Home notizie Road Trip in Molise: 10 tappe imperdibili

Tutti gli articoli

Road Trip in Molise: 10 tappe imperdibili

Il Molise è una regione ancora poco esplorata (anche dagli italiani). Una terra ancorata al passato, genuina come poche, che non aspetta altro di essere conosciuta. Seguiteci nel nostro Road Trip in Molise e segnatevi le 10 tappe imperdibili per organizzare il vostro viaggio on the road. Il profumo del mare e i sapori della campagna vi aspettano per una vacanza di storia, arte e bontà gastronomiche.

Quante volte vi siete chiesti “Dove posso andare in vacanza in Italia per trovare qualcosa di unico e bello, magari ancora poco conosciuto?”. Se state pensando “Eh già, quante volte!” questa guida farà davvero al caso vostro. Vi portiamo infatti alla scoperta del Molise, una regione ancora poco conosciuta ma che nasconde delle perle di rara bellezza (e bontà!), di quelle che tornando a casa potreste decidere di condividere con le persone care oppure, perché no, tenerle per voi.

Scopri di più: Viaggi in Italia: 20 posti da vedere almeno una volta nella vita

Come arrivare in Molise e l’aeroporto più vicino

Il Molise si trova tra le regioni di Abruzzo, Lazio, Campania e Puglia e, data la sua posizione, è facilmente raggiungibile in auto. Da Roma e da Napoli prendete l’Autostrada A1 Roma-Napoli e uscite a San Vittore in direzione Isernia o Campobasso se arrivate da Roma o a Caianello se venite da Napoli. Da Pescara e Bari seguite l’Autostrada A14, uscite a Vasto Sud-Montenero di Bisaccia arrivando da Pescara e a Termoli arrivando invece da Bari.

In treno il Molise si raggiunge con il Frecciabianca direzione Lecce, scendendo a Termoli. In Molise non ci sono aeroporti per cui il modo migliore per raggiungere la regione è volare su Roma, Napoli o Pescara e da lì muoversi noleggiando una macchina oppure con i mezzi pubblici. Tra tutti, l’Aeroporto di Pescara è quello più vicino visto che dista circa 1 ora da Termoli mentre sia Roma che Napoli distano circa 3 ore dalla stessa località.

Road Trip in Molise: le 10 tappe imperdibili

Campobasso

Situata tra i Monti del Sannio, che la abbracciano, Campobasso è uno dei due capoluoghi di provincia del Molise, insieme a Isernia. Tutto l’insediamento antico e moderno di Campobasso ruota attorno al Castello Monforte, che della città è il simbolo. La particolarità di Campobasso è di conservare un’aria d’altri tempi, e la presenza di botteghe artigianali e ristoranti tipici pressoché ovunque vi faranno davvero innamorare di questa cittadina. Campobasso è famosa per la produzione della pasta secca: imperdibile un assaggio del tradizionale “cavatielle e carne e puorche” ovvero cavatielli e carne di maiale.

Termoli

Termoli si trova su un promontorio roccioso che si affaccia direttamente sul Mare Adriatico. In alta stagione la città in provincia di Campobasso si riempie di turisti in cerca di sole e mare, dal momento che le sue spiagge ottengono da anni la Bandiera Blu per le acque pulite e i servizi di prima categoria. Imperdibile una passeggiata al Castello Svevo da dove ammirare la spiaggia, una camminata dentro il borgo storico, una sosta nei tipici trabocchi, le piattaforme che un tempo venivano usate per la pesca, e l’assaggio del gustoso brodetto di pesce ‘U bredette. Da Termoli partono tutto l’anno i collegamenti per le Isole Tremiti.

Larino

La piccola Larino è una meta imperdibile durante il vostro road trip. È in questa località in provincia di Campobasso che si trova perfettamente conservato l’Anfiteatro Romano di epoca Flavia che è visitabile, insieme alle terme, la necropoli e un piccolo tempio. Il centro storico è di stampo medievale ed è una chicca da scoprire. Se riuscite capitateci nel mese di maggio, dove ogni anno si svolge la Carrese di San Pardo, una celebrazione che dura tre giorni (25-27 maggio) durante i quali vengono allestiti dei carri colorati che attraversano la città vestita a festa. Una curiosità? La famiglia di Robert De Niro è originaria di qui!

Pietrabbondante

Se state cercando un luogo fuori dal tempo e incastonato in una natura maestosa e possente, Pietrabbondante, in provincia di Isernia, è il posto giusto per voi. Questo pittoresco paese si trova infatti addossato alle Morge, le rocce nude del Monte Saraceno, e per questo motivo va assolutamente visto durante un road trip in Molise. Il borgo è anche famoso per l’area archeologica con le rovine risalenti ai Sanniti, in particolar modo il teatro sannitico, conservato benissimo nonostante il passare dei secoli e dove in estate si svolge una vivace stagione teatrale (potete trovare il calendario sulla pagina del comune).

Borgotufi

Nella provincia di Isernia, precisamente nel comune di Castel del Giudice, si trova lo spettacolare Borgotufi: da ex complesso rurale decadente e quasi abbandonato, è nato nel 2016 un albergo diffuso unico grazie all’impegno di cittadini e imprenditori di zona. Un recupero architettonico attento che profuma di rinascita del territorio e valorizzazione dei prodotti, grazie all’apertura di ristoranti che puntano tutto sulla tradizione e sulle materie prime disponibili in zona in base alla stagione. Una sosta imperdibile durante un viaggio in Molise, dove i turisti possono soggiornare in eleganti casette rivestite in pietra.

Castel San Vincenzo

Meno di 500 abitanti per Castel San Vincenzo, in provincia di Isernia, borgo che sorge ai piedi delle Mainarde, all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Ancora una volta si possono ammirare i resti della vecchia città ma anche testimonianze da diverse epoche, segno che la zona è sempre stata abitata, anche per via della sua posizione a dir poco incantevole; da non perdere l’Abbazia di San Vincenzo al Volturno e la Cripta di Epifanio. In questo luogo si trova anche l’omonimo lago artificiale, balneabile e caratterizzato da acque limpide e turchesi su cui si riflettono le montagne circostanti.

Castel San Vincenzo

Altilia Sepino

Considerata come una delle aree archeologiche più importanti e interessanti di tutto il Molise, Altilia Sepino (Saepinum) è ancora oggi una delle zone dove si ammirano gli antichi resti della civiltà romana. Questa è chiamata anche la “città dissepolta” proprio perché i resti romani sono venuti alla luce grazie a degli scavi in una zona molto ricca in termini di agricoltura. In questo luogo in provincia di Campobasso sono visibili le quattro porte da cui si accedeva in città (Porta Boiano, Porta Tammaro, Porta Benevento, Porta Terravecchia), il Decumano su cui si affacciavano botteghe e terme, la Basilica e la cinta muraria.

Venafro

La posizione di Venafro ha reso possibile lo sviluppo di grandi piantagioni di ulivi che oggi rappresentano una delle maggiori risorse del paese. Il borgo in provincia di Isernia è parte dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, dunque vale la pena fare una puntatina anche solo per una degustazione. Qui si possono ammirare i resti della vecchia città romana ma è il centro storico a risultare imperdibile; la Via Plebiscito, chiamata anche “via per dentro”, ancora oggi ricalca la struttura medievale con le botteghe ai piani bassi e le abitazioni ai piani alti. Da non perdere anche il Museo Nazionale del Molise a Castello Pandone.

Pietrabbondante

Castelpetroso

Una sosta ristoratrice da non mancare è sicuramente quella di Castelpetroso, in provincia di Isernia. Si tratta di un piccolo borgo arroccato su una collina sospesa tra le Valli di Bojano e Carpinone. Il borgo è principalmente famoso per il suo santuario, la Basilica Minore dell’Addolorata, che è oggi un’importante meta di pellegrinaggio. Il suo centro storico è un vero gioiello, con le stradine lastricate che si aprono sulle piazzette e il Castello Longobardo che guarda il paese dall’alto. Un luogo davvero unico nella regione, una tappa da non perdere durante il vostro road trip molisano, parola di Skyscanner!

Il Matese

La zona del Matese è uno dei vanti del Molise: una natura rigogliosa, le montagne imponenti che in inverno si colorano di bianco e i piccoli borghi sospesi in cui l’accoglienza è l’elemento fondamentale di questa zona. Sepino, Campochiaro, San Polo Matese, Roccamandolfi e Monteroduni sono i borghi assolutamente da visitare, i quali meritano una visita anche per una tappa gastronomica. Se poi amate la natura, pianificate una visita all’oasi WWF di Guardiaregia dove incontrare la spettacolare Cascata di San Nicola, tra le gole più profonde d’Europa, e godere del Molise più incontaminato.

Volete partire subito alla scoperta del Molise? Scoprite quando prenotare un volo al prezzo più basso e utilizzate la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner per sapere quando acquistare i vostri voli al prezzo più conveniente! 

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su voli, hotel e noleggio auto.