Home notizie 10 Cose da vedere a Minorca

Tutti gli articoli

10 Cose da vedere a Minorca

Perla del Mediterraneo, e della Spagna, l’isola di Minorca è il luogo ideale per famiglie, coppie e giovani alla ricerca di relax, spiagge stupende e imperdibili tramonti accompagnati da drink e tapas.

Minorca è conosciuta come l’isola del vento, la seconda più grande tra le Isole Baleari. Nel corso dei secoli ha visto il susseguirsi di diversi popoli da Romani, Greci, Cartaginesi, Inglesi agli Arabi, che hanno lasciato le loro impronte nella vita culturale dell’isola. Minorca è stata dichiarata dall’Unesco Riserva della Biosfera grazie ai suoi incredibili paesaggi naturali e incontaminati che la rendono l’isola più verde del Mediterraneo. L’isola offre cibo genuino e di alta qualità con gustose prelibatezze come l’aragosta stufata, il cosciotto arrosto di agnello, la paella, le melanzane ripiene, salumi aromatizzati e dolci come gli amargos e i carquinyols. Minorca è capace di sorprendere tutti grazie al suo essere selvaggia a nord, turistica a sud e originale nell’entroterra con il suo stile minorchino, strade strettissime, muretti a secco e cancelli di legno. Ideale per chi è alla ricerca di un’esperienza autentica.

Voli economici per Minorca

1. Ciutadella

Ciutadella è l’antica capitale di Minorca situata a nord dell’isola. Una città portuale da visitare a piedi attraversando il grazioso porto fino a raggiungere il borgo antico medioevale. Simbolo della città è il cavallo di bronzo, alto 8 metri, sollevato sulle zampe superiori. La cittadina è caratterizzata da una serie di vicoli che sbucano su varie piazze attorno alle quali ci sono le attrazioni più importanti della città. Nelle vicinanze di Piazza des Born troverete il Teatro Municipale des Born, la Cattedrale di Minorca, che sorge sulle fondamenta della moschea dei Mori e il Museo Municipale di Ciutadella che percorre la storia di Minorca a partire dalle culture pretalaiotica e talaiotica. A Piazza de la Llibertat c’è il caratteristico mercato coperto del pesce e per un caffè o un pranzo all’aperto dirigetevi verso Piazza Nuova dove ci sono numerosi bar e ristoranti. Il fascino della città di Ciutadella vi conquisterà perchè conserva gelosamente il suo antico splendore e la sua architettura barocca e gotica.

Scorcio della costa di Ciutadella

2. Lithica Pedreres de s’Hostal

A pochi km da Ciutadella esplorate le cave più conosciute di Minorca, Lithica Pedreres de s’Hostal, caratterizzate dal labirinto naturale. Ottenute dall’estrazione della pietra mares, tipico tufo dell’isola, le cave lasciano spazio a una vegetazione autoctona, a un giardino medioevale e a maestose mura. Perdersi è meraviglioso.

Lithica Costo d’ingresso 5,00 Euro

Vista della cava Lithica Pedreres de s'Hospital

3. Cap de Cavalleria

L’isola di Minorca ha sette fari e il faro di Cap Cavalleria è il più antico, situato sulla punta di un’alta scogliera a nord dell’isola. A piano terra c’è un piccolo ecomuseo che raccoglie testimonianze del patrimonio naturale della zona e tutto ciò che riguarda la costruzione del faro. Tutto bianco e completamente a picco sul mare, da questo luogo così suggestivo protete godervi l’alba e le sfumature del mare.

Scoprite di più: I 17 fari più spettacolari del mondo

Veduta del faro Cap de Cavalleria

4. Spiaggia Cala Macarella

Una delle più belle spiagge di Minorca è Cala Macarella a 14 km da Ciutadella. Sabbia finissima e bianca e acque cristalline renderanno piacevole la vostra giornata. La pineta, presente sulle alte scogliere che circondano Cala Macarella, è il luogo ideale per un po’ di ombra e tranquillità. Essendo una delle spiagge più ambite vi consigliamo di recarvi nelle prime ore del mattino.

Scoprite di più: Le 10 Spiagge più belle di Spagna

Spiaggia Cala Macarella

5. Monte Toro

Monte Toro è la collina più alta di Minorca, dal quale si può godere la vista di tutta l’isola perché si trova a metà strada tra Ciutadella e Mahon. Qui è presente il Santuario Virge del Toro, antico monastero agostiniano, che rappresenta il centro spirituale dell’isola e meta di pellegrinaggio. All’interno della Chiesa, scolpita nel legno, c’è la sacra immagine della Madonna Nera, venerata come santa patrona dell’isola. L’otto maggio si celebra la Benedizione dei venti e di tutti i frutti presenti sull’isola. Ma non lasciate la zona senza aver visitato il piccolo villaggio medioevale, Es Mercadal**, ai piedi del Monte Toro, ricca di mercati e negozietti.

Facciata del Monte Toro

6. Fornells

A Fornells, località sulla costa nordoccidentale di Minorca, lasciatevi tentare da un buon pranzo a base di aragosta. Un porto naturale dove sorge un grazioso villaggio di pescatori e ristoranti che preparano piatti tipici come la caldereta (zuppa di aragosta) e la paella di pesce, una delle migliori della Spagna, ricca di molluschi, crostacei e parti di aragosta. Una bella passeggiata verso la piazza principale renderà ancora più interessante la vostra permanenza. Non dimenticate di visitare la Chiesa de Sant Antoni, con le sue 4 cappelle interne che raffigurano alcuni scorci del paese e la Torre di Fornells che ospita una mostra sul sistema difensivo dell’isola di Minorca e una vista mozzafiato sul mare.

vista mozzafiato di Fornells

7. Mahon

Mahon è la nuova capitale di Minorca e si trova a sud dell’isola. La cittadina si sviluppa intorno al più grande e lungo porto naturale del Mediterraneo. Sfruttato in epoca Romana, ha assunto importanza con l’invasione inglese e oggi è un luogo ideale per lunghe passeggiate. Dal porto, attraverso le viuzze, raggiungerete il centro storico in stile coloniale, il Municipio, gli edifici religiosi e il Teatro Principal, l’antico teatro di Spagna. Tranquilla di giorno e vivace di notte, Piazza de S’Esplanada è fulcro della movida cittadina. Città dall’atmosfera cosmopolita e dello shopping, dove è possibile acquistarele minorchine, famosi sandali dell’isola con tomaia in pelle e una striscia attorno al tallone dello stesso materiale.

Mahon la nuova capitale di Minorca

8. Binibequer Vell

Da Sant LLuis, cittadina che si trova a 2 km dalla capitale Mahon, potrete raggiungere l’antico villaggio di pescatori chiamato Binibequer Vell. Un grazioso borgo che si affaccia su un piccolo porto caratterizzato da case bianche, stretti vicoli e cartelli che invitano a far silenzio. Ristoranti e negozietti renderanno speciale il vostro momento di svago con meravigliose vedute sul mare.

vista delle case di Binibquer vell

9. Cova de’n Xoroi

Tappa d’obbligo durante il soggiorno a Minorca è a Cova de’n Xoroi, a 20 minuti da Mahon, un locale spettacolare creato all’interno di una grotta naturale a strapiombo sul mare. Di notte diventa una delle più importanti discoteche dell’isola e di giorno un posto meraviglioso grazie alle sue terrazze con una vista aperta sul mare e la costa. Luogo ideale per un romantico e affascinante aperitivo al tramonto con ottima musica e drink.

Cova de’n Xoroi Scoprite di più: 6 incredibili grotte da esplorare

Facciata di Cova de'n Xoroi

10. Son Bou

Se siete alla ricerca di lunghe spiagge di sabbia dorata non vi resta che andare a Son Bou, a pochi chilometri da Cova de’n Xoroi. Oltre alla tintarella, immersioni e nuotate potrete visitare i resti della Basilica Paleocristiana, l’insediamento preistorico Torre d’en Galmés e Ses Roques Llises la più antica costruzione megalitica dell’isola. Ma non solo, per chi ama la natura, qui c’è la riserva naturale Es Prat de Son Bou, che ospita molte specie di uccelli, anfibi e insetti.

Lunga spiaggia di Son Bou

POTRESTE ANCHE ESSERE INTRESSATI A: Le 10 Spiagge più belle di Spagna

Le Isole della SPAGNA per un’estate bollente

5 destinazioni senz’auto, liberi dal traffico

Vacanze per single: 10 proposte per un’estate indimenticabile!

Cosa fare a Maiorca: 10 cose imperdibili

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa