Home notizie Marsiglia, cosa vedere nel capoluogo della Provenza

Tutti gli articoli

Marsiglia, cosa vedere nel capoluogo della Provenza

Marsiglia è la seconda città più grande della Francia ed è un attivissimo porto commerciale da oltre 2000 anni. Chiamata anche la Napoli di Francia per il suo traffico caotico e i suoi mercati, Marsiglia è una città che non dorme mai, è rumorosa ma anche piena di vita, colorata e allegra, una città dall’indubbia personalità che emana un fascino intenso. Negli ultimi anni è stata protagonista di un’incredibile rinascita e oggi possiamo ammirarla in tutto il suo splendore... Insomma, Marsiglia è la meta perfetta per un weekend o per una tappa in un road trip nel Sud della Francia e in Provenza. Siete pronti a scoprirla con noi?

Posizionata alla fine della Costa azzurra, Marsiglia è la città più grande della Francia meridionale, è il capoluogo della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, oltre che il primo porto della Francia e il sesto in Europa. È sicuramente la meno francese tra le città d’oltralpe e per molti versi si avvicina più all’Italia – o per meglio dire, a Napoli. Questo è dovuto principalmente al fatto che nell’Ottocento a Marsiglia ci fu un’importante ondata migratoria che portò molti partenopei a stabilirsi in questa città della Provenza. In realtà, la città nasconde un’anima profondamente multiculturale, soprattutto grazie al suo porto e alla sua storia che ha subito influenze da tutto il mondo.

Con la nomina a Capitale della Cultura 2013 la città è stata protagonista di una grande rinascita e si è impegnata in un progetto di riqualificazione, soprattutto del porto, che ha dato più ordine e nuovo lustro a quartieri che erano stati abbandonati per decenni. I moderni collegamenti TGV con Parigi hanno poi facilitato l’arrivo di un numero sempre maggiore di visitatori e i nuovi moli (i docks) hanno stimolato l’arrivo delle navi da crociera. Oggi Marsiglia è diventata una delle mete turistiche più importanti della Francia del Sud, e rappresenta inoltre una base perfetta per l’esplorazione della Provenza e della Camargue. Ah, e si mangia benissimo! Serve sapere altro?

Scopri di più: Provenza: tra borghi, spiagge e campi di lavanda

 

Trova tutti i voli economici per Marsiglia

Come raggiungere Marsiglia e come spostarsi

Marsiglia è raggiungibile dall’Italia sia in auto, che in treno, in bus o in aereo. L’aeroporto della città, Aéroport de Marseille-Provence, si trova 20 chilometri a nord-ovest dal centro di Marsiglia e ha collegamenti diretti con molte città italiane (Roma, Palermo, Venezia, Catania, Napoli e Milano) oltre che con tutte le capitali europee. La stazione del treno (Gare Saint-Charles) e la stazione degli autobus (Gare Routière) sono entrambe in centro, vicino al Vieux Port, e collegano Marsiglia con moltissime destinazioni francesi e italiane.
Marsiglia è raggiungibile facilmente anche in auto (la soluzione ideale per esplorare la Camargue e la Provenza), soprattutto dal Nord Italia: 5h30’ da Milano, 5h da Torino e 4h da Genova.

Spostarsi all’interno di Marsiglia è abbastanza semplice: il centro storico è visitabile tutto a piedi e per le attrazioni più distanti si può usare l’efficiente servizio di mezzi pubblici (bus, tram e metropolitana).

Quando andare a Marsiglia

In Provenza si può andare tutto l’anno. Questa regione gode di un clima mediterraneo, con temperature miti durante tutte le stagioni, e in modo particolare con estati calde, secche e soleggiate. Questa regione è infatti l’area della Francia con più ore di sole all’anno!

Cosa vedere a Marsiglia: 15 attrazioni da non perdere

1. Il Vieux Port di Marsiglia

Il Vieux Port (vecchio porto) è il vecchio bacino portuale di Marsiglia, in cui entrarono veleggiando gli antichi greci. Oggi i numerosissimi caffè e i ristoranti di pesce nelle stradine pedonali tra il lungo porto meridionale e Cours Etienne d’Orves fanno sì che il Vieux Port rimanga il cuore pulsante della città, e il mercato del pesce su Quai des Belges offre meravigliose scenette di vita popolare marsigliese. La vista migliore sul Vieux Port si ha dal Palais du Pharo, che l’imperatore Napoleone III fece costruire per la moglie, ora adibito a centro congressi.

Marsiglia, cosa vedere, il vecchio porto

2. Notre Dame de la Garde

La Chiesa di Notre Dame de la Garde si trova nel punto più alto della città di Marsiglia e da qui si riesce ad avere una vista d’insieme del porto, delle isole e di tutto il litorale di Marsiglia. Sovrastata da un’enorme statua dorata della Madonna con il bambino, Notre Dame de la Garde è un imponente edificio in stile neo-bizantino, l’emblema inconfondibile della città per chi arriva dal mare. All’interno della chiesa ci sono una serie di modellini in legno di velieri che pendono dalla navata centrale; si tratta di ex-voto di marinai che sarebbero sopravvissuti ai naufragi grazie all’intervento della vergine Maria.

Marsiglia- Notre Dame de la Garde

3. Hospice de la Vieille Charité

L’Hospice de la Vieille Charité (ospizio della vecchia carità) è un bellissimo ospizio seicentesco con una stupenda cappella barocca circondata da portici con colonne in pietra rosa e oggi ospita un centro culturale con eccellenti mostre temporanee, due musei (Musée d’Archéologie Méditerranéenee e Musée des Artes Africains, Océaniens et Améridiens: quest’ultimo imperdibile!), un caffè e una libreria.

4. Le Panier

Le Panier è la parte più vecchia di Marsiglia e sorge sul lato nord del vecchio porto. È qui che gli antichi greci edificarono la loro Marsiglia, e fino alla Seconda Guerra Mondiale il Panier era un agglomerato di viuzze medievali, ripide scalinate e case di ogni epoca che formavano la Vielle Ville (la città vecchia). Gran parte del quartiere è stato distrutto dai bombardamenti (qui si riparavano tutti i leader della Resistenza, comunisti ed ebrei), e nel dopoguerra sono sorti grandi condomini. Un tempo quartiere “difficile” di Marsiglia, oggi è una delle zone più vive e hipster della città con locali, bar e gallerie d’Arte.

Marsiglia, cosa vedere - Le Panier

5. Cattedrale de la Major

La Cattedrale de la Major si trova sul lato nord del Vieux Port, proprio sul mare e con vista sui moli moderni (i docks di Marsiglia). Si tratta di un massiccio blocco neobizantino che eclissa completamente la vecchia chiesa romanica, la Vieille Major, al suo fianco. Anche la promenade davanti al mare fa parte del progetto di riqualificazione di tutta la zona portuale per migliorare i dintorni un tempo trascurati della Cattedrale.

Marsiglia, cosa vedere - Cattedrale de la Major

 

6. Docks

Poco distanti dalla Cattedrale de la Major ci sono poi i Docks, ovvero gli ex magazzini del porto che sono stati riconvertiti in un futuristico edificio direzionale con negozi e uffici. Questo rappresenta un bel esempio di rigenerazione urbana, un’iniziativa originale dove il progetto privato ha di fatto donato alla città un vivace spazio pubblico in una zona precedentemente abbandonata a se stessa.

7. L’Unité d’Habitation di Le Courbusier

Questo complesso residenziale che si trova su boulevard Michelet è stato progettato da Le Courbusier nel 1946 e rappresenta un caposaldo dell’architettura del Novecento. Questa “unità abitativa” innovativa è costituita da 17 piani poggiati su pilastri e divenne da quel momento in poi il prototipo di migliaia di condomini in tutto il mondo. È un luogo molto allegro, con parecchi dei primi residenti che vivono ancora qui. Un elemento notevole è il tetto-giardino, una zona comune dalla quale la vista sul mare è insuperabile.

https://www.instagram.com/p/BZhVaZjPu/

8. Fort Saint-Jean (MuCEM)

Il Fort Saint-Jean, insieme al Fort St-Nicolas sul lato opposto, è una delle due fortezze a guardia dell’entrata del porto. Dopo una recente trasformazione, nella quale è stato anche aggiunto un nuovo edificio, è diventato il Musée des Civilisations d’Europe et de la Méditerranée (MuCEM), inaugurato nel 2013. Qui vengono ospitate mostre sulle civiltà del Mediterraneo con particolare attenzione a città, popoli e organizzazioni sociali, mentre l’edificio nel forte viene utilizzato per festival e spettacoli.

 

Marsiglia, cosa vedere - MuCEM

9. Palais de Longchamp

Il Palais de Longchamp fu completato nel 1869 ed era il grandioso completamento di un acquedotto a Roquefavour che portava l’acqua in città. Nel centro del colonnato che collega le due ali del palazzo viene ancora pompata l’acqua. Oggi questo splendido palazzo ospita due musei: nell’ala settentrionale c’è il Musée des Beaux-d’Arts (Museo di Belle Arti) che espone opere d’arte di vario genere, mentre l’ala meridionale ospita il Musée d’Histoire Naturelle (Museo di Storia Naturale) con una collezione di animali impagliati e fossili.

Marsiglia, cosa vedere - Palais de Longschamp

10. Parc Borély

Se avete voglia di un po di verde (specie se viaggiate con i bambini), a Marsiglia il posto migliore dove andare è il Parc Borély, con laghetti, roseti, palme e un bel giardino botanico. Al suo interno c’è anche il settecentesco Chateau Borély, riaperto nel 2013, che ospita un museo delle arti decorative tra cui abiti e ceramiche prodotti a Marsiglia tra i secoli XVII e XIX.

11. Museo Cantini e MAC

Il Museo Cantini è il museo d’arte più importante di Marsiglia. Quadri e sculture vanno dalla fine del XIX secolo agli anni Cinquanta del Novecento. Fauvisti e surrealisti sono esposti in mostra accanto alle opere di Matisse, di Léger, Picasso, Ernst, Le Corbusier, Mirò e Giacometti. A sud del centro c’è poi il MAC (Museo di Arte Contemporanea di Marsiglia), che è una sorta di continuazione del Museo Cantini; qui si trovano infatti opere che vanno dagli anni Sessanta in poi. Tra gli artisti esposti: Buren, Christo, Klein, Warhol e altri.

12. Chateau d’If

Lo Chateau d’If è un’isola-fortezza che si trova davanti alla baia di Marsiglia ed è divenuto famoso grazie al romanzo Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas; il protagonista del libro, Edmond Dantès, riesce ad evadere proprio da questo carcere. In realtà quasi tutti i prigionieri che venivano portati qui morivano prima di aver scontato tutta la pena. Il carcere si trova in un bell’edificio cinquecentesco ben conservato dal quale si gode la migliore vista panoramica su Marsiglia.

Marsiglia, cosa vedere - Chateau d'If

13. Le Calanques

Andando da Marsiglia in direzione de La Ciotat, per oltre 20 chilometri – da Les Goudes sul limite meridionale di Marsiglia fino all’elegante località balneare di Cassis – c’è una costa rocciosa incontaminata bagnata da acqua turchese. Queste piccole insenature sono chiamate calanques, o calanche, e sono in gran parte accessibili solo a piedi o dal mare. Solo due fra le calanche più belle si posso raggiungere con l’auto, Sormiou e Morgiou, ma non in estate. In generale il modo migliore per visitare le calanche è quello di partecipare ad una gita in barca partendo da Cassis. Non perdetevi un bagno tra queste acque meravigliose!

Marsiglia, cosa vedere - Les Calanques

14. Cassis e la Corniche des Cretes

È difficile pensare che questo piccolo porto di pescatori verso la metà dell’Ottocento fosse un attivo porto industriale che commerciava con la Spagna, l’Italia e l’Algeria. Quando la sua stella era già in declino, tantissimi artisti, tra cui Dufy e Dérain, iniziarono a venire qui per la bellezza del posto: frequentata da Virginia Woolf e da Winston Churchill, Cassis oggi è una bella località di mare perfetta per esplorare Les Calanques e godersi un po’ di tranquillità. La strada che da Cassis prosegue fino a La Ciotat, la famosa Corniche des Cretes, è una delle strade più famose di tutta la Costa Azzurra. Se viaggiate in auto o in moto è assolutamente da non perdere!

Marsiglia, cosa vedere - Cassis

15. Mangiare a Marsiglia: la bouillabaisse

Non si può pensare di lasciare Marsiglia senza aver prima mangiato la famosa bouillabaisse. Pesce e frutti di mare sono i principali ingredienti della cucina marsigliese ma il piatto più tipico è l’invenzione marsigliese per eccellenza: la bouillabaisse. Si tratta di una zuppa di pesce con zafferano e aglio servita con dei crostini. Ci sono molte opinioni diverse su quali pesci dovrebbero far parte della ricetta, in quale modo e in quale luogo i pesci debbano essere pescati, ma tutte concordano sulla presenza dello scorfano. Assaggiare per credere!

Marsiglia, cosa vedere - bouillabaisse

Cosa vedere a Marsiglia: 15 attrazioni imperdibili

Il meglio di Marsiglia, splendido capoluogo della Provenza

Attrazione Zona/quartiere Prezzo
Vieux Port Vieux Port Gratuito
Notre Dame de la Garde Vauban Gratuito
Hospice de la Vieille Charité Panier 4,5 euro
Le Panier Panier Gratuito
Cattedrale de la Major Vieux Port Gratuito
Docks Docks Gratuito
L’Unité d’Habitation Sainte Anne Gratuito
MuCEM Vieux Port 9,5 euro
Palais de Longchamp Saint-Charles 6 euro
Parc Borély La Plage Gratuito
Museo Cantini Vieux Port 6 euro

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––
Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi di tutti i voli per Marsiglia potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore!

Potrebbe interessarvi anche:

Cosa vedere a Hong Kong: viaggio nella metropoli asiatica

Aurora boreale in Finlandia: come avvistare le luci del Nord

Le 5 ragioni che mi hanno fatto innamorare di Londra

Dove e quando: 19 esperienze di viaggio da fare nella vita

I 20 Paesi più economici del 2017

50 Capitali del mondo da vedere almeno una volta nella vita

I 15 Paesi consigliati per donne che viaggiano sole

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa