Home notizie Valle dei Templi, un fantastico viaggio in Sicilia

Tutti gli articoli

Valle dei Templi, un fantastico viaggio in Sicilia

Skyscanner vi porta indietro nel tempo, tra i resti dell'antica città di Akragas! La Valle dei Templi, ad Agrigento, in Sicilia vi aspetta per un viaggio nel passato, quello di una delle più grandiose colonie della Grecia, tra scintillanti templi dorati e profumati giardini di agrumi, in uno degli angoli più antichi d'Italia, baciato dal sole 12 mesi l'anno. La Valle dei Templi è il più grande sito archeologico mondiale, e vale il viaggio da solo, ma un weekend qui permette di scoprire anche altre bellezze siciliane come la città di Agrigento, le spiagge della costa agrigentina o le case dei grandi della letteratura italiana... Pronti per un viaggio in Sicilia con noi?

La Valle dei Templi è il gioiello di Agrigento, una delle mete turistiche più importanti in Sicilia e più amate nel mondo, tanto da essere stata inserita a partire dal 1997 nella lista dei patrimoni dell’umanità UNESCO. Fondata nel VI secolo a.C. con il nome di Akragas, ha brillato fino all’arrivo dell’esercito cartaginese nel 406 a.C., una triste data che ha segnato la sorte della "città più bella città dei mortali" (secondo le parole del poeta Pindaro). Tanti hanno paragonato la Valle dei Templi ad Atene, per via del suo splendore architettonico e per essere stata patria di grandi personaggi storici quali Empedocle, Simonide e Pindaro.

Il parco archeologico della Valle dei Templi è un sito di grandiosa bellezza, imperdibile durante il vostro viaggio in Sicilia. Scoprite la storia (di giorno e di notte: sono anche possibile escursioni dopo il tramonto)… e l’arte contemporanea: dal 2011, a seguito di una grande mostra organizzata lungo la passeggiata archeologica della Valle dei Templi, è rimasta un’opera bronzea gigante del famoso scultore polacco Igor Mitoraj.

Scopri di più: Le 15 Città più belle della Sicilia

Escursioni nella Valle dei Templi: cosa vedere: Opere bronzee di Mitoraj

Trova tutti i voli economici per la Sicilia

Come arrivare ad Agrigento

Il parco archeologico della Valle dei Templi si trova vicino ad Agrigento, a circa 5 km dal centro della città. Si può raggiungere in auto, con i mezzi pubblici, oppure a piedi. Noi vi consigliamo di munirvi di un’automobile noleggiandola in aeroporto al vostro arrivo in Sicilia: l’auto è senz’altro il miglior mezzo per girare comodamente la provincia agrigentina e il resto dell’isola. Dall’aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo occorrono circa 2 ore per arrivare ad Agrigento (130 km): basterà prendere la SS121 e l’uscita Agrigento/SS189. Dopo Aragona seguire le indicazioni per il centro di Agrigento, e se volete arrivare direttamente alla Valle dei Templi, seguire le indicazioni per Caltanissetta- Canicattì seguendo la 640 (Caltanissetta-Porto Empedocle) in direzione Porto Empedocle. Durata simile atterrando all’aeroporto di Catania.

Chi volesse raggiungere Agrigento con i mezzi pubblici da Palermo può affidarsi agli autobus di linea che collegano le due città (Sais o Ibus), oppure salire a bordo di un treno.

Escursione alla Valle dei Templi

Valle dei Templi: come raggiungerla e come spostarsi

In auto

Dal centro di Agrigento al parco archeologico il viaggio in auto dura appena 10 minuti. Le indicazioni sono chiare e una volta raggiunta la rotatoria Giunone, basta imboccare il viale alberato fino ad arrivare al parcheggio Sant’Anna o nei pressi del Tempio di Giunone.

Valle dei Templi, Tempio della Concordia

In autobus

La maggior parte delle linee urbane che collegano il centro di Agrigento al parco archeologico della Valle dei Templi partono da Piazzale Rosselli (linee 1, 1/, 2, 3, 3/). Fermata a richiesta a San Nicola (Museo Archeologico) e Posto Ristoro (parking). Dal Villaggio Mosè, dove si trovano la maggior parte degli hotel, si prende invece la circolare 3. Da San Leone, prendete la circolare 2. Il biglietto per gli autobus di linee è acquistabile direttamente sui mezzi (1.50€) oppure in uno dei chioschi in Piazzale Rosselli (1.10€). Sono disponibili anche i biglietti con validità giornaliera (3€).

A piedi

Partendo dal centro città è possibile arrivare a piedi al parco percorrendo Via Crispi e Via Panoramica dei Templi, raggiungendo l’ingresso orientale (Tempio di Giunone). Tempo di percorrenza: 30 minuti circa.

Valle dei Templi: Tempio di Ercole

Valle dei Templi: cosa vedere

Visitare la Valle dei Templi significa immergersi in un piccolo mondo antico, un tempo chiamato Akragas, città remota fondata nel VI secolo a.C., luogo paradisiaco dove gli abitanti vivevano come se non dovessero morire mai. Il parco archeologico è molto vasto (1.300 ettari!), e rappresenta il sito archeologico più grande al mondo. Visitarlo tutto in un solo giorno è un’ardua impresa. I templi si allineano in cima a una increspatura della valle, paralleli alla linea dell’orizzonte, offrendo così un magnifico colpo d’occhio, soprattutto al calar del sole quando la luce del tramonto li accende di rosso. I templi principali – se avete a disposizione poco tempo – sono quelli di Giove, Ercole, Concordia e Giunone.

Tempio di Giove

Del Tempio di Giove (V secolo a.C.) restano solo rovine, anche se è proprio tra queste che è stato trovato il gigantesco Telamone, conservato al Museo Archeologico Regionale di Agrigento Pietro Griffo.

Tempio di Ercole

Una volta al Tempio di Ercole (VI secolo a.C.) vi troverete di fronte a otto colonne (rialzate nel 1924), che appartenevano al più antico dei templi dedicato al semidio venerato sia dai Greci (con il nome di Eracle), sia dai Romani (con quello, appunto, Ercole). Si tratta di un tempio dorico, di struttura arcaica, con pianta rettangolare allungata.

Tempio della Concordia

Il maestoso Tempio della Concordia (V secolo a.C.) è sorretto da 34 colonne, ed è uno dei templi dorici tra i meglio conservati al mondo – uno dei gioielli della Valle dei Templi. La sua prima ristrutturazione risale al VI secolo d.C., quando fu trasformato in basilica cristiana a tre navate.

Valle dei Templi, Tempio della Concordia

Tempio di Giunone

Restaurato in età romana e risalente al V secolo a.C., il Tempio di Giunone è davvero imponente con il suo imponente colonnato, che ancora sorregge l’architrave.

Tempio di Giunone, Valle dei Templi

Il sito archeologico della Valle dei Templi è aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19; il biglietto intero costa 10€, il ridotto 5€, entrata gratuita per i minori di 18 anni. Ogni prima domenica del mese l’ingresso è gratis. Il biglietto cumulativo (Valle dei Templi + Museo Archeologico) costa 13.50€ (ridotto 7€).

Giardino della Kolymbethra

All’interno del parco, tra il Tempio di Castore e Polluce e quello di Vulcano, si trova un luogo che vi consigliamo di scoprire: una vasta area verde, di 5 ettari, che tanto assomiglia all’Eden e che prende il nome di Giardino della Kolymbethra. Abbandonato per decenni e nascosto da una selva di rovi, nel 1999 questo luogo è stato dato in concessione dalla Regione Sicilia al FAI, che lo ha ripristinato e svelato al mondo intero. Lasciatevi inebriare dai profumi di una flora rara, fatta di mirto, lentisco, terebinto, fillirea, euforbia, ginestra e di un meraviglioso agrumeto di limoni, mandarini e aranci di antiche varietà, irrigato secondo le tecniche della tradizione araba. I giganteschi olivi saraceni si alternano a mandorli e fichi d’india, per un giardino-meraviglia che vale la pena conoscere da dentro. Cosa aspettate?

Il Giardino della Kolymbethra è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30; il biglietto intero costa 6€ (ridotto 4€; bambini dai 4 ai 14 anni 2€). In alcuni mesi dell’anno è disponibile un biglietto cumulativo (Valle dei Templi + Giardino della Kolymbethra) per 14€ (ridotto 9€).

Escursioni nella Valle dei Templi: Giardino della Kolymbethra

Dove dormire nella Valle dei Templi

Appartamento Nella Valle: casa vacanze a 300 metri dal Tempio di Giunone, che può ospitare fino a 4 persone. Dispone di ambienti climatizzati: due camere da letto, una cucina soggiorno, bagno e terrazzo. Parcheggio gratis. Via Panoramica dei Templi 37

Terrazze di Montelusa: un delizioso B&B ospitato in un palazzo ottocentesco nel centro storico di Agrigento, a pochi passi dalle chiese medievali e barocche cittadine. Dispone di tre camere, una suite e una junior suite. Piazza Lena 6 (2°-3° piano), Agrigento

Villa Athena: 5 stelle con vista privilegiata sulla Valle dei Templi. La struttura, un tempo villa aristocratica, si trova nel parco e vanta un ottimo ristorante interno, La Terrazza degli Dei, guidato dallo Chef Salvatore Gambuzza. Via Passeggiata Archeologica 33, Agrigento

Trova tutte le offerte di hotel ad Agrigento

Dove mangiare nella Valle dei Templi

Il Re di Girgenti: un ristorante dall’atmosfera rilassata immerso nella Valle dei Templi, che esalta i sapori del mare e della terra di Sicilia. Tra i piatti del ricco menu, tortelloni di melanzana con pesto al basilico e mandorle. Via Panoramica dei Templi 51, Agrigento

Ristorante Akropolis: i sapori raffinati di una cucina antica ma rivisitata e una vista mozzafiato sulla Valle dei Templi. Dalle ampie vetrate di questo ristorante si ammirano in tutto il loro splendore il Tempio della Concordia, quello di Giunone e quello di Ercole. Via Petrarca 30-35, Agrigento

Trattoria dei Templi: i vini delle migliori cantine siciliane, il pescato fresco del giorno e la location immersa direttamente nella Valle dei Templi fanno di questo ristorante trattoria un ottimo indirizzo enogastronomico. Via Panoramica dei Templi 15, Agrigento

Cosa fare nei dintorni della Valle dei Templi

1. Alla scoperta del centro storico di Agrigento

Dalla Valle dei Templi si vedono in lontananza, aggrappati a una collina, i palazzi della moderna Agrigento, come a celare la magnificenza del suo centro storico ricco di storia. Il cuore medievale della città siciliana va scoperto senza fretta, con una passeggiata tranquilla lungo Via Atenea, per ritrovarsi in un affascinante mosaico di cortili. Basta raggiungere la Cattedrale di San Gerlando per capire il volto duecentesco di Agrigento. Tra le viuzze cittadine si fa largo anche il Barocco, con stucchi e fregi, ma da non perdere è senz’altro la Casa di Pirandello, oggi divenuta museo.

Agrigento dalla Valle dei Templi

2. Sulle orme dei giganti della letteratura italiana

Luigi Pirandello, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Leonardo Sciascia e Andrea Camilleri: quattro grandi della letteratura italiana legati a questa zona della Sicilia, vicino alla Valle dei Templi. Per scoprire qualcosa in più sulle loro vite basta percorrere un itinerario circolare che parte dalla casa natale di Pirandello ad Agrigento e termina a Porto Empedocle, la città del commissario Montalbano di Camilleri. Gli appassionati de Il Gattopardo non devono perdere il suo Parco Letterario a Santa Margherita di Belice e la residenza di campagna dello scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa. A Racamulco, infine, si trova la statua di Sciascia e la Fondazione a lui dedicata.

3. Relax sulle spiagge della costa agrigentina

Una vacanza nella Valle dei Templi significa immergersi nella storia antica e… in un mare da favola, quello cristallino della costa agrigentina. La spiaggia da non perdere è la Scala dei Turchi, una bianca falesia calcarea che si getta, luminosa, in un’acqua che tanto ricorda quella dei Tropici. Ci troviamo lungo la costa di Realmonte, un paradiso marino che dista appena 15 minuti dal Giardino della Kolymbethra. Dalle pareti di roccia ai setosi lidi il passo è breve: seconda tappa la Spiaggia di Eraclea Minoa, ai piedi del promontorio di Capo Bianco. Sabbia e roccia anche nella Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa, con una spiaggia meravigliosa e un’antica torre di avvistamento.

Scopri di più: Le 10 spiagge più belle della Sicilia

Escursione alla Valle dei Templi: Scala dei Turchi

Escursione alla Valle dei Templi: Scala dei Turchi

4. Giro turistico fra valli e castelli

Questa zona della Sicilia è anche una terra di castelli e fortezze, un tempo inespugnabili ma oggi aperti al pubblico con lo scopo di far rivivere un Medioevo da favola. Iniziamo da Favara, dove si trova il Castello di Chiaramonte edificato da Federico II Chiaramonte intorno al 1280 e famoso per la leggenda della gallina dalle uova d’oro. Interessante il Castello di Racalmuto, dichiarato monumento nazionale e caratterizzato da un’architettura militare tipica del periodo svevo. Si affaccia sul mare da uno sperone di roccia, invece, il Castello di Palma di Montechiaro, mentre il Castello di Naro è stato costruito sulle rovine di un preesistente fortilizio arabo risalente alla dominazione dei Berberi.

5. Sulle tracce delle antiche civiltà

Quanti tesori nella Provincia di Agrigento! Se siete amanti delle antiche civiltà una visita al Museo Archeologico di Agrigento è d’obbligo. Interessante è anche il Monte Androne, a Sambuca di Sicilia, che sulla cima accoglie i resti dell’antica città di Adranon, un insediamento greco-punico degli inizi del V secolo a.C. La bella Sciacca ospita le Terme di Sciacca, bagni dalle antichissime origini dove leggenda dice vi abbia sostato Dedalo, in fuga da Creta. Poi c’è Eraclea Minoa con i resti del Teatro, costruito alla fine del V secolo a.C., il quartiere delle abitazioni ellenistiche e romane, e i reperti ceramici dell’Antiquarium. Last but not least: le Tombe di Sant’Angelo Muxaro. Partite per un’escursione!

Dintorni della Valle dei Templi: Veduta di Sciacca

6. Un viaggio nell’arte, dal Barocco al Liberty

A due passi dalla Valle dei Templi si trova un mondo legato al Barocco e al Liberty. Il primo centro da scoprire è quello di Naro, che con una camminata da Via Dante a Piazza Favara vi svelerà il meglio del Barocco agrigentino. Seconda tappa Palma di Montechiaro, la “città del Gattopardo”, con due sontuosi esempi barocchi: il Duomo in Piazza Santa Rosalia e il Palazzo Ducale dei Principi di Lampedusa. Ultimo stop Licata, con le sue chiese barocche e gli edifici in stile Liberty, come il Palazzo di Città di Ernesto Basile, Palazzo Verderame, Palazzo Re Grillo, il Teatro Re e Palazzo Urso.

7. Tutti alla festa del Mandorlo in fiore

Un evento che in marzo calamita nella Valle dei Templi grandi e piccini è il Mandorlo in Fiore, arrivato alla sua settantaduesima edizione. Si tratta di una vivace festa popolare agrigentina che omaggia l’arrivo della primavera, anticipata dal fiorire dei mandorli. In occasione della kermesse arrivano ad Agrigento numerosi gruppi folkloristici per un evento che mette insieme bande musicali, balli tipici, carretti siciliani, degustazioni golose, spettacoli teatrali, visite guidate e tanto divertimento.

Valle dei Templi: Sagra del Mandorlo in Fiore


Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca "Ovunque" di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Le 10 Spiagge più belle della Sicilia

Cosa vedere e cosa fare alle Isole Egadi

Road Trip in Sicilia: da Catania a Ragusa

Road Trip in Sicilia: da Catania a Messina

Le 10 destinazioni più colorate per la primavera da 23 euro

20 Vacanze low-cost in posti di lusso

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa