COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Cosa vedere a Padova: 10 posti bellissimi da non perdere

Tutti gli articoli

Cosa vedere a Padova: 10 posti bellissimi da non perdere

Padova, la città del Santo (Antonio), la città universitaria: dal Medioevo a oggi Padova ha attratto viaggiatori e pellegrini, studenti e intellettuali, tutti affascinati dai monumenti, dalla storia, dal fermento culturale che vi si respira. Padova è una meta perfetta per un weekend o una breve vacanza, o come base per esplorare il Veneto, da Venezia a Verona: ecco cosa vedere a Padova!

Nel Trecento Padova era una delle capitali culturali del mondo occidentale, ed era già città di storia millenaria: i primi veneti antichi si stabilirono qui fra il XIII e il XI secolo a.C. Se la storia del Rinascimento italiano ha poi premiato Firenze e la Toscana, il Trecento padovano – ben documentato dagli affreschi di Giotto alla Cappella degli Scrovegni – rimane una pietra miliare nella storia della cultura occidentale.

 Sede universitaria (già dal 1222), Padova è oggi una città vivace e piena di giovani, di concerti, eventi e di locali dove sorseggiare un drink. Che drink? Ma naturalmente lo spritz padovano, oggetto di un vero e proprio culto in città. Non discutete sulla ricetta con i locali: quello vero è quello padovano, punto e basta!

Fra opere d’arte e affascinanti piazze, Skyscanner ha scelto per voi le 10 cose da vedere durante la vostra visita a Padova!

Scopri di più: Le 10 città universitarie più amate d’Italia

Padova, come arrivare

Padova si trova a 40 km dall’Aeroporto Internazionale di Venezia (il più vicino), a 60 km da quello di Treviso e a 100 km da quello di Verona: dunque è facilmente raggiungibile da tutte le principali destinazioni turistiche del Veneto, e – grazie alla sua posizione – è un’eccellente base di partenza per l’esplorazione della regione, magari noleggiando un’automobile. Vicino a Padova sono presenti diverse destinazioni interessanti, adatte a ogni tipo di viaggiatore, dalle coppie a chi viaggia con i bambini.

Padova cosa vedere

1. Cappella degli Scrovegni

Se potete vedere una cosa sola e una soltanto a Padova, deve essere la Cappella degli Scrovegni. La piccola cappella dall’esterno potrà anche non destare il vostro interesse, ma all’interno racchiude il celebre ciclo di affreschi di Giotto, che li completò nei primi anni del Trecento. Fra i soggetti dipinti dal grande pittore toscano, le storie di Gioacchino e Anna, Maria e Cristo, l’inquietante Giudizio Universale (sulla controfacciata) e le allegorie dei vizi e delle virtù. Da qui, da questi affreschi, comincia un percorso importante della storia dell’arte occidentale, che dal successivo Rinascimento italiano orienterà i percorsi dell’arte in tutto il mondo. Imperdibile, davvero.

2. Basilica di Sant’Antonio da Padova

La Basilica di Sant’Antonio da Padova è una delle chiese più grandi del mondo, e ogni anno milioni di pellegrini varcano la sua soglia per visitare la tomba del santo e vedere le sue reliquie. La chiesa fu completata nel Trecento, e la facciata a capanna presenta elementi romanici e gotici, oltre a cupole in stile bizantino. Di fronte, in Piazza del Santo, si trova il Monumento equestre al Gattamelata, opera di Donatello. Dunque, ci siamo già contraddetti: se dovete scegliere cosa vedere a Padova, e potete scegliere una cosa sola, deve essere il Santo, ovvero la Basilica di Sant’Antonio! Facciamo così, trattenetevi un paio d’ore in più e infilateci una visita alla Cappella degli Scrovegni e al resto della città!

Padova cosa vedere: Basilica di Sant'Antonio da Padova

3. Palazzo della Ragione

Se poi ci prendete gusto, Padova ha abbondanza di cose da vedere da riempire un intero weekend, e oltre. Ad esempio, il Palazzo della Ragione, in pieno centro su Piazza delle Erbe. La forma ricorda quella di una nave rovesciata: risale al XIII secolo, e ospitava i tribunali cittadini di Padova. L’interno è decorato con un ciclo di affreschi a tema astrologico, da poco restaurati, e vale una visita. Ospita anche il grande Cavallo di legno (noto come Cavallo di Donatello, anche se l’attribuzione allo scultore è stata smentita), uno dei simboli della città di Padova.

Padova, cosa vedere: Palazzo della Ragione

4. Prato della Valle

È una piazza? È un prato? È il Prato della Valle, la più grande piazza di Padova e – in realtà – una delle più grandi piazze d’Europa (più grande c’è solo la Piazza Rossa di Mosca!). Il Prato della Valle è uno dei simboli della città di Padova, con la sua caratteristica forma ellittica: al centro si trova un’area verde – chiamata Isola Memmia, dal nome del podestà che commissionò i lavori di rifacimento del 1775, che ha dato alla piazza l’aspetto attuale. Intorno, un canale pieno d’acqua e 78 statue che osservano i turisti che passeggiano e i padovani che prendono il sole sul prato. Passate a rendere omaggio al podestà Memmio, alla statua numero 44.

Scopri di più: Le 20 piazze più belle del mondo

Padova cosa vedere: Prato della Valle

5. Orto Botanico di Padova

Padova vanta un altro record: è quello dell’Orto Botanico più antico al mondo. Fondato nel 1545 e annesso all’Università di Padova, inizialmente lo scopo dell’Orto era la coltivazione delle erbe medicinali necessarie per la pratica medica (era detto infatti horto medicinale). È divenuto Patrimonio dell’UNESCO nel 1997, in quanto è “all’origine di tutti gli orti botanici del mondo e rappresenta la culla della scienza, degli scambi scientifici e della comprensione delle relazioni tra la natura e la cultura”. Oggi raccoglie circa 7000 specie vegetali, e nel 2014 è stata inaugurata una nuova sezione, il Giardino della Biodiversità.

Scopri di più: i 20 siti UNESCO più spettacolari d’Italia

6. Piazza dei Signori e Torre dell’Orologio

Passeggiando per la centralissima Piazza dei Signori, fra le eleganti quinte di case storiche padovane e palazzi, alzate gli occhi per leggere l’ora sulla Torre dell’Orologio. E non solo l’ora: l’orologio segna anche mese, giorno e fase della luna… e persino il luogo astrologico! Cercate il vostro segno zodiacale sul quadrante: purtroppo, se siete della Bilancia, il segno della giustizia, resterete delusi. Secondo la leggenda, quel segno manca per una ripicca del costruttore, che voleva protestare per esser stato pagato meno del pattuito!

7. Piazza delle Erbe e Mercato

Anche detta, in passato, Piazza delle Biade, Piazza del Vino e Piazza della Giustizia, Piazza delle Erbe è una delle molte piazze del delizioso centro storico di Padova, insieme alla vicina Piazza della Frutta il cuore commerciale della città. Ancora oggi nelle due piazze si tiene un grande mercato, da vedere assolutamente se vi trovate a Padova fra il lunedì e il sabato. Una curiosità: il tratto di portico che collega Piazza delle Erbe con Piazza dei Frutti è detto Volto della Corda. Qui venivano puniti i commercianti padovani che imbrogliavano: venivano legati con una corda con i polsi dietro la schiena, sollevati fino a 3-4 metri e lasciati cadere. Non si fa più, ma nel dubbio non fate i furbi.

Scopri di più: I 10 Mercati coperti più belli d’Europa

8. MUSME – Museo della Storia della Medicina di Padova

Ecco un museo che merita visitare, modernissimo e all’avanguardia. Il MUSME di Padova è dedicato alla Storia della Medicina, e racconta la storia della pratica di cui la città veneta fu una delle capitali mondiali, dall’antichità a oggi. Pannelli multimediali, oggetti storici, video e laboratori interattivi per i bambini rendono il MUSME qualcosa di molto lontano dai classici musei “noiosi”. Perfetto per gli adulti curiosi, e per quei bambini che… “da grande voglio fare il dottore”!

Il MUSME – Museo della Storia della Medicina di Padova è aperto da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 19.00 (alla mattina su prenotazione), e sabato, domenica e festivi dalle  9.30 alle 19.00.

Scopri di più: 10 Città per bambini che hanno grandi passioni

9. Chiesa degli Eremitani e Musei Civici agli Eremitani

La Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, più nota come Chiesa degli Eremitani, è a Padova dal 1264. A una sola navata (della tipologia detta “a granaio”), la chiesa merita una visita per l’atmosfera di grande serenità che trasmette e per le sue opere d’arte, fra cui la magnifica Cappella Ovetari, con affreschi di Andrea Mantegna. Nell’antico convento degli Eremitani hanno oggi sede i Musei Civici: in particolare il Museo archeologico e il Museo d’arte medioevale e moderna.

10. Parco Regionale dei Colli Euganei

Siete dell’umore per una gita fuori porta? Non lontano da Padova, il Parco Regionale dei Colli Euganei è perfetto per perdersi fra colline verdeggianti (il punto più alto, il Monte Venda, si trova a 601 metri sopra il livello del mare) e affascinanti siti storici, da scoprire in automobile, in bicicletta o a piedi. Fra le attrattive, il Museo dell’aria di San Pelagio (tutto dedicato al volo!), l’imponente Castello del Catajo, l’Abbazia Benedettina di Praglia, l’Eremo Camaldolese sul Monte Rua… e infiniti B&B e ristoranti e cantine che non vedono l’ora di accogliervi con un buon bicchiere di vino!

Scopri di più: I 10 Parchi Nazionali più belli d’Italia

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––
Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni nel mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca Ovunque di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Potrebbe interessarvi anche:

Galles: cosa vedere e cosa fare

10 cose da fare a Valencia, bellissima città della Spagna

15 città italiane per gli amanti della musica

Bagaglio a mano: le 5 migliori valigie da cabina morbide

Brisbane, Australia: tra grattacieli, canguri e koala

I 20 Paesi più economici del 2017

Balkan express: in treno alla scoperta dei Balcani

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso