Home notizie I migliori luoghi dove vedere il foliage in Italia

Tutti gli articoli

I migliori luoghi dove vedere il foliage in Italia

Non solo Canada e Giappone. Il fenomeno del foliage può essere ammirato anche in alcune delle nostre amate regioni italiane. Scoprite con noi i migliori luoghi dove vedere il foliage in Italia e lasciatevi scaldare dai colori dell'autunno!

Per godere della magia dei colori dell’autunno non serve volare tanto lontano… ma quali sono i migliori luoghi per vedere il foliage in Italia? Gli amanti dei toni caldi che solo la stagione autunnale sa regalare possono ammirare e fotografare questo fenomeno naturale anche nei boschi e nei parchi delle nostre vicine regioni italiane. Il trascolorare delle foglie degli alberi che dal verde passano al rosso, al viola, al giallo, all’arancio e al marrone, con la progressiva caduta a terra in variopinti “tappeti”, si trasforma in un appuntamento imperdibile a tu per tu con la natura che, fortunatamente, una pandemia non può ostacolare!

Dalle foreste di betulle ai piedi delle Alpi Biellesi fino agli aceri campestri del Parco del Pollino, passando per i vigneti veneti, le faggete laziali e un parco con due antichi Ginkgo biloba, ecco per voi i posti giusti per ammirare questa meraviglia della natura. Per un turismo, quello del foliage, che vi porterà lontano da città affollate e luoghi al chiuso, a vivere vacanze attive, pulite e sicure! A proposito di sicurezza, per essere sempre aggiornati sull’evoluzione della pandemia e le restrizioni di viaggio vi consigliamo di monitorare la nostra pagina dedicata al Coronavirus, costantemente aggiornata dal nostro team di esperti.

Sappiamo che viaggiare è difficile in questo momento. Insieme agli aggiornamenti sulle restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19, vogliamo continuare a ispirarvi con nuovi contenuti di viaggio in modo che quando il mondo riaprirà le sue porte, sarete pronti.

foliage italia

Oasi Zegna, Piemonte 

Il nostro articolo sui luoghi dove vedere il foliage in Italia inizia nell’Oasi Zegna, il parco naturale sulle Alpi Biellesi nato dal “pensiero verde” del suo fondatore, Ermenegildo Zegna. Nella sua area estesa per circa 100 km si praticano attività legate allo sport, al benessere e alla didattica della natura, che in questo periodo scoppia in toni vivi che accedono tutto il paesaggio: betulle, abeti, faggi e larici danno vita a un’esplosione di gialli, arancioni, rossi, marroni e punte di viola. Tanti gli eventi d’autunno, come le passeggiate guidate nel Bosco del Sorriso in Valsessera o tra i secolari castagni della Brughiera, per non parlare della Forest Therapy, tra bagni di gong nella foresta, abbracci di alberi e pratiche di meditazione.

luoghi del foliage

La Foresta dei Bagni, Lombardia

In questo periodo si infiamma di giallo e di rosso anche la bellissima Foresta dei Bagni di Masino, in provincia di Sondrio. Lasciatevi incantare dai colori percorrendo i suoi sentieri segreti, per un percorso tra antiche mulattiere, altissimi abeti e grandi faggi secolari che vi lascerà davvero senza fiato. Vi sembrerà di essere stati catapultati in una fiaba dei Fratelli Grimm, per un viaggio tra rocce granitiche e alberi colorati di grande suggestione: per percorrere il Sentiero Sensoriale dei Bagni di Masino dovrete raggiungere l’abitato di San Martino, in località Bregolana, e parcheggiare nei pressi del campeggio Lo Scoiattolo.

Italia autunno
© Graziano Camellini

Lago di Tovel, Trentino-Alto Adige

In Trentino sono tantissimi i posti per ammirare la magia dell’autunno: dalla Val di Fumo al Monte Corona, passando per la zona tutta intorno al borgo di Canale di Tenno o per i castagneti secolari di Castione, borgo medievale frazione di Brentonico. Ma la bellezza del Lago di Tovel, in Val di Non, non passa di certo inosservata agli amanti della fotografia, che lungo le sue sponde possono trovare uno dei migliori luoghi dove vedere il foliage in Italia. Questo lago alpino all’interno del Parco Naturale Adamello-Brenta, tra ottobre e novembre regala il massimo: approfittate di una giornata di sole per passeggiare sulle sue rive a caccia di sfumature dorate riflesse sull’acqua, in questo periodo cristallina più che mai.

vedere il foliage in Trentino
© Damiano Clauser – Archivio APT Val di Non 

Colli Euganei, Veneto

Centinaia di dolci rilievi assolati, una biodiversità botanica e faunistica unica e un’atmosfera a dir poco romantica, soprattutto nei mesi autunnali, quando i filari dei vigneti si “vestono” di arancio e si lasciano illuminare dal pallido sole di stagione. Cari viaggiatori, uno dei migliori luoghi dove vedere il foliage in Italia e praticare “tree watching” è senza dubbio il Parco Regionale dei Colli Euganei, nella regione Veneto. Borghi storici come Arquà Petrarca, ville venete come Villa Barbarigo, terme, cantine, monasteri ed eccellenze enogastronomiche fanno di questo un territorio estremamente variegato e affascinante che vi consigliamo di conoscere con un viaggio “slow”, magari a piedi, in bicicletta o a cavallo.

vedere il foliage
© Riccardo Zimmitti – Collieuganei.it

Ponte del Diavolo e Parco della Resistenza, Emilia-Romagna

Gli amanti del mistero apprezzeranno questo luogo segreto (o quasi) nascosto nei pressi di Lama Mocogno, piccolo comune della provincia di Modena. Tra magnifici pioppi tremuli e secolari castagni, che in autunno si accendono di giallo, si trova uno degli elementi naturali più incredibili e inspiegabili del Modenese: il Ponte d’Ercole, meglio conosciuto come Ponte del Diavolo. Questo monolite di arenaria lungo oltre 30 metri si trasforma in una “passerella” di roccia nella boscaglia, perfetta per scatti d’autore. Ad accendersi di giallo anche due magnifici esemplari di ginkgo biloba nel Parco della Resistenza di Formigine, il posto giusto per i cuori romantici, i quali potranno passeggiare tra viali alberati e tappeti di foglie.

i luoghi del foliage
© Nacchio Brothers

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Toscana

Con i suoi 36.000 ettari di flora e fauna, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi è in assoluto il miglior luogo dove vedere il foliage in Italia. Definita come una delle aree forestali più vetuste e colorate d’Europa, questa cornice naturale millenaria si tinge di migliaia di sfumature diverse, regalando panorami spettacolari che non hanno nulla da invidiare alle distese americane e canadesi. Qui ci troviamo nell’Appennino Tosco-romagnolo, casa di faggi, aceri, frassini, olmi e tigli che in autunno si accendono di una luce unica, ben visibile nelle ultime due settimane di ottobre e le prime due di novembre, soprattutto dalla cima del Monte Penna, sopra la Foresta della Lama.  Tantissime poi le attività di turismo sostenibile come la raccolta dei funghi, il censimento del cervo al bramito e l’avvistamento dei lupi.

foliage italiano
© Archivio Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Faggeta del Monte Cimino, Lazio

Di faggete ne è piena l’Italia, ma poche sanno regalare un’atmosfera fiabesca come la Faggeta del Monte Cimino (1.053 m s.l.m), nella Tuscia. Dichiarata Patrimonio Naturale dell’Umanità dall’UNESCO, il 7 luglio 2017, questa meraviglia del territorio di Soriano nel Cimino, regala un’armonia di colori in ogni stagione anche se tra settembre e novembre strega ogni sguardo, tra le calde sfumature autunnali, gli intensi profumi della vendemmia, la raccolta dei funghi e quella delle castagne, da arrostire sul fuoco e mangiare a suon di calici di vino. La faggeta, tra le più alte d’Europa, si estende per circa 50 ettari, e vanta alcuni punti di interesse da non mancare come i massi trachitici e la rupe tremante (Sasso Naticarello).

dove vedere il foliage
© Cristina Casini

Bosco di Sant’Antonio, Abruzzo

A proposito di faggete magiche… Se siete in ricerca di un luogo dove perdervi tra le sfumature dell’autunno e allontanarvi dal caos cittadino il Bosco di Sant’Antonio, in Abruzzo, è quello giusto, parola nostra. Facente parte della riserva naturale di Pescocostanzo, nonché continuità faunistica del Parco Nazionale d’Abruzzo e della Majella, questo bosco anticamente considerato dedicato a Giove, si estende per 17 ettari tra il Monte Pizzalto e il Rotella, regalando uno scenario dai tratti onirici. Perdetevi tra gli alberi e giocate a indovinarne la specie: qui abitano da secoli sua maestà l’acero campestre, il pero selvatico, il ciliegio, il carpine nero, il tasso e fioriscono, in alcuni periodi, anemoni, peonie, primule, ciclamini, genziane e la rara orchidea Epipactis purpurata.

Abruzzo foliage
© Federico Garofalo

Foresta Umbra, Puglia 

Molto ombrosa in estate (da qui il nome “umbra”, dal latino cupa, come ancora oggi in parte appare) e colorata in autunno. Benvenuti nella Foresta Umbra, vanto del Gargano. Questa foresta vetusta, diventata nel 2017 Patrimonio UNESCO entrando a far parte delle “Faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa” è una meraviglia di cui vi innamorerete. Un luogo perfetto per trovare refrigerio durante i mesi caldi, magari di ritorno dalla spiaggia, ma ancor più scenografico in quelli di mezza stagione, quando la natura esplode in una tavolozza di colori. Una volta al suo interno fate caso alla grandezza degli alberi, affetti da “macrosomatismo” (crescita abnorme) e quindi di dimensioni a dir poco monumentali!

Foresta Umbra

Acereta del Monte Sparviere, Calabria

Con la speranza di avervi ispirato al punto giusto e messo la voglia di partire subito per una foresta, chiudiamo il nostro articolo sui migliori luoghi dove vedere il foliage nell’Acereta del Monte Sparviere, in Calabria. Il volto più solitario e sconosciuto del Parco Nazionale del Pollino non aspetta altro di essere esplorato, non a caso è stato inserito tra i Luoghi del Cuore FAI, quelli da non dimenticare… E dopo averlo visitato sarà molto difficile farlo, visto che al suo interno sono state catalogate ben sei specie di aceri (Acer pseudoplatanus, A. lobelii, A. opalus, A. campestre, A. platanoides, A. monspessulanum), per un popolamento di aceri unico in tutta Italia. Riuscite a immaginare come si infiamma in autunno?

dove vedere il foliage in Italia

Le foreste e i parchi italiani non aspettano altro di essere ammirati e fotografati: lasciatevi scaldare dai caldi colori dell’autunno e fate il pieno di magia per affrontare un inverno che già sappiamo sarà lungo e difficile, per via di una pandemia che non mostra il minimo cedimento. Il nostro consiglio è sempre quello di continuare a viaggiare ma in totale sicurezza.

FAQs

Che cos’è il foliage?

È quel particolare fenomeno autunnale per cui le foglie prima di cadere cambiano colore.

Dove vedere il foliage in Italia?

Il foliage in Italia può essere ammirato in diverse regioni, da Nord a Sud. Uno dei luoghi più famosi è il Parco delle Foreste Casentinesi, definito come il più colorato d’Italia.

Cos’è il treno del foliage?

Dal 17 ottobre al 15 novembre 2020 torna il Treno del Foliage (Ferrovia Vigezzina-Centovalli) che collega Domodossola a Locarno, attraversando un paesaggio di panorami infiammati.

Dove puoi viaggiare?

Scoprite dove potete viaggiare con la nostra mappa globale aggiornata in tempo reale. Volete sapere dove volare in Italia e nel resto del mondo senza correre alcun rischio? Iscrivetevi alla nostra newsletter e riceverete aggiornamenti sulla revoca delle restrizioni.

Vuoi leggere di più?

Mentre iniziate a pianificare il vostro viaggio post-Covid, leggete gli ultimi consigli di viaggio del nostro team per essere sempre informati:

Coronavirus: consigli di viaggio

I consigli per le migliori vacanze in famiglia nel 2021

I migliori campeggi in Italia per vacanze nella natura

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.