Home notizie Andare a vivere in Germania: emigrare e trovare lavoro

Tutti gli articoli

Andare a vivere in Germania: emigrare e trovare lavoro

Trovare casa e lavoro in Germania: ecco che cosa serve sapere per iniziare il vostro viaggio e una nuova avventura. Con un tasso di disoccupazione fra i più bassi della zona euro, un’economia florida (anche se forse non più come un tempo…) e uno dei migliori stati sociali disponibili sul continente, la Germania è una delle mete più ambite fra quanti vogliono cercare fortuna all’estero. Moltissimi studenti, lavoratori qualificati, artisti, musicisti, operatori della ristorazione o semplici entusiasti scelgono di trasferirsi in Germania. Vi abbiamo già raccontato come fare per emigrare nel Regno Unito, e adesso ecco i consigli di Skyscanner per preparare la vostra nuova vita nella Repubblica Tedesca.

Germania

Prima di partire per la Germania

Tedesco sì, tedesco no? Il problema della lingua è ovviamente il primo da affrontare, prima di trasferirsi in un paese straniero. La Germania – soprattutto nelle grandi città – è una nazione cosmopolita e l’inglese è molto diffuso, in particolare fra i più giovani. Berlino in particolare, specie negli ultimi anni, è diventata una delle capitali culturali mondiali: se decidete di trasferirvi qui per un breve periodo, è certo che entrerete in contatto con una grande comunità di stranieri: una buona possibilità per esercitare il vostro inglese dunque! (E anche il vostro italiano, visti i molti nostri concittadini che risiedono stabilmente in Germania!)

Diverso è il discorso se prevedete di fare un lavoro a contatto con il pubblico (ad esempio, il cameriere) o di stabilirvi nel paese per un periodo più lungo. I tedeschi sono molto fieri della loro lingua, e state pur certi che preferiranno parlarvi in tedesco. Meglio evitare brutte figure allora: essere in grado di comunicare nella lingua locale è necessario per avere le migliori possibilità di trovare un buon posto di lavoro, oltre che per conoscere gente del posto e godersi al massimo l’esperienza-Germania.

Non disperate se sapete dire soltanto “ja” e “ein Bier bitte”. Soprattutto se avete già qualche rudimento di inglese, e con un po’ buona volontà, il tedesco non è poi così difficile da maneggiare!

Scopri di più: Le 10 attrazioni imperdibili a Berlino

Berlino

Berlino

Quale città scegliere?

C’è da fare una considerazione preliminare: c’è Berlino… e c’è il resto della Germania! Nella capitale vive un’enorme quantità di stranieri, e il costo della vita è di norma più basso… ma proprio per questo può essere più difficile trovare lavoro. Oltre a Berlino, Düsseldorf, Francoforte, Amburgo, Dresda, Monaco di Baviera, Stoccarda, Brema, Lipsia, Bonn, Norimberga, Hannover sono grandi città piene di storia e di opportunità. E ci stiamo limitando ai centri maggiori!

Scopri di più: Le 15 Metro più colorate del Mondo

Monaco

Scelta la meta e superato lo scoglio della lingua, vi servirà poco altro. La Germania fa parte dell’Unione Europea, quindi non avrete bisogno di visti o permessi particolari per iniziare il viaggio. Ricordatevi la carta d’identità, scegliete il volo e partite!

Scopri di più: 10 bellissime città della Germania tutte da scoprire

Germania

Sanità e casa in Germania

La prima buona notizia è che per accedere ai servizi sanitari, se vi servissero prescrizioni o cure, basta la vostra tessera sanitaria! Se invece pensate di trasferirvi in pianta stabile nel paese, vi servirà un’assicurazione sanitaria pubblica o privata, che in Germania è obbligatoria. La spesa è solitamente divisa fra il datore di lavoro e il dipendente: le cure mediche possono essere molto costose, quindi è necessario stipulare una polizza adeguata alle vostre necessità. Inoltre, l’assicurazione è necessaria per ottenere la residenza.

Per la ricerca della casa, il consiglio migliore è di muoversi per tempo! Può essere difficile trovare l’alloggio che fa per voi: se cercate un Wohngemeinschaft, o in breve WG (appartamento condiviso) o un monolocale (Einzimmerwohnung) in una grande città il sito di riferimento è Wg-Gesucht, che è disponibile anche in inglese.

Germania

In alternativa potrete trovare molti annunci su: Immobilienscout24 Immonwelt Quoka Weroom Studenten-wg

Per periodi più brevi, considerate anche l’opzione Airbnb: e ricordate che alcuni host potrebbero essere felici di farvi un significativo sconto sul prezzo, se prevedete di fermarvi per qualche mese…

Trovato l’appartamento dei vostri sogni (o quasi)? Una volta trasferiti con regolare contratto d’affitto, non vi resta che registrarvi all’anagrafe locale: cercate il più vicino Bürgerbüro, e portate con voi la carta d’identità e il contratto d’affitto (o in alternativa, se siete ospiti di qualcuno, una dichiarazione del vostro padrone di casa). In breve, otterrete un certificato di residenza (Anmeldung) e un codice fiscale provvisorio (VBM).

Germania

Trovare lavoro in Germania

Il tasso di disoccupazione in Germania è fra i più bassi d’Europa, e ai cittadini italiani non serve un permesso di lavoro particolare per essere assunti: ciò non significa però che le opportunità piovano dal cielo. Avere un buon curriculum (e scritto in tedesco!), conoscere la lingua, mostrare intraprendenza e voglia di fare sono i requisiti principali per trovare un buon posto di lavoro.

Un buon punto di partenza è il portale Arbeitsagentur.de, disponibile anche in inglese, che fornisce tutte le informazioni burocratiche e offre moltissime offerte. In alternativa, potete rivolgervi a uno degli 800 uffici di collocamento (Arbeitsagentur o Arbeitsämter) sparsi per tutto il paese, o cercare sui siti specializzati (ad esempio Jobs.de o Careerjet, oltre al classico Linkedin per i lavori più qualificati). Ricordate che, come in Italia, molti posti di lavoro sono gestiti dalle agenzie interinali.

Colonia

Un’altra soluzione, per il lungo periodo, è l’Ausbildung, un percorso di apprendistato che affianca lavoro e formazione professionale, ma che rappresenta un lavoro a tutti gli effetti, seppur pagato meno. Quasi tutte le professioni che non richiedono la laurea possono essere riconosciute attraverso questo percorso formativo. Il sito di riferimento, in tedesco, è Ausbildung.de.

Il lavoro autonomo è certo più conveniente in Germania che in altri paesi del mondo (Italia compresa!). In questo caso è necessario ottenere l’equivalente tedesco della partita IVA (Mehrwertsteuer), da richiedere in un ufficio delle imposte (Finanzamt), presentandosi con il certificato di residenza e il codice fiscale (Steueridentifikation).

Se invece non conoscete ancora il tedesco, e volete capire se la Germania è il posto adatto per voi, la soluzione migliore è trovare un impiego che vi permetta di studiare la lingua: baby sitter, au pair, cameriere o lavapiatti… o perché no, uno stage! Le opportunità sono moltissime.

Benissimo, ora non vi resta che partire. Gute Reise, e viel Glück, ovvero: buon viaggio, e buona fortuna!

Germania

Volete volare in Germania al prezzo più conveniente? Con la funzione Avvisi di prezzo di Skyscanner sarete sempre aggiornati sui costi dei voli e potrete prenotare al momento migliore!


Potreste anche essere interessati a:

Andare a vivere in America: trovare visto, casa e lavoro

Le 15 migliori città dove fare l’Erasmus

Emigrare in Canada: come trovare lavoro e vivere all’estero

30 bellissime città europee insolite e ancora da scoprire

Vacanze estate 2016: posti low cost dove andare

Cosa fare a Rotterdam: 10 posti da non perdere


Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa