Mappa

Voli Low Cost per Valencia

Come trovare voli economici per Valencia

Trova il meglio dei voli economici per Valencia con Skyscanner. Il prezzo medio dall'Italia a Valencia varia molto, oscillando da 15 euro da Torino a 87 da Bari, anche se le tariffe dipendono da diversi fattori come la data scelta per il viaggio e il periodo della prenotazione.

Per trovare il prezzo migliore per il tuo viaggio, utilizza la ricerca voli Skyscanner. Se puoi essere flessibile in quanto alla data di partenza, seleziona l'opzione “il mese più conveniente” che ti permetterà di visionare i prezzi migliori di un anno intero. Oppure, se sai in quale mese effettuerai il viaggio trova il giorno che più ti conviene con la nostra ricerca “tutto il mese”.

 

Quando prenotare, quanto tempo prima per risparmiare

Il periodo migliore per prenotare il volo per Valencia dall'Italia è all'incirca 12 settimane dalla data di partenza, risparmiando sicuramente sul prezzo medio del volo.

Per sapere quando trovare l'offerta più economica dei voli il nostro miglior consiglio è di impostare e aderire all'email “Ricevi avvisi di prezzo” grazie alla quale si sarà tempestivamente avvisato delle variazioni di tariffe.

 

Aeroporti italiani da dove partono voli diretti per Valencia

Partono da Torino, Pisa, Bari, Bologna, Roma, Trieste, Milano e Venezia.

 

Quali compagnie volano per Valencia

Fanno la tratta diretta Italia Valencia le compagnie Alitalia, Vueling Airlines e Ryanair.

Clicca qui per maggiori informazioni sulle linee aeree per Valencia.

 

Aeroporto di Valencia

A 9 km dalla città l'aeroporto di Valencia è raggiungibile con diversi mezzi: direttamente dall'aeroporto con la metropolitana Metrovalencia; con i bus cittadini linea 150, e infine un efficiente servizio taxi, ottima alternativa poco dispendiosa.

L'aeroporto, modernamente equipaggiato, vanta una particolare attenzione nel facilitare il viaggio delle persone con disabilità.

Clicca qui per avere informazioni su come noleggiare un'auto dall'aeroporto di Valencia.

 

Quando andare a Valencia

Tipicamente mediterranea Valencia gode di un clima mite e gradevole tutto l'anno, con precipitazioni più importanti in autunno, di conseguenza qualsiasi periodo è adatto per vistare la città, anche se primavera e estate sono i periodi più scelti per una vacanza, e per il clima non afoso, e per le giornate molto lunghe.

 

Cosa fare e vedere a Valencia

Terza città di Spagna, a metà strada tra Madrid e Barcellona, Valencia ha un passato storico millenario importante, ma anche un presente aperto alle novità, che il turista ammirerà man mano scoprendo le varie fasi della sua trasformazione fino ai nostri giorni. A cominciare dall'ingresso nella città vecchia attraverso le costruzioni militari gotiche Torri di Quart e Torri di Serranos, e trovarsi catapultati nelcentro storico, specchio della strepitosa Valencia, a cominciare dal Foro in Plaza de la Almoina, al di sotto del quale si trova un museo di vestigia romane.

Tanti i monumenti che testimoniano delle successive conquiste, riconoscibili dallo stile gotico, barocco e moderno dei palazzi. Ci si ritrova nel pieno della storia, con capolavori architettonici di stili diversi, come il Palazzo del Governo, la Basilica della Vergine, il Tribunale delle Acque. Altro esempio mirabile è la Borsa della Seta, Patrimonio Unesco dell'Umanità, con la sua facciata piena di sculture e gargouille tipiche del periodo gotico, o il Palazzo del Marqués de Dos Aguas, ancora un gotico mirabile, che ospita tra l'altro il Museo Nazionale della Ceramica con reperti dalla Preistoria al moderno Picasso. Plaza Ayuntamiento, nel cuore centro storico, è sede del municipio.

Nello storico Barrio del Carmen, o Casco Antiguo, scelto dai giovani per la movida, si trova Plaza de la Reina, una delle più frequentate, da dove si scorge la facciata della cattedrale barocca.

Piano piano, dal Mercato Centrale situato in un capolavoro architettonico pre-moderno ci si avvicina ai giorni nostri, con i più recenti Mercato di Colombo e la bellissima Stazione del Nord.

Un esempio di architettura modernissima è la Città delle Arti e delle Scienze che ospita un cinema, il più grande acquario d'Europa, il Museo delle scienze Principe Felipe.

Oltre alla movida cara ai giovani, c'è una moltitudine di cose da fare a Valencia, ad esempio un giro al Mercado Central, fornitissimo di ogni prelibatezza locale, a prezzi contenuti, oppure, con il bus che parte dalla calle Xàtiva per un percorso lungo la via del vino, con degustazione compresa. Si può progettare una vista ai musei, delle Belle Arti, importantissimo per pittura storica, oppure al Museo delle ceramiche di Manises, dotato dei più bei esemplari dei secoli scorsi, o al Museo delle Fallas, per scoprirne segreti e tradizione. Sono da vedere l'Istituto Valenciano de Arte Moderno, il Museo di preistoria, e quello dell'etnologia.

Un altro aspetto di Valencia è la sua tradizione naturalistica, con i suoi numerosi giardini, aree verdi, zone protette, parchi. Bellissimi i parchi del centro storico, i Giardini del Palazzo Reale, il Giardino Botanico, i Giardini di Monforte e della Glorieta ricchi di statue, laghetti, gazebi, fiori. Notevoli il giardino del Turia, 9 km di verde per passeggiare, fare sport, bici, rilassarsi, e il suo prolungamento Cabecera-Bioparc, dove si ha l'impressione di fare parte dell'habitat naturale degli animali.

Notevoli sono anche diversi luoghi di culto come la Cattedrale a pianta ottagonale dei secoli XIV e XV eretta prima su un tempio romano, successivamente su una moschea, e dalla cui torre, il Miguelete, si ha una vista mozzafiato sulla città e il mare. Da visitare anche la chiesa di Santa Catalina, di stile gotico mediterraneo, iniziata nel XIII secolo circa nelle vicinanze di Plaza de la Reina, anch'essa edificata sul sito di una moschea, mentre conserva diversi stili, dal barocco al classico la chiesa di Sant Agustin.

Chi può non perda, dal 14 al 19 marzo, la Festa delle Fallas, in onore di San Josè, richiamo irresistibile per migliaia di persona; è una festa ricca di eventi, con costruzione di monumenti, concorsi per decorazioni più belle, offerte floreali alla Madonna, con un grande falò finale.

Un altro vanto di Valencia sono le spiagge, a cominciare da la Malvarossa, spiaggia preferita dei valenziani, dalla sabbia dorata e strutture perfette; ci sono anche la spiaggia El Pined, circondata da una ricca vegetazione e la spiaggia La Deves confinante con il Parco Naturale della Abufera.

 

Cosa mangiare, cibo e bevande

Si sa, alla Spagna gastronomica si associa automaticamente la paella, ma pochi sanno che questo squisita pietanza nasce qui, ed è composta dai prodotti di questa terra, ovvero fagioli, pollo, coniglio, vongole e il riso, prodotto base di tutta la cucina valenziana, cucinato al forno, con il pesce, al nero di seppia, con aglio e pepe per accompagnare la zuppa di anguille. Altre specialità sono la ventresca di tonno, il tonno salato, e le specialità della charcuteries, ovvero la salumeria i botifarres, longanissa, chorizos e soubressades.

Le squisite arance che arrivano anche sui nostri mercati sono la base della “agua de Valencia”, bevanda con succo d'arancia e spumante. Ma a Valencia si apprezza molto la cerveza (birra) e l'ottimo vino rosso e bianco, prodotti in Alto Turia, Serrania, Requena, Utiel, Campo de Liria.

Dolci, tanti e spesso da influenza araba, con zucchero, pinoli, uva passa, mandorle. Assolutamente da provare l'Helado de Turron, il delizioso gelato al torrone.

 

Attrazioni

Iber Museo de Los Soldaditos de Plomo

Basilica de la Virgen de los Desamparados

Edificio de Correos y Telegrafos

Chapel of the Holy Grail

Puente de Calatrava

Parco naturale de la Albufera, a circa 15 km dalla città, di grande interesse eco-ambientale

 

Ulteriori informazioni

Trovare la sistemazione perfetta per il tuo soggiorno: Alberghi low cost a Valencia.

Voli low cost per Valencia da...

Immagini da ho visto nina volare

In questa pagina sono mostrati solo i prezzi più bassi stimati trovati negli ultimi 15 giorni.