Home notizie I 20 Quartieri Yuccie nel Mondo

Tutti gli articoli

I 20 Quartieri Yuccie nel Mondo

Piccoli Hipster crescono: arrivano gli Yuccie e Skyscanner stila la lista dei 20 quartieri del mondo dove trovarli!

Vi ricordate degli Hipster? Ragazzotti barbuti con le maglie a righe (o camicie a quadri) e ragazze con i capelli in finto disordine in fissa con il cibo biologico? Ecco: dimenticatevi di loro! A dominare la scena e a popolare i più trendy quartieri del mondo ora ci sono gli YUCCIE!

Il termine “Yuccies“, nato dall’acronimo di Young urban creatives introdotto da David Infante, e già divenuto un caso editoriale, raccoglie in sé tutti i tratti più caratteristici di questa nuova categoria. Gli Yuccie sono imprenditori senza portafoglio, Hippy della Internet Economy, fondatori di startup, che perseguono i loro sogni sperando di racimolare un bel gruzzolo prima o poi, ma che, nel frattempo, spendono volentieri in aggeggi hi-tech di ultima generazione e in cene gourmand. Non hanno tatuaggi (o non ne fanno più), hanno rimosso la barba e messo la testa a posto. Frequentano spazi coworking, hub per creativi, gallerie e cafè in cui si serve cibo organico e credono che il loro talento potrà portarli lontano. Vivono in zone della città in cui è più facile risparmiare sull’affitto e hanno un account Instagram da paura!

Skyscanner ha selezionato le 20 Città del mondo dove vivono gli Yuccie e i quartieri dove scovarli. Fate un giro con noi tra laboratori di designer, hub e acceleratori di startup, caffè e centri d’arte meravigliosi, in cui perdervi per un po’. E fateci sapere: vi sentite un po’ Yuccie anche voi?


Dopo il successo di #24hPeriscope, che ha visto oltre 23 mila persone sintonizzate e permesso di raggiungere 1,6 milioni di utenti, Skyscanner lancia un nuovo live tour su Periscope, coinvolgendo 24 viaggiatori, tra blogger, influencer e membri del team, che per 24 ore no stop vi porteranno in giro per i 20 quartieri Yuccie delle città che trovate in questa guida. Seguite la diretta streaming del tour mondiale #24hPeriscope a partire dalle 14:00 di venerdì 24 luglio e scoprite di più sui luoghi preferiti dagli Yuccie!


1. PLAGWITZ LIPSIA

Lipsia, o Leipzig, era stata rinominata Hypezig, per via della sua rinascita culturale che l’aveva portata a diventare in poco tempo la mecca di una generazione di Hipster. Beh, scordatevi di Hypezig! Da oggi la città cambia di nuovo nome e assume quello di Yupezig! Già, perché gli Yuccie hanno fatto tappa anche qui. Plagwitz, vecchia area industriale, è il quartier generale di startupper e designer, con le sue gallerie e spazi culturali aperti in edifici fatiscenti, ora riconvertiti. Fate un salto al The Baumwollspinnerei, da fabbrica di cotone a fucina di creativi, per respirare tutta l’energia di un quartiere in fermento: Lipsia vi sorprenderà!

The Baumwollspinnerei – Halle 12, Darren Almond: Terminus; Uwe Walter; 2006

2. SAVAMALA BELGRADO

Belgrado è una di quelle città che negli ultimi anni stanno riguadagnando il loro posto nel Mondo. Perla serba ricca di fascino, dal passato difficile e da un futuro pieno di possibilità, la città è diventata una meta trendy e promette di attrarre ancora più turisti nel prossimo futuro. Il quartiere di Savamala è l’esempio lampante di questa bellissima ripresa culturale. È qui che sono nate officine artistiche, hub e gallerie, ed è qui che i giovani scambiano volentieri quattro chiacchiere in strada, prima di tornare a lavorare, da veri Yuccie, alle loro sturtup. Fate un salto a Savamala durante il Mikser festival, e abbandonatevi ai piatti gustosissimi, rigorosamente “organic” di Gnezdo, un ristorante hippy-chic da appuntare in agenda.

Photo courtesy of Gnezdo restaurant

3. VESTERBRO COPENAGHEN

Quando si tratta di tendenze, il Nord Europa non sfigura mai e si posiziona sempre in cima alle classifiche. A salire sul podio delle città per Yuccie nel mondo: Copenaghen! I danesi amano la bici (la città è praticamente tutta piatta e facilmente vivibile sulle due ruote), i caffè dall’aria vintage in cui incontrare partner di lavoro per una pausa pranzo di gusto, e intrattenersi in bookshop e gallerie d’arte fino a sera. Il quartiere di Vesterbro è il posto perfetto per tutto questo, ed è qui che potrete vivere da vicino tutta l’atmosfera di una bellissima capitale del nord in biblico tra i ritmi frenetici della internet economy e quelli più “slow” della filosofia Yuccie. In Vesterbro troverete ristorantini e librerie, ma anche negozi di design e boutique di stilisti emergenti. Fate un salto da Playtype, per portare a casa un ricordo speciale (da veri Yuccie) del vostro soggiorno in Danimarca.

SCOPRI DI PIÙ: LE 10 ATTRAZIONI DA NON PERDERE A COPENAGHEN

Photo courtesy of Playtype store

4. EILANDJE ANVERSA

Si pensa subito ad Het Zuid, il quartiere a sud della città, quando si parla di tendenze ad Anversa, eppure, c’è un’intera area che sta riguadagnando terreno e imponendosi come luogo di espressione creativa in questa piccola grande perla delle Fiandre. Eilandje, l’area del vecchio porto industriale, sta fiorendo, con le sue gallerie e ristorantini da far invidia a quelli più cool di ogni altra grande metropoli del mondo. Simbolo del quartiere: il MAS (Museum Aan de Stroom), un’incredibile opera architettonica riflessa nell’acqua, che raccoglie oltre mezzo milione di opere d’arte. Di fronte al Mas troverete Felixpakhuis, un ristorante dall’architettura minimal con arredi vintage, che ha anche spazi creativi e ospita concerti jazz: il posto perfetto per uno Yuccie!

SCOPRI DI PIÙ: LE 15 CITTÀ DA VEDERE NEL 2015

Photo courtesy of Felixpakhuis

5. HORNSTULL STOCCOLMA

La capitale svedese ne ha per tutti i gusti: dal quartiere metrosexual di Östermalm, all’area hipster (che più hipster non si può) di SoFo, con infiniti negozi vintage e boutique di designer sparse un po’ ovunque a fare gola. La zona più trendy al momento, però, è quella di Hornstull, posta a sud di Södermalm. Qui l’aria è frizzantissima, tutto potrebbe accadere da un momento all’altro e giovani creativi iniziano a dar vita al loro business fra uno scatto e l’altro da postare su Instagram. Potete avvistare gruppi di Yuccie al flea-market domenicale, appuntamento imperdibile nel quartiere, e al Trädgården, il club più in voga della città che prende vita ogni estate sotto una delle autostrade di Stoccolma. Mettetevi in tiro, qui sono tutti davvero cool!

SCOPRI DI PIÙ: 15 COSE PAZZESCHE DA FARE A STOCCOLMA

Tradgarden – Photo credit by Thelostavocado.com

6. WITTE DE WITHSTRAAT ROTTERDAM

Rotterdam è dinamica, cosmopolita e assolutamente di tendenza, una città piena di stimoli che non teme affatto il confronto con la grande capitale d’Olanda e che divide con Amsterdam una incredibile stagione creativa. Intorno a Witte de Withstraat, l’arteria che pulsa innovazione e bellezza nel cuore di Rotterdam, si affacciano negozi di design, botteghe di artigianato, gallerie d’arte contemporanea e musei d’avanguardia tra i più belli al mondo. Gli Yuccie pedalano lungo questo questo viale festoso ogni giorno. Potrete incontrarli in visita al museo Boijmans Van Beuningen, per un tè alla menta da Bazar e per dare un’occhiate alle esposizioni più recenti alle gallerie Witte de With e TENT, il bellissimo spazio dedicato all’arte, che vedete in foto. Alla fine del tour sarete un po’ Yuccie anche voi!

SCOPRI DI PIÙ: 10 COSE BELLISSIME CHE PUOI VEDERE SOLO A ROTTERDAM

Libia Castro & Ólafur Ólafsson – Asymmetry – TENT Photo credit by Job Janssen & Jan Adriaans

7. NEVSKY PROSPECT SAN PIETROBURGO

San Pietroburgo è una città elegante, ardente e ricca di storia, che ha saputo da sempre combinare tradizione e modernità in forme iconiche indimenticabili. La città è ovunque splendore e magnificenza, ma pullula anche di officine creative e hub, dove le generazioni più giovani sfogano il loro talento incredibile e dettano legge in fatto di tendenze. La zona di Nevsky Prospect è piena di negozi e boutique, ma è anche il posto ideale per avvistare creativi e designer, che fanno la spola fra i loro uffici-laboratori e Taiga, uno spazio completamente dedicato alle arti contemporanee a poca distanza dall’imponente Hermitage, in cui davvero incontrare, non solo tanti yuccie, ma anche e soprattutto l’anima più fervente di questa città in continua evoluzione.

Taiga- Saint Petersburg – Photo credit by Thelostavocado.com

8. ISLINGTON LONDRA

Shoreditch è un quartiere che ha fatto storia, ma gli Yuccie li troverete a Islington! In questo quartiere un po’ in ombra fino a poco tempo fa, oggi vive una nuova generazione di creativi e geek, che smanettano sullo smartphone, mentre assaporano un caffè organico, lavorano al pc dal loro pub preferito e frequentano club di tendenza, ma non (ancora) “mainstream”. Già, perché Islington è cool, ma per nulla snob, e mantiene ancora intatti i connotati di quartiere, con la sua anima intima e bellissima, che fa sentire a casa. Almeno, così vi sentirete passeggiando tra librerie e boutique second-hand, prima di un super brunch al The Breakfast Club Cafè.

SCOPRI DI PIÙ: 15 COSE DA FARE GRATIS A LONDRA

Photo courtesy of The Breakfast club cafè

9. SoMa SAN FRANCISCO

Dici start-up, pensi: San Francisco! Siamo nell hub del mondo, quel luogo che (vi dice niente “Silicon Valley”?), sa come trasformare il talento di un individuo in qualcosa di potente e meraviglioso. SoMa (l’area a sud di market street) è il quartiere degli Yuccie per antonomasia, quelli che vivono di startup, web economy e tecnologia, creano app rivoluzionarie e lavorano dietro le quinte di social network o aziende di successo. Tra un meeting in uffici spaziali e una corsa sul bagnasciuga, gli Yuccie di San Francisco si ritrovano spesso in gallerie e musei, per darsi un tono da intellettuali e scattare foto pazzesche per il loro profilo Instagram. Volete avvistarne qualcuno? Non mancate di visitare il SFMoMA (museo d’arte moderna), Yerba Buena Center of Arts, 111 Minna Gallery e il SF Camerawork: tutti spazi meravigliosi dedicati alle arti visive e alla fotografia che, Yuccie o no, valgono davvero una sosta.

SCOPRI DI PIÙ: I 10 VIAGGI SPETTACOLARI IN AMERICA

Photo courtesy of: SF Camerawork – San Francisco

10. STERNSCHANZE AMBURGO

Non solo Berlino ha quell’aria vivace da città cosmopolita, aperta ai cambiamenti e dalla scena artistica spumeggiante. Amburgo ha saputo conquistarsi la medaglia di città super trendy e attirare a sé, come una calamita potentissima, gioventù talentuosa, creativi a iosa e… tanti, tanti yuccie! Il quartiere di Sternschanze è il teatro di questa esplosione culturale. Gallerie indipendenti, boutique e spazi per il coworking, ma anche ristoranti di cucina turca, cafè dallo charm retró e shop di arredamento di design: lo stile urbano di Amburgo e il suo carattere hippy qui si fondono perfettamente. Gli Yuccie amano questo quartiere e fare acquisti di tendenza. Se passate da queste parti, fate un salto da LUV, ne avvisterete qualcuno!

 

11. ZONA TORTONA MILANO

L’EXPO è stata soltanto una delle ultime dimostrazioni di quanto sia davvero in voga Milano e di quanto il suo carattere internazionale finisca sempre per venir fuori. Di quartieri trendy in città ce ne sono, basti pensare a Brera ed Isola. E tanti sono gli spazi modernissimi, come Hangar Bicocca e Fondazione Prada, che attirano ogni giorno orde di hipster e “urban creatives”. È però Tortona la zona di Milano che concentra il maggior numero di Yuccie per metro quadro. Il meraviglioso Fuorisalone si tiene qui, e qui sono sorti negli anni gallerie di artisti locali, laboratori e officine, caffè e ristoranti super cool. Se siete in zona, non perdete una visita al nuovissimo MUDEC (Museo delle Culture), prima di cenare da Al Fresco, un vecchio edificio industriale trasformato in tempio del gusto, un vero e proprio giardino segreto nel cuore di Milano, dove gli Yuccie si ritrovano molto volentieri.

SCOPRI DI PIÙ: HOTEL E OSTELLI BELLISSIMI A MILANO

SCOPRI DI PIÙ: VOLI TRAPANI MILANO

Photo courtesy of Al Fresco restaurant

12. WOODSTOCK CITTÀ DEL CAPO

A ben vedere, di Yuccie ce ne sono anche in Africa. Il quartiere popolare di Woodstock, a Città del Capo, è diventato il luogo preferito di giovani artisti emergenti, che espongono in gallerie indipendenti, disegnano linee di moda e danno vita al loro piccolo business fatto di sogni e di creatività. Qualcuno ha definito Woodstock un “posto da hipster”, ma questo quartiere ha tutta l’aria di aver fatto un passo in avanti e aperto i suoi confini alle regole della internet economy. Molte aziende e privati stanno investendo in questa zona e dando nuova linfa alla vita artistica della comunità. The **Woodstock Exchange** è diventato il luogo prediletto da ogni buon Yuccie che si rispetti. A metà strada tra hub e galleria d’arte, spazio coworking e incubatore di idee, è il posto ideale per avviare il proprio progetto, per condividere con altre menti geniali le proprie idee e far sì che queste portino frutto.

Photo courtesy of The Woodstock Exchage

13. GREENPOINT NEW YORK

New York era la mecca degli hipster, ma ora è diventata la casa degli Yuccie. I più sono social media manager, geek e artisti emergenti, fanno yoga una volta a settimana, hanno la bici in spolvero con tutti gli accessori, lo smartphone sempre carico e fanno colazione in piccoli caffè di quartiere, per sentirsi liberi, ma con un certo senso di appartenenza. Vivono a Brooklyn, come tanti hipster, ma a Williamsburg preferiscono Greenpoint, dove gli affitti sono più bassi. Frequentano Five Leaves per un pranzo di lavoro o una brunch di gusto, dove possono rilassarsi in un’atmosfera semplice e un po’ hippy e scattare foto ai piatti coloratissimi serviti dallo chef. Che dire… Greenpoint è il paradiso degli Yuccie!

SCOPRI DI PIÙ: GUIDA AI LUOGHI TRENDY DI BROOKLYN

14. VILA MADALENA SAN PAOLO

Vila Madalena è una chiazza di colore e arte nel cuore di una città pulsante e in continua agitazione creativa. Murales e graffiti, piccole gallerie, librerie, centri culturali e ristorantini chic sono come miele per gruppi di Yuccie che si ritrovano in questa parte della città dopo il lavoro. I brasiliani sono Yuccie, ma con brio, con un’energia contagiosa capace di mettere in moto qualsiasi cosa. Se siete in zona, vi consigliamo di fare tappa nelle piccole boutique di artigianato e negozietti di stilisti locali, prima di concedervi una sosta da CHOU: ingredienti freschissimi, cibo biologico, atmosfera rilassata e tanto verde per trovare ispirazione. Dite la verità: non vi sentite un po’ Yuccie anche voi?

Photo courtesy of Chou restaurant

15. CIHANGIR ISTANBUL

Istanbul è sempre fra le prime a recepire nuove tendenze e ha ogni volta il grande potere di farle proprie e di elaborarle in qualcosa di unico. Di giovani cool ce ne sono, ma tanti sono anche gli Yuccie, quelli che hanno messo radici nel quartiere, creato la propria startup e dato vita a una nuova comunità di talenti nel cuore della città. Cihangir è più di tutti il quartiere che ha saputo accogliere questi giovani creativi e che ogni giorno si evolve in qualcosa di nuovo. Un saliescendi di scale, fra i vicoli sensualissimi di questa zona votata alla modernità, con boutique di stilisti emergenti, negozi di design e club eleganti è il paradiso degli anti-hipster della Turchia. Gli Yuccie di Istanbul amano la pausa caffè, spesa all’ombra di pergolati verdissimi in una calda giornata estiva e adorano viziarsi con cene gourmand in posti super trendy. Volete incontrarli? Fate tappa al Journey per un buon piatto fatto in casa con prodotti locali, atmosfera chic e musica di DJ internazionali.

SCOPRI DI PIÙ: I 10 LUOGHI CHE VI FARANNO INNAMORARE DI ISTANBUL

Thinkstock – Photo credit by rolleiflextlr

16. LA CONFLUENCE LIONE

Parigi è Parigi, ma Lione si conquista un posto d’onore nella classifica delle città per Yuccie, sia per il suo carattere urbano, che per la sua grande vivacità culturale e per le sue tendenze sempre d’avanguardia. La Confluence è la vecchia zona industriale della città, riconvertita in spazi fruibili per la comunità e trasformata in un vero e proprio distretto eco sostenibile. Qui sono sorte in poco tempo gallerie, laboratori e centri culturali in cui le idee di giovani talenti prendono forma. La Sucriére, una volta grande zuccherificio, è oggi un enorme spazio su quattro livelli che ospita esposizioni, mostre, eventi e workshop, nonché la famosa Biennale di Arte Contemporanea. Uno dei luoghi prediletti dagli Yuccie di Lione.

 

La Sucrière – Photo credit by Yvonnik-Martin-LAlexandre

17. SANT ANTONI BARCELLONA

Se quello di Gracia continua a mantenere intatti i connotati di quartiere hipster votato al vintage, Sant Antoni ha cominciato a manifestare i primi sintomi dell’influenza Yuccie. Il luogo in cui la modernità e la tradizione si incontrano ha negli ultimi anni assistito a una vera rinascita culturale. Giovani creativi hanno preso possesso della zona, aperto il proprio business e regalato a Sant Antoni la medaglia di quartiere più trendy di Barcellona. Fate un salto al cafè Tarannà, per gustare ottime tapas e brindare agli Yuccie con cerveza artigianale.

SCOPRI DI PIÙ: GUIDA ALLA SCOPERTA DI BARCELLONA

SCOPRI DI PIÙ: VOLI CATANIA BARCELLONA e VOLI BOLOGNA BARCELLONA

Photo credits by Mon Kp / @monakape

18. ALEXANDRIA SYDNEY

L’Australia è tra quei posti del mondo in cui gli Yuccie si troverebbero sempre a loro agio. Città futuristiche, paesaggi meravigliosi e tanti spazi creativi in cui dare espressione ai propri talenti. Sydney è modernissima e la sua scena artistica è tra le più interessanti del mondo. Centri dedicati all’arte contemporanea, alle avanguardie e alle nuove tecnologie sono sparsi un po’ ovunque in città e di yuccie se ne vedono. Soprattutto ad Alexandria, che è passato da quartiere in ombra a distretto hyper cool. Oggi questo quartiere è un vero e proprio scrigno di possibilità, con tanti localini chic a solleticare il palato. I giovani creativi si incontrano per un caffè da The Grounds, tra piatti organici, tanto verde e atmosfera super rilassata. Sydney è sempre di tendenza, d’altronde qui tutto accade prima che nel resto del mondo.

19. NAKAMEGURO TOKYO

Non c’è bisogno di immaginare quanti Yuccie si aggirino ogni giorno per le strade di Tokyo. Professionals, “urban creatives”, geek chic, imprenditori hippy, instagrammers incalliti e startupper di successo: Tokyo è una grande fabbrica di talenti! Il quartiere della città in forte crescita dal punto di vista dell’ offerta artistica e ricreativa è quello di Nakameguro. Qui il ritmo della vita è rilassato e l’atmosfera è davvero cool. Ragazzi stilossisimi si muovono in bici, lavorano dal bar sotto casa e acquistano design vintage, nei tanti negozi second-hand aperti fino a sera. Alle boutique di stilisti giapponesi, si affiancano librerie meravigliose dove perdersi per qualche ora. Così, se siete da queste parti, non perdete l’occasione di fare tappa da Ofr, un laboratorio per artisti durante la settimana (c’è anche una galleria d’arte nel retro, ospitata in un’autentica stanza tatami del 1920) e libreria aperta al pubblico nel weekend. Gli Yuccie sono ghiotti di pubblicazioni patinate dedicate alla fotografia, alle arti visive, al bricolage. Ne incontrerete qualcuno tra questi scaffali colmi di libri.

SCOPRI DI PIÙ: ECCO PERCHÈ TOKYO RUBA IL CUORE

Photo courtesy of Ofr. bookstore – Tokyo

20. DESIGN DISTRICT (d3) DUBAI

Se c’è una tendenza nell’aria, Dubai la recepisce e ci costruisce sopra qualcosa da record! Non solo hotel extra lusso e grattacieli che sfiorano le stelle, a Dubai sta nascendo l’hub più grande del pianeta! Il Design district, o d3, è l’area che si prepara ad ospitare l’EXPO nel 2020 e che connetterà i giovani talenti locali con le grandi aziende internazionali in un flusso continuo di creatività e innovazione. Gallerie, laboratori, officine, boutique e locali super cool, per quello che diventerà presto “il quartiere più trendy del mondo”. Fate un salto da Ghaf Kitchen, per un assaggio della cucina locale in un contesto magnifico e visitate le prime gallerie d’arte aperte di recente. Nel giro di pochi mesi ci sarà una vera e propria comunità di creativi (Yuccie anche negli Emirati) a popolare il quartiere e New york sarà solo un ricordo.

SCOPRI DI PIÙ: I 10 POSTI SPETTACOLARI A DUBAI

Photo courtesy of Ghaf Kitchen

.tftable {
font-size: 11px;
color: #34363d;
width: 100%;
border-width: 1px !important;
border-color: #fff !important;
border-collapse: collapse;
}
.tftable th {
font-size: 11px;
background-color: #21C4D9;
line-height: 18px;
border-width: 0px 0px 2px 0px !important;
border-style: solid;
border-color: #fff !important;
text-align: left;
vertical-align: top;
color: #ffffff;
}
.tftable tr {
border-width: 1px !important;
border-style: solid;
border-color: #fff !important;
vertical-align: top;
}
.tftable td {
font-size: 14px;
line-height: 21px;
border-width: 1px;
border-style: solid;
padding: 0px 8px 0px 8px !important;
border-width: 0px 0px 2px 0px !important;
border-color: #fff !important;
vertical-align: top;
}
.tftable .tfrequirement {
font-size: 11px;
color: #34363D;
background: #83E000;
border-width: 1px;
border-style: solid;
border-color: #fff;
vertical-align: top;
}
.tftable .tableHeader h1 {
font-size: 23px;
line-height: 24px;
color: white;
padding: 2px 2px 2px 10px !important;
}
.tftable .images {
background: #ffffff !important;
padding: 5px !important;
}
.tftable .bloggerTitle {
font-size: 20px;
line-height: 23px;
color: #34363D;
}



AUTRICE

Sara Izzi // @sara_izzi

Laureata a L’Aquila in Studi Filologici e Letterari, ha vissuto a New York e Stoccolma, prima di trasferirsi in Scozia. Arrossisce di frequente, non sa orientarsi con la metro e ha imparato l’inglese leggendo riviste di moda. Adora Puccini, Landolfi e i disegni di Schiele. Nel 2014 ha fondato il blog di Viaggi e Lifestyle ”The Lost Avocado”. Non ha tatuaggi, ma il suo elemento è l’inchiostro.


(function(p,u,s,h){
p._pcq=p._pcq||[];
p._pcq.push([‘_currentTime’,Date.now()]);
s=u.createElement(‘script’);
s.type=’text/javascript’;
s.async=true;
s.src=’https://cdn.pushcrew.com/js/e9f6d6513a4983e47af7bdf28b5b8c4f.js’;
h=u.getElementsByTagName(‘script’)[0];
h.parentNode.insertBefore(s,h);
})(window,document);

window._pcq = window._pcq || [];
_pcq.push([‘addSubscriberToSegment’, ‘uk-news’, callbackForAddToSegment]);

function callbackForAddToSegment(response) {
if(response === -1) {
console.log(‘User is not a subscriber or has blocked notifications’);
}

if(response === false) {
console.log(‘Segment name provided is not valid. Maximum length of segment name can be 30 chars and it can only contain alphanumeric characters, underscore and dash.’);
}

if(response === true) {
console.log(‘User got added to the segment successfully. Now you may run any code you wish to execute after user gets added to segment successfully’);
}
}


Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca “Ovunque” di Skyscanner e organizzare viaggi fantasici ai prezzi migliori!

I 20 Quartieri HIPSTER del Mondo

Le 10 Spiagge più belle d’Italia

10 Posti Trendy a MILANO

Gli accenti più sexy del Mondo

A NEW YORK si va Gratis

I 15 Luoghi che stanno per scomparire per sempre

10 meraviglie Naturali d’Italia che nessuno conosce

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo,

che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa