Home notizie Valencia: cosa vedere in questa città bellissima della Spagna

Tutti gli articoli

Valencia: cosa vedere in questa città bellissima della Spagna

Valencia, terza città più grande della Spagna dopo Madrid e Barcellona e meta ambita dagli italiani, è perfetta per un weekend fuori porta. Frizzante, chiassosa e colorata è un perfetto mix tra antico e moderno, basti solo pensare alla Città delle Arti e delle Scienze in armonico contrasto con i monumenti più antichi presenti nel centro storico.

Colonia romana nel 138 a.C., influenzata dalla cultura araba intorno al 700, Valencia ha il suo periodo d’oro nel XV secolo, quando diventa uno dei centri commerciali più prosperi del Mediterraneo e durante il quale vennero costruiti importanti monumenti gotici, quali la Lonja de la Seda, il Palau de la Generalitat, il campanile della cattedrale de la Virgen e il Miguelete.

Tutti i Voli economici per Valencia

Anche se apparentemente tranquilla, Valencia ama la movida notturna, seppur in modo più discreto rispetto a Barcellona: la gente tira fino a tardi nelle taperie e nelle discoteche; a marzo il divertimento impazza con Las Fallas,in onore di San José, dove enormi statue di cartapesta realizzate da artisti locali vengono bruciate la notte del 19 marzo, tranne la vincitrice.

Se si pensa a Valencia però, la prima cosa che viene in mente è la paella. Eh sì, la paella nasce proprio qui, perché furono gli arabi a importare il riso. La vera paella valenciana è quella composta da carne di pollo, coniglio e verdure, ma esiste anche la variante di mare. Non si può andare a Valencia e non assaggiare la paella! Vi consiglio di provare quella de mariscos (frutti di mare) in uno dei tanti ristoranti che si trovano a Las Arenas, il litorale di Valencia, poiché il pesce viene pescato ogni sabato.

Altra particolarità per cui è nota Valencia è la street art. Questa forma d’arte è stata incoraggiata dalle istituzioni pubbliche e private per riqualificare vecchi quartieri decadenti. Nel Barrio del Carmen infatti, troverete moltissime opere di diversi artisti, che lo hanno reso così il cuore pulsante della movida giovanile.

È arrivato il momento di portarvi con me alla scoperta di questa bellissima città spagnola e di sapere quali sono le cose assolutamente da non perdere!

Mercado Central

Una delle cose che amo di più quando viaggio è andare per mercati, perché penso siano un luogo perfetto per conoscere lo stile di vita di una città, per riempirsi gli occhi di colori e inebriarsi di sapori e profumi. Il Mercado Central è diverso da quello della Boqueria di Barcellona, perché non ci sono banchi di ristorazione, ma è ugualmente molto bello. Mercato più grande d’Europa, conta ben 900 banchi che vendono ogni genere alimentare ed è il fulcro della vita culinaria valenciana in cui, fra l’altro, molti ristoranti vengono a rifornirsi. Il mercato ha una bellissima struttura in ferro e vetri colorati e si trova proprio di fronte la Lonja de la Seda.

Mercado Central

Plaza del Mercado Aperto dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 14.30 Ingresso gratuito

Lonja De La Seda

Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO la Lonja de la Seda è considerato come il più brillante esempio del periodo gotico. Fu costruito nel XVI secolo per ospitare la borsa della seta e dei beni di consumo di Valencia, proprio perché al suo interno si commerciava la seta. La Lonja è formata dalla torre, dove venivano rinchiusi i ladri di seta e coloro che avevano fatto traffici commerciali poco onesti fino all’arrivo delle autorità; la sala del consolato del mare; il “patio de los naranjos” (il giardino degli aranci); il salone delle colonne (di una bellezza mozzafiato) in cui venivano stipulati i contratti. Sono sicura che rimarrete esterrefatti dalla bellezza di questo palazzo!

Plaza del Mercado Aperto dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 20.30 Costo del biglietto: 2 euro.

Una passeggiata tra le vie del Carmen e la sua street art

Se siete amanti della street art, allora non potete perdervi una passeggiata tra le vie del Barrio del Carmen, il quartiere più vecchio del centro di Valencia. Di giorno è molto tranquillo e sembra anche un po’ spoglio, ma la sera diventa il fulcro della vita notturna e si riempie di giovani che amano tapear e andare in discoteca. Le uniche opere storiche che troverete in questo quartiere sono le due Torri: Torre de los Serranos e Torres de Quart. Se si è fatta l’ora di pranzo, dirigetevi verso Torres de Quart al ristorante Canela, in Calle de Quart 49, dove potrete gustare una buonissima paella valenciana a soli 10 euro!

Torre de los Serranos

Dichiarato Monumento Storico Artistico Nazionale nel 1931, la Torres de Los Serranos è un perfetto esempio di architettura militare valenciana. Fu costruita tra il 1392 e il 1398 e il nome “Serranos” deriva dal fatto che la porta della Muraglia era l’entrata per chi arrivava dalla zona Serrania. È possibile raggiungere la cima salendo i 132 scalini, fortunatamente meno faticosi di quelli del Miguelete. La Torre de Los Serranos è davvero molto bella ed è anche un ottimo view point da cui godere la vista sui giardini del Turia e il resto della città.

Plaza de los Fueros Aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 14 e dalle 16.30 alle 20.30 la domenica dalle 10 alle 15; Costo ingresso: 2€.

Basilica della Vergine

Accanto alla cattedrale si trova la Basilica della Vergine degli abbandonati, importantissima per i Valenciani, perché la Vergine è la patrona della città. Fu edificata dopo l’epidemia di peste avuta a Valencia nel 1647 per “dare riparo” alla Vergine che era già considerata Madre di tutti i valenciani.

Plaza de la Virgen Aperto tutti i giorni della settimana dalle 8 alle 20. L’entrata alla basilica è gratuita.

Catedral de Santa Maria de Valencia

La Cattedrale di Valencia oltre che essere bellissima, è anche molto importante, in quanto al suo interno è presente il famoso Santo Graal, il Calice che Gesù Cristo utilizzò durante l’Ultima Cena. L’entrata principale è a Plaza de la Reina. Un’altra entrata si trova a Plaza de la Virgen, il cuore pulsante di Valencia. Questa piazza è sempre molto affollata e animata da artisti di strada, bambini che girano sui pattini e danzatori popolari. La forma della chiesa è molto particolare e i tre portali appartengono a stili architettonici diversi: gotico, barocco e romanico. Se vi capita di andare a Valencia nella seconda domenica di maggio, potrete assistere alla processione durante la quale la Statuina viene trasferita, passando tra la gente di mano in mano, dalla Basilica alla Cattedrale. Il sabato sera invece in Plaza de la Virgen si svolgono concerti e danze popolari, con un bellissimo spettacolo pirotecnico a conclusione.

La cattedrale

Aperta dal lunedì al sabato dalle 10 alle 18.30 la domenica dalle 14 alle 18.30. L’ingresso è gratuito.

Miguelete

Il Miguelete è il campanile della Cattedrale, che metterà a dura prova il vostro fiato! Il suo nome deriva da San Michele Arcangelo, il santo che aveva il compito di proteggere la città dal male e dalle tormente. La sua costruzione cominciò nel 1381 e terminò nel 1429. Sempre in stile gotico, è una torre alta 51 metri con ben 207 gradini e una terrazza finale dalla quale godrete di un’ottima vista a 360° sulla città.

Aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19 la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19. Costo del biglietto: 4 euro.


Il secondo giorno potreste optare per visitare la Città delle Arti e delle Scienze e il Bioparco. Tenete conto che la Città dell’Arte e delle Scienze, se volete vederla tutta, vi porterà via una giornata intera. Potreste valutare se fare un biglietto cumulativo per tutte le attrazioni oppure comprare le singole entrate alle varie biglietterie.

Città delle Arti e delle Scienze

Con la Ciudad de las Artes e la Ciencias vi sembrerà di stare in un mondo parallelo, una città del futuro. Il complesso è bellissimo, un po’ lontano dal centro (data la distanza, vi consiglio di raggiungerlo con l’autobus), posto lungo i giardini del Turia. Fu progettato dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava con l’intento di creare uno spazio culturale interattivo per insegnare e divertire e stimolare la curiosità intellettuale dei cittadini. Il complesso è composto dall’Emisferico, l’Oceanografico, il Museo della Scienza e il Palazzo delle Arti. L’Emisferico rappresenta un grande occhio, che consiste di un’unica sala proiezioni, che viene anche utilizzata come sala di presentazioni di prodotti, conferenze, colloqui, ecc.. Il Museo della Scienza, lo dice la parola stessa, è un museo di divulgazione ed educazione scientifica interattivo. Il Palazzo delle Arti ospita quattro sale per differenti spettacoli di opera, musica, ballo e teatro. L’Umbracle è una galleria d’arte, giardino botanico e parcheggio. Di sera invece diventa una bella terrazza illuminata con discoteca annessa. Infine c’è l’Oceanografico, l’acquario marino più grande d’Europa. Pensate che ospita 45.000 esemplari provenienti da tutti i punti del pianeta!! Il Parco è suddiviso in zone: il mediterraneo, i mari tropicali, l’artico, il delfinario: alcuni presentano al loro interno delle sale comunicanti con dei tunnel “sottomarini” bellissimi.

Oceanografic 24€ Hemisferic 7.50€ Museo delle Scienze 7.50€ Tutti e tre insieme 31.60 € Aperto tutto l’anno dal lunedì alla domenica Autobus: 35, 95.

Bioparc

Il Bioparc è considerato il migliore parco zoologico di tutta l’Europa ed è stato costruito appositamente per mostrare alle persone come gli animali vivrebbero se stessero nel loro habitat naturale. Ci sono pochissime barriere tra uomo e animale e sembra quasi di fare un safari a piedi. In certi punti in effetti, come per esempio nel recinto dei lemuri, è possibile! All’interno del parco si possono riconoscere quattro diverse zone ambientali: il Madagascar, la foresta equatoriale, la Savana e le zone umide. Assolutamente consigliato!

Aperto tutti i giorni dalle 10 alle ore 18.00 Costo ingresso 25 euro.


Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca "Ovunque" di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Zanzibar: tutte le info per il vostro viaggio!

20 voli economici per il Ferragosto

100 città italiane che i turisti dovrebbero visitare

Lucca: 15 cose imperdibili da fare e da vedere

Alla scoperta delle Isole Tremiti

Tutti i voli Low Cost per Valencia

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa