COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Le 9 destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus

Tutti gli articoli

Le 9 destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus

Per voi 9 destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus: dall'Armenia all'Alentejo, passando per l'Isola di Jeju, tutte mete per ripartire all'insegna dell'inaspettato!

Quali sono le destinazioni più insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus secondo la redazione di Skyscanner? Dopo lo stop forzato dei mesi scorsi e una generale cautela nella programmazione dei viaggi sia nel presente, sia nel futuro prossimo, la voglia di volare lontano sta tornando a tutti. Anche se il mondo è in parte chiuso, per aiutarvi a pianificare il vostro viaggio dei sogni, abbiamo pensato di stilare una lista di 9 destinazioni insolite dove viaggiare una volta che il Covid-19 sarà solo un brutto ricordo. Nel frattempo, restate aggiornati con i nostri  consigli di viaggio sul Coronavirus, le informazioni dei governi locali, la guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e la nostra nostra mappa globale aggiornata in tempo reale, che vi permetterà di sapere dove spostarvi e in quali condizioni.

Se siete stanchi delle solite destinazioni sentite e risentite e volete vivere una vacanza diversa dal solito – ormai è risaputo che alcune mete come le Maldive o i Caraibi, per dirne due, vengono prese d’assalto durante alcuni periodi dell’anno e talvolta propongono offerte poco convenienti – potete approfittare della nostra classifica e pianificare una vacanza speciale dove, credeteci, sarà facile lasciarsi stupire e, qualora ci fosse ancora bisogno, praticare il distanziamento sociale. Ecco per voi 9 destinazioni inconsuete da prendere in considerazione per un viaggio futuro, tutte località situate in zone ancora poco interessate dal turismo di massa e che non aspettano altro di essere scoperte.

Sappiamo che viaggiare è difficile in questo momento. Insieme agli aggiornamenti sulle restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19, vogliamo continuare a ispirarvi con nuovi contenuti di viaggio in modo che quando il mondo riaprirà le sue porte, sarete pronti.

Yerevan, Armenia

L’Armenia è una destinazione davvero affascinante, ricca di storia, con un patrimonio tutto da scoprire e una cucina che da sola vale il viaggio. Se è vero che i mesi migliori per visitare l’Armenia sono giugno e settembre, è anche vero che fuori stagione questo Paese può riservare davvero tantissime sorprese ai viaggiatori più intraprendenti e interessati a scoprire zone del mondo ancora parzialmente inesplorate. Per entrare in Armenia è necessario il passaporto in corso di validità (con una validità residua di almeno 6 mesi) e il visto. La capitale dell’Armenia, Yerevan, è un affascinante polo multiculturale unico nel suo genere: quando il cielo è limpido, da qui si possono scorgere le montagne della Turchia mentre per la visita della città è davvero semplice e caratterizzata dalla possibilità di muoversi in modo concentrico per visitare un centro di chiaro stampo sovietico. Echmiadzin e Zvartnots, con le chiese bizantine, sono Patrimonio Mondiale dell’UNESCO così come il Monastero di Geghard. Se amate la natura, programmate una visita del Lago Sevan e dell’adiacente Monastero di Hayravank. Da non perdere un’assaggio del famoso brandy Ararat, un sorso di vino Karas prodotto nella regione di Armavir e i tanti piatti tipici a base di pecora che vengono sempre accompagnati da riso e pane tipo pita.

Il Golden Palace Hotel di Yeran è considerato tra i più belli di tutta la città e oltre ad offrire eleganti camere sopra lo standard, è anche conosciuto per la gentilezza e la cordialità dello staff che saprà darvi tanti consigli utili per visitare l’Armenia al meglio.

destinazioni insolite per viaggiare

Sapporo, Giappone

Se il Giappone è il vostro sogno ma cercate qualcosa di diverso rispetto alle affollatissime Tokyo e Kyoto, non possiamo che consigliarvi Sapporo. Situata nella Penisola di Hokkaido, Sapporo è una città moderna che è stata risistemata in occasione delle Olimpiadi del 1972 e oggi è un significativo snodo e un importante centro turistico. Il Nijo Market è il mercato del pesce più famoso e imperdibile di questa destinazione insolita dove viaggiare dopo il Coronavirus, dove assaggiare sushi freschissimo, mentre nella zona di Susukino si trovano locali tipici frequentati soprattutto da gente del posto; Sapporo è famosa per i suoi ramen, al punto tale che sulla strada chiamata Ramen Yokocho, si susseguono solo piccoli negozi che preparano questa specialità locale. Imperdibile la visita del Sapporo Beer Museum, il museo della birra aperto nel 1987 in un ex birrificio risalente al Periodo Meiji. Ogni febbraio a Sapporo si svolge il Sapporo Snow Festival che dura una settimana durante la quale si possono ammirare spettacolari sculture di ghiaccio. L’intera Penisola di Hokkaido è costellata poi di terme e bagni pubblici, da inserire assolutamente nel vostro itinerario, specialmente in inverno dopo aver trascorso una giornata all’aperto.

Volete dormire nella zona più trendy di Sapporo? Allora scegliere il Red Planet Sapporo Susukino South. Volete fare una pazzia e guardare Sapporo e la Penisola di Hokkaido dall’alto? Allora non possiamo che consigliarvi il JR Tower Hotel Nikko Sapporo!

Zakopane, Polonia

La Polonia è una delle nazioni più belle dove programmare una vacanza nella natura, nella tradizione e nella storia: non solo Cracovia e Varsavia, ma tante altre zone meno conosciute e altrettanto (se non più) affascinanti. Una di queste è Zakopane, che si trova ai piedi dei lussureggianti Monti Tatra, vicinissima al confine con la Slovenia: è per questo motivo che è amata e frequentata sia in inverno per le sue piste da sci, sia in estate per i suoi paesaggi mozzafiato. Krupówki è la strada principale di Zakopane, dove rilassarsi, bere e mangiare una cucina locale di montagna. La zona è famosa per la produzione dell'”oscypek“, il formaggio tipico affumicato dalla forma, colore e sapore riconoscibili e unici. Tra le destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus, Zakopane è famosa per le tante attività sportive che qui si possono praticare, senza contare le enormi possibilità di godere al massimo di un turismo ecosostenibile che punta tutto alla salvaguardia di spazi millenari. Questa è una meta da considerare soprattutto se si ama l’alpinismo e si è alla ricerca di una vacanza alternativa, con la sua posizione spettacolare vicino al pittoresco lago di Morskie Oko.

Per dormire, vi consigliamo il tradizionale Aries Hotel & Spa, dove rilassarvi in mezzo al verde e godere del ritmo lento della natura. L’indirizzo perfetto per gli amanti dei posti tranquilli e dei viaggi relax: approfittate dei fantastici trattamenti!

destinazioni insolite dove viaggiare

Portland (Oregon), Stati Uniti

Tra le destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus, vi proponiamo Portland, in Oregon, al confine con lo Stato di Washington (Stati Uniti). Questa città-gioiello non è molto conosciuta dai turisti italiani ed europei, ma se si è alla ricerca di una meta che offre molto in termini di cose da fare, di sperimentazione e accessibilità per tutte le tipologie di turisti, anche quelli con disabilità, questa è davvero una di quelle da prendere in considerazione. Una città con una forte personalità, che ha scelto la strada dell’accessibilità, per l’appunto, sperimentando nuove forme di vita urbana sostenibili: piste ciclabili ovunque, micro-birrifici artigianali, mezzi pubblici gratuiti nella zona di Downtown, 11 ponti che ne delineano il paesaggio e un numero incredibile di parchi dove rilassarsi sono solo alcune delle chicche di questa meraviglia americana, dal fascino spiccatamente europeo. Da non perdere Pearl District, un vecchio quartiere industriale oggi completamente riqualificato e unico nel suo genere in tutto il Paese. In prossimità della città si trovano il Parco Nazionale del Monte Rainier, quello di North Cascades e la costa dell’Oregon: valgono tutti una visita.

La scelta di hotel e sistemazioni a Portland è quasi infinita (a vostra disposizioni alloggi per ogni tasca) ma noi vi consigliamo il The Hoxton, per la sua posizione privilegiata e la sua bellezza, e lo Staypineapple at Hotel Rose, per il mood giovanile che offre.

Isole Shetland, Scozia

Se Edimburgo è una tappa imperdibile della Scozia e le isole di Skye sono le più visitate, la scelta che vi proponiamo ricade sulle remote Isole Shetland, una delle destinazioni più insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus della nostra classifica. L’arcipelago, che si compone di 100 isole rocciose, molte delle quali disabitate, è difficilmente raggiungibile proprio per via della sua posizione lontana dalla terraferma. I centri abitati sono pochissimi, è sempre freddo e la maggior parte delle isole sono spoglie e abitate solo da foche, proprio a riprova di quanto le Shetland si trovino alla fine del mondo civilizzato. La posizione prossima alla Norvegia, poi, ha fatto sì che anche gli abitanti si sentano più vicini alle popolazioni scandinave che agli scozzesi, contribuendo ad alimentare la fama di questa meta come imperdibile. Lerwick è la cittadina principale dell’isola più grande, Mainland, e si sviluppa su una struttura classica vittoriana che ricorda da vicino quella di Edimburgo. Da non perdere la South Mainland, 40 km di costa brulla e frastagliata su cui si aprono acque cristalline. Se il tempo lo permette, Northmavine è da mettere nel vostro itinerario: qui, tra cielo e terra, la costa diventa spettacolare con le scogliere di granito rosso di Eshaness.

Alle Isole Shetland ci sono poche sistemazioni: tra queste, sicuramente l’Herrislea House Hotel merita una menzione speciale per pulizia, trattamento, posizione e offerte.

Jeju Island, Corea del Sud

L’incantevole Jeju Island, nell’omonima provincia nello Stretto di Corea, non può mancare nella nostra lista delle destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus. Questa è una di quelle mete da prendere in considerazione se si vuole visitare un luogo unico a tratti magico. Situata in Corea del Sud, Jeju è famosa tra la gente del posto per essere associata all’idea di fertilità e di amore, al punto tale che per i futuri sposi e per coloro che si sono appena sposati rappresenta una tappa fondamentale per dichiarare amore e sperare nell’arrivo di figli. Da non perdere la scalata dell’Hallasan (Monte Halla), la montagna più alta della Corea del Sud nonché vulcano ancora attivo, la visita alla caldera di Seongsan Ilchubong, da dove ammirare un tramonto spettacolare, le cascate Cheonjiyeon e le piantagioni di tè verde, dove fermarsi per assaggiare le specialità locali tra cui il maiale cotto proprio con questa spezia. Jeju è anche meta di mare, con le sue spiagge bianche o rocciose baciate da acque turchesi. Se cercate un’esperienza diversa, il Teddy Bear Museum è imperdibile così come Loveland, un bizzarro parco con sculture a tema sessuale.

Le strutture dell’Hotel The One e del Ramada Plaza sono sicuramente consigliatissime per chi cerca sistemazioni stilose ma non eccessivamente costose sull’Isola di Jeju.

destinazioni insolite Corea

Meteora, Grecia

Le Meteore, in Grecia, sono dei veri spettacoli della natura, da ammirare in tutta la loro bellezza. Meteora, che vuol dire “roccia sospesa”, è un sistema di pietra arenaria che in passato ospitava 24 monasteri. Oggi ne sono rimasti solo 13 di cui 6 visitabili. La bellezza di questa località ubicata nella parte nordoccidentale della pianura della Tessaglia, la sua lontananza dai luoghi più gettonati del Paese, le strutture eco-friendly e la possibilità di ammirare i monasteri sospesi fanno di Meteora una delle mete da inserire nella vostra wishlist (lista dei sogni). Se infatti la Grecia e le sue isole sono conosciute e amate dai turisti di tutto il mondo, le Meteore continuano ad essere un luogo poco inflazionato e tutto da vivere a piedi, immergendosi nel verde. Da non perdere la cucina tipica del luogo, poi, che cambia quasi completamente rispetto al resto della Grecia: qui i sapori si fanno più forti, l’olio di oliva è il re della tavola, insieme ai fritti e ai formaggi tipici. Noi vi consigliamo di soggiornare a Kastraki o a Kalambaka e da qui pianificare almeno 3 giorni alla scoperta dei monasteri ancora visitabili, tenendo conto degli orari di apertura e degli eventuali vincoli.

Prenotate una stanza al bellissimo Tsikeli Hotel se cercate una sistemazione unica nel suo genere, ubicato proprio in prossimità dei sentieri che conducono ai monasteri.

Valle del Vipava, Slovenia

Se diciamo Slovenia molto probabilmente la prima cosa che vi viene in mente sono le sue stupende cascate e i suoi pittoreschi laghi, diventati famosissimi negli ultimi anni grazie ai social media. Ma c’è una zona della Slovenia che è ancora oggi poco conosciuta se non dalla gente del luogo che si chiama Valle del Vipava. La zona è celebre per il suo cibo e per il suo vino, che con la loro bontà si accompagnano a panorami naturali di incredibile bellezza; si può passeggiare, visitare l’area in bici oppure regalarsi una delle tante escursioni adrenaliniche in parapendio. Potete partire da Nova Gorica e visitare la città e i suoi dintorni, in particolar modo il Monastero Francescano, e da qui andare alla scoperta di Otlica, Skozno, il monte Trstelj, Škabrijel e Sveta Gora con la sua basilica. Ad Ajdovščina si possono ammirare le mura romane interamente conservate con tanto di terme, mentre se si sceglie di fare escursioni, non è difficile trovare, passeggiando, i resti dell’antica strada che collegava Aquileia ed Emona (l’attuale Ljubljana). Gli amanti del turismo eno-gastronomico, poi, rimarranno incantati dal menu del ristorante Gostilna Pri LojzetuPalazzo Zemono, esempio concreto e stellato della cucina di questa zona della Slovenia.

Se non sapete dove soggiornare in questa bellissima destinazione inaspettata potete prenotare una camera presso il Postojna Cave Hotel Jama: il miglior indirizzo di zona.

Alentejo, Portogallo

Dimenticate per un attimo Lisbona e Porto e scegliete la regione dell’Alentejo, il Portogallo meno conosciuto, come una delle vostre destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus: per voi una vacanza tutta all’insegna della buona cucina, della natura selvaggia e delle grandi scoperte. Borghi e fortificazioni si alternano a distese di uliveti e vigneti mentre città come Elvas e Évora, Patrimoni UNESCO, raccontano di un passato glorioso speso a difendersi dalle invasioni dei nemici. La zona è vicinissima alla capitale portoghese ma anche alla Spagna, se consideriamo che Marvão, fra Castelo de Vide e Portalegre, si trova a pochissimi chilometri dal confine spagnolo. Castelo de Vide con le sue stradine che si inerpicano a scacchiera ricorda da vicino una classica città medievale mentre a Mértola sembra di essere piombati in una città araba, sia per i suoi colori sgargianti, sia per la sua atmosfera rarefatta. Vi innamorerete facilmente di questa zona, a partire dalla sua cucina di campagna e dalle tante opportunità che offre a chi è in cerca di luoghi dove rilassarsi e viaggiare “slow” (lento). Questa magnifica e sconosciuta regione non poteva di certo mancare tra le nostre 9 destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus…

Vi consigliamo di alloggiare a Évora e prenotare presso Casa Morgado Esporao per la sua struttura antica o il Vitoria Stone Hotel per la sua posizione che guarda la città da lontano.

destinazioni insolite

Le 9 destinazioni insolite dove viaggiare in futuro

Speriamo che la nostra lista delle 9 destinazioni insolite dove viaggiare dopo il Coronavirus vi abbia ispirato: anche se al momento siamo ancora in ristrettezze, sognare e iniziare a pianificare non fa di certo male. Vi ricordiamo che tutte le destinazioni sono state suggerite sulla base di possibili riaperture nel futuro, per cui potranno essere prese in considerazione quando si potrà ricominciare a volare in maniera del tutto sicura.

Dove puoi viaggiare?

Scoprite dove potete viaggiare con la nostra mappa globale in tempo reale. Volete sapere quando visitare una di queste 9 destinazioni inconsuete? Iscrivetevi alla nostra newsletter e riceverete aggiornamenti sulla revoca delle restrizioni.

Vuoi leggere di più?

Mentre iniziate a pianificare il vostro viaggio post-Covid, leggete gli ultimi consigli di viaggio del nostro team per essere sempre informati:

Coronavirus: consigli di viaggio

Tutto quello che dovete sapere su cibo e bevande in aereo

I 20 posti remoti in Italia e nel resto del mondo da esplorare

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.