Ovunque di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Viaggi Avventure nel Mondo: 20 tour spettacolari

6 posti in cui vedere l’aurora boreale

Volo+Hotel: 20 viaggi economici per la primavera

I 26 ponti più belli del mondo

Le 15 spiagge più belle d’Italia / classifica 2016

I 10 Musei Gratuiti più belli del Mondo

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa