Home notizie Tunisia un sogno da mille e una notte: i luoghi da non perdere

Tutti gli articoli

Tunisia un sogno da mille e una notte: i luoghi da non perdere

Nel cuore del Mediterraneo, a poche ore di aereo dall’Italia, la Tunisia offre tante tipologie di vacanze per chi vuole vivere un soggiorno rilassante ed emozionante dai colori e dai profumi tipicamente magrebini. Se state organizzando un viaggio in Tunisia, date un'occhiata a questa guida preziosa sui luoghi da non perdere, dalle città piene di fascino a un'isola speciale e con un mare turchino come Djerba.

La Tunisia si distingue per le dune e le palme che parlano d’Africa, per le lunghe spiagge di sabbia bianca che si affacciano sul mare azzurro e per la sua storia ricca di leggende e di fascino.

Il clima gradevole tutto l’anno, gli scenari naturali tra i più suggestivi della costa nordafricana e le miti acque mediterranee rendono la Tunisia la meta ideale per una vacanza a corto raggio dai profumi esotici.

La Tunisia presenta un territorio fantastico, affacciata su un mare cristallino tra fondali marini incontaminati, siti archeologici e affascinanti oasi ai bordi del deserto. Gli scenari mozzafiato delle dune desertiche, perfette per indimenticabili escursioni a dorso del dromedario, saranno lo scenario ideale per scoprire tradizioni, profumi e colori indimenticabili. E, ancora, l’emozione dei rally sahariani, il relax della talassoterapia, il piacere del golf, delle immersioni subacquee e del windsurf.

Tutti i voli Low Cost per la Tunisia

Tabarka

Tabarka è una località giovane e pittoresca, una cittadina di pescatori situata sulla costa settentrionale della Tunisia nota come “costa del corallo”, poiché fin dall’antichità era rinomata per la pesca e la lavorazione di questa pietra. Affacciata sulle acque del Mediterraneo, la Regione di Tabarka porta alla scoperta di una Tunisia sorprendente e insolita, molto diversa dal solito immaginario. È la Tunisia del Nord contrapposta agli spazi sahariani: un paesaggio verde di rivoli e di laghi, di distese agricole e di boschi, un retroterra di montagne e foreste che si affaccia sulla costa del Corallo, dove una serie di calette naturali si stagliano lungo circa 300 chilometri di costa. Tabarka è una piacevole e accogliente cittadina, dove efficienti infrastrutture e spiagge di sabbia fine fronteggiano una costa rocciosa e frastagliata. È un vero paradiso per gli amanti del mare, dello sport e dell’immersione ed è una stazione turistica moderna dotata di strutture alberghiere e villaggi di qualità, rinomata anche per i centri SPA e i trattamenti di thalassoterapia. Uno dei più rinomati campi da golf della Tunisia è il “Tabarka Golf Course”, che gode di una posizione eccezionale tra pinete, stagni, dune di sabbia, abbracciato da montagne a strapiombo sul mare.

Biserta

Porto di mare, dal ricco passato storico, Biserta vanta tutto il fascino di una cittadina tradizionale e accogliente, con quartieri moderni propri di una grande città e tutte le infrastrutture necessarie. Ubicata tra mare e lago, Biserta conserva i resti di una storia tumultuosa sin dai tempi dei Fenici, anche se oggi sembra che la città le volti le spalle per abbandonarsi ad attività che non rispecchiano più la sua antica vocazione, essenzialmente marittima e militare, affermatasi sin dal XVI secolo. Nel vecchio porto, barche variopinte scivolano lungo i caffè e le mura venerabili della mediana. Tuttavia, nell’urbanistica e nell’architettura delle case tutto ricorda tale passato: il Forte spagnolo che sovrasta la città, il piccolo fortino all’ingresso del porto e il Museo oceanografico, l’animata Medina. Senza dimenticare la Casbah, di cui si riconosce l’impronta bizantina. La città vecchia si distingue dalla città coloniale, la cui disposizione delle vie bordate dai platani e decori del XIX secolo sono dettagli che donano a Biserta un carattere particolare. Più al centro, Béja domina la pianura agricola, mentre Testour diffonde il suo incanto ispanico sulle coste della Medjerda: qui tutti gli anni viene celebrato il Malouf, la musica introdotta dagli andalusi. Il lago di Ichkeul è un altro luogo diffusamente apprezzato per le sue ricchezze naturali. Oltre ad essere Patrimonio Mondiale dell’UNESCO è Parco Nazionale dal 1980, ed è uno degli angoli di Mediterraneo più battuti dagli uccelli migratori in cerca di spazi caldi in cui svernare.

Costa di Cartagine

Al posto dell’antica Cartagine, che fu una delle città più potenti del suo tempo, sorge la nuova città punica della Regina Didone, sito archeologico punico-romano per eccellenza. Le Terme di Antonino, il Porto punico, il Museo archeologico sono le attrattive assolutamente imperdibili di Cartagine, così come meritano una visita il Museo oceanografico e la Cattedrale di Byrsa. A poca distanza dalla città, si susseguono una serie di graziosi villaggi come La Marsa, stazione balneare caratterizzata dalle belle ville in stile coloniale affacciate sul mare e dai numerosi ristoranti, che deve la sua eleganza a Bey, l’antico regnante che la scelse come luogo di residenza. Sidi Bou Said, uno dei più seducenti villaggi del mediterraneo è punteggiato dalle tipiche case bianche dai portoni di un blu intenso, immerse nell’aria profumata di mimosa, gelsomino e buganvillee. Borgo di mare originale, affascinante è da sempre una delle mete più amate dagli artisti di tutto il mondo.

Sidi Bou Said

in foto Sidi Bou Said

Tunisi

Città storica, ma decisamente dinamica, dove passato e presente s’incontrano, Tunisi seduce con il suo fascino mediterraneo. Cuore pulsante della città è la Medina che conserva il suo aspetto tradizionale da oltre 500 anni. Numerosi monumenti segnano la lunga storia di questa influente città come la grande Moschea Zitouna che ha per lungo tempo contribuito alla crescita religiosa e culturale dei suoi abitanti. A due passi, s’incontra il ‘’souk’’ diviso per mestieri e per prodotti artigianali. Da qui dipartono le strade che conducono agli antichi palazzi e alle vecchie dimore trasformate in ristoranti o centri d’esposizione. La città moderna, con la sua architettura ha imposto il proprio rigore funzionale emancipandosi dai principi che la tenevano lontana dal mare. Attraverso gli ampi viali, la metropolitana condurrà i visitatori fino al Museo del Bardo, che ospita la più importante collezione al mondo di mosaici di epoca romana. Meritano assolutamente una visita anche la Cattedrale di Tunisi, il Teatro Municipale e le gallerie d’arte.

Tunisi

Hammamet

Grande stazione balneare, Hammamet deve da molto tempo il successo alle sue lunghe spiagge di sabbia fine, che lambiscono un mare dai riflessi turchesi. Il suo nome deriva da "hammam", che significa bagno termale e lo si deve alle proprietà curative e rinvigorenti delle acque che sgorgano dalle vicine sorgenti. Incastonata tra il blu del mare e il verde dei campi da golf, Hammamet è ricca di lussureggianti giardini e di casette bianche. La città si è meritatamente creata nel corso dei secoli la nomea di destinazione strettamente orientata al benessere del corpo e alla serenità dello spirito.

Hammamet

Djerba

Djerba è un’oasi di bellezza e acque cristalline alle porte del deserto del Sahara. Favorita da un clima particolare, caldo, ma temperato dalla brezza marina, dalla perennità delle sue tradizioni d’origine berbera e dalla cordialità dei suoi abitanti, le conferiscono una personalità unica e piena di fascino. Situata nel Golfo di Gabes, nel sud-est della Tunisia, è una delle principali mete turistiche del paese. Completamente pianeggiante e ricoperta di sabbia, ma allo stesso tempo rigogliosa, grazie agli acquedotti che portano acqua dalla terraferma, alla quale è collegata tramite un ponte costruito dagli antichi Romani. Le case di un bianco da togliere il respiro sembrano gioielli luccicanti gettati con noncuranza su un tappeto di velluto verde. Ovunque paesaggi da mille e una notte. Tra le palme e le dune di sabbia dorata la Tunisia vi darà il suo più caldo benvenuto.

Isola di Djerba

Bulla Regia, Chemtou, Dougga

Sono tre splendidi siti archeologici nel nord-ovest della Tunisia, tappe fondamentali per comprendere a pieno la cultura del Paese. Prima di diventare città romane furono, infatti, per lungo tempo centri abitati profondamente fedeli alle usanze berbere. A Bulla Regia, il mistero delle abitazioni sotterranee rappresenta la curiosità principale, mentre nel cuore di Chemtou, un altare monumentale rivela il carattere sacro del sito, perpetuato nel corso dei secoli e illustrato in un moderno museo. Più a sud-ovest, Dougga estende le sue impressionanti vestigia su 25 ettari di territorio, regalando la visione esemplare e suggestiva di una città romana industriosa ed animata.

Tamerza, Chebika e Mides

Da Tozeur si prosegue la risalita della Tunisia verso nord, dove è possibile raggiungere le oasi di montagna di Chebika, Tamerza e Mides. Queste offrono dei panorami unici e affascinanti in cui il contrasto cromatico del rosso delle montagne al verde delle palme regala un’immagine davvero diversa della Tunisia. Percorrendo le piste che costeggiano i laghi salati si raggiunge Chebika, con la città vecchia arroccata a ridosso della montagna e la sua cascata di acqua verde cristallina. Successivamente si incontra l’antica Tamerza, che offre una vista mozzafiato e la piccola oasi di Mides al centro del deserto tunisino, che sembra sospesa sul canyon scavato nei millenni dai torrenti fluviali: tre chilometri intarsiati di roccia curva e sfumata che formavano la difesa naturale del borgo originario.

Tozeur

in foto Tozeur

Tataouine

Detta anche la Porta del Sahara, Tataouine è il punto di partenza per chi vuole avventurarsi nei magnifici paesaggi desertici del sud della Tunisia, in luoghi di grande fascino, dove paesaggi aridi e rocciosi, si alternano in mille sfumature e villaggi berberi si rivelano improvvisamente con il loro fascino carico di storia e di poesia. Sorge in un aspro paesaggio di monti aridi e rocciosi la Moschea di Chinini, che ospita oasi magnificamente curate e bianchi e fieri marabut.

Douz

Douz è un villaggio tipicamente desertico, circondato da dune di sabbia, che conserva gelosamente i suoi usi e costumi ancestrali. È la porta del deserto da cui partono i Mehari e i safari sahariani. Il mercato del giovedì, l’artigianato di pelli di dromedario, i gioielli berberi, l’allevamento del levriero del deserto e lo slughi, ne fanno un museo di tradizioni. In dicembre, ogni anno, si assiste al “Festival del Sahara”.

Douz


State programmando il prossimo viaggio e siete in cerca di ispirazione? Provate la funzione Ricerca Ovunque di Skyscanner e scoprite tantissime destinazioni in tutto il mondo e le offerte più convenienti per raggiungerle!

Potreste anche essere interessati a:

I 10 Viaggi in Treno più belli del Mondo

I 15 Laghi con le acque più cristalline del Pianeta

50 Capitali del Mondo da vedere almeno una volta nella vita

Internet senza più costi aggiuntivi in Europa!

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso