Home notizie Visto Kenya: le informazioni pratiche per il vostro viaggio in Africa

Tutti gli articoli

Visto Kenya: le informazioni pratiche per il vostro viaggio in Africa

Il Kenya, ovvero l’Africa a portata di mano. Il Kenya è uno dei paesi africani più facili da visitare anche per il visto da ottenere, i documenti e i trasporti: ecco cosa serve sapere per ottenere il visto per il Kenya.

Scarica la app di Skyscanner

Il Kenya rappresenta la quintessenza dell’Africa, la terra da cui è nato il genere umano, con uno dei più grandi patrimoni faunistici al mondo. Qui ci sono le immense savane del Masai Mara e dello Tsavo National Park, dove è possibile vedere da vicino i grandi felini (leoni, leopardi e ghepardi) e dove avviene la grande migrazione degli gnu. Ma il Kenya è anche la terra di popoli fieri delle proprie tradizioni e di spiagge bianche dall’acqua cristallina. Diciamocelo, quando si pensa all’Africa, quasi sempre si pensa al Kenya. Se avete in programma un viaggio in Kenya qui trovate tutte le informazioni pratiche sull’ingresso nel paese, i visti e tanto altro.

Scopri di più: Quando andare in Kenya, il periodo migliore per un safari

Mappa

Il visto per il Kenya: eVisa o visto all’arrivo

Chiunque intenda visitare il Kenya ha bisogno di un visto d’ingresso, sia per motivi di turismo che di transito o di lavoro. Dal 1° settembre 2015 sarebbe obbligatorio ottenere il visto elettronico (eVisa) per tutti gli ingressi nel Paese, ma il governo ha recentemente deciso di ripristinare, fino a data da destinarsi, la possibilità di scegliere se effettuare la procedura di eVisa prima della partenza o richiedere il visto direttamente all’arrivo in Kenya. Al momento non è quindi obbligatorio ottenere il visto elettronico prima della partenza, anche se è altamente consigliato soprattutto per risparmiare tempo e per non rischiare eventuali rifiuti o sorprese spiacevoli.

Visto per il Kenya

Visto all’arrivo in Kenya

Se optate per la soluzione del visto all’arrivo (che noi non consigliamo), una volta arrivati in Kenya all’aeroporto troverete uno sportello dell’ufficio immigrazione, dove dovrete presentare:

  • Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e con 1 pagina bianca
  • Modulo di richiesta del visto compilato e firmato (normalmente consegnato sul volo)
  • Biglietto di ritorno
  • L’itinerario del viaggio incluse le prenotazioni degli hotel
  • N. 1 foto tessera

Il costo del visto turistico all’arrivo è di 50 dollari. Dopo aver effettuato tutta la procedura, vi verrà apposto un timbro sul passaporto, dal quale risulterà la durata del soggiorno. È altamente consigliato dichiarare il periodo effettivo del soggiorno in Kenya e controllare il timbro apposto sul passaporto. La proroga del soggiorno può poi essere ottenuta solo negli uffici competenti per l’immigrazione.

Trova i voli economici per il Kenya
Visto per il Kenya

Il visto elettronico (eVisa)

Come molti altri paesi del mondo, anche il Kenya ha deciso di digitalizzare le operazioni per ottenere il visto prima della partenza, ed è possibile farlo tramite questo sito. Durante la compilazione dei vari campi, vi verranno chiesti i vostri dati personali, i dati del passaporto, l’itinerario di viaggio e le strutture nelle quali alloggerete, chi contattare in caso di emergenza, se avete fatto altri viaggi in Kenya in precedenza e quali sono stati i viaggi che avete fatto negli ultimi 3 mesi. Dovrete inoltre allegare la scansione di una foto tessera e del passaporto. Il costo dell’eVisa è sempre di 50 dollari, e si paga con carta di credito.

Si può seguire la stessa procedura online anche per il visto di transito che ha una validità di massimo 72 ore.  Il costo del visto di transito è di 20 dollari.

In entrambi i casi, visto turistico o visto di transito, l’eVisa viene rilasciato in circa 24h e viene notificato per e-mail. L’eVisa dovrà essere poi stampato e presentato al punto di frontiera di ingresso in Kenya insieme al passaporto.  Vi verrà poi chiesto di lasciare le vostre impronte digitali per autenticare che la persona che ha richiesto l’eVisa è la stessa che entra effettivamente nel Paese.

Altri tipi di visto

Oltre al visto turistico e di transito, esistono anche altre tipologie che vanno richieste direttamente all’Ambasciata del Kenya a Roma.

 Visto Multiplo Business

Questo tipo di visto costa 90 euro ed è valido da un mese fino ad un anno. Tra i documenti richiesta c’è la lettera d’invito dell’azienda locale.

Visto Singolo Business

Questo visto è come il precedente, ma vale per un unico viaggio e costa 40 euro

East African Tourist Visa

L’East African Tourist Visa viene rilasciato a persone che entrano in Kenya per poi proseguire in un altro Paese membro della “East Africa Community” (oltre al Kenya ne fanno parte Uganda e Rwanda). È valido per 90 giorni e costa 90 euro. La richiesta va presentata nel primo Paese in cui si arriva; se viaggiate in Kenya o in Uganda, la richiesta va fatta nelle rispettive Ambasciate in Italia, mentre per il Rwanda si può richiedere online da questo sito

Divieti di esportazione per il Kenya

Durante un viaggio in Kenya vi potrebbero offrire articoli fatti di avorio, di corno di rinoceronte, o di corallo, solo per citarne alcuni, ma dovrete fare molta attenzione perché è assolutamente vietato esportare fuori dal Kenya prodotti costituiti o derivati da avorio, corno di rinoceronte, tartaruga marina, coralli, madrepore e pelli di rettili. Il possesso di uno di  questi articoli è un reato grave ed è punito dalla legge con pene severissime. Fate molta attenzione anche nell’indossare monili di avorio e/o di conchiglie (anche se non li avete acquistati in Kenya), soprattutto negli aeroporti.

Quando andare in Kenya

In Kenya l’alta stagione turistica si divide in due periodi distinti: il primo periodo corrisponde ai mesi che vanno da giugno a ottobre, perché in questo periodo avviene la famosa migrazione degli gnu nel Parco del Masai Mara. Il secondo periodo di alta stagione corrisponde ai mesi di gennaio e febbraio, mesi dominati dal caldo secco e perfetti per osservare la fauna nei parchi nazionali. In questi due mesi i prezzi sono particolarmente elevati ed è necessario prenotare le strutture con un certo anticipo. Nei mesi che vanno da ottobre a dicembre ci sono brevi piogge ma è comunque possibile vedere tanti animali; se volete risparmiare un po’ probabilmente questi mesi sono la scelta migliore. Da marzo a maggio infine piove molto e vedere gli animali può diventare un’impresa.


Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca “Ovunque” di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!


Potrebbero interessarvi anche:

Quando andare in Kenya

15 posti bellissimi da vedere in Africa

Il deserto del Sahara

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso.