Home notizie I Travel Gadget che plasmeranno il Futuro dei Viaggi

Tutti gli articoli

I Travel Gadget che plasmeranno il Futuro dei Viaggi

Scopriamo insieme i 10 gadget del futuro, per vedere come sarà viaggiare nel 2024

Nel futuro, i nostri viaggi saranno profondamente condizionati dalla tecnologia. Come mostra il nostro rapporto sul Futuro del Viaggio, in 10 anni avremo probabilmente un “pianificatore di viaggi digitale”, un compagno high-tech che sarà nostro alleato nella programmazione di un viaggio e che ci seguirà ovunque. Con la sua Intelligenza Artificiale sarà in grado di sapere quello che vogliamo, di intuire le nostre preferenze e assecondare i nostri desideri di incalliti viaggiatori. Questi compagni di viaggio tecnologici, che possono assumere la forma di un orologio intelligente, o anche di un piccolo gioiello digitale, riusciranno a personalizzare e a rendere uniche le nostre esperienze di viaggio!

Beh, non c’è proprio bisogno di aspettare un decennio per vedere quello che sarà il Futuro del viaggio. Ad oggi ci sono un sacco di gadget futuristici che si possono provare e… molti altri sono già in fase di sperimentazione. Tenete gli occhi aperti e non fatevi scappare queste chicche high tech, che faranno dei vostri viaggi futuri un’esperienza incredibile.

Il nostro report sul FUTURO DEL VIAGGIO NEL 2024

DESTI

Una App da viaggio pensata dall’Istituto di ricerca SRI, lo stesso che ha sviluppato il sistema Siri di Apple. È in grado di rilevare le recensioni di viaggio on-line più interessanti e i commenti più rilevanti in base alle preferenze e alle ricerche effettuate in passato del suo utente… il che significa che, se sei un viaggiatore con una giovane famiglia, otterrai con probabilità una selezione di recensioni di alberghi per famiglie e destinazioni ideali per i tuoi piccoli. Non male, no?

In foto: Google Glass

GOOGLE GLASS

I famosi “occhiali” di Google sono uno dei gadget del futuro più ambiti. Si calcola che ne saranno prodotti circa 6,6 milioni di modelli all’anno entro il 2016, fino a conquistare il mercato di massa. Hanno già cominciato a mostrarci il mondo attraverso una lente diversa, anche se non ci sono molte applicazioni che possono essere utilizzate su di loro… Hanno un grande potenziale e chissà, magari tra 10 anni potremo usarli quando viaggeremo per vivere città e luoghi in un modo completamente diverso.

Alcuni dicono che i microscopici circuiti pieghevoli come quelli sviluppati dall’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia potrebbero essere impiantati su una lente a contatto per la fine di questo decennio.

In foto: Lenti Google

OROLOGI INTUITIVI

Gli orologi intelligenti hanno già fatto la loro comparsa. Beh, almeno la prima generazione. I più popolari sono lo Smart Swatch della Sony, il Samsung Galaxy Gear e il Pebble. Sono tutti orologi da polso che funzionano come un normale smartphone. Ci si controlla la posta elettronica, si possono inviare messaggi e tantissimo altro ancora… Ovviamente, il tutto mentre si controlla che ore sono!

Hewlett Packard sta sviluppando una nuova generazione di smartwatch che saranno in grado di “intuire” e interpretare i gesti delle mani e che consentiranno di utilizzare immagini in 3D, come Tom Cruise nel film “Minority Report”.

Da un momento all’altro anche Apple potrebbe lanciare il suo chiacchieratissimo iWatch, per cui: restate sintonizzati!

In foto: Prototipo iWatch by Irving Doverlalba

SAMI

Si tratta del dispositivo di intelligenza artificiale di Samsung, che sarà in grado di monitorare automaticamente le esigenze di vita e le condizioni di salute dei suoi utenti attraverso le tecnologie innovative degli smartphone e la tecnologia indossabile, che prevediamo diventerà tanto comune nel 2020.

CORTANA

Microsoft sta sviluppando Cortana, una sorta di assistente personale che riconosce la tua voce, qualcosa di simile alla “Samantha” del film di Spike Jonz “Her”. Sarà un’interfaccia umana, responsabile del monitoraggio delle nostre ricerche online, che, attraverso riferimenti incrociati (ricerca di affitto, cibo, viaggi e alberghi) e utilizzando algoritmi intuitivi, suggerirà itinerari speciali in base alle nostre preferenze, esigenze, e budget. Utilissima!

INTELLIGENZA ARTIFICIALE I-FREE

I-free è una società di innovazione russa, che ha progettato un sistema di intelligenza artificiale in grado di elaborare le domande dell’utente e di fornire risposte verbali adeguate in meno di un secondo, consentendo al bio-robot Frank di avere conversazioni significative e di interagire straordinariamente con gli umani.

CAMERA REALSENSE 3D

La camera realsense 3D di Intel è un vero esempio di come la tecnologia si applicherà ai gadget di viaggio da qui a un paio di anni, riuscendo a leggere e a inerpretare chiaramente gli stimoli umani. Sarà possibile identificare le emozioni e lo stato d’animo degli utenti, semplicemente attraverso le loro espressioni facciali e la loro postura del corpo. Vdremo se riuscirà a colloquiare con loro, la sfida è stata lanciata!

In foto: esperienza interattiva con la Camera 3D

CASCO PER REALTÀ VIRTUALE

Il nuovo casco Oculus Rift VR della start-up Oculus è il primo esempio di quello che i viaggiatori del futuro potranno sperimentare già dal 2020 a casa propria, testando le emozioni che proverebbero in un safari o su una barca alla Maldive, e tutti i tipi di scene di viaggi in tre dimensioni. Utilizza la tecnologia degli smartphone e sensori di movimento per produrre la visuale simile a quella di un film su un maxischermo IMAX.

Il casco, progettato da un team dell’Università di Vienna ha già realizzato il primo prototipo, che ha creato l’illusione e permesso di camminare in una stanza vuota, come se ci si trovasse in un lungo labirinto. Ora i ricercatori stanno aggiungendo a questo casco la tecnologia di rilevamento del movimento e di vicinanza, per permettere a più persone di utilizzarlo allo stesso tempo, senza inciampare l’uno sull’altra.

TECNOLOGIA SENSORIALE

Il senso del tatto sviluppato attraverso la cosiddetta tecnologia “haptic” aggiungerà un ultimo segno all’esperienza del virtuale. Diversi brand stanno già lavorando alla progettazione di display che possono darti l’illusione di toccare oggetti in 3D o tessuti (Touch screen, Disney REVEL, TECHTILE toolkit). Provate solo a immaginare cosa sarebbe sentire la brezza del mare sul viso o avere la sensazione dei piedi immersi nella sabbia…

Queste sono solo alcune delle più innovative e speciali tecnologie che potremmo provare a immaginare di utilizzare per i nostri viaggi nei prossimi anni. Molte novità sorprendenti sono ancora in fase di sperimentazione!

Questa è solo la prima parte del nostro studio sul Fututro del Viaggio del 2024. Per essere sempre aggiornati (e scoprire se volare con la propria auto sarà possibile un giorno), iscrivetevi qui, e riceverete una notifica gratuita quando lanceremo laseconda e la terza parte della nostra ricerca. Nel frattempo, non perdetevi il Futuro del Viaggio nel 2024!

Il nostro report: IL FUTURO DEL VIAGGIO NEL 2024

Mappa