Home notizie Le 10 tecnologie di viaggio post-COVID che potrai vedere

Tutti gli articoli

Le 10 tecnologie di viaggio post-COVID che potrai vedere

La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto senza precedenti sui viaggi. Il rischio di trasmissione del virus da persona a persona non è mai stato così al centro dell’attenzione ragion per cui l’industria dei viaggi, per sopravvivere, deve adattarsi rapidamente a nuovi controlli sanitari aeroportuali e di sicurezza contact-free (senza contatto). In questo articolo puntiamo i riflettori sulle nuove tecnologie di viaggio post-Covid che potrai vedere in aeroporto e che daranno forma, mano a mano, a un diverso modo di viaggiare.

Tecnologia touch-free

Lo sviluppo della tecnologia touchscreen si è inserito nel settore dei viaggi negli ultimi dieci anni, grazie al check-in touchscreen che ha gradualmente sostituito i banchi check-in e il personale di terra con funzionali kiosk interattivi. Ma gli schermi touchscreen dei chioschi se non vengono disinfettati dopo ogni utilizzo, possono trasformarsi in veri focolai di malattie.

Ecco che entra in gioco, tra le tecnologie di viaggio post-Covid, la tecnologia “touch-free” o “touch-less”, che utilizza la verifica biometrica del volto per identificare la persona e trovare le prenotazioni. Questa tendenza potrebbe significare un aumento delle carte di imbarco per dispositivi mobili e una transizione verso la scansione dell’iride e il riconoscimento facciale che sfrutta l’IA (intelligenza artificiale), tenendo lontano la scansione di carte di identità e passaporti e quindi uno scambio massiccio di germi.

Le pratiche di imbarco tramite riconoscimento facciale sono già in fase di implementazione da parte di compagnie come Delta Air Lines, dopo essere state testate da United Airlines. Sono in corso test biometrici anche negli aeroporti del Canada, dell’Islanda, dell’Italia, del Giappone, di Singapore e della Spagna – e questo trend sembra destinato ad aumentare.

Prenotazione dei controlli di sicurezza

Saltare una volta per tutte le code ai controlli di sicurezza. Suona come un sogno che diventa realtà, giusto? Il distanziamento sociale è quasi impossibile quando il processo richiede ai passeggeri di stare spalla a spalla passandosi i contenitori di plastica per borse, scarpe e altri oggetti – ecco perché per ridurre interminabili file ci sarà bisogno dell’avanzamento delle tecnologie di viaggio post-Covid e della “smart tech“.

“Per evitare il sovraffollamento, i controlli di sicurezza aeroportuali andranno per appuntamento. Dovremmo spostarci in una società di prenotazioni, con persone che erano solite fare piani dell’ultimo minuto costrette ad adattarsi.”

Dave Thompson, Head of Product and Design di Skyscanner

L’Aeroporto Internazionale di Montréal-Trudeau ha iniziato a chiedere ai passeggeri di prenotare i propri controlli di sicurezza, (servizio gratuito) eliminando sul nascere una lunga coda. Ma si potrebbe fare un ulteriore passo avanti. Lo screening dei bagagli del futuro potrebbe essere effettuato da diversi tipi di sistemi di visione artificiale, eliminando così la necessità di uno schermo di sicurezza centralizzato, lunghe file e contatti inutili.

Bagagli sterilizzati e “sanitagged

La società di consulenza leader nel marketing aeronautico Simplifying prevede un futuro di “viaggi sterilizzati”. I bagagli dovranno essere approfonditamente disinfettati con spray e quindi “sanitagged” (ossia muniti di etichetta) sul nastro del check-in prima di essere spediti a bordo. Il bagaglio a mano verrà, invece, rapidamente disinfettato tramite raggi UV o nebulizzazione mentre passa nella macchina a raggi X.

L’Aeroporto di Singapore-Changi sta già implementando la sanificazione di carrelli, chioschi per il check-in e vaschette di sicurezza con un rivestimento antimicrobico di lunga durata per ridurre il rischio della trasmissione del virus. Innumerevoli aeroporti non solo stanno aumentando l’igiene generale, ma tra le tecnologie di viaggio post-Covid stanno anche realizzando distributori automatizzati per la sanificazione delle mani.

Sistemi di pagamento autonomi

Il banco-nastro trasportatore alle casse di supermercati e negozi in generale è un potenziale veicolo di trasmissione del virus. L’introduzione di sistemi di pagamento digitali, da effettuare tramite il proprio telefono, potrebbe eliminare la necessità di pagare in cassa.

“Il mondo diventerà telefonico e senza contatto a una velocità incredibile. L’idea di gestire biglietti cartacei e pagare in contanti diventerà presto un ricordo del passato.

Dave Thompson, Head of Product and Design di Skyscanner

I robot potrebbero anche essere utilizzati per consegnare gli acquisti agli acquirenti e gli acquirenti potrebbero esplorare le opzioni utilizzando la realtà virtuale o addirittura la tecnologia olografica (tramite ologramma, ossia un’immagine precedentemente registrata). Tutto quello che dovrete fare sarà sedervi socialmente distanziati e lasciare che i vostri acquisti duty-free vengano da voi. Decisamente rilassante, vero?

Health kiosks

Immaginiamo se i virus potessero essere rilevati durante il viaggio? Con efficaci test sanitari integrati nel processo di sicurezza in aeroporto, questo potrebbe diventare una realtà. I controlli della temperatura stanno diventando la norma per i viaggiatori che attraversano gli aeroporti nazionali e internazionali. In che modo le tecnologie di viaggio post-Covid possono semplificare questo processo e renderlo più efficace?

L’Aeroporto Internazionale di Seul-Incheon, in Corea del Sud, sta implementando robot per la misurazione della temperatura in chioschi self-service, mentre il controllo termico all’Aeroporto Internazionale Hamad, in Qatar, è stato munito di speciali caschi robotici. Gli investimenti in tecnologia automatizzata, per tutti i viaggiatori, riducono al minimo la necessità di contatto umano durante tutto il processo di sicurezza e salute.

Robot per la disinfezione

Indipendentemente dalla sanificazione dell’aeroporto, esiste un elemento di trasmissione umana che può essere sradicato soltanto dall’uso di robot per la disinfezione. L’Aeroporto Internazionale di Hong Kong è stato il primo a testare chioschi di disinfezione per tutto il corpo e robot di disinfezione intelligenti, in grado di uccidere il 99,99% di batteri e virus nell’aria. Nell’Aeroporto di Singapore-Changi i robot per la pulizia sono impiegati per disinfettare i tappeti dopo averli aspirati. Anche in Italia si stanno testando tecnologie di viaggio post-Covid come i robot per disinfettare gli ambienti grazie al progetto Robotica Restart, la cui sperimentazione è prevista entro settembre a Pisa, presso la Fondazione Monasterio e l’Azienda ospedaliero-Universitaria Pisana.

I robot per la disinfezione clinicamente testati sono diventati più comuni nei laboratori e nelle strutture ospedaliere – cercando di migrare sempre di più anche negli aeroporti.

Intelligenza artificiale applicata ai sistemi di sicurezza

Il panorama mutevole della tecnologia dei viaggi per via del Covid-19 ha accelerato la sperimentazione e l’introduzione dell’intelligenza artificiale (IA). Le tecniche di apprendimento automatico nelle scansioni avanzate del corpo potrebbero essere utilizzate per rilevare minacce, come esplosivi e armi da fuoco. In Giappone il Ministero delle Finanza sta già investendo in questo tipo di tecnologia. Il ministero mira a introdurre un sistema basato sull’intelligenza artificiale che nei prossimi dieci anni arriverà a rilevare il contrabbando tramite immagini a raggi X analizzate dall’IA.

Cosa significa questo per i viaggiatori? Bene, un’esperienza di sicurezza molto più veloce per tutti. La piattaforma di screening AI Evolv Edge, già in uso presso l’Aeroporto Internazionale di Oakland negli Stati Uniti, può controllare ben 900 persone in un’ora!

Banchetti socialmente distanziati

La ricerca ha dimostrato che in quarantena, le persone hanno rimpianto cene al ristorante e pause caffè al bar più di qualsiasi altra attività sociale. E sebbene alcuni governi, come quello svedese per esempio, non abbiano imposto una rigorosa chiusura, la diffusione del Covid-19 ha “ucciso” il settore dell’ospitalità. Le prenotazioni degli hotel per le vacanze sono diminuite drasticamente e la popolazione mondiale ancora evita di frequentare locali.

A proposito della Svezia, un hotel nella città di Lidköping ha trovato una soluzione ingegnosa per contrastare il problema. Vedendo un calo degli affari del 70%, il direttore dell’Hotel Stadshotellet ha deciso di proporre qualcosa di nuovo: una sorta di pop-up restaurant (ristorante temporaneo) per banchetti privati nelle stanze vuote dell’hotel. Il 67 Pop Up Restaurant, questo il suo nome, accetta prenotazioni per gruppi ​​fino a 12 persone, gestendo un servizio in camera innovativo con tanto di posate e tovagliati fantasiosi. Un’idea carina che potrebbe decollare anche in altri Paesi man mano che il distanziamento sociale persiste.

App TV per hotel

In una stanza d’albergo, qual è la superficie che toccherà ogni singolo ospite? Il telecomando della televisione, ovviamente. La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto enorme sul settore dell’ospitalità e i proprietari e il personale delle strutture alberghiere stanno cercando soluzioni per ridurre al minimo il rischio di diffusione di batteri e virus.

La società di Smart TV e cloud management Otrum ha ideato un telecomando virtuale (Virtual Remote Control) per i televisori degli hotel, che incoraggia l’uso di servizi interattivi in ​​camera dando priorità alla salute e, ovviamente, alla pulizia. Usando il loro smartphone, gli ospiti eseguono la scansione di un codice QR dalla tv in camera, che sblocca un’app di controllo remoto sul telefono – e al momento del check-out, si disabilita automaticamente. Così potrete godervi la televisione in tutta sicurezza e tranquillità.

Automobili “self-unlocking”

Non appena si atterra in aeroporto, la prima cosa da fare è spostarsi ancora per raggiungere la meta finale. Ciò potrebbe significare prendere un treno, un autobus o, nella maggiore delle ipotesi, noleggiare l’automobile. L’industria dell’autonoleggio farà di tutto per garantire che questo processo sia il più sicuro possibile, investendo in veicoli con chiusura centralizzata “self-unlocking” che non richiedono il passaggio delle chiavi di persona.

La società di noleggio Sixt consente ai suoi clienti di ordinare, ritirare e consegnare un’auto senza il contatto diretto con il proprio personale. Sixt Fastlane è un’esperienza di viaggio contactless che permette di andare direttamente all’auto a noleggio, aprirla con l’app e partire. Sul mercato esistono già sistemi di sblocco controllati da dispositivi mobili, utilizzati dalla società di noleggio Zipcar, per dirne una, che consente di sbloccare un’auto tramite la sua app. Per il futuro prossimo aspettiamoci ancora più tecnologie di viaggio post-Covid e prepariamoci a un modo di viaggiare sempre più autonomo, cari viaggiatori.

Tecnologie di viaggio post-COVID FAQs

Dave Thompson, Head of Product and Design per Skyscanner, condivide le sue future previsioni sulla tecnologia dei viaggi post-Covid.

In che modo il Coronavirus sta cambiando il modo di pensare il viaggio?

Ci sarà un passaggio da “come posso andare da A a B, in modo veloce ed economico?” a “dei 10 modi in cui posso andare da A a B, qual è il più sicuro per me e la mia famiglia?”. Per non parlare di una promozione verso destinazioni con una minore densità di popolazione.

Quali innovazioni nelle tecnologie di viaggio pensi saranno introdotte?

Tutti dispositivi mobili e “contact-less”. Questo passaggio avverrà a un ritmo così veloce che alcune aziende potrebbero smettere di investire nei loro prodotti per diventare delle app.

Quanta fiducia pensi che i viaggiatori avranno nella tecnologia emergente?

Inizialmente la fiducia nelle nuove tecnologie è sempre scarsa ma poi raggiunge una tale forza da pervadere la nostra vita quotidiana. Basti pensare a Tesla che si affacciò al mondo con veri e propri hobby di lusso per i ricchi appassionati di auto, eppure oggi ne vediamo una parcheggiata in quasi tutte le strade di Londra. Purtroppo, molte vicende di tecnologia che si sono sviluppate intorno al Covid-19 sono sfociate in dibattiti e fallimenti. Questi episodi riducono la fiducia generale nei confronti delle nuove misure di sicurezza.

Quali misure sapranno accaparrarsi la fiducia e garantire la sicurezza delle persone?

Quelle che sapranno chiarire tutti i loro aspetti pratici. Se la tecnologia delle termocamere diventa pervasiva negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie, le persone vorranno sapere se queste macchine stanno solo misurando la loro temperatura o se stanno anche facendo un riconoscimento facciale. Il fattore vincente per far sentire sicura la gente è svelare l’utilità della tecnologia usata, come questa risolve i problemi e come utilizza i dati accumulati.

Vuoi leggere di più? Ci siamo impegnati a ispirare i nostri viaggiatori in attesa di vedere di nuovo il mondo.

Consigli per volare durante il Coronavirus: informazioni essenziali sulla mascherina

Il futuro del trasporto aereo: volare post COVID-19

Guida sull’assicurazione di viaggio per voli e Coronavirus

Aggiorniamo il nostro Coronavirus: consigli di viaggio tutti i giorni. Tenetevi informati sulle notizie di viaggio sulle principali destinazioni e le maggiori compagnie aeree.

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.