Home notizie Tbilisi cosa vedere: 10 posti da vedere nella Capitale della Georgia

Tutti gli articoli

Tbilisi cosa vedere: 10 posti da vedere nella Capitale della Georgia

Cosa vedere a Tbilisi? Presto detto. Vi portiamo alla scoperta di una capitale splendida, inaspettatamente piena di meraviglie e forse ancora -ancora per poco- fuori dalle classiche rotte turistiche. Siamo nel cuore del Caucaso, per planare sulla capitale della Georgia, terra di magia, di natura mozzafiato, di storia, memoria e arte, terra mitica del Vello d'Oro chiamata nell'antichità Colchide.

Scopri di più: cosa vedere in Georgia

Trova tutti i voli economici per la Georgia

Tra la cultura russa, quella turca e quella dell’antica Persia, la Georgia è da sempre passaggio obbligato sia per i mercanti che percorrevano la Via della Seta sia, per i vari eserciti che hanno percorso le terre sterminate di Asia, Europa e Medio Oriente. Tbilisi, la città più importante, vi farà innamorare al primo sguardo, ricca com’è di contraddizioni e contrasti: la posizione panoramica tra le montagne e il fiume Mtkvari (conosciuto anche col nome turco Kura), la sua storia lunghissima tutta da scoprire passeggiando tra i vicoli della città vecchia, i bar di tendenza, le chiese preziose.

Cosa vedere a Tbilisi, dunque. O meglio, di cosa godere in questa città incredibile. Perché non potrete fare a meno di ricordare che siamo in un luogo sospeso tra Asia ed Europa, quindi ricco di suggestioni e di Storia, e questo si percepisce in ogni angolo: ad esempio è incredibilmente affascinante la decadenza di alcuni palazzi, coi cortili nascosti e i banchi di fiori per le strade, a due passi dalle architetture modernissime, a firma di artisti di rilievo, anche italiani, come Michele De Lucchi e Fuksas, per citarne alcuni. Le stradine del centro sono un mix perfetto di stili e culture, tra i palazzi art nouveau, quelli sovietici e quelli in stile ottomano. La storia multiculturale di questa città è confermata dalla presenza di chiese ortodosse, chiese cattoliche, moschee, sinagoghe e addirittura di un tempio zoroastrico.

A dominare la città riconoscerete la Statua della Madre Georgia e la Fortezza di Narikala, che è precedente alla fondazione stessa della città. Tbilisi fu fondata, secondo la tradizione, nel nel V secolo d.C. in una zona ricca di sorgenti calde sulfuree. Il nome stesso in georgiano antico vuol dire "luogo caldo" e infatti le terme del quartiere Abanotubani, coi bagni arabi sotterranei, sono una meta imperdibile, ideale per concedersi una pausa dopo le grandi camminate in città. Includete anche un giro in Viale Rustaveli, in centro città, strada che deve il proprio nome al grande poeta medievale Shota Rustaveli. E non potrete ripartite senza aver prima assaggiato il khachapuri, piatto tipico della gastronomia locale: la cucina georgiana merita infatti una menzione, perché buonissima e ricca di influenze diverse! Insieme al khachapuri, che è una gustosa focaccia di pasta soffice con formaggio suluguni, dovete assolutamente provare i khinkali, ravioli succulenti; il lobio, un saporito hummus di fagioli e la carne, ottima da queste parti, cucinata prevalentemente alla griglia.

Per la Georgia è necessario un passaporto valido per almeno sei mesi dall’ingresso nel Paese. La moneta è il lari e la lingua ufficiale il georgiano, ma l’inglese è parlato correntemente dalla gran parte della popolazione. L’aeroporto di Tbilisi-Novoalexeyvka, o Aeroporto Internazionale di Tbilisi, è il principale aeroporto internazionale in Georgia. Il momento migliore per andare a Tbilisi è la stagione primaverile o quella autunnale, poiché potrete mettere in conto anche un piccolo tour della Georgia, che è un Paese piccolo e dunque facilmente esplorabile, dalle spiagge del Mar Nero passando per le colline della regione di Kakheti, la culla del vino-qui i vini sono pregiatissimi!-, fino alle montagne della Svanezia. E un ultimo consiglio per un souvenir d’effetto agli amici rimasti a casa: la Georgia vanta una tradizione importantissima nell’arte dei tappeti e nella tecnica del Cloisonné, che è una lavorazione artistica particolarissima, e i gioielli in smalto Cloisonné sono ricercati ed eleganti. Gioiello o tappeto, non sarete banali. E ora iniziamo il nostro tour su Cosa vedere a Tbilisi: ecco selezionate per voi le 10 tappe imperdibili. Non vi resta che prendere il biglietto!

Cosa vedere a Tbilisi: 10 mete da non perdere

Cattedrale della Santissima Trinità

La Cattedrale della Santissima Trinità è la principale chiesa ortodossa di Tbilisi, chiamata anche Sameba: la sua imponenza vi saprà catturare, sia all’esterno che all’interno. La cattedrale mescola lo stile georgiano ad alcune caratteristiche dell’architettura bizantina ed è veramente bellissima. Completato nel 2004 e consacrato dal Catholicos Patriarca Elia II, il complesso della cattedrale comprende -tra gli altri edifici- un’accademia di teologia e la residenza patriarcale. Ma l’idea di costruire una nuova cattedrale nacque qualche anno prima, nel 1989, per celebrare i 1500 anni dell’autocefalia della Chiesa ortodossa georgiana, in un periodo di fermento e risveglio in generale per questa terra. Ci troviamo sulla riva sinistra del fiume, nello storico quartiere Avlabari, pieno di palazzi storici e altre chiese che vi consigliamo di visitare, prime fra tutte la Basilica di Anchiskhati, la più antica della capitale, e la Cattedrale di Sioni, che nel nome richiama il Monte Sinai ed è famosa perché custodisce la croce di Santa Nino, diminutivo di Santa Cristiana, colei che introdusse e convertì la Georgia al Cristianesimo.

Scopri di più: le 15 Cattedrali più belle d’Italia

Cattedrale

Ponte della Pace

Abbiamo appena cominciato, proseguiamo il nostro tour su cosa vedere a Tbilisi con la seconda tappa. Percorriamo il bellissimo e futuristico Ponte della Pace, inaugurato nel 2010 e costruito su progetto dell’architetto italiano Michele De Lucchi. Il ponte è un’opera davvero bellissima che, nelle sue forme sinuose ed eleganti in vetro e acciaio, ricorda la grazia leggera di una foglia e attraversa romanticamente il fiume Mtkvari proprio dove in passato sostavano i cammelli lungo l’antica via della seta, in una bellissima continuità e ripresa storica. Antico e Moderno a Tbilisi si fondono in maniera perfetta, in un equilibrio che ogni turista sa apprezzare e che è espressione di un recente piano di recupero cittadino di respiro internazionale, che sta aprendo le porte a un turismo sempre maggiore.

Scopri di più: i 26 Ponti più belli del Mondo

Il Ponte della Pace

Giardino Botanico della Georgia

Quasi un parco di montagna, enorme e incredibilmente ricco, il Giardino Botanico della Georgia, che sorge ai piedi della fortezza di Narikala. Il giardino sa ammaliare con la sua natura incontaminata praticamente in mezzo alla città, con le sue cascate potenti e scroscianti, le piante e i fiori profumati, i sentieri panoramici e i costoni rocciosi. Programmate una bella tappa di qualche ora da trascorrere qui: vi servirà per ricaricarvi e per perdervi nel verde e, se siete particolarmente curiosi, anche per scoprire qualcosa di interessante…qui c’è un ex cimitero musulmano che è stato di recente incluso al giardino botanico. Tra le tombe che sono rimaste intatte c’è anche quella di un personaggio di spicco della cultura azera, Mirza fatali Akhundov.

Scopri di più: 15 Paesi dell’Asia da vedere assolutamente

Giardino Botanico

Giardino Botanico

Piazza della Libertà

La piazza principale di Tbilisi è Piazza della Libertà, famosa per la sua statua di San Giorgio e per il bellissimo edificio del Vecchio Municipio. Questa piazza è un po’ un museo a cielo aperto, perché racconta molto della cultura di questa terra, della Repubblica Democratica di Georgia, ex repubblica dell’Unione Sovietica, e della storia di Tbilisi. Qui godetevi l’atmosfera unica locale, magari entrando in uno dei tanti locali della zona che fanno musica dal vivo e ascoltando un concerto di panduri, lo strumento tradizionale. E se potete, andate a maggio, quando si celebra il Giorno dell’indipendenza della Georgia, il 26, che ricorda la fondazione della Repubblica nel 1918.

Scopri di più: le 20 Piazze più belle del Mondo

Freedom Square

Museo Nazionale della Georgia

Cosa vedere a Tbilisi? Sicuramente il Museo Nazionale della Georgia, che è bellissimo ed è forse il modo più rapido ed economico per avvicinarvi alla cultura nazionale. A due passi dalla piazza centrale, il Museo conserva un tesoro archeologico che vi lascerà senza parole per ricchezza e varietà. A Tbilisi di musei ne troverete moltissimi. Oltre a questo, se avete tempo, vi consigliamo anche il Museo dell’Arte, in cui le opere di artisti georgiani si affiancano a quelle di artisti russi ed europei. Ci ringrazierete del consiglio!

Scopri di più: i Musei gratuiti più belli del Mondo

Fortezza di Narikala

Il simbolo indiscusso della città è l’imponente fortezza di Narikala, che si può raggiungere attraverso una cabinovia che offre anche stupendi scorci panoramici, oltre a farvi risparmiare la fatica della salita. Tradizione vuole che la fortezza, che domina la città, sia addirittura precedente alla fondazione stessa di Tbilisi: si tratta dunque di una struttura fortemente caratterizzante di questo territorio, che racconta del passaggio degli Omayyadi e poi dei mongoli. Nel cortile inferiore non mancate di visitare la bella Chiesa di San Nicola, che col suo campanile è assolutamente riconoscibile da diversi punti della città.

Scopri di più: le 20 fortezze più belle d’Italia

Narikala

Parco Vake

E dopo la cultura, una sosta al parco Vake, il bellissimo e verdissimo parco pubblico di Tbilisi, è quel che ci vuole. Aperto dal 1946, il parco vanta una grande varietà di alberi e una scenografica fontana centrale, posta proprio all’incrocio dei quattro viali principali del parco. Tra giochi per bambini e scale, scorgerete la famosa statua Kartlis Deda, Madre della Georgia: si tratta di una donna in abiti nazionali georgiani con due simboli forti nelle mani; in una tiene una coppa di vino -per accogliere in città gli amici- e in un’altra una spada -per difendersi e difendere la città dai nemici-. Dal parco è raggiungibile anche un’altra bella attrazione della città, il lago delle tartarughe, Ku Stba. Di strada da fare ne avete: mettetevi in marcia, poi vi aspetta una sorpresa!

Scopri di più: 20 posti da vedere che portano fortuna

Terme di Abanotubani

Le acque sulfuree di questa zona da sempre fanno della città una rinomata località termale ed anche per questo il turismo qui è costantemente in crescita. Tappa obbligata, dunque, le terme del quartiere Abanotubani, coi bagni arabi sotterranei, che sono davvero l’ideale per concedersi una pausa dopo le grandi passeggiate volte all’esplorazione della città. Questo posto è stato frequentato nientemeno che da Dumas e da Pushkin ed è da sempre un luogo di relax e di ritrovo, anche per i cittadini. I Bagni Orbeliani, quelli in superficie, con le mattonelle azzurre, sono davvero bellissimi, fateci un pensierino. Inoltre potrete scegliere tra bagni collettivi o privati, affittando una cabina o addirittura una piscina. Buon riposo, dunque.

Scopri di più: Chianciano Terme e la Toscana: vacanze e relax

Terme

Mtskheta

A pochi chilometri da Tbilisi, dovete assolutamente fare un salto a Mtskheta, città importantissima per via della sua spiritualità e della sua storia: fu capitale del regno di Georgia ed è ricchissima di chiese e siti interessanti, moltissimi dichiarati Patrimonio Unesco. Tra questi, cercate di vederne almeno due: la Cattedrale di Svetitsskhoveli, conosciuta perché pare che qui sia stata sepolta la tunica di Gesù Cristo, e il monastero di Jvari, davvero suggestivo, intanto perché sorge sulla cima di una montagna, nel punto di incontro tra i fiumi Mtkvari e Aragvi, in una posizione unica che regala una vista mozzafiato, e poi perché custodisce la Croce di Santa Nino, la santa di cui abbiamo già parlato che proprio qui -su quello che era un tempio pagano- costruì una grande croce di legno oggi ritenuta miracolosa.

Scopri di più: Il Cammino di Santiago

Monastero di Jvari

Regione Storico-naturalistica del Tusheti

Vi portiamo ora in una regione incredibile: la Tuscezia (o Tuscedi o, ancora, Tusheti), terra di tradizioni antichissime e ancora intatte e di vette altissime e incantate, che vanno oltre i 4000 metri, diventerà uno dei vostri luoghi del cuore. Siamo pronti a scommetterci. Il centro principale della zona è Omalo, un paesino a 1850 m.: tutto il resto è natura selvaggia, bellissima, disarmante e, insieme, gente meravigliosa che sarà gentile e ospitale con voi. I pastori tushi vi faranno assaggiare il famoso formaggio tuscezio di Gouda e voi avrete modo di godervi l’autenticità di un territorio unico, ideale anche se siete amanti delle escursioni. Gambe in spalla, ora sapete cosa vedere a Tbilisi e nei dintorni, non vi resta che partire!

Scopri di più: le 10 Meraviglie Naturali d’Italia

Tusheti National Park

Cosa vedere a Tbilisi: 10 attrazioni da non perdere

Il meglio di Tbilisi in 10 attrazioni

Attrazione Tipo di attrazione In città / Fuori città
Cattedrale della Santissima Trinità; artistico-religiosa in città
Ponte della Pace; artistica in città
Giardino Botanico; naturalistica in città
Piazza della Libertà; storico-artistica in città
Museo Nazionale della Georgia; artistica in città
Fortezza di Narikala storico-artistica in città
Parco Vale; naturalistica in città
Terme di Abanotubani; storica in città
Mtskheta; storico-religiosa fuori città
Tusheti. storico-naturalistica fuori città

Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi dei voli potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore!

[I voli low cost dell’Estate 2018]()

I 20 Paesi più economici del 2018

15 destinazioni perfette per un week end romantico

Le 15 città italiane più belle per l’inverno

19 esperienze uniche da fare prima possibile

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa