Home notizie COVID-19 (Coronavirus) domande e risposte di viaggio

Tutti gli articoli

COVID-19 (Coronavirus) domande e risposte di viaggio

State sognando la prossima vacanza ma non trovate risposte alle vostre domande di viaggio sul Coronavirus? Abbiamo raccolto alcune delle più comuni domande e risposte di viaggio sul COVID-19 poste dai viaggiatori, dalle politiche di cancellazione di compagnie aeree e hotel all’impatto del Coronavirus su persone e viaggi. È importante disporre di tutte le informazioni necessarie per prendere le giuste decisioni per viaggi futuri.

Le più comuni domande (e risposte) di viaggio sul COVID-19 (Coronavirus) poste dai viaggiatori

Quali sono le regole di quarantena per i voli nazionali?

Il termine quarantena risuona tra le domande e risposte di viaggio sul Coronavirus. Chiariamo subito: le regole sono diverse da Paese a Paese. In Italia non esiste l’obbligo di quarantena per spostamenti all’interno del suolo nazionale: i viaggiatori sono tenuti ad auto-monitorare la propria salute prima e dopo del volo, solo in caso di sintomi si dovranno prendere dei provvedimenti. Ad ogni modo, esistono Paesi in cui l’obbligo della quarantena sussiste anche per i voli nazionali, ragion per cui vi invitiamo a monitorare il sito del governo della destinazione scelta prima di decidere di spostarvi.

Come posso trovare idee per vacanze uniche?

“Mentre le restrizioni iniziano a diminuire, prendete in considerazione quelle destinazioni in cui è possibile mantenere la distanza sociale. Se cercate un luogo dove leggere un libro con i piedi nella sabbia e il vento tra i capelli, scegliete la tranquilla costa portoghese di Sintra, a nord di Lisbona, al posto dell’affollato Algarve. Per provare specialità francesi e incontrare una straordinaria architettura gotica, perché non evitare la folla parigina e dirigersi a Reims? Vorreste immortalare Machu Picchu su Instagram? Perché non optare per il selvaggio Peloponneso e lo spettacolo della Gola di Lousios in Grecia, con i suoi monasteri fatiscenti scolpiti nelle pareti della scogliera.”

Jen Rankine, Global Community Manager di Skyscanner

Come sarà il futuro dei viaggi aerei?

“Aspettatevi ulteriori misure di sicurezza elettroniche all’interno dell’aeroporto, come telecamere a infrarossi, sensori corporei e controlli della temperatura per contenere la diffusione delle infezioni. Scaricate app utili per evitare il trasporto e il contatto di documenti cartacei (carte di imbarco, conferma dell’hotel). Inoltre, considerate l’idea di pagare in formato elettronico (anche la valuta estera). Le carte di debito/credito consentono di evitare le commissioni bancarie internazionali e di fare pagamenti senza toccare monete e banconote. “

Dave Thomson, Chief of Staff Product and Design a Skyscanner

Cosa sono i “quarantine hotel”?

Tra le domande di viaggio sul Coronavirus ecco che spunta quella sui “quarantine hotel” o hotel di quarantena, quelle strutture alberghiere utilizzate per bloccare i viaggiatori che entrano in un determinato Paese. Controllate i siti ufficiali dei governi prima di volare in una determinata destinazione per sapere se è obbligatorio restare in un hotel di quarantena in attesa della risposta del test fatto all’arrivo. Dopo 24 ore circa arriveranno i risultati: se il test è negativo, il viaggiatore è libero di proseguire il viaggio, altrimenti è obbligato a rimanere in hotel in isolamento per un periodo di circa due settimane.

Cosa è una “staycation”?

Con il termine americano “staycation“, letteralmente “vacanza a casa”, si intende un soggiorno domestico non troppo lontano da casa o comunque entro i propri confini nazionali. Una tipologia di vacanza a “chilometro zero”, o quasi, entrata in voga con l’inizio della pandemia vista l’impossibilità (momentanea) dei viaggiatori di volare all’estero.

Quando si potrà viaggiare di nuovo?

Tra le domande di viaggio sul Coronavirus quella che maggiormente attanaglia le menti di noi viaggiatori è: quando si potrà viaggiare di nuovo? Dopo molte settimane di incertezza, ci sono buone notizie per tutti i viaggiatori poiché molti Paesi stanno progressivamente riaprendo i confini al turismo internazionale. Questo significa che ora è possibile viaggiare in molte destinazioni, tuttavia per restare informati su divieti e restrizioni di viaggio inerenti la pandemia di Covid-19 vi consigliamo di monitorare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina Viaggiare Sicuri, il sito International Air Travel Association (IATA) e il nostro articolo Coronavirus: consigli di viaggio, sempre aggiornato.

È sicuro volare?

“Il mondo dei viaggi sta rispondendo alle nuove preoccupazioni da parte dei viaggiatori migliorando gli standard di igiene per infondere fiducia e fare la differenza. Le compagnie aeree e gli aeroporti stanno introducendo una serie di nuove misure per proteggere i viaggiatori durante il viaggio. Si raccomanda inoltre di portare con sé i dispositivi di protezione individuale per ridurre i rischi associati al volo durante il Coronavirus “.

Jon Thorne, Director of User Satisfaction a Skyscanner

Cosa sono le “bolle di viaggio” e i “corridoi turistici” e cosa significano per le vacanze?

Le “travel bubbles” o bolle di viaggio, chiamate anche “corridoi di viaggio” e “ponti aerei”, consentono ai viaggiatori il passaggio tra due o più Paesi senza la necessità della messa in quarantena (solo chi entrerà da un Paese al di fuori dalla bolla dovrà comunque mettersi in quarantena per un massimo di 14 giorni). Una strategia pensata da Paesi di aree limitrofe per facilitare lo spostamento delle persone e quindi le vacanze internazionali.

Dove potrebbero aprirsi “bolle di viaggio” in futuro?

Australia e Nuova Zelanda stanno lavorando al loro “corridoio di viaggio” mentre la Cina sta valutando di consentire a Hong Kong, Taiwan e Corea del Sud di entrare nella sua bolla. Israele sta pensando di aprirsi a un possibile accordo con la Grecia e Cipro.

Esiste la possibilità di prenotazioni flessibili per viaggi futuri?

“Molte agenzie online e compagnie aeree hanno introdotto politiche di prenotazione flessibili per i viaggi futuri. Durante la ricerca voli di Skyscanner è possibile identificare le tariffe coperte da politiche di prenotazione flessibile grazie all’iconcina “biglietto flessibile” sulla lista dei voli. Potete anche adattare la vostra ricerca per visualizzare solo prenotazioni flessibili.

L’assicurazione di viaggio è più importante che mai, quindi è consigliabile assicurarsi che qualsiasi polizza esistente copra il viaggio che state cercando di prenotare. Se non disponete di una copertura assicurativa, assicuratevi di farlo prima di prenotare un qualsiasi viaggio, prestando attenzione alle clausole in vigore.

Se avete acquistato una polizza prima che il Coronavirus fosse un evento noto, in generale sarete coperti. La data limite varia a seconda dell’assicuratore anche se quella da prendere in considerazione è il 12 marzo 2020, giorno in cui l’OMS ha dichiarato lo stato di pandemia.

È inoltre consigliabile verificare sui siti ufficiali eventuali accordi consolari e di rimpatrio tra il proprio Paese di origine e il Paese che si desidera visitare. In alcuni casi, i Paesi potrebbero non disporre di misure ufficiali per garantire la possibilità di tornare rapidamente dal luogo di viaggio in caso di emergenza, il che porterebbe a notevoli spese da pagare non preventivate nel momento della partenza.”

Martin Nolan, Senior Director, Legal & Public and Regulatory Affairs a Skyscanner
risposte Coronavirus

L’assicurazione copre l’emergenza COVID-19?

Le pandemie (come l’emergenza Covid-19) nonché le conseguenze di eventi associati a decreti ufficiali sono esplicitamente escluse dalle coperture assicurative di viaggio standard. Vale comunque la pena verificare con il proprio assicuratore. Nel frattempo vi consigliamo di consultare le nostre guide su cosa fare se la prenotazione dell’hotel viene annullata e su volo cancellato: cosa fare per partire o avere un rimborso per rispondere a tutte le domande di viaggio sul Coronavirus e sulle cancellazioni di hotel e voli.

Esiste l’obbligo di registrazione per entrare nelle regioni italiane?

Con il passaggio nella Fase 3, in Italia è possibile viaggiare liberamente da una regione all’altra. Solo alcune regioni italiane hanno messo a punto una registrazione la cui ricevuta, una volta fatta, deve essere allegata alla carta d’imbarco e al documento di identità. Le regioni in questione sono Sardegna, Puglia, Basilicata e Sicilia.

Per chi arriva in Sardegna è prevista una registrazione obbligatoria on line da fare su un apposito modulo disponibile nella piattaforma SUS senza contare che tutti i viaggiatori devono sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea e compilare la scheda di ricerca di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19.

Obbligo di segnalarsi anche per chi entra in Puglia e Basilicata. Dal 3 giugno, tutti quelli che si spostano, si trasferiscono o entrano in Puglia, da altre regioni o dall’estero, con mezzi pubblici o privati devono segnalare lo spostamento, il trasferimento o l’ingresso con la compilazione del modello di auto-segnalazione disponibile sul sito della Regione Puglia. Obbligo di comunicazione anche per chi entra in Basilicata dove, secondo l’ordinanza emessa dal Presidente della Regione, “chi arriva o si trasferisce, anche temporaneamente”, in Basilicata, deve comunicarlo al medico curante, al pediatra se si tratta di un minorenne o al numero verde regionale 800996688, indicando luogo di provenienza, destinazione principale, periodo di soggiorno e recapiti telefonici.

Sicilia Si Cura invece è l’app disponibile per i dispositivi Android e iOS, da scaricare in modo facoltativo una volta arrivati in Sicilia. L’app è una sorta di registrazione di tipo sanitario che i turisti dovrebbero scaricare per segnalare i dati personali sul proprio stato di salute, sugli spostamenti ed eventuali casi di Covid-19 in famiglia.

Cosa è l’app Immuni?

Tra le domande di viaggio sul Coronavirus ci si imbatte spesso nell’app creata per combattere l’epidemia di Covid-19: Immuni. L’app utilizza la tecnologia per avvertire gli utenti che hanno avuto un’esposizione a rischio, anche se asintomatici. I dati, raccolti, protetti e salvati su server, sono gestiti dal Ministero della Salute e da soggetti pubblici, nel totale rispetto della privacy. La nuova app disponibile dal 1 giugno per il download su iOS e Android funziona tramite Bluetooth e non è obbligatoria.

In fase di cancellazione volo quali sono le opzioni?

Dipende dalle politiche di cancellazione e modifica dei voli, ma per gli annullamenti volontari non sono solitamente previsti rimborsi da parte di compagnie aeree o agenzie di viaggio. Data la natura mutevole del Covid-19 e l’incertezza del momento, molte compagnie aeree offrono la possibilità di prenotare in modo flessibile, un’opzione valida per spostare il proprio viaggio in una data successiva evitando di pagare tasse e costi aggiuntivi. Se il vostro volo non è stato ancora cancellato vi consigliamo di attendere la possibile cancellazione da parte del vettore aereo (i voli vengono solitamente cancellati vicino alla data di partenza) e scegliere tra le opzioni di rimborso o riprenotazione.

La compagnia aerea ha annullato il volo, quali sono le opzioni?

Dipende dalla compagnia aerea e dalla sua politica. Alcune compagnie offrono un voucher per viaggi futuri, l’opzione di prenotare per una data successiva senza costi aggiuntivi oppure il rimborso totale della spesa. Non vi resta che controllare le opzioni direttamente sul sito ufficiale della compagnia aerea per trovate risposte alle vostre domande di viaggio sul Coronavirus o dell’agente di viaggio con cui avete prenotato.

Come sapere se la propria compagnia aerea ha sospeso il volo?

Numerosi Paesi hanno imposto più o meno forti restrizioni di viaggio. Molte compagnie aeree stanno sospendendo i voli e molti aeroporti stanno chiudendo, impedendo a questi di partire e atterrare. Il nostro consiglio è quello di controllare la pagina ufficiale della compagnia aerea nella sezione riservata al Covid-19 (lì troverete tutte le domande e risposte di viaggio sul Coronavirus) e monitorare siti come Viaggiare Sicuri e International Air Travel Association (IATA) per aggiornamenti giornalieri su destinazioni specifiche.

Cosa fare per ottenere un rimborso?

In questo momento i call center stanno ricevendo un numero di richieste significativamente più elevato rispetto al normale. Diverse compagnie aeree hanno istituito team di supporto online e telefonico per consentire ai viaggiatori di richiedere e ricevere rimborsi nel minor tempo possibile. Controllate il sito ufficiale della compagnia aerea per i dettagli della sua politica e cercate di essere comprensivi vista la drammatica situazione: aspettatevi tempi di attesa più lunghi del solito per ricevere assistenza telefonica ma non demordete, troverete gentilezza da parte degli operatori sempre pronti a monitorare lo status della vostra domanda di rimborso e rispondere alle più comuni domande di viaggio sul Coronavirus.

domande di viaggio Coronavirus

Ho prenotato con Skyscanner. Come fare per annullare il volo o apportare modifiche?

Esistono due modi per acquistare voli attraverso Skyscanner: acquistare da un partner o prenotare direttamente con noi. I “partner” di Skyscanner sono le compagnie aeree, le agenzie di viaggio online, gli hotel e le compagnie di autonoleggio con cui potete prenotare tramite il nostro sito e la nostra app. Se avete prenotato con un partner, dovrete contattarlo direttamente per annullare o apportare modifiche alla prenotazione. Se avete prenotato con Skyscanner sul nostro sito o app, controllate la conferma della prenotazione per i dettagli su come ottenere assistenza. In caso di incertezza controllate le email di conferma o l’estratto conto per trovare i dettagli su come è stato effettuato il pagamento.

È consigliabile prenotare un viaggio per l’autunno?

La ricerca voli per la fine dell’anno è aumentata notevolmente… sono davvero tante le persone che hanno inserito un viaggio all’estero nella loro lista dei desideri. Pensare a una vacanza futura è una scelta personale, che potrebbe rivelarsi intelligente. In tal caso, assicuratevi di controllare attentamente le politiche relative alla prenotazione. Molte compagnie aeree e strutture alberghiere stanno adottando politiche di prenotazione flessibili per consentire ai clienti di pianificare un viaggio a prezzi vantaggiosi. Dare risposte alle più comuni domande di viaggio sul Coronavirus e guardare al futuro con positività sono valide strategie per affrontare meglio il presente.

Cosa è e come funziona il Bonus Vacanze?

Tra le domande di viaggio sul Coronavirus quella sul Bonus Vacanze risuona ovunque, da giugno più che mai. Si tratta dell’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio, un incentivo per chi trascorrerà le proprie ferie all’interno delle strutture ricettive italiane pensato per sostenere e rilanciare il mercato turistico italiano (bonus 500 euro per famiglie di 3 o più persone; bonus 300 euro per coppie e nuclei familiari di 2 persone; bonus 150 euro per nuclei familiari composti da una persona). Dal 1 luglio è possibile fare domanda per il bonus (usufruibile solo da un componente del nucleo familiare) ma per usufruire è necessario avere un Isee inferiore ai 40mila euro. L’80% dell’importo verrà scalato al momento del pagamento in struttura, sotto forma di sconto, mentre il 20% sarà scaricato come detrazione di imposta nella dichiarazione dei redditi. Per richiederlo ed usarlo non occorre stampare nulla, in quanto il bonus è in formato digitale e l’attivazione è immediata tramite l’app IO Italia connessa al portale web INPS e all’Agenzia delle Entrate.

Come il Coronavirus ha cambiato l’atteggiamento delle persone nei confronti del viaggio?

“Abbiamo condotto un’indagine sui viaggiatori scoprendo che i due terzi (65%) afferma di “voler sfruttare meglio il proprio tempo per viaggiare” senza contare che l’80%, una volta possibile, “viaggerà con ogni probabilità verso la destinazione dei propri sogni”.

Nelle ultime settimane abbiamo notato un marcato aumento del numero di ricerche voli su Skyscanner. È probabile che molte compagnie aeree aggiungano rotte, offerte e pacchetti con l’obiettivo di attirare i viaggiatori verso il cielo.”

Jo McClintock, Global Brand and Marketing Director at Skyscanner

Ci siamo! Abbiamo provato a rispondere alle più comuni domande di viaggio sul Coronavirus poste dai viaggiatori. Ora non resta che trovare ispirazione per il prossimo viaggio appena il mondo riaprirà le sue porte.

Questa pagina è stata aggiornata l’ultima volta il 10 luglio 2020. Per quanto ci risulta, le informazioni di questa pagina erano corrette al tempo della pubblicazione. Tuttavia, data la natura mutevole del COVID-19, le informazioni varieranno a seconda della località e cambieranno con breve preavviso di tempo. Faremo del nostro meglio per tenere aggiornata questa pagina, ma non possiamo comunque garantirlo. 

Questa pagina è stata creata solo a scopo di orientamento generale e non è stata pensata per l’utente o per circostanze specifiche rilevanti per l’utente. Si consiglia vivamente di monitorare gli ultimi aggiornamenti sui siti ufficiali del proprio governo prima di intraprendere un viaggio o prendere qualsiasi decisione inerente uno spostamento. 

Skyscanner è leader globale nei viaggi. Controlliamo il costo con 1.200 compagnie di viaggio per aiutarti ad ottenere il miglior prezzo su volihotel e noleggio auto.