Home notizie Dormire a New York: i 10 hotel economici più belli

Tutti gli articoli

Dormire a New York: i 10 hotel economici più belli

Vintage, minimali, coloratissimi o eleganti: i 10 hotel low-cost di New York che vi faranno innamorare!

Sfatiamo un mito: non è vero che a New York è tutto caro come il fuoco!

Nella Grande Mela si possono trovare mille e una cose da fare, vedere, e mangiare che non rovineranno le vostre finanze (e il vostro umore). Anche di notte? Ma certo! Da Manhattan a Brooklyn, New York è piena di alberghi bellissimi e particolari, in grado di accontentare i gusti e le tasche di tutti i viaggiatori. Noi ne abbiamo scelti 10: ora tocca a voi andare in esplorazione e trovare il vostro preferito!

Guardate i voli per New York e partite a cuor leggero: l’America vi aspetta!

ACE HOTEL

Nel centro del centro, in quel triangolo tra la 5th Avenue e Broadway dove tutti si sentono un po’ in cima al mondo, l’Ace Hotel accoglie i suoi ospiti in una culla di comfort e design, perfetta per prendere fiato dopo il caos di Manhattan tenendola comunque a portata di mano. Grandi tavoli di legno massiccio, camere piene di dettagli vintage, tante opere d’arte su tutti i muri, perfino un negozietto interno che vende cose inutili ma stilosissime. Prezzi pazzi? Sembra incredibile, ma la risposta è no. Anzi. Hipster di tutto il mondo, benvenuti nella vostra nuova casa!

Photo Credits @ Ace Hotel – Douglas Lyle Thompson and Jon Johnson

BOWERY HOUSE

La Bowery House è più di un hotel, più di un ostello, più di un posto in cui passare le notti della vostra vacanza newyorchese. È una vera istituzione, che tutta la città conosce bene. Situato tra Nolita e il Lower East Side, questo edificio di inizio secolo fu riconfigurato negli anni ’40 per accogliere i soldati di ritorno dalla guerra. Dovevano fermarsi qualche giorno, il tempo di riprendere le forze; invece molti non se andarono più, e trasformarono la loro “casa” in ritrovo per personaggi di ogni tipo. Oggi in questo strano museo ci potete dormire, sorseggiare un drink sul rooftop, godervi cene a lume di candela, e molto altro ancora.

Photo Credits @ Bowery House

UNION HOTEL

Ma chi l’ha detto che i posti cool sono solo a Manhattan? Attraversiamo il ponte più famoso del mondo e spostiamoci a Brooklyn, quartiere che riserva tante sorprese quanto la sua cugina famosa oltre l’East River. Come per esempio lo Union Hotel, che in un elegante edificio di mattoni in pieno stile brooklynese nasconde stanze non enormi ma impeccabili, essenziali e arredate con gusto da un designer locale che di certo si è preso a cuore il lavoro. I prezzi variano secondo la dimensione del letto, ma state tranquilli: il vostro budget è al sicuro!

Photo Credits @ Union Hotel Brooklyn

NU HOTEL BROOKLYN

Un capitolo a parte nella serie “posti fighissimi a Brookyn dove dormire senza spendere un capitale” lo merita il Nu Hotel. Per descrivere tutte le chicche di questo albergo ci vorrebbe una settimana: suite arredate ad arte – letteralmente, visto che ovunque sono presenti opere di artisti e designer e gli spazi stessi sembrano loft e studi creativi, materiali eco-friendly, il bar dove godersi colazioni giganti e cocktail deliziosi, iPad a disposizione degli ospiti e… dobbiamo continuare? Ok ancora una cosa: sì, ci sono le amache nelle stanze.

Photo Credits @ Nu Hotel Brooklyn

THE POD

Pod in inglese significa capsula, baccello, uno spazio piccolo insomma, dove tutto sta al suo posto in modo compatto e organizzato. Non poteva esserci nome migliore per questo albergo made in Manhattan (in realtà sono due, entrambi a Midtown) che scommette sullo stile per rendere le sue camerette dei rifugi accoglienti in cui non manca proprio nulla, anzi! Letti singoli, a castello e matrimoniali, bagni privati, design elegante e molto smart, tanti colori, una terrazza sul tetto e, non dimentichiamo, una location davvero imbattibile. Come le tariffe!

Photo Credits @ The Pod Hotel

HENRY NORMAN HOTEL

Se amate i quartieri originali, fuori dagli itinerari turistici e affollati, Greenpoint è il posto che fa per voi. Situato nella parte nord di Brooklyn, attaccato a Williamsburg (con cui condivide lo stile hipster e rilassato) Greenpoint è un’ottima scelta in fatto di sistemazione. Se decidete di stare da queste parti non potete mancare l’Henry Norman Hotel, che vi darà il benvenuto con la sua atmosfera accogliente e curatissima fatta di caldi pavimenti in legno, suite luminose, poltrone e cassettiere vintage, e una avventurosa terrazza sul tetto con vista su Manhattan. Davvero adorabile.

Photo Credits @ Henry Norman Hotel

CARLTON ARMS HOTEL

Se minimalismo e design essenziale non fanno per voi, e preferite luoghi con una personalità sopra le righe, al Carlton Arms troverete certamente il vostro albergo ideale. Questa roccaforte di mattoni circondata da grattacieli e avenue trafficate resiste da più di cent’anni, e non sembra avere intenzione di lasciare la scena. Entrare qui è come entrare in un quadro, anzi molti quadri, visto che tutte le sue 54 stanze, i corridoi, i bagni, le scale e ogni angolo di muro disponibile è stato dipinto o decorato da decine di artisti provenienti da tutto il mondo. Non sarà il top del lusso, ma di certo la creatività non manca!

Photo Credits @ Carlton Arms Hotel

THE GERSHWIN

Rimaniamo in centro, ma ci spostiamo nel quartiere di NoMad (North of Madison Square Park), dove il Gershwin fa bella mostra di sé e gioca la carta dell’eleganza che strizza l’occhio al passato. Se fin dal nome dovremmo intuire qual è la sua vera passione, basta entrare in una qualsiasi delle sue splendide camere per non avere più dubbi: la musica qui è di casa, e fa da tema portante sottoforma di decorazioni e oggetti d’arredamento, creando un’atmosfera da salotto in cui tintinnano bicchieri e suona un pianoforte in sottofondo. Pensate di non potervi permettere tutte queste chiccherie? Beh, state pronti a ricredervi.

Photo Credits @ The Gershwin Hotel

HARLEM FLOPHOUSE

Per un soggiorno davvero unico, che vi farà vivere un viaggio dentro il viaggio, la Harlem Flophouse è la meta perfetta. Costruita alla fine del 1800 e presto convertita in albergo, durante gli anni ’20 fu il ritrovo di musicisti jazz, artisti, ballerine, poeti e amanti della bella vita in generale. L’attuale proprietario ha lottato duramente per mantenere l’atmosfera originale… e ci è riuscito. La Flophouse ha un fascino indiscusso, grazie alle sue carte da parati floreali, i caminetti in legno e un arredamento bohemien che continua ad attirare servizi fotografici e feste memorabili. New York è anche questo!

Photo Credits @ Harlem Flophouse

THE JANE

Concludiamo la nostra lista con un vero tesoro made in NYC. Si tratta del Jane, piccolo hotel dall’atmosfera retrò che vi accoglierà nel suo magico angolo tra Chelsea e il Greenwich Village, a pochi isolati dall’Hudson River. La vicinanza con il fiume non è casuale: il Jane, infatti, nacque all’inizio del secolo scorso come albergo per marinai, con stanze costruite proprio sul modello delle cabine navali. Nel 1912 i sopravvissuti del Titanic soggiornarono proprio qui, e negli anni successivi divenne un centro della cultura bohemien cittadina. Ancora oggi, i motivi per innamorarsi del Jane sono diversi: la sua splendida hall, per esempio, o il bar che sembra uscito da un’altra epoca. E naturalmente, il listino prezzi.

Photo Credits @ The Jane Hotel

Se vi siete decisi a partire per New York ma non sapete qual è il periodo migliore per comprare i voli, usate la funzione Ricerca voli per un intero anno di Skyscanner: sarete sicuri di scegliere il volo più conveniente!

Mappa