COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Sulle tracce dell’Orient Express con un budget da InterRail

Tutti gli articoli

Sulle tracce dell’Orient Express con un budget da InterRail

C’è stata un’epoca in cui il jet set internazionale viaggiava sui treni, veri saloni di lusso su rotaia che solcavano l’Europa da Londra a Parigi, a Venezia, fino a Istanbul: l’Orient Express, che proprio su questa epica tratta operava, è il simbolo di quell’epoca. Oggi dell’Orient Express esiste solo una versione (molto) lussuosa, il Belmond Venice Simplon-Orient-Express. Ma se quello che conta è il viaggio, basta un budget da InterRail per riscoprirlo. Perché allora non partire in treno lungo la rotta dell’Orient Express?

In anni di attenzione all’ecosostenibilità e all’impatto zero il viaggio in treno sta tornando di moda, soprattutto tra i viaggiatori in cerca di nuove esperienze epiche e originali. E se con un volo low cost possiamo attraversare l’Europa in poche ore, lo charme della lentezza, dello scorrere del paesaggio, della riflessione – in poche parole: il fascino del viaggiare – è ancora qualcosa che merita di essere riscoperto. Noi vi consigliamo di farlo con l’Orient Express – o meglio: lungo la rotta del vecchio Orient Express

Scopri di più: InterRail: tutto quello che devi sapere per partire

Il mito Orient Express

A partire dal 1883 la Compagnie Internationale des Wagons-Lits lanciò il servizio Orient Express, che collegava la Gare de l’Est di Parigi a Istanbul (e cosa c’è di più a est della mitica Costantinopoli?). Dopo una prima fase in cui parte del percorso era gestita con traghetti e carri a cavalli, nel 1889 fu completato il collegamento diretto su rotaia. Salvo interruzione per le due guerre mondiali, l’Orient Express rimase attivo fino al 1977, quando la concorrenza dei voli aerei divenne insostenibile. Negli anni l’Orient Express divenne simbolo del jet set internazionale, un treno lussuoso frequentato da aristocratici e uomini d’affari.

Orient Express Budget Interrail

L’Orient Express nella cultura pop

Per tutti l’Orient Express evoca il celebre romanzo di Agatha Christie, Assassinio sull’Orient Express, forse la più famosa avventura del detective Hercule Poirot. La scrittrice britannica lo scrisse a Istanbul, nel Pera Palace Hotel (dove oggi c’è un piccolo museo a lei dedicato). Fu pubblicato nel 1934, e nel 1974 divenne un film di successo, con Peter Ustinov nel ruolo del bizzarro detective belga (e per i completisti, c’è anche il remake di Kenneth Branagh del 2017, che si prende molte libertà rispetto all’originale). Se siete tra i pochi a non aver letto il libro o visto il film… non vi diciamo chi è l’assassino, ma rimediate in fretta! In realtà l’Orient Express compare in altri libri e film: ad esempio, nel romanzo Il treno d’Istanbul di Graham Green, o nel film 007, dalla Russia con amore. Ma oltre a James Bond, tra i personaggi di fantasia che hanno viaggiato sull’Orient Express ci sono Doctor Who, il Dracula di Bram Stoker, i protagonisti di Star Trek: The Next Generation e Geronimo Stilton.

Viaggiare sull’Orient Express oggi

A oggi, l’originale tratta da Londra a Istanbul (via Parigi e Vienna) non è più percorribile senza cambiare treno, a meno di non puntare sugli (occasionali) viaggio di lusso offerti dalla compagnia privata Belmond. Per chi ha soldi da spendere e voglia di lusso, l’esperienza di un viaggio sul Belmond Venice Simplon-Orient-Express è probabilmente quanto di più prossimo ci sia al mito dell’Orient Express originale. Anzi, è ben oltre: il pacchetto prevede ovviamente il viaggio, in favolosi vagoni art déco ricostruiti fedelmente, e include feste esclusive, champagne bar, camerieri in livrea e specialità gastronomiche delle varie località lungo il tragitto… Il prossimo appuntamento è dal 20 al 23 marzo 2020. Il prezzo? Si parte da circa 3.600 sterline a persona (circa 4.300 euro). Cosa? È troppo costoso?

Orient Express budget style

Ci sono comunque delle soluzioni alternative al lusso estremo. Il modo migliore per percorrere – tutto o in parte – il viaggio epico del treno più famoso del mondo è quello di acquistare un pass InterRail, o i biglietti per le singole tratte. Vediamo come…

Come funziona l’InterRail Pass?

Se pensate che l’InterRail sia una cosa per giovani squattrinati… beh, è vero solo in parte. Sebbene gli under 27 abbiano diritto a riduzioni, in anni recenti, la possibilità di acquistare questi pass è stata estesa a ogni fascia di età ed esistono anche riduzioni per gli over 60. Esistono diversi tipo di pass InterRail: in questo articolo vi abbiamo spiegato dettagliatamente quali sono e come funzionano. Prima di partire, dovete decidere che tipo di viaggio avete in mente e valutare con attenzione la soluzione più economica e pratica per voi. Alcuni pass InterRail – detti Continuous Pass – garantiscono massima libertà, ma sono anche più costosi. Altri pass – i Flexi Pass – permettono di viaggiare per un numero limitato di giorni entro un certo periodo di tempo e vanno bene se avete in mente di fermarvi più giorni in uno stesso posto, magari esplorando i dintorni con i mezzi pubblici locali o noleggiando un’auto. Ricordatevi che su alcuni treni ad alta velocità o internazionali potrebbe essere necessario prenotare o pagare un supplemento, anche per i possessori di pass InterRail: la app dedicata vi aiuterà a sciogliere ogni eventuale dubbio.

Pianificare o improvvisare?

C’è chi preferisce partire con una tabella Excel in cui dettagliare ogni singolo spostamento e cosa da fare, e chi invece ama l’improvvisazione e il fascino di decidere di volta in volta la mossa successiva. Non c’è un modo giusto per viaggiare, anche se le app e la fine del roaming stanno rendendo molto più facile organizzarsi giorno per giorno, semplicemente con uno smartphone e un po’ di intraprendenza. Il nostro consiglio è di non pensare al viaggio in treno solo come uno spostamento tra due tappe, ma di lasciarvi ispirare. Magari scegliendo, di tanto in tanto, i treni locali: non dovrete pagare supplementi e avrete la possibilità di scoprire dei bellissimi pezzi d’Europa nascosta. Per la stessa ragione, fate in modo che non tutti gli spostamenti del vostro Orient Express avvengano di notte: per quanto affascinanti possano essere i treni notturni, ricordate che spesso si dorme poco (e male), e il paesaggio non c’è. Un vero peccato quando si viaggia in treno…

Scopri di più: Le 20 migliori app di viaggio raccomandate da Skyscanner

Orient Express Interrail

I percorsi dell’Orient Express

Nei suoi anni d’oro, l’Orient Express ha seguito diverse rotte attraverso l’Europa. Sebbene – vi dicevamo – non ci sia più un treno diretto che copre per intero l’intera tratta, i percorsi sono replicabili con le ferrovie dei diversi Paesi. Sta a voi scegliere su che tratto viaggiare, e quanto fermarvi nelle varie tappe. Noi vi suggeriamo tre percorsi principali, basati sui principali tragitti percorsi nell’epoca in cui l’Orient Express era ancora attivo.

1. Il primo Orient Express

Parigi – Strasburgo – Monaco – Vienna – Bucarest – (Varna) – Istanbul

Il viaggio epico del primo Orient Express partiva da Parigi (Gare de l’Est) procedeva verso Oriente toccando Strasburgo, Monaco di Baviera, Vienna, e proseguendo in direzione sud-est per Budapest, Bucarest e infine Istanbul, con capolinea alla stazione di Sirkeci, sul lato europeo, proprio sul Corno d’Oro. Prima che l’ultimo tratto fosse completato, da Bucarest i treni raggiungevano il porto di Varna, sul Mar Nero, e i passeggeri completavano il tragitto via nave. Oggi questa tratta del primo Orient Express è percorribile in parte con le linee dell’alta velocità: un viaggio da Parigi a Vienna durata tra le 10 e le 15 ore, con almeno un cambio lungo il percorso. Arrivati in Romania, la qualità dei treni e delle linee rallenterà di molto il vostro viaggio… ma la lentezza sarà ricompensata dai paesaggi unici, tra boschi sterminati, montagne svettanti e grandi pianure.

Scopri di più: I 10 quartieri più belli di Parigi

2. Simplon Orient Express

(Londra – Calais) – Parigi – Losanna – Milano – Venezia – Belgrado – Sofia – Istanbul

Questa è la tratta che percorreva l’Orient Express immaginato da Agatha Christie ed è più breve della precedente. A partire dagli anni Trenta molti collegamenti aggiungevano una carrozza da e per Calais, sul canale della Manica, estendendo dunque la linea fino a Londra. Da Parigi, la rotta del Simplon puntava verso sud raggiungendo la Svizzera e Milano attraverso il tunnel del Sempione (Simplon, appunto), raggiungendo poi Venezia e proseguendo attraverso l’allora Jugoslavia, toccando Belgrado, Sofia in Bulgaria e infine Istanbul. Oggi il tratto tra Londra e Parigi è garantito dall’Eurotunnel e da treni ad alta velocità. Non ci sono collegamenti ferroviari a basso costo e l’unica soluzione è optare per un traghetto o un autobus a percorrenza internazionale. Se volete viaggiare in Italia, ricordate che l’InterRail non vale nel vostro Paese di residenza, anche se il pass include un viaggio dalla città di partenza fino al confine di Stato. Noi consigliamo la rotta balcanica, per veri avventurieri: raggiungete la stazione di Venezia Mestre, da lì proseguite per lo snodo ferroviario di Villach, in Austria, e puntate verso sud. Potete raggiungere Belgrado, e magari fare una deviazione per Sarajevo, o Mostar: man mano che si va verso sud, i treni sono sempre più lenti… Ma tanto non avete mica fretta, no?

Scopri di più: Quartieri di Londra: quali sono e cosa visitare

Scopri di più: Le 10 città della Svizzera più belle da vedere

Orient Express budget interrail: ferrovie sulle Alpi

3. Arlberg Orient Express

(Londra – Calais) – Parigi – Zurigo – Innsbruck – Vienna – Budapest – Bucarest – Istanbul (oppure: Budapest – Belgrado – Atene)

Ultima rotta alternativa, lo Arlberg Orient Express partiva da Londra o da Parigi e raggiungeva Zurigo e poi l’Austria, puntando poi verso nord per toccare Vienna e infine Budapest. Da qui, due le scelte: proseguire sulla linea del primo Orient Express (dunque, Bucarest e poi Istanbul), oppure puntare verso sud fino a Belgrado ed – eventualmente – Atene. La stessa scelta si ripresenterà a voi, cari viaggiatori. Se la scarsezza dei collegamenti dei treni greci fosse un problema, ricordatevi che potete sempre optare per un bus internazionale e finire il vostro viaggio al sole della Grecia. In ogni caso, il vostro Orient Express avrà esaurito il suo compito al meglio.

Scopri di più: Balkan express: in treno alla scoperta dei Balcani

Il viaggio dell’Orient Express

3 scelte per il vostro viaggio sulle tracce dell’Orient Express

Orient ExpressSimplon Orient ExpressArlberg Orient Express
(Londra)(Londra)(Londra)
ParigiParigiParigi
StrasburgoLosannaZurigo
MonacoMilanoInnsbruck
ViennaVeneziaVienna
BucarestBelgradoBudapest
VarnaSofiaBucarest (*Belgrado)
IstanbulIstanbulIstanbul (*Atene)

Volete partire subito alla scoperta dell’Europa da Londra a Istanbul? Scoprite quando prenotare un volo al prezzo più basso e utilizzate la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner per sapere quando acquistare i vostri voli al prezzo più conveniente! 

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su voli, hotel e noleggio auto.