COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Come fare il passaporto e come rinnovarlo: una guida per sapere tutte le regole

Tutti gli articoli

Come fare il passaporto e come rinnovarlo: una guida per sapere tutte le regole

Sono tempi duri per i viaggiatori. Ma con il mondo che si prepara a riaprire nel 2021, siamo qui per farvi sognare e pianificare la vostra prossima avventura, che si tratti di una staycation o di un viaggio verso luoghi sconosciuti. Fino ad allora, tenetevi aggiornati e pronti a partire con i nostri consigli di viaggio e le ultime notizie sul Covid-19.

Capire come fare il passaporto è un argomento sempre scottante: con il passare degli anni le regole cambiano, così come i documenti che dobbiamo avere per chiedere il rilascio del passaporto. Ancora oggi molti di noi si stanno chiedendo quando si potrà viaggiare di nuovo con la stessa libertà che avevamo prima della pandemia di Covid-19 scoppiata nel 2020. Ma grazie all’arrivo dei vaccini, il 2021 potrebbe segnare l’anno della ripartenza anche del turismo: in tal caso, è bene giocare d’anticipo e procedere subito a rinnovare il passaporto prossimo alla scadenza oppure il passaporto scaduto o ancora cambiare il passaporto rovinato che ci ritroviamo. Il passaporto scaduto non rovinerà i futuri viaggi avventure nel mondo: seguite i nostri consigli e archiviate la pratica per i prossimi 10 anni. 

Possiamo aver pianificato una vacanza da sogno verso mete esotiche oppure deciso di rimanere dentro i nostri confini nazionali, preferendo visitare i paesi più belli d’Italia per una vacanza low-cost. Qualsiasi sia la prossima vacanza in cantiere, il primo passo da compiere è assicurarsi di avere tutte le carte (e documenti) in regola! Ovviamente per organizzare un viaggio nel 2021 ci sono delle regole precise da rispettare, considerata la particolarità della situazione. Ma partiamo dalle basi: come possiamo fare il passaporto? Magari dobbiamo rinnovarlo, perché il passaporto è scaduto da poco (o scadrà a breve); oppure dobbiamo chiedere il rilascio del passaporto per i nostri figli. Qualsiasi sia l’esigenza, nel menu qui sotto troverete la risposta che state cercando nella nostra guida al passaporto italiano!


Mi serve il passaporto?

Per viaggiare al di fuori dell’Unione Europea il passaporto è necessario in quasi tutti i Paesi del mondo: prima di partire conviene sempre visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Selezionando la destinazione del viaggio avrete tutte le informazioni di cui avete bisogno, incluso se sia o meno necessario il passaporto, e l’eventuale validità residua richiesta. Quindi attenzione: anche se al momento della partenza il vostro passaporto non è scaduto, è possibile che dobbiate comunque rinnovarlo poiché molti Paesi richiedono una validità residua anche di diversi mesi (di solito almeno 6 mesi). Di base, è buona prassi fare il rinnovo prima che rimangano solo 6 mesi alla scadenza del passaporto. Infatti, negli ultimi sei mesi il passaporto ha una validità limitata: può essere usato solo per accertare l’identità di chi lo possiede, ma non per il viaggio e l’espatrio fuori dall’Unione Europea (quindi verso paesi extracomunitari).

Cos’è il passaporto elettronico?

passaporto-elettronico-per-viaggiare

La prima cosa da sapere è che esistono diversi tipi di passaporti.

  • I passaporti a lettura ottica, emessi e rinnovati fino al 26 ottobre 2005, riconoscibili dalle due bande di caratteri nella parte inferiore della pagina con la fotografia del titolare.
  • I passaporti a lettura ottica con foto digitale, emessi a partire dal 26 ottobre 2005, presentano le due bande di caratteri come i precedenti ma la foto in questo caso non è incollata sulla pagina, bensì scansionata e stampata direttamente sul passaporto. Inoltre, la stessa fotografia appare, più “sbiadita”, come sfondo della parte di pagina che contiene i dati anagrafici del titolare del documento.
  • I passaporti elettronici, emessi a partire dal 26 ottobre 2006, dotati di un microchip capace di registrare i dati relativi al titolare del documento. In questo caso la fotografia “sbiadita” appare nell’angolo in alto a destra della pagina con i dati anagrafici, ed è presente il simbolo del microchip sulla copertina.

Al momento, il passaporto che viene rilasciato in Italia è quello elettronico. Si tratta di un libretto cartaceo di 48 pagine con microchip inserito nella copertina e con la firma digitalizzata del titolare sulla seconda pagina (quest’ultima non è presente sui documenti dei minori di 12 anni, analfabeti attestati e quanti presentino una impossibilità fisica che impedisce l’apposizione della firma).

Che tipi di passaporto esistono?

passaporto-italiano

Non tutti sanno che esistono più tipologie di passaporto diverse, anche se probabilmente userete sempre la stessa tipologia di passaporto per viaggiare all’estero, ovvero il passaporto ordinario (oggi in formato elettronico). Tra i vari passaporti esistono le seguenti tipologie:

  • Passaporto ordinario: il classico passaporto elettronico, un libretto di 48 pagine con un microchip
  • Passaporto temporaneo: viene emesso solo in circostanze speciali e motivate da assoluta urgenza o necessità; si tratta di un libretto di 16 pagine senza microchip
  • Passaporto collettivo: viene rilasciato a gruppi di minimo 5 persone e massimo 50, per motivi culturali, religiosi, sportivi, turistici o per accordi internazionali e deve essere richiesto da un capogruppo titolare di un passaporto ordinario valido
  • Passaporto diplomatico e di servizio: rilasciato al personale diplomatico e consolare in servizio all’estero, così come ad alte cariche dello Stato e loro familiari, oppure agli agenti dello Stato o di enti pubblici che devono recarsi all’estero per motivi di ufficio

Quanto dura la validità del passaporto?

A partire dal 26 ottobre 2006, il passaporto elettronico ha sostituito il precedente passaporto senza microchip. Tutti i passaporti elettronici (ovvero i passaporti ordinari) hanno una validità di 10 anni per i maggiorenni. Invece, per i minorenni nella fascia di età 3 – 18 anni, la durata del passaporto è di 5 anni. Infine, per i minori di 3 anni la durata scende a soli 3 anni. Per quanto riguarda invece le altre tipologie particolari di passaporto, il passaporto temporaneo può avere una validità massima di un anno; mentre il passaporto collettivo ha durata fino a 4 mesi.

Come fare la richiesta del passaporto online?

A partire dal 2010, la Polizia di Stato ha introdotto un sistema di prenotazione online per l’appuntamento per fare il passaporto: il servizio passaportonline è sempre disponibile online ed è totalmente gratuito. Basta accedere al sito e cliccare su “Accesso per il cittadino“. Nella nuova pagina aperta, bisogna effettuare l’accesso. Ma attenzione però: a partire dal 1° marzo 2021, in ottemperanza al D.L. 76/2020 art. 24 co. 4, è possibile registrarsi all’Agenda Passaporti online solo tramite la propria “identità digitale“. Per farlo, dovrete cliccare su “Entra con SPID” oppure “Entra con CIE”. Per chi invece è già registrato sul sito, si può accedere ancora con il vecchio sistema di credenziali (quindi codice fiscale e password): quest’ultima modalità rimarrà valida fino al 30 settembre 2021.

Dove fare la richiesta per il rilascio del passaporto?

Ricordiamo sempre che il sito di riferimento per le ultime normative in vigore è quello della Polizia di Stato italiana. Detto ciò, dopo aver prenotato il proprio appuntamento per il passaporto online, bisogna recarsi in questura nel giorno prefissato portando tutta la documentazione necessaria (anche perché solo in presenza è possibile prendere le vostre impronte digitali, necessarie per il passaporto).

I documenti per il passaporto vanno presentati in uno dei seguenti uffici, tutti relativi al luogo di residenza, dimora o domicilio del richiedente:

  • Questura di Polizia
  • Ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • Stazione dei Carabinieri

Se risiedete all’estero, dovrete invece rivolgervi alle autorità consolari o alla vostra ambasciata. In tal caso, vi consigliamo di consultare sempre il sito del Ministero degli Esteri.

Documenti per il passaporto: cosa serve per fare il passaporto?

documenti-per-passaporto

Per completare la procedura di rilascio del passaporto servono i seguenti documenti:

  • Modulo stampato della richiesta passaporto;
  • Documento di riconoscimento valido (portate con voi anche una fotocopia!);
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti;
  • La ricevuta del pagamento via conto corrente postale di 42,50 euro. Il versamento va effettuato mediante bollettino di c.c. n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale “Importo per il rilascio del passaporto elettronico”;
  • Un contrassegno amministrativo sotto forma di marca da bollo da 73,50 euro (si può comprare dal tabaccaio);
  • Se chi decide di fare il passaporto ha figli minorenni, è necessario l’assenso dell’altro genitore: ovvero l’altro coniuge deve firmare l’atto di assenso (indipendentemente se si è coniugati, conviventi, separati o divorziati).

Spesso ci si scorda di quest’ultimo passaggio, ovvero dell’atto di assenso. Se si hanno figli minorenni, allora l’altro genitore deve firmare l’atto davanti a un pubblico ufficiale nella Questura dove si sta presentando tutta la documentazione per fare il passaporto. Se però l’altro genitore è impossibilitato a recarsi in Questura, chi richiede il passaporto può allegare una fotocopia del documento del genitore assente (il documento in questione deve presentare la firma originale del genitore assente); oltre ovviamente a portare l’atto di assenso compilato e firmato sempre dall’altro genitore assente. Tutte queste misure sono richieste per la tutela dei minori a carico dei genitori.

Quante foto per il passaporto e di che dimensioni?

Quando dovete fare il passaporto per la prima volta oppure chiedere il rinnovo del passaporto dopo la sua scadenza, ovviamente dovete portare delle vostre foto (che verranno poi usate nel documento). Sul sito della Polizia sono presenti le regole per le foto del passaporto che dovete rispettare, ma essenzialmente le principali sono:

  • Vi servono 2 foto uguali in formato foto tessera (35×40 mm, su sfondo bianco, foto a colori)
  • Le foto devono essere recenti: scattate entro i 6 mesi antecedenti alla vostra richiesta del passaporto
  • Il vostro sguardo deve essere diretto in camera
  • Se portate degli occhiali, potete anche tenerli ma le lenti degli occhiali non devono essere colorate (no agli occhiali da sole), non deve esserci un riflesso sulle lenti e inoltre la montatura non deve coprire i vostri occhi
  • Nessun copricapo è consentito, se non per motivi religiosi (ma anche in questo caso tutti i tratti del viso devono essere chiaramente visibili)
  • Tenere un’espressione neutra nella foto, al massimo un leggero sorriso

Passaporto per minorenni: come fare il passaporto per i bambini?

passaporto-per-minorenni

Da giugno 2012 non è più possibile richiedere l’iscrizione di un minore sul passaporto del genitore. Pertanto, tutti i minori devono essere dotati di un passaporto individuale.

Ci sono due tipi di passaporti previsti per i minorenni:

  • Da 0 a 3 anni di età: il documento è valido per 3 anni
  • Da 3 a 18 anni di età: il documento è valido per 5 anni

Le procedure per richiedere entrambi i passaporti sono simili a quelle per i maggiorenni (i minori di 12 anni sono esentati dalla rilevazione delle impronte digitali). I genitori di un minore, oppure chi esercita la potestà genitoriale, possono chiedere agli Uffici competenti il rilascio del passaporto per il minore (sul documento in questione saranno riportati i nomi dei genitori o di chi esercita la potestà genitoriale). Se questa indicazione dei nomi dei genitori non è presente sul passaporto del minore, si consiglia sempre di viaggiare con un certificato di stato di famiglia o un estratto di nascita del minore con cui si viaggia (così si potranno esibire delle prove alle autorità di frontiera dei paesi esteri dove si vuole viaggiare).

Trovate tutta la documentazione e ulteriori spiegazioni sulla sezione del sito della Polizia di Stato dedicata ai minori.

Tempi di rilascio del passaporto: quanto bisogna aspettare dalla richiesta in questura?

Dopo aver presentato tutta la documentazione richiesta, i tempi di attesa per la consegna dipendono dagli uffici e dal numero di richieste. In media, il tempo per il rilascio del passaporto è di circa 10-15 giorni a seconda del flusso di richieste pervenute alla vostra Questura o Commissariato dove avete fatto richiesta.

Come ricevere il passaporto a casa? Spieghiamo l’opzione del “passaporto a domicilio”

rilascio-del-passaporto

Dal 27 ottobre 2014, grazie a una convenzione con le Poste Italiane, è attivo il servizio Passaporto a domicilio: pagando solo €9,05 potrete farvi consegnare il nuovo passaporto direttamente a casa vostra. Come fare? Dovete fare richiesta alla questura dove siete andati per chiedere il rilascio del passaporto. Chiedete espressamente della consegna a domicilio tramite il servizio “Posta Assicurata” di Poste Italiane, disponibile su tutto il territorio nazionale. Il passaporto vi verrà così consegnato direttamente a casa vostra in una busta dedicata. Il pagamento di €9,05 avverrà alla consegna del passaporto.

Ricordatevi sempre che:

  • In caso di impossibilità della consegna per assenza del destinatario al domicilio, vi verrà lasciato un avviso di mancata consegna: in tal caso, avrete 30 giorni di tempo per ritirare alle Poste il passaporto (passato questo periodo, il passaporto viene rispedito indietro all’ufficio passaporti della Questura)
  • Il passaporto verrà rispedito indietro anche in caso abbiate fornito un indirizzo errato alle Poste Italiane
  • Se invece Poste Italiane smarrirà la busta contenente il vostro passaporto, allora sarete rimborsati di €50 da parte di Poste Italiane; inoltre, per fare la nuova richiesta del passaporto dovrete pagare solamente il bollettino di €42,50 e non il contrassegno amministrativo

Qual è il costo del passaporto?

Per fare il passaporto c’è un importo da pagare. Fortunatamente, dal 24 giugno 2014 è stata abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da €40.29, che fino a quella data si pagava applicando una nuova marca da bollo ogni anno. Adesso tutti i passaporti, compresi quelli emessi in passato, sono validi fino alla data di scadenza riportata nel documento per tutti i viaggi, senza che sia necessario pagare la tassa.

Al momento, quando si va a chiedere il rilascio del passaporto oppure il rinnovo, bisogna pagare in entrambi i casi:

  • Costo del passaporto: €42,50 da pagare tramite bollettino postale
  • Contrassegno amministrativo: €73,50 euro da pagare (richiedendo il contrassegno presso un tabaccaio o una rivendita di valori bollati)

Rinnovo del passaporto scaduto, rubato, smarrito o deteriorato: ecco cosa fare, caso per caso

come-rinnovare-il-passaporto

Come rinnovare il passaporto?

In realtà, parlare di rinnovo del passaporto non è completamente corretto. Un passaporto scaduto infatti non si rinnova, poiché viene emesso un nuovo documento che sostituisce il precedente. Di conseguenza, le procedure per il rinnovo sono esattamente identiche a quelle che seguite per il rilascio del passaporto la prima volta che ne fate richiesta. L’unica differenza è che quando dovete rifare il passaporto perché il precedente è giunto a scadenza, dovrete riconsegnare il passaporto scaduto (così che le autorità competenti possano annullarlo e poi restituirvelo insieme al passaporto nuovo).

Cosa fare in caso di passaporto rubato?

Avete preparato il viaggio perfetto. Vi ritrovate a soggiornare in un hotel da sogno e la vacanza sta andando una meraviglia. Poi però, accade l’imprevisto: qualcuno ruba il portafoglio o lo zaino. E proprio all’interno c’era il nostro bel passaporto! Se vi ritrovate con un passaporto rubato, niente panico e mantenete la calma. Se vi trovate in Italia, dovete procedere a denunciare il furto del passaporto presso la prima caserma dei Carabinieri o stazione di Polizia che trovate in città. Se invece vi trovate all’estero, non fatevi rovinare la vacanza da questo spiacevole imprevisto: fate denuncia presso una caserma di polizia locale e poi recatevi presso il Consolato italiano più vicino a voi, portando con voi il foglio che attesti la denuncia. In uno scenario del genere, sarà il Consolato ad aiutarvi, fornendovi un documento provvisorio chiamato ETD (Emergency Travel Document): grazie a questo pezzo di carta, potrete fare viaggio di ritorno in Italia (dove poi dovrete procedere con la denuncia del furto anche in Italia e iniziare così la procedura di richiesta di un nuovo passaporto).

Passaporto perso: devo denunciare lo smarrimento del passaporto?

Per lo stesso motivo, anche in caso di smarrimento il procedimento non cambia: bisogna sempre presentare la relativa denuncia. Recatevi presso una stazione di Polizia o una caserma dei Carabinieri e procedete con il fare la dovuta denuncia tramite l’apposito modulo, per poi proseguire la procedura di richiesta per un nuovo passaporto.

Come cambiare il passaporto rovinato?

Non preoccupatevi: nessuno vi giudica se avete messo il passaporto in lavatrice. Per svariati motivi, il passaporto può usurarsi con il passare del tempo, in fin dei conti si tratta di un documento di carta. Potete richiedere un nuovo passaporto, se il vostro è troppo deteriorato. In questo caso, dovete:

  • Compilare il modulo della domanda per il rilascio del passaporto
  • Portare un documento di riconoscimento valido
  • Bollettino postale come ricevuta del pagamento di €42,50 per il passaporto ordinario
  • Due foto in formato foto tessera
  • Pagare anche il contrassegno amministrativo pari a €73,50
  • Riconsegnare il vecchio passaporto usurato, che verrà così annullato e poi restituito insieme al nuovo passaporto

Passaporto per cani e gatti: ecco come viaggiare con gli animali

come fare il passaporto per animali

Quando si parla di animali, c’è chi preferisce ammirarli in vacanza, magari scegliendo di partire per un Safari in Africa. E chi invece, preferisce andare in vacanza con il proprio compagno a quattro zampe. Ma quando si vuole viaggiare con gli animali all’estero, bisogna organizzarsi prima della partenza: i passaporti per gli animali sono necessari per farli viaggiare all’estero insieme a noi (e per poi rientrare in Italia). Si tratta del passaporto europeo per gli animali, un documento che va a sostituire il libretto sanitario dei vostri animali: infatti, tutte le vaccinazioni e i richiami saranno riporte nelle sezioni di questo passaporto.

Ci sono alcune regole da sapere sul passaporto per gli animali:

  • Per ottenere il passaporto europeo, i vostri animali devono essere dotati di microchip (una regola obbligatoria dal 3 Luglio 2011)
  • Per richiedere il passaporto per animali, dovete recarvi presso la ASL veterinaria di riferimento nella vostra città
  • Il rilascio del passaporto avviene solo per gli animali con almeno 3 mesi di età
  • Di solito il rinnovo del passaporto per gli animali è automatico, se effettuate i richiami dei vaccini rispettando le tempistiche
  • Il costo del passaporto per cani, gatti o altri animali, varia a seconda di molti fattori: ogni regione ha un prezzo diverso (la media oscilla da 10 a 50 euro), in certi casi potrebbe essere richiesta anche una visita dal veterinario (inoltre bisogna considerare i costi del microchip e delle vaccinazioni)

FAQ: le domande più comuni su come fare il passaporto in Italia

Posso fare il passaporto online?

Su Internet è possibile solo prenotare l’appuntamento per richiedere il passaporto, evitando così di fare code inutili in Questura o al Commissariato. Quando sarà fissato l’appuntamento basterà portare tutta la documentazione richiesta e fare il passaporto di persona.

Quando scade il passaporto elettronico?

La durata di un passaporto è 10 anni per tutti coloro che hanno più di 18 anni. Ha invece durata di 5 anni per chi ha età compresa tra i 3 e i 18 anni, mentre la durata cala a 3 anni per la fascia d’età 0-3 anni.

Quanto costa fare il passaporto?

Ogni volta che si rifà il passaporto bisogna pagare: €42,50 euro tramite bollettino postale e poi €73,50 di contrassegno amministrativo (da richiedere in un tabaccaio).

Come faccio a rinnovare il passaporto?

Bisogna richiedere un nuovo passaporto ogni volta che scade, riportando indietro il vecchio passaporto scaduto (in caso sia stato perso, smarrito o rubato, occorre portare il foglio di denuncia).

Quanto tempo ci vuole per avere il passaporto?

Prima va prenotato un appuntamento per il passaporto: il tempo di attesa varia da qualche settimana fino a 3-4 mesi. Dopo aver consegnato i documenti per il passaporto durante l’appuntamento, ci vorranno circa 10-15 giorni (a volte anche meno) per il rilascio del passaporto.

Come ricevere il passaporto a casa?

Fare richiesta in Questura per la consegna a domicilio tramite il servizio di “Posta Assicurate” delle Poste Italiane (il costo della consegna – ovvero €9,05 – va pagato quando si riceve il passaporto).

Passaporto rubato all’estero oppure smarrito: come tornare in Italia?

Niente panico: basta fare regolare denuncia presso una stazione di polizia locale e poi portare il documento della denuncia al Consolato italiano più vicino, in tal modo verrà rilasciato un ETD (Emergency Travel Document) per ritornare in Italia.

Come fare il passaporto a un cane o a un gatto?

Cani o gatti per viaggiare all’estero hanno bisogno del passaporto europeo per gli animali, che si può richiedere alla ASL veterinaria della vostra zona (l’animale deve essere in regola con le vaccinazioni, avere almeno 3 mesi di età e soprattuto, avere il microchip).


Questa pagina è stata aggiornata il 15 aprile 2021. Per quanto ci risulta, le informazioni di questa pagina erano corrette al tempo della pubblicazione.


Dove puoi viaggiare?

Scoprite dove potete viaggiare con la nostra mappa globale aggiornata in tempo reale. Mentre attendete la consegna del passaporto o la data del vostro appuntamento, perché non scoprire dove potete volare e quali restrizioni sono in atto? Iscrivetevi alla nostra newsletter e riceverete aggiornamenti sulla revoca delle restrizioni.

mappa globale

Vuoi leggere di più?

Mentre pianificate il vostro prossimo viaggio e vi preparate a fare il passaporto oppure a rinnovarlo, potete leggere gli ultimi consigli di viaggio del nostro team per rimanere sempre informati:


Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.