Home notizie Il salar de Uyuni: la perla della Bolivia

Tutti gli articoli

Il salar de Uyuni: la perla della Bolivia

Un viaggio in Bolivia non può prescindere dal salar de Uyuni. La più grande distesa di sale del pianeta è uno spettacolo unico: questo immenso mare bianco è uno dei paesaggi più surreali del Sud America e non potrete che rimanerne affascinati. Skyscanner vi guida alla scoperta del salar de Uyuni, luogo magico e remoto: le informazioni su come raggiungerlo, cosa portare in valigia, quando andare e come organizzare il tour in 4x4 per visitarlo.

Il salar de Uyuni si trova nell’estremo sud della Bolivia, sugli aridi altipiani meridionali, molto vicino al confine con il Cile. Questa regione comprende maestose cime vulcaniche, ampie zone brulle e selvagge ma soprattutto diversi salares, affascinanti distese di sale praticamente prive di vita. Tra questi spicca il salar de Uyuni, la più importante e famosa meta turistica di tutta la Bolivia, e meta imperdibile per il vostro viaggio in Sud America!

Scopri di più: Viaggio in Perù: i posti più belli da vedere

bolivia - salar de Uyuni

Trova tutti i voli economici per la Bolivia

Come raggiungere il salar de Uyuni

Il salar de Uyuni non è visitabile in autonomia; lo sarebbe sulla carta ma di fatto nessuno si avventura da solo in questa zona isolata perché sarebbe troppo rischioso. La prassi più comune è quella di partecipare a un tour in 4×4 della durata di tre o quattro giorni partendo dalla cittadina di Uyuni o da San Pedro de Atacama (nel vicino Cile). Se atterrate a La Paz, la capitale della Bolivia, potete raggiungere la cittadina di Uyuni in aereo con un volo nazionale della compagnia Amaszonas (i voli ci sono tre volte alla settimana). Se invece preferite viaggiare via terra (che è anche la soluzione più economica) ci sono diverse compagnie di autobus che servono la tratta La Paz-Uyuni; nella maggior parte dei casi si viaggia di notte e si impiegano tra le 10 e le 12 ore. Un’altra alternativa è il treno che passa per Oruro, ma i posti vanno a ruba quindi acquistate i biglietti con diversi giorni di anticipo. Se arrivate dal Cile, potete prendere un tour che parte da San Pedro di Atacama (nel deserto omonimo) e arriva a Uyuni dopo tre giorni; da lì poi potrete tornare in Cile o proseguire il viaggio attraverso la Bolivia.

Bolivia - Salar de uyuni

L’altitudine: come abituarsi e consigli

La Bolivia è la nazione più elevata del continente americano e dovrete tenere conto dell’altitudine quando la visiterete. Arrivando a La Paz, che si trova ad un’altitudine superiore ai 3600 metri, è consigliabile qualche giorno di acclimatamento (lo stesso vale se arrivate a San Pedro de Atacama). Normalmente due o tre giorni sono sufficienti per far sì che il vostro corpo si abitui alla rarefazione dell’aria, anche se ci sono differenze individuali abbastanza marcate a riguardo. In generale, per ridurre i fastidi legati all’altitudine bisogna mangiare leggero, non bere alcol, bere tanta acqua e masticare foglie di coca come vedrete fare ai locali (ebbene sì, sono assolutamente legali e diffuse).

Quando andare

Il salar de Uyuni è visitabile tutto l’anno, ma i mesi migliori per visitarlo sono agosto, settembre e ottobre, dopo il periodo del gelo invernale e prima delle piogge estive (ricordatevi che la Bolivia si trova nell’emisfero australe e le stagioni sono invertite rispetto alle nostre). Da maggio a luglio le temperature notturne possono scendere fino a -40 gradi! L’estate è più calda, ma piove molto, pur essendo un zona arida. In ogni periodo dell’anno, in ogni caso, bisogna proteggersi dal freddo, dal vento e dal sole. Il salar si presenta secco nei mesi invernali e inondato dall’acqua in quelli estivi.

Bolivia - salar de Uyuni

Organizzare il tour

Sia Uyuni che San Pedro de Atacama pullulano di agenzie che organizzano il tour al salar de Uyuni. Tendenzialmente il programma è sempre lo stesso con poche varianti: potete contrattare ma non scendete troppo sul prezzo perché la riduzione comporterà un taglio sulla qualità del servizio a scapito della sicurezza. In generale i prezzi sono abbastanza livellati: calcolate di spendere circa 160-170 euro per 4 giorni/3 notti. Nel prezzo è incluso il trasporto con la jeep 4×4, i pasti e l’alloggio in ostelli di bassa categoria (e senza acqua calda ne docce). Al di fuori di questa cifra dovrete pagare gli ingressi nella Riserva Nacional de Fauna Andina Edoardo Avaroa e sull’isola Incahuasi. Per avere un servizio superiore (cibo migliore e hotel con riscaldamento e docce) dovrete comprare un tour personalizzato. L’autista è tuttofare: sarà la vostra guida, il vostro autista e il vostro cuoco; di norma parla solo spagnolo.

Bolivia- jeep nel salar de Uyuni

Cosa Portare

Tutta la zona degli altipiani andini in cui si trova il salar de Uyuni è desertica e battuta da venti gelidi per buona parte dell’anno. Se poi calcolate che vi troverete sempre ad un’altitudine che oscillerà tra i 3600 e i 5400 metri, capite bene che dovrete portarvi degli indumenti tecnici molto caldi, soprattutto se visitate il salar de Uyuni in agosto-settembre. Come tutti i deserti, l’escursione termica è molto marcata e di notte le temperature scendono fino a -20°. Fondamentali quindi piumino, giacca antivento, cappello, calzamaglia e guanti. Non dimenticate qualche snack, occhiali da sole e protezione solare (il riverbero del sole a quelle altitudini è fortissimo), e un sacco a pelo caldo (che potrete affittare dall’agenzia).

Bolivia - Isla Incahuasi

Cosa vedere

Durante i 3 giorni di tour (il quarto giorno è solo di viaggio per rientrare a Uyuni o a San Pedro de Atacama) vedrete diversi tipi di paesaggio, uno più stupefacente dell’altro. Non farete in tempo a stupirvi per la bellezza di una laguna o di un geyser che vi si parerà davanti agli occhi un salar o un deserto e sarete di nuovo con le lacrime agli occhi per l’emozione. Se iniziate il tour dalla cittadina di Uyuni la prima tappa è dedicata all’affascinante cimitero dei treni, che si trova subito fuori città. Vedrete una vasta collezione di locomotive storiche a vapore abbandonate e arrugginite che risalgono alla fine del XIX secolo, potrete arrampicarvi sopra i relitti e godere di questo luogo che ricorda il far west. Da lì vi dirigerete verso il pezzo forte del tour, ovvero il salar de Uyuni. Inizierete ad addentrarvi nella più grossa distesa di sale del pianeta con la vostra jeep, il paesaggio è quasi angosciante, l’orientamento si perde nel giro di pochi chilometri e sarete accecati dal bianco intorno a voi. A un certo punto, come in un miraggio, vi apparirà l’isola Incahuasi, l’isola più grande del salar. Se siete fortunati (e questo dipende dal punto di partenza del tour e dall’orario) vi porteranno sull’isola prima che sorga il sole e potrete vedere l’incredibile spettacolo dell’alba da una postazione privilegiata. I cactus che vi si trovano si accendono come cerini man mano che vengono colpiti dal sole nascente e farete le foto più belle della vostra vacanza.

Bolivia - geyser

L’itinerario procede attraverso una zona desertica solcata da canyons, il più spettacolare dei quali è il canyon dell’Anaconda. Da lì visiterete diverse conformazioni rocciose formate dalla lava pietrificata che hanno assunto forme decisamente particolari: c’è la coppa del mondo, l’albero, il cammello dormiente e l’Italia Perduta. Nei dintorni diverse lagune senza nome abitate da centinaia di fenicotteri rosa fino a raggiungere la magnifica Laguna Colorada (4278 metri), un lago color amaranto in cui l’acqua non supera il metro. La colorazione rossa è data dalle alghe e dal plancton mentre il bordo del lago è orlato di brillanti depositi bianchi di sodio, magnesio, borace e gesso.

Bolivia - Laguna colorada

A questo punto del tour vi troverete vicini al confine con il Cile; una delle ultime tappe è dedicata a una zona di gejser chiamata Sol de Mañana (4850 metri). Qui si cammina accanto a delle pozze di fango grigio-verde che ribollono in uno scenario da inferno dantesco. Il tour si chiude con due lagune spettacolari alle falde del vulcano Licancabur (5960 metri): la Laguna Blanca (4500 metri) il cui litorale è orlato da brillanti depositi bianchi di borace, e la Laguna Verde (4400 metri), una bellissima laguna verde-azzurra il cui colore è dovuto all’enorme concentrazione di piombo, zolfo, arsenico e carbonato di calcio.

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi di tutti i voli per la Bolivia potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore!

Potrebbe interessarvi anche:

Le 5 ragioni che mi hanno fatto innamorare di Londra

Dove e quando: 19 esperienze di viaggio da fare nella vita

I 20 Paesi più economici del 2017

50 Capitali del mondo da vedere almeno una volta nella vita

I 15 Paesi consigliati per donne che viaggiano sole

30 Viaggi da fare prima dei 30 anni

15 Città italiane per gli amanti della musica

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa