COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Volterra cosa vedere: 10 cose da non perdere

Tutti gli articoli

Volterra cosa vedere: 10 cose da non perdere

Arroccata su una collina a meno di un’ora dal mare, e a poco di più da Pisa, Firenze e Siena, la piccola Volterra merita tutta la vostra attenzione: per una visita di un giorno, o per un weekend di relax, passato a esplorare i dintorni e a scoprire la storia (e, perché no, la cucina) di questo magnifico angolo di Toscana. A Volterra il rapporto fra il numero dei monumenti e quello degli abitanti è decisamente a vantaggio dei primi: vi basterà una passeggiata per il centro storico con il naso all’insù, e scorgerete tantissime prove dei quasi tremila anni di vita della cittadina in Val di Cecina. Dopo avervi raccontato le bellezze di San Gimignano, Skyscanner ha scelto per voi le 10 cose da vedere assolutamente a Volterra.

Aeroporto più vicino a Volterra: Firenze

Tutti i voli economici per Firenze

Palazzo dei Priori

I distratti potrebbero scambiarlo per Palazzo Vecchio a Firenze: in effetti, con le foto dei due monumenti vicini, si potrebbe giocare a “trova le differenze”! Le differenze ci sono, e sono molte naturalmente. Il Palazzo dei Priori, edificato nel 1239 interamente in pietra, con la facciata ornata di stemmi nobiliari e merli, ospita ancora oggi il Comune di Volterra, e l’interno (visitabile) è ricco di magnifici affreschi. Il Palazzo domina la centralissima piazza dei Priori, e intorno si affacciano altri palazzi storici: impossibile, davvero, non vederlo.

Duomo

Come spesso capita, tra restauri e rifacimenti, l’interno e l’esterno del Duomo di Volterra appaiono agli occhi dei visitatori piuttosto diversi. Romanica la facciata, essenziale e perfettamente equilibrata; tardo-rinascimentale l’interno, con un luccicante soffitto a cassettoni dorato, statue e scene sacre dipinte. Ancora diversi sono il campanile e la Cappella dell’Addolorata… Unico punto in comune: meravigliose, tutte le parti.

Battistero

Di fronte al Duomo, proprio attraversata la piazza, sorge il Battistero di Volterra, con la sua riconoscibilissima facciata a fasce di marmo bianco e verde e il bel portale romanico. Anche qui la storia millenaria della città si nasconde nei piccoli particolari: l’acquasantiera di pietra proprio accanto all’ingresso in realtà è… una lapide etrusca, ribaltata e scavata!

Palazzo Viti

Se le strade di pietra del centro storico e l’atmosfera medievale che trasmettono vi vengono a noia, una visita alla Casa-Museo di Palazzo Viti è la scelta giusta per voi: si tratta di una delle case private italiane più ricche e affascinanti, costruita a partire dal Cinquecento e con annesso addirittura un teatro! Nelle dodici sale visitabili, fra mobili di pregio, quadri, decorazioni in alabastro, statue, arredi vari e pezzi di arte europea dal Quattrocento al Novecento, vi sembrerà di essere sul set di un bellissimo film!

Museo etrusco Guarnacci

La storia di Volterra è antichissima, e nessuna visita può dirsi completa se non con la scoperta del suo passato pre-romano, quando la cittadina – con il nome di Velàthri – era uno dei più importanti centri della confederazione etrusca nota come dodecapoli. Un giro al Museo Guarnacci – fondato nel Settecento: uno dei più antichi musei pubblici in Europa! – è una passeggiata fra urne riccamente modellate o scolpite in bassorilievo, carri, ornamenti, oggetti d’uso quotidiano e statue di varia forma. Fra queste, la celeberrima “ombra della sera”: uno dei simboli del museo, così chiamata perché la figura allungata di questo ex-voto evoca quella di un’ombra al tramonto…

Porta dell’Arco

Ma gli etruschi non sono solo pezzi da museo: tutto il centro storico di Volterra risale a quella civiltà, e particolari e resti si possono ancora scorgere con una semplice passeggiata, nonostante i molti restauri. Ad esempio, la Porta dell’Arco mantiene intatto il suo originario splendore: costruita a secco con grandi blocchi di tufo, la massiccia porta è l’accesso sud alla città. Sul fronte esterno tre teste di pietra – probabilmente Giove e i protettori della città, Castore e Polluce – squadrano con i loro volti corrosi dal tempo tutti i visitatori.

Teatro Romano

Il lungo passato di Volterra in epoca romana è invece ben rappresentato dal bel Teatro del primo secolo avanti Cristo, costruito a ridosso della collina – nello stile dei teatri greci – e raggiungibile in pochi minuti a piedi dal centro, subito fuori dalla Porta Fiorentina. La quiete oggi vi regna sovrana: dai gradoni coperti d’erba, però, è facile immaginare quando ancora era attivo, e sentire le risate degli spettatori di duemila anni fa, accorsi a vedere l’ultima commedia portata da Roma…

L’alabastro

Nei musei di Volterra, o nelle botteghe del centro storico, vi imbatterete in molti oggetti di una bella pietra bianca: è l’alabastro, tipico della zona e orgoglio dell’artigianato volterrano da tempi antichissimi. Non sono più moltissimi gli artigiani che lo lavorano con le tecniche tradizionali, ma una visita all’Ecomuseo dell’Alabastro, allestito nella bella casa-torre Minucci, vi porterà attraverso i molti secoli di storia di questa professione. Compreso nel biglietto c’è anche la visita a una bottega, annessa al Museo.

Fortezza Medicea

Sul punto più elevato del monte volterrano, l’imponente Fortezza Medicea fa la guardia alla città dall’alto. Impossibile non notarla, arrivando a Volterra in auto: le due strutture – la Rocca Antica e la Rocca Nuova (costruita da Lorenzo De Medici) – sono collegate da un cammino di ronda. Difficile, però, che riusciate a entrarci, se non in occasioni particolari: ospita ancora oggi una prigione. Varrebbe la pena commettere un reato per visitarla? Forse, ma non ci prendiamo la responsabilità!

Il paesaggio e le colline

A fissare troppo il quadro, ci si può dimenticare della cornice: la bellezza di Volterra va ben oltre il centro storico di pietra e le statue etrusche. È nel suo paesaggio, nelle dolci colline della Val di Cecina che la circondano, e che vi si apriranno davanti – di colpo – dalla finestra di un palazzo, o da un’apertura fra le case, o camminando lungo i bastioni. La posizione isolata di Volterra, in cima a un poggio ripido, ha aiutato per secoli a difendere la città dagli eserciti nemici. Oggi, garantisce ai molti visitatori soltanto una posizione migliore per scrutare l’orizzonte di una delle zone più belle d’Italia.

Volete prenotare una vacanza last minute ma siete indecisi sulla destinazione? Con la funzione Ricerca Ovunque di Skyscanner scoprite tantissime mete in tutto il mondo e i voli più convenienti per raggiungerle!


Potreste anche essere interessati a:

Cosa vedere a Lucce: 15 posti bellissimi da non perdere

20 libri che raccontano l’Italia e ispirano a viaggiare

100 Città italiane che i turisti dovrebbero visitare

15 cose da vedere ad Arezzo

Droni: 20 video di posti spettacolari visti dall’alto

Cinque Terre: cosa vedere a Vernazza, Monterosso, Manarola, Corniglia e Riomaggiore


Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso.