Home notizie 10 Cose bellissime da vedere a Ferrara

Tutti gli articoli

10 Cose bellissime da vedere a Ferrara

Ferrara è una delle più belle città dell’Emilia Romagna, la più grande fra le città italiane a misura d’uomo e la più piccola fra le grandi capitali del Rinascimento italiano. Reinventata fra Quattrocento e Cinquecento dai duchi d’Este, ricca di monumenti storici e musei, la vecchia Ferrara è oggi divisa fra la zona rinascimentale e il centro storico medievale, entrambi splendidi e entrambi perfetti da esplorare a piedi o in bicicletta... Ecco a voi Ferrara, la meta perfetta per un weekend di relax e cultura nel centro Italia!

A Ferrara la bicicletta è più di un mezzo di trasporto: è quasi una filosofia di vita. Non per nulla la città si è guadagnata il titolo di “città delle biciclette”, almeno in Italia. Una buona notizia per i turisti che la visitano arrivando in aereo, in treno o in macchina: per scoprire il centro di Ferrara, basta pedalare. È tutto in piano, e non mancheranno le possibilità di fermarsi per qualche sosta in un parco, un palazzo storico o un bel ristorantino, o magari un concertoo una deviazione letteraria. Se viaggiate con i bambini, adoreranno la città: castelli da esplorare, grandi aree verdi, antiche mura da percorrere… Vi servono solo le informazioni giuste: come visitare in un giorno Ferrara, che cosa fare per un weekend, che cosa vedere: Skyscanner ha raccolto per voi le 10 cose imperdibili di Ferrara (più una gita fuori porta)!

Scopri di più: 20 Bellissime Città d’Arte in Italia

Ferrara

Come raggiungere Ferrara

L’aeroporto di Bologna dista da Ferrara appena 35 chilometri (sono disponibili navette), ed è facilmente raggiungibile anche da Verona e Venezia.

Scopri di più: 10 cose da vedere a Bologna

Trova tutti i voli economici per Bologna

Castello Estense

Il monumento più caratteristico di Ferrara è anche il più amato dai bambini: un vero castello, con tanto di fossato, ponti levatoi e segrete, tutte da esplorare! Il Castello Estense – o Castello di San Michele – risale al Quattrocento (la prima pietra fu posata nel 1385), e la sua imponenza dimostra ancora oggi la potenza della famiglia Este durante il Rinascimento. Il piano terra ospita le prigioni e le cucine, mentre ai piani superiori si trovano ambienti riccamente decorati: le sale dei giochi, la cappella ducale, la Loggia degli Aranci, la Sala del Governo e la Sala degli Stemmi. Informatevi prima della visita: il castello ospita spesso eventi e organizza attività dedicate ai più piccoli, visite guidate e visite animate e teatrali.

Scopri di più: I 20 castelli più belli d’Italia

Castello Estense

Palazzo dei Diamanti

Il vero simbolo della Ferrara rinascimentale, e la prova del raffinato gusto della famiglia Este, è senza dubbio il Palazzo dei Diamanti. Il nome deriva dalla particolare forma degli oltre 8500 blocchi di marmo bianco-rosato che ornano le facciate: il Palazzo fu costruito alla fine del Quattrocento, come centro simbolico della cosiddetta “Addizione Erculea”, la grande espansione della città voluta dal Duca Ercole I, una grande opera urbanistica che ha trasformato Ferrara da un borgo medievale a una affascinante capitale del Rinascimento. Oggi il Palazzo ospita mostre temporanee (vale la pena informarsi!), oltre alla Pinacoteca Nazionale di Ferrara.

Ferrara, Palazzo dei Diamanti

Il centro storico

Ferrara è una città a misura d’uomo: dunque, oltre a collezionare monumenti e musei, prendetevi del tempo per scoprirne il centro storico, a piedi o affittando una bicicletta (il mezzo di trasporto ufficiale in città!). Il magnifico Corso Ercole d’Este, pedonalizzato, corre dal Castello alle mura immerse nel verde, e mantiene pressoché intatto l’aspetto che aveva nel Rinascimento. Oltre alla zona rinascimentale dell’“Addizione Erculea”, Ferrara vanta anche un bel centro storico medievale, ideale per passeggiare fra una chiesetta e la sosta in un caffè o un ristorante tipico. Fra le specialità ferraresi facilmente assaggiabili: la salama da sugo, il pasticcio di maccheroni (o pasticcio ferrarese), i cappellacci alla zucca e un imperdibile panpepato come dolce!

Centro storico di Ferrara

Trova tutte le offerte di hotel a Ferrara

Le mura di Ferrara

Le antiche mura medievali, rimaneggiate nel corso dei secoli, circondano tutta la zona storica della città di Ferrara: percorrere i loro 9 chilometri, fra baluardi, torri, viali alberati e sentieri, è l’ideale per una gita fuori città… restando in città (e intorno alla città)! La soluzione migliore è prendere una bicicletta, ma i camminatori non saranno delusi: potreste cominciare il giro dalla Porta degli Angeli, al termine di Corso Ercole I d’Este, e procedere in senso orario o antiorario. Il percorso è chiuso alle macchine, su strada sterrata compatta e pedalabile con facilità. Portatevi un cestino da pic-nic!

Scopri di più: Le 20 Città sul fiume più belle d’Italia

Mura di Ferrara

Palazzo Schifanoia

Come suggerisce il buffo nome, il Palazzo Schifanoia fu costruito dagli Este per… non annoiarsi! Si tratta infatti dell’ultimo esempio ancora esistente di palazzo concepito e costruito esclusivamente per lo svago della nobiltà: passeggiando per le sale o il giardino, provate a figurarvi duchi, conti e nobildonne che si riposano nel lusso dalle fatiche del potere. Entrate dal grande portale marmoreo che si apre sulla facciata principale (quella che dà sulla strada), notate lo stemma araldico con l’unicorno sopra la porta, e cercate gli affreschi del Ciclo dei mesi, realizzati intorno al 1470 da maestri della scuola ferrarese. E date uno sguardo al soffitto!

Palazzo Schifanoia

Casa di Ludovico Ariosto

Ludovico Ariosto visse e lavorò in questa casa ferrarese – che oggi si trova in Via Ariosto – per gli ultimi anni della sua vita, mentre terminava il suo capolavoro, L’Orlando Furioso, pubblicato nel 1532 (un anno prima della sua morte). Un’iscrizione in latino sulla facciata recita "Piccola ma adatta a me, non tributaria ad alcuno, non misera e tuttavia acquistata solo con denaro mio": in effetti la casa è piuttosto semplice, un sobrio edificio di mattoni rossi. Ospita un piccolo museo, con ritratti, edizioni riccamente illustrate e altri ricordi del grande poeta.

Cattedrale di San Giorgio

La Cattedrale di San Giorgio era – ed è – il centro religioso della città di Ferrara. La prima fondazione risale al 1100, ma la chiesa ha subito ampliamenti per tutti i secoli successivi, e appare ai visitatori di oggi come un affascinante miscuglio di stili, dal romanico al barocco. La splendida facciata è in marmo bianco, e al centro del portale è raffigurato San Giorgio che uccide il drago. La chiesa si trova sulla grande Piazza Trento e Trieste, anche nota con l’antico nome di Piazza delle Erbe: sulla piazza si affacciano altri palazzi storici, fra cui il gotico Palazzo della Ragione, ed è un buon posto per fare una sosta bevendo un caffè e guardando il passeggio.

Scopri di più: Le 15 Cattedrali più belle d’Italia

Cattedrale di San Giorgio

Orto Botanico e Parco Massari

È improbabile che a Ferrara vi venga la necessità di sfuggire dal caos urbano: il centro è piacevole sia per chi cammina sia per i moltissimi ciclisti. In ogni caso, che sentiate o meno il bisogno immergervi nel verde, una visita all’Orto Botanico è quasi dovuta. L’Orto Botanico dell’Università di Ferrara risale al 1771, e testimonia la fama dell’Università ferrarese: con i suoi 4500 metri quadrati di superficie (di cui 235 di serre), l’Orto è la meta ideale per una passeggiata fra piante esotiche e fiori. Si trova vicino al Parco Massari, polmone verde del centro cittadino, dove potrete proseguire la vostra passeggiata.

Orto Botanico di Ferrara

Museo Archeologico Nazionale

Lo splendido Palazzo Costabili, detto anche Palazzo di Ludovico il Moro, costruito dall’architetto Biagio Rossetti (lo stesso del Palazzo dei Diamanti) ospita il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara. Il Museo documenta un passato ben più antico di quello estense: raccoglie infatti i reperti raccolti durante gli scavi alla città etrusca di Spina (fra cui molti vasi riccamente decorati), grande polo commerciale dell’Etruria sul delta del Po.

 Casa Romei

Un mix di elementi medievali e rinascimentali, la Casa Romei è una delle più belle dimore nobiliari di Ferrara, e merita una visita. Non fatevi ingannare dalla facciata austera: gli ambienti interni sono riccamente decorati e con mobili d’epoca, e si affacciano su un fantastico cortile porticato.

Il Delta del Po

Infine, un consiglio per una gita fuori città: la zone del grande Delta del fiume Po, con il Parco naturale del Delta del Po, dista appena un’ora in macchina dal centro di Ferrara. La scelta di escursioni è pressoché infinita: a piedi o in bicicletta per fare birdwatching, in barca, o anche – per i più pigri – noleggiando una macchina, in cerca di una buona osteria dove assaggiare qualche specialità del luogo (imperdibile l’anguilla!).

Il Fiume Po

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni nel mondo, in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca Ovunque di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Potrebbe interessarvi anche:

Isole Lofoten: il paradiso incontaminato della Norvegia

Regioni della Spagna: quali sono e cosa vedere

Brisbane, Australia: tra grattacieli, canguri e koala

I 20 Paesi più economici del 2017

Galles: cosa vedere e cosa fare

Balkan express: in treno alla scoperta dei Balcani

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa