Home notizie Croazia in moto: 10 itinerari imperdibili

Tutti gli articoli

Croazia in moto: 10 itinerari imperdibili

Curve al cardiopalma, affacci sull’Adriatico, città patrimonio UNESCO e spiagge dai colori tropicali: preparatevi a partire per la Croazia in sella alla vostra moto, pronti a esplorare ogni centimetro della sua costa e ogni angolo del suo entroterra… perché uno dei modi migliori per visitare la Croazia potrebbe essere proprio un fantastico road trip in motocicletta! Skyscanner ha scelto per voi 10 itinerari magnifici per scoprire la Croazia in moto.

Zagabria e l’entroterra balcanico, la costa adriatica, l’Istria, le isole del Mediterraneo, i laghi di Plitvice e qualche spettacolare sconfinamento verso il Montenegro, l’Italia e la Bosnia Erzegovina. In questo articolo trovate i 10 itinerari più belli per vivere la favolosa Croazia in moto: potrete partire dall’Italia, oppure raggiungere la Croazia in aereo e noleggiare una motocicletta (o uno scooter) in loco.

Mappa

Croazia in moto dall’Italia

Per arrivare in Croazia in moto dall’Italia ci sono sostanzialmente due modi. Via terra, e in tal caso passerete attraverso la Slovenia: ricordatevi di comprare il bollino blu, il tagliando che sostituisce il pedaggio autostradale in Slovenia. Oppure via traghetto: l’Italia è ben collegata con la Croazia, e molti viaggiatori scelgono di imbarcare la propria moto a Venezia, Ancona, Pescara e Bari per sbarcare in una delle molte destinazioni croate servite dai traghetti (comprese alcune isole).

Naturalmente, potete anche decidere di raggiungere la Croazia in aereo, e di noleggiare una moto o uno scooter in loco. Questo è particolarmente funzionale, per esempio, se pensate di restare su un’isola sola, o in una sola regione.

Croazia in moto: 10 itinerari fantastici

1. Zagabria e l’entroterra balcanico

La Croazia in moto è avventura, scoperta e meraviglia. Il primo itinerario su strada di cui vogliamo parlarvi è quello che parte dalla capitale Zagabria e attraversa alcune interessanti città del magnifico entroterra balcanico quali Krapina, Varaždin, Koprivnica, Virovitica, Dežanovac e Sisak. Un percorso, questo, che si snoda per 410 km, da percorrere in circa 6 ore e 45 minuti, con partenza e ritorno dalla maggiore città croata. Prima di partire per questo viaggio riempitevi gli occhi con la sontuosa architettura austro-ungarica del XVIII e XIX secolo, che caratterizza il centro storico di Zagabria, poi fate il pieno e prendete la E59. Ognuna di questi gioielli urbani ha qualcosa da raccontare, lontana dal turismo di massa e ricca di attrazioni inedite, come l’interessante Neanderthal Museum di Krapina, la vostra prima tappa, inaugurato nel 2010.

Croazia in moto

2. L’Istria

Il miglior modo per visitare la Croazia istriana è proprio in sella a una moto: l’Istria è magnifica, vicina all’Italia e piena di curve. Siete pronti a dar gas sulle sue strade poco trafficate? Questa meravigliosa penisola vanta una gastronomia eccelsa, caratterizzata da prodotti pregiati come il tartufo, tradizioni radicate, cultura profonda e borghi di grande bellezza come UmagoPola, Rovigno e Parenzo, tutte cittadine di origine romana protese verso il mare, dove perdersi tra viuzze acciottolate e trattorie come una volta. Ai centauri amanti della natura consigliamo di raggiungere Premantura e il parco nazionale di Kamenjak, l’estrema punta meridionale, dove si trova un’oasi accessibile con i mezzi a motore caratterizzata da natura selvaggia e da un fantastico reticolo di strade bianche!

Croazia in moto

3. Italia-Croazia, da Trieste a Fiume

Due città dal passato comune distano una manciata di chilometri (circa 75 chilometri) e sono davvero perfette da esplorare on the road, meglio ancora se in sella a una moto fiammante. Potete scegliere se partire da Trieste oppure da Fiume e godervi una strada fatta di curve, natura, scorci e storia. Se decidete di partire dal capoluogo del Friuli-Venezia Giulia, potete pensare di passare per Capodistria, in Slovenia, proseguire sulla 625 verso Gracischie e poi continuare sulla 208 per entrare in Croazia seguendo la 201. Se avete tempo fate una deviazione per Pola, altrimenti tirate dritto per Fiume, bellissima città portuale affacciata sulla pittoresca Baia del Quarnero.

Croazia in moto

4. L’isola di Krk

La Croazia in moto non è solo città ma anche isole. La prima di cui vogliamo parlarvi per un viaggio sulle due ruote è la bellissima Krk, Veglia in italiano. Dista circa 120 chilometri da Trieste e non solo rappresenta l’isola più settentrionale di tutto l’Adriatico ma anche la più grande, per estensione, di tutta la Croazia. Oltre al paesaggio molto particolare, caratterizzato da natura rigogliosa alternata a terra rossa e brulla, il tutto circondato da un mare cristallino, a rendere ancor più speciale Krk è il ponte che la collega alla terraferma, una grandiosa opera ingegneristica a due archi in calcestruzzo lunga ben 1340 metri. Percorretelo in moto e gustatevi il panorama tutto intorno, con il vento tra i capelli… Mettete solo in conto di pagare il pedaggio (moto e auto fino a 1.30 metri di lunghezza pagano 30 kn, oltre il metro e 40, 40 kn) e sfrecciate verso il paradiso terrestre!

Croazia in moto

5. L’isola di Pag

La Croazia in moto è un tripudio di colori, scorci unici e, come abbiamo già detto, tante isole. E, allora, cosa aspettate a salpare alla volta di Pag? A Prizna imbarcatevi sul primo traghetto disponibile e in pochi minuti di navigazione vi troverete a Ziglijen, che dista solo 8 chilometri dal centro di Novalja, la principale località dell’isola. Pag è famosa non solo per una delle spiagge più belle della Croazia, Beritnica, dal favoloso paesaggio lunare caratterizzato da un bagnasciuga di ghiaia dorata e un mare cristallino come pochi, ma anche per il festival di musica techno che ogni estate calamita mezza Europa, il Sonus, sulla spiaggia di Zrce, che si tiene nella seconda metà di agosto. E poi ci sono le grandi saline, gli uliveti a macchia d’olio e le curve sul mare.

Croazia in moto: Pag

6. Pola e la Costa Balcanica

Abbiamo già parlato dell’Istria e della sua bellezza a due passi dall’Italia. Questa volta il nostro itinerario in moto parte da Pola e arriva a Spalato, per un percorso impegnativo che raggiunge circa 520 chilometri di lunghezza per un totale di 5/6 ore in sella. Dopo aver visitato le vestigia romane della capitale dell’Istria, partite seguendo la E751, in direzione di Opatija, poi deviate sulla A7 e sulla A1, toccando prima Crikvenica e poi Senj. Scegliete un tappa per spezzare il viaggio: noi vi consigliamo la bellissima città di Zara, prima di tirare fino verso l’incantevole Spalato, dove si trova il celebre palazzo di Diocleziano Se avete tempo e forze allungatevi fino a Medjugorie, in Bosnia-Erzegovina, per un pellegrinaggio da centauri d’acciaio!

Croazia in moto

7. Il Parco nazionale dei laghi di Plitvice 

Gli amanti della natura selvaggia, delle cascate fragorose e del verde rigoglioso possono pensare di raggiungere in moto i Laghi di Plitvice (Plitvička Jezera in croato) che fanno parte di un Parco Nazionale Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Per raggiungerli sulle due ruote dovrete partire da Zagabria (2 ore di tragitto), oppure da Zara (meno di 2 ore) o ancora da Spalato (circa 3 ore). Mano a mano che vi avvicinerete a questo paradiso terrestre di acqua, roccia e muschio, il paesaggio si farà montano e lascerà spazio solo alla natura: fate il pieno di benzina e godetevi il fresco. Una volta parcheggiato all’entrata del parco entrerete in un mondo acquatico caratterizzato da una decina di laghi dalle sfumature dello smeraldo, collegati tra loro da passerelle in legno sospese.

8. Dubrovnik e i Balcani

Torniamo a macinare chilometri sulla costa per andare a scoprire la Ragusa di Dalmazia, Dubrovnik, una delle più belle città della Croazia con una cinta muraria patrimonio UNESCO e un centro storico tra i più belli del Mediterraneo, completamente restaurato dopo la fine del conflitto della ex Jugoslavia. Dubrovnik è una città dalle tante anime: veneziana, ungherese, slava, austriaca, ed è un ottimo punto di partenza per partire alla scoperta dei Balcani. A nord dell’abitato si trova l’unico sbocco della Bosnia-Erzegovina sul mare… Allora perché non pensare di raggiungere Mostar?  Con un percorso di 132 km potrete vivere un’avventura nella natura e nella storia. Percorrete la strada D8 in direzione Slano, poi la R428 fino a Zavala, e infine continuate fino a Poprati. Da qui prendete la M17.3 e raggiungete la città sul fiume Narenta (o Neretva) e del famoso ponte a schiena d’asino, il pittoresco Stari Most.

Croazia in moto: Dubrovnik

9. Dubrovnik e le Bocche di Cattaro

Un altro itinerario in moto con partenza e arrivo da/a Dubrovnik è quello che collega la città croata con Kotor, in italiano Cattaro, una gemma del Montenegro altrettanto meravigliosa e fortificata. La distanza da percorrere tra questi due gioielli costieri è di circa 91 km, e vi porterà a sfrecciare sulla E80, E65 e la Strada 8. Una volta sconfinati in Montenegro, vi basterà qualche curva per entrare nel territorio della cosiddetta “Norvegia dei Balcani” con il fiordo più meridionale dell’Europa, ossia Boka Kotorska, le Bocche di Cattaro, una baia stretta tra le montagne che si specchiano su molteplici insenature cristalline. Favoloso il centro storico, anche questo dichiarato Patrimonio UNESCO e circondato da una cinta muraria dove sono incastonate ben 30 chiese! E da Cattaro, per le moto più temerarie, si inerpica una delle strade più mitiche in Croazia e in Europa: raggiunge il Monte Lovcen attraverso 50 tornanti strettissimi, a doppio senso di marcia. Solo per chi non ha paura!

Croazia in moto: Cattaro

10. L’isola di Hvar

L’ultimo itinerario in moto in Croazia ci porta alla scoperta della quarta isola più grande della Dalmazia Centrale, Hvar, in italiano Lesina. Circondata delle più piccole Brazza, Lissa e Curzola, questa meravigliosa croata, chiamata “Isola Lunga”, vi aspetta con la sua lunghezza di 68 km e la sua larghezza di 11 km. In sella alla vostra moto percorretela tutta in lungo e in largo, tra vigneti a perdita d’occhio, discese emozionanti e viste sull’Adriatico. Hvar è nota soprattutto per i campi di lavanda di Brusje, le barchette del villaggio di pescatori di Sucuraj, le viuzze acciottolate di Stari Grad e per una vita da spiaggia decisamente modaiola. Per arrivare dall’Italia insieme alla vostra moto salite a bordo dei traghetti in partenza da Ancona o Pescara, oppure atterrate a Spalato e dopo 30 minuti raggiungete la costa per salpare per l’isola.

Croazia in moto: 10 bellissimi itinerari sulle due ruote

10 itinerari per scoprire la Croazia in sella a una moto

ItinerarioRegioneAeroporto più vicino
ZagabriaRegione ZagabreseZagabria
IstriaIstriaPola – Rijeka
Trieste – FiumeFriuli-Venezia Giulia – IstriaTrieste – Rijeka
KrkGolfo del QuarneroRijeka
PagDalmaziaZara
PolaIstriaPola
Laghi di PlitviceLiburnia – MorlacchiaZagabria – Zara
Dubrovknik – MostarDalmazia – Bosnia ErzegovinaDubrovknik – Mostar
Dubrovnik – CattaroDalmazia – MontenegroDubrovnik – Tivat
HvarDalmaziaSpalato

Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca “Ovunque” di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!


Potrebbero interessarvi anche:

Le 10 spiagge più belle della Croazia da vedere questa estate

Vacanze estive: 15 posti bellissimi per l’estate

Montenegro: cosa vedere in questa perla dei Balcani

Le 15 spiagge più belle del Montenegro

Viaggio in Bosnia e Montenegro: cosa vedere e cosa fare


Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso.