COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Vacanze da soli: le esperienze da fare per ritrovare se stessi

Tutti gli articoli

Vacanze da soli: le esperienze da fare per ritrovare se stessi

Sono tempi duri per i viaggiatori. Ma con il mondo che si prepara a riaprire nel 2021, siamo qui per farvi sognare e pianificare la vostra prossima avventura, che si tratti di una staycation o di un viaggio verso luoghi sconosciuti. Fino ad allora, tenetevi aggiornati e pronti a partire con i nostri consigli di viaggio e le ultime notizie sul Covid-19.

Noia, solitudine, indecisione, ansia e stress: quando scegliete di viaggiare in solitaria, potete dire addio a tutta questa negatività. Di solito infatti, si pensano sempre queste cose quando si parla di fare delle vacanze da soli, visto che siamo abituati a viaggiare in famiglia fin da piccoli (e poi crescendo facciamo i primi viaggi tra amici e poi con il nostro partner).

Ogni tanto però potremmo avere la voglia di provare qualcosa di nuovo e unico, fare esperienze che rimaranno indelebili nella nostra memoria (e non solo sui nostri profili social). Fare un viaggio da soli non deve essere più un tabù. Se non avete mai provato, potreste scoprire che ritagliarsi degli spazi per sé stessi è fondamentale per vivere una vita serena e felice: vediamo qui di seguito come funzionano le vacanze da soli. Chissà, magari vi daremo l’ispirazione (e la spintarella) necessaria per provare anche voi un’esperienza del genere!

Viaggio da soli pianificando tutto o partire da soli all’avventura?

partire per viaggiare in solitaria
Viaggiare da soli non significa fare tutto da soli: chiedete una mano per preparare i bagagli e soprattutto per farvi accompagnare all’aeroporto.

Partiamo dal presupposto che pianificare delle vacanze da soli è sempre la migliore cosa da fare. Potrete risparmiare sui costi e quindi avrete più soldi per allungare il vostro soggiorno. Ma potrete anche creare un itinerario in solitaria che si adatti al mood del vostro viaggio e renda davvero memorabile questa esperienza. Inoltre, è anche una questione di sicurezza: se vi informate in anticipo sulla destinazione e le cose da fare, saprete sempre come muovervi e spostarvi senza dover correre inutili rischi.

Ciò però non significa rinunciare al desiderio di provare avventure nuove: dopotutto, viaggiare da soli è il momento migliore per provare nuove esperienze! Questa è la regola d’oro da seguire: create un itinerario di viaggio dove vi lasciate dei momenti liberi durante la giornata, magari tra un’attrazione e l’altra che avete già pianificato. In tal modo, vi ritroverete sempre con qualche ora dove potrete provare e scoprire qualsiasi cosa vogliate.

Il primo vantaggio di una pianificazione del genere è che vi ritroverete in una zona che conoscete, perché magari ci siete appena stati per visitare una delle attrazioni pianificate (quindi sapete come muovervi). Il secondo invece, è che avrete un periodo di tempo fisso per girovagare prima di passare alla prossima tappa già pianificata (perciò eviterete di perdere la bussola del tempo).

Ecco dei consigli per organizzare delle vacanze da soli

Per preparasi alle vacanze da soli, iniziate dalla sistemazione e scoprite la vostra meta

Scegliete una sistemazione a vostra misura, possibilmente vicino alle zone centrali della città o paese dove viaggerete.

Ogni viaggio è diverso, specialmente quando fate delle vacanze da soli: avrete la totale libertà su come pianificare il vostro viaggio e non dovrete più scendere a compromessi. Ma da grandi libertà, derivano grandi responsabilità. Potreste infatti trovarvi in difficoltà, non sapendo dove andare, cosa fare, dove alloggiare e in che posti mangiare. Vi sveliamo un segreto: capite prima dove volete alloggiare per scoprire che tipo di viaggio da soli volete realmente fare.

Non ci credete? Pensateci su un attimo:

  • Se cercate un hotel con tutti i comfort significa che avete intenzione di fare delle vacanze da soli per rilassarvi e allontanarvi dallo stress quotidiano
  • Se già vi immaginate dei posti particolari dove soggiornare, come una casa sull’albero, una palafitta, un bungalow in riva al mare, allora volete tuffarvi nell’avventura pura
  • Se la vostra sistemazione ideale si trova in una città, probabilmente volete visitare qualche capitale importante e scoprire la cultura del posto
  • Se ritenete che vi serva il minimo indispensabile e vi basta anche un buon ostello, allora avete intenzione di passare tutta la giornata fuori tra escursioni e serate immerse nella vita notturna locale

Capito il trucco? Pensando alla vostra sistemazione ideale (che è per definizione la vostra comfort zone ideale dove ricaricate le batterie), capirete esattamente cosa c’è intorno a voi (e quindi in che tipo di esperienze volete bruciare la vostra carica giornaliera!).

Ecco qualche spunto per trovare la meta ideale per viaggiare in solitaria

Viaggiare da soli: il punto di vista di un viaggiatore esperto

Salvatore Izzo, viaggiatore esperto e fondatore di Izzo Avventure

Viaggiare da soli - Salvatore Izzo

Salvatore Izzo è il fondatore di Izzo Avventure, dove tramite i suoi canali social e YouTube trasmette le sue esperienze da instancabile viaggiatore in giro per il mondo, mostrando la sua passione per l’avventura e la scoperta di nuovi luoghi indimenticabili e di incontri con persone fantastiche.

Se volete seguire Salvatore (cosa che vi consigliamo assolutamente di fare!), potete farlo dal suo profilo Instagram Izzo_Avventure e anche dal suo canale YouTube Izzo Avventure.

Tutto iniziò nell’estate del 2010, quando con gli amici abbiamo visitato Palma di Maiorca: si trattava del mio primo viaggio e per caso conobbi due ragazze russe, con le quali nacque un forte legame di amicizia (a tal punto di essere invitato a visitare il loro Paese). Con un pizzico di preoccupazione, prenotai un volo da solo per Mosca e da lì poi non mi sono fermato più…

Una serie di coincidenze, conoscenze e circostanze mi portarono a pensare durante il viaggio di pianificare già il prossimo. Così ho iniziato con l’Europa e poi mi sono spostato nelle Americhe, l’Asia e l’Africa. Durante tutti questi viaggi, ogni volta lasciavo un pezzo del mio cuore! Uno dei ricordi che mi tengo più stretto è il viaggio in Etiopia, dove andai nella Valle dell’Omo e fui accolto come ospite da una tribù millenaria che lì viveva.

In Asia invece, l’impatto più forte l’ho avuto quando visitai l’India: un mondo così diverso, dove il caos fa da padrone. Eppure, ciò che mi ha colpito e al tempo stesso commosso, è stata un’infinita pace proveniente dai suoi magnifici luoghi e paesaggi…

La stessa pace che poi ho ritrovato sugli altopiani boliviani mentre sorseggiavo un “chicha” (bevanda tipica boliviana) in un piccolo villaggio indigeno sopra i 4000 metri. Circondato dalla gente del luogo, capivo poco o nulla della loro lingua, ma era evidente che i loro sguardi mi trasmettevano puro amore, gentilezza e altruismo.

Per me sono le persone a rendere un posto magico, così come i rapporti umani che si creano durante i miei viaggi trasformano ogni esperienza in un ricordo indelebile. Viaggiando in solitaria sono convinto che anche voi troverete sempre una persona pronta ad aiutarvi senza chiedere nulla in cambio, ma solo per il piacere di farlo: questa è la vera magia che accade quando si viaggia da soli.

Salvatore Izzo, fondatore di Izzo Adventure

Viaggiare da soli significa viaggiare al proprio ritmo: trovate il vostro rimanendo flessibili

spostarsi in un viaggio da soli
Per risparmiare quando si viaggia da soli scegliete i mezzi pubblici: nelle grandi città è il miglior modo per visitare le principali attrazioni.

Ciò che rende realmente unici i viaggi da soli è il modo in cui li vivete, ovvero il ritmo delle vostre esperienze. Ogni mattina che vi alzerete, non dovrete avere pensieri, ansia, preoccupazioni, perché avrete la totale libertà di scelta su come vivere la vostra vacanza. Il trucco sta nel cambiare il proprio ritmo di viaggio adattandolo alle situazioni. Fare vacanze da soli pianificando al minimo dettaglio diventa controproducente, perché rischiereste di precludervi nuove esperienze oppure di arrivare a fine viaggio con un bagaglio in più da riportare a casa: lo stress accumulato.

Lasciatevi guidare dal vostro istinto e siate pronti a modificare i vostri piani se ne avete l’occasione. Non sentitevi quindi costretti a seguire dei piani programmati prima di partire: a volte cercando un’alternativa si finisce con scoprire posti impensabili. Portatevi sempre dietro uno zaino con tutto l’occorrente, così non avrete problemi ad affrontare cambi di itinerario last minute.

Non imponente il vostro ritmo alla vacanza e godetevi tutte le novità che possono accadere quando fate dei viaggi da soli. Ciò include modifiche ai posti da visitare, nuove conoscenze fatte sul posto (succede spesso se alloggiate in ostello) ed escursioni che durano più del previsto. Inoltre, se avete organizzato un viaggio flessibile avrete anche la libertà di modificare la durata della vostra permanenza.

Ecco delle idee per viaggiare in solitaria senza costrizioni

Fare delle vacanze da soli significa ritrovare sé stessi

vacanze da soli nella natura
Mai provata un’escursione nel verde in solitaria? Silenzio totale, rumori della natura e zero stress sono assicurati.

Poche persone possono affermare di aver viaggiato da sole, ma tutte concordano che si tratta di esperienze uniche (e da provare almeno una volta nella propria vita). Non si tratta solo di staccare la spina, ma di prendersi del tempo per conoscere nuovi lati di sé e per crescere a livello personale. Viaggiare da soli tira fuori il meglio delle persone:

  • Serve creatività per creare itinerari di viaggio e tenersi impegnati ogni giorno
  • Bisogna avere fiducia in sé stessi per muoversi in posti sconosciuti e affrontare nuove avventure
  • Ci si apre di più nei confronti degli altri, conoscendo e socializzando con nuove persone
  • Aumenta la nostra flessibilità mentale, perché scopriamo nuove culture e paesi
  • Aiuta a pensare laterale per risolvere eventuali imprevisti e problemi

Ovviamente partire per delle vacanze da soli può sembrarvi strano, se non lo avete mai fatto prima d’ora. Ma c’è sempre una prima volta. Iniziate con una meta vicina, magari anche in Italia, e seguite i nostri consigli per viaggiare in solitaria. Vi assicuriamo che quando tornerete vi sentirete come persone nuove e avrete mille cose da raccontare ai vostri amici e amiche!

Dove puoi viaggiare?

Scoprite dove potete viaggiare con la nostra mappa globale aggiornata in tempo reale. Volete sapere dove volare in Italia e nel resto del mondo senza correre alcun rischio? Iscrivetevi alla nostra newsletter e riceverete aggiornamenti sulla revoca delle restrizioni.

This image has an empty alt attribute; its file name is Maps_Content_banner_translations_IT.png

FAQ sul viaggiare in solitaria

Fare vacanze da soli è sicuro?

Ogni vacanza può nascondere dei rischi, ecco perché dovete sempre fare una buona pianificazione per conoscere luoghi dove magari è meglio non andare. Prima di partire, informate del vostro itinerario amici o parenti, e cercate di contattarli quotidianamente per aggiornarli sullo stato del viaggio.

Consigli quando si viaggia da soli?

Portate con voi sempre una bottiglia d’acqua quando vi spostate durante la giornata e cercate di avere il telefono carico. Ricordate di portare qualche banconota della moneta locale (non tutti potrebbero accettare pagamenti elettronici) e di avere carte prepagate di circuiti diversi.

Come conoscere gente del posto quando si viaggia in solitaria?

Se soggiornate negli ostelli, molto probabilmente avrete un sacco di possibilità di incontrare altre persone che viaggiano da soli come voi. Altrimenti, esistono varie app che vi permettono di conoscere gente del posto anche prima di partire.

Cosa mettere in valigia per un viaggio da soli?

Un caricabatteria per il vostro telefono perché dovete sempre essere raggiungibili e avere accesso a Internet e servizi di mappe. Portatevi da casa le classiche medicine da viaggio, specie per evitare problemi intestinali quando mangerete nuovi piatti. E dovete sempre avere uno zaino da mettere in spalla, così come vestiti e scarpe comode.

Per delle vacanze da soli dove andare?

Consigliamo di iniziare con mete vicine, come dei weekend fuori porta in Italia. Successivamente, cercate qualche capitale europea a poche ore di volo oppure isole nella zona del Mediterraneo. Dopo qualche anno di esperienza, potrete tranquillamente provare anche viaggi più lontani!

Vuoi leggere di più?

Mentre iniziate a pianificare le vostre prime vacanze da soli, leggete i consigli di viaggio del nostro team per essere sempre informati:

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.