Home notizie 5 Città da visitare in Polonia per un viaggio ad Est indimenticabile

Tutti gli articoli

5 Città da visitare in Polonia per un viaggio ad Est indimenticabile

Alice Avallone racconta per Skyscanner, con parole e immagini meravigliose, l'anima e la bellezza di una terra incredibile, la Polonia. Seguiamola e facciamoci raccontare da lei del suo bellissimo viaggio nell'Europa dell'Est.

Le note di Fryderyk Chopin, le poesie di Wisława Szymborska, la benevolenza di Karol Wojtyła, la spinta anti-comunista di Lech Walesa sono solo alcune sfaccettature di quest’anima polacca. Nel corso dei secoli i confini di questa terra sono stati parecchio mobili, colpevoli le tante guerre che l’hanno coinvolta, purtroppo da spettatore passivo. Invasioni, spartizioni, rivoluzioni: il popolo polacco è stato messo da sempre a dura prova, dimostrando una tenacia e risolutezza senza eguali. Non si è mai dato per vinto, si è sempre rialzato in piedi e rimboccato le maniche. Oggi, gli abitanti della Polonia sono fieri di mostrarsi al resto dell’Europa e farsi scoprire dai visitatori di tutto il Mondo.

La bandiera polacca che vi saluterà al vostro arrivo e che sventola orgogliosa per strada ha due bande orizzontali uguali: sopra bianca, sotto rossa, colori che risalgono alla dinastia Piast del IX secolo. Ma facciamo un passo indietro…

Per inquadrare questa nazione europea, scattiamo innanzitutto una fotografia dall’alto e osserviamo la sua geografia politica e fisica. In alto c’è il Mar Baltico, a sinistra la Germania, e poi più sotto la Repubblica Ceca, la Slovacchia, fino ad arrivare all’Ucraina e Bielorussia a destra. In realtà, la Polonia confina anche con la Russia: a nord-est si trova l’exclave di Kaliningrad, un fazzoletto di terra che faceva parte dell’antica regione storica tedesca della Prussia orientale. E, seppur solo moralmente, la Polonia è un Paese tanto vicino anche all’Italia, grazie a un saldo legame di aiuto reciproco. Un indizio: il nostro inno nazionale cita la Polonia ("già il sangue d’Italia e il sangue polacco bevè col cosacco ma il cor le bruciò"), e viceversa (“in marcia, Dąbrowski, dalla terra italiana alla Polonia”), un caso unico al mondo!

Poco più estesa dell’Italia, la Polonia ha un territorio che per due terzi è sotto i 300 metri sul livello del mare e appena il 3% dei rilievi supera i 500 metri: la sua anima pacifica e quieta si percepisce anche dalla natura soprendentemente pianeggiante delle sue 16 regioni, chiamate voivodati, e impreziosite da fitti boschi, campi colorati, centinaia di specchi d’acqua e due grandi fiumi principali, Oder e Vistola. A proteggerla dai climi più gelidi ci sono due massicce fasce montuose, i Carpazi a est e i Sudeti a ovest: ecco perché la Polonia, nonostante l’immaginario, non è un Paese così freddo. Gli inverni sono simili a quelli del nostro nord Italia, le estati un po’ più fresche. Se potete scegliere una stagione per andarci, non perdetevi quello che i polacchi chiamano autunno dorato, quando il tempo è ancora clemente e la natura dipinge luoghi da fiaba con toni giallo oro, ocra, ruggine, rosso fuoco.

Tutte le città principali sono ben collegate da aeroporti, dove è possibile eventualmente anche affittare una macchina, e stazioni ferroviarie molto moderne. Quasi tutti parlano inglese, e la moneta è lo złoty polacco: uno vale circa 22 centesimi di euro.

Per questo nostro viaggio, ho deciso di percorrere la Polonia a zig zag, da nord a sud, da est a ovest. Arriverò all’aeroporto di Danzica, mi sposterò in treno toccando tre città altrettanto spettacolari, e ripartirò poi nuovamente in aereo da Cracovia. Infilate scarpe comode, quindi, allacciate bene le cinture di sicurezza e godetevi il viaggio: si decolla!

Tutti i voli più economici per le città della Polonia

Danzica, la perla del Baltico

Non fatevi ingannare da quello che vedrete dall’aereo in fase di atterraggio, perché il cuore di Danzica è ben lontano dai palazzoni in stile sovietico che sembrano tanti mattoncini Lego colorati disposti a semicerchi. La bella Gdańsk, questo il suo nome polacco, è il capoluogo della Pomerania e con Gdynia e Sopot forma un’area metropolitana detta Tripla Città, proprio a ridosso del Baltico. La tranquilla Danzica si affaccia tra le rive del fiume Motława e un ramo del delta della Vistola: rimarrete incantati dai caratteristici edifici nordici dal tetto appuntito, fedelmente ricostruiti dopo la guerra, che si specchiano su queste acque. Concedetevi una merenda con drip coffee e una fetta di szarlotka, la torta di mele polacca per eccellenza al Retro Cafe, passate davanti alla fontana del Nettuno e fate un tuffo nella storia al Centro Europeo Solidarność. Per cena fate il pieno di pierogi, i caratteristici ravioli home-made polacchi, dall’imperdibile Mandu: una sede si trova proprio a pochi passi dalla stazione centrale dei treni, dove ripartiremo alla volta della seconda tappa.

Gli indirizzi giusti di Danzica

Dove dormire: al grazioso Residence Celestine, Straganiarska 19 – Tel. +48 58 506 56 00 Da vedere: il lungofiume della Motława, sia di prima mattina che al tramonto Da comprare: l’ambra grezza dall’artigiano Sławomir Jasiński al civico 7 di Mariacka Da assaggiare: la pancetta di maiale da Prologue, Wartka 9 – Tel. +48 58 526 59 09 Nei dintorni: la spiaggia di Sopot, a quindici minuti di treno dalla stazione centrale

Scopri di più: le 10 città dell’Est Europa tutte da scoprire

Danzica

Danzica, particolari della città

Danzica, specialità culinarie

Poznań, la più intellettuale

Scendiamo verso ovest e raggiungiamo uno dei più importanti centri culturali e universitari della Polonia; e infatti, i numeri della città di Poznań sono notevoli, contando ben 28 musei, un’opera, una filarmonica, 9 teatri e 10 cinema. La nostra esplorazione parte da stare miasto, la città vecchia, e l’antica piazza del mercato e le palazzine medievali. Nei dintorni potete fermarvi a pranzo in uno dei bar mleczny, letteralmente milk bar, storicamente economiche mense per i lavoratori, dove la gran parte dei piatti era a base di latticini, come Apetyt. Avrete solo l’imbarazzo della scelta tra le tante attrazioni da visitare: scegliete in base ai vostri interessi, ce n’è proprio per tutti i gusti, anche per gi amanti della birra, con le visite guidate alla fabbrica della Lech. Verso sera, vivete il lato più hipster di Poznań da Stragan Kawiarnia, prima di una cena ricercata dal ristorante Papierówka, che usa solo ingredienti bio all’insegna dello slow-food.

Gli indirizzi giusti di Poznań

Dove dormire: al retrò Rezydencja Solei, Szewska 2 – Tel. +48 61 855 73 51 Da vedere: il dolcissimo Croissant Museum, Stary Rynek 41/2 – Tel. +48 690 077 800 Da comprare: la Ceramika Bolesławiecka, Mielżyńskiego 16 – Tel. +48 61 853 47 98 Da assaggiare: specialità ebraiche di Ludwiku do Rondla, Woźna 2/3 – Tel +48 61 851 66 38 Nei dintorni: alberi esotici del Kórnik Arboretum, Parkowa, Kórnik – Tel +48 61 817 00 33

Scopri di più: i 20 quartieri più Hipster del mondo

Poznan

Poznan, veduta della città

Varsavia, la bella cosmopolita

Ed eccola qui, la capitale polacca. Lo diciamo subito: Varsavia o si ama, o si odia. Una volta arrivati in treno alla stazione Warszawa Centralna, rimarrete stupefatti dell’internazionalità di questa città, tanto che non vi sembrerà nemmeno di essere davvero ancora in Polonia. A poche strade dai grandi grattacieli, si trova il piccolo centro storico interamente ricostruito nel dopoguerra, Castello Reale compreso. Prendete un tè aromatico da Bombonierka o un buon caffè da To Lubie, e poi spingetevi a piedi sul ponte più vicino per passare dall’altra parte della Vistola e godere di un panorama mozzafiato sulla città. Da qui avete due scelte: a sinistra il grande parco sul fiume, a destra il giovane quartiere Praga, che vi riporterà allo spirito più genuino di questo straordinario Paese. Tra i tanti locali, fermatevi per un sostanzioso aperitivo a base di hummus e sarde da Absurdu, tra tavoli di vecchie sartorie, tappeti e candele bianche. Per la quarta meta scendiamo di nuovo verso ovest, non lontano dal confine tedesco: direzione Wrocław.

Gli indirizzi giusti di Varsavia

Dove dormire: al comodo e centrale Mercure, Złota 48/54 – Tel. +48 22 697 39 99 Da vedere: i giochi del Centro Scientifico Copernico, Wybrzeże Kościuszkowskie 20 – Tel. +48 22 596 41 00 Da comprare: le edizioni musicali del Museo di Chopin, Okólnik 1 – Tel. +48 22 441 62 51 Da assaggiare: le mega porzioni di Podwale Kompania Piwna, Piwna 50/51 – Tel. +48 58 301 39 24 Nei dintorni: la fauna e flora del Kampinos National Park, Tetmajera 38, Izabelin – Tel. +48 22 722 60 01

Scopri di più: 10 Cose bellissime da fare a Varsavia

La bella Varsavia

Varsavia

centro a varsavia

Varsavia, specialità culinarie

Breslavia, la Capitale della Cultura

Se Varsavia può darvi l’idea di essere stati catapultati a Milano, Breslavia, Wrocław in polacco, è la Venezia del Nord. Possiamo scoprirla attraverso percorsi non convenzionali. Ad esempio, seguendo quasi 200 curiose statuine di gnomi, simbolo della città dagli inizi degli anni ’80, quando le scritte anti-comuniste venivano cancellate dal governo e al loro posto iniziarono ad apparire graffiti di gnomi per ridicolizzare il potere. Dal macellaio al prigioniero, dal guardiano al lavatore: qui c’è una mappa parziale. Capitale della Cultura 2016, Breslavia offre un ricco calendario per farvi passare qualche giornata all’insegna dell’arte e della storia non mancheranno di certo. E una volta saziato lo spirito, pensate anche al corpo con una sosta in uno dei tavoli di STP, acronimo di Szybko, Tanio, Pysznie – ovvero veloce, economico e delizioso – e un dopocena con buona musica e una birretta al Vinyl Cafe.

Gli indirizzi giusti di Breslavia

Dove dormire: nell’accogliente The One Hostel, Rynek 30, +48 71 337 24 02 Da vedere: la casa di Hansel e Gretel, Odrzańska 39/40, davanti alla St. Elizabeth Cathedral Da comprare: fiori, frutta, verdura nel coloratissimo mercato coperto Hala Targowa, Piaskowa 17 Da assaggiare: le delizie vegetariane e vegane di Vega, Rynek 27a – Tel. +48 71 344 39 34 Nei dintorni: il caratteristico paesino rurale Trzebnica a 25 km a nord di Breslavia

Scopri di più: 10 cose bellissime da vedere a Breslavia

Wroclaw

Wroclaw, veduta della città

Cracovia, la culla intatta della storia

Il nostro tour si conclude nel centro di Kraków, costudito da una corona verde di alberi e fiori, il primo centro abitato al mondo considerato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1978. Sede dell’Università Jagellonica, la più antica del paese e una delle più antiche d’Europa, Cracovia non è rimasta coinvolta dai bombardamenti e permette di immergersi in un tripudio di architettura gotica, rinascimentale e barocca. Un brunch da Charlotte vi farà partire con il piede giusto verso la scoperta di strade, chiese e opere d’arte inestimabili, come la Dama con l’ermellino di Leonardo da Vinci al Castello di Wawel. A qualche centinaia di metri dalla collinetta che ospita anche la Cattedrale, vi ritroverete al vecchio ghetto Kazimierz, dove tra sinagoghe e chiese cattoliche, l’offerta culinaria non manca. Fatevi una partita a bowling da Plac Nowy, seguita poi da un piatto della cucina polacca moderna e un bicchierino di vodka Belvedere. L’aeroporto di Cracovia è inevitabilmente dedicato Giovanni Paolo II, che nel 1964 divenne arcivescovo della città.

Gli indirizzi giusti di Cracovia

Dove dormire: al lussuoso Hotel Stary, Szczepańska 5 – Tel. +48 12 384 08 08 Da vedere: i tesori custoditi nel castello di Wawel – Tel. +48 12 422 51 55 Da comprare: gli oggetti vintage ai mercatini dei quartiere ebraico Kazimierz Da assaggiare: un brunch vegeteriano da Alchemia, Estery 5 – Tel. +48 12 421 22 00 Nei dintorni: l’incredibile miniera di sale a Wieliczka – Tel. +48 12 278 73 02

Scopri i 20 voli più economici per il ferragosto

Cracovia

Cracovia

Cracovia

Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca "Ovunque" di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Viaggi Avventure nel Mondo: 20 tour spettacolari

Le 15 Cose più belle da fare a Riga

Le attrazioni più importanti da vedere a Tallinn

15 weekend Romantici in Italia

Le piste di atterraggio più spettacolari del Mondo

I Posti più belli ed esclusivi da vedere ad Amsterdam

15 cose bellissime da vedere a Malta

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa