Home notizie Viaggio nelle Repubbliche baltiche: Estonia, Lettonia, Lituania

Tutti gli articoli

Viaggio nelle Repubbliche baltiche: Estonia, Lettonia, Lituania

Partiamo alla scoperta delle Repubbliche baltiche, ovvero Estonia, Lettonia e Lituania: un paradiso fuori dalle classiche rotte turistiche ma ricco di meraviglie, sulle coste del Mar Baltico. Le Repubbliche baltiche vi riveleranno il loro importante passato, sapranno farvi scoprire una gastronomia eccellente, vivere tradizioni autentiche e ammaliarvi con il fascino del Grande Nord, a un passo dalla Finlandia e dalla Scandinavia. Ecco la nostra guida alle Repubbliche baltiche: quali sono, cosa vedere, dove andare.

Che vogliate chiamarli Stati Baltici, Paesi Baltici, Repubbliche Baltiche o EstLaLia, Estonia, Lettonia e Lituania sono considerate le tre perle dell’Europa dell’Est. A ragione, poiché sono luoghi bellissimi e incantati, insieme simili e diversi: se le Repubbliche baltiche vi colpiranno per la loro omogeneità, resterete stupiti per la diversità di tradizioni e influenze fra Estonia, Lettonia e Lituania. Ve ne accorgerete passeggiando nei vicoli dei meravigliosi centri storici di Tallinn o Riga, o nei musei, tutti bellissimi e all’avanguardia. Ma ve ne renderete conto anche nella gastronomia: il popolo estone è di origine ugro-finnica (anche dal punto di vista linguistico – qui si parla infatti la lingua estone, che è molto più simile al finlandese che non al lettone o al lituano) e ha conservato le antiche caratteristiche culinarie di questa zona. La Lituania risente della tradizione polacca, armena e russa, mentre in Lettonia potreste imbattervi in piatti tipici della cucina tedesca. La Lituania si differenzia anche per la religione: qui l’80% della popolazione è cattolica, mentre nelle altre due Repubbliche è più diffusa la fede luterana e quella ortodossa.

Storia delle Repubbliche baltiche

Prima di esplorare le Repubbliche baltiche, però, apriamo velocemente il libro di storia, così da poter comprendere meglio quel che vedremo: tutti e tre questi Stati sono appartenuti all’Impero Svedese per cento anni e poi, per altri duecento anni, all’Impero Russo come "governatorati del Baltico", fino al 1917. L’influenza della Russia, in particolare, è ancora oggi fortissima nella lingua, nelle tradizioni e anche nella geopolitica: qui si trova tra l’altro, tra la Lituania e la Polonia, l’enclave russa dell’Oblast’ di Kaliningrad. Ma le Repubbliche baltiche vissero anche l’occupazione tedesca, durante la Prima Guerra Mondiale, e solo successivamente, nel 1918, i tre Stati – insieme al Granducato di Finlandia – ottennero l’indipendenza. Divenuti parte dell’Unione Sovietica dopo la Seconda guerra mondiale, Estonia, Lettonia e Finlandia sono tornate a essere stati indipendenti dopo il suo crollo nel 1989, e sono oggi repubbliche parlamentari.

Repubbliche Baltiche: quando andare

Se amate i paesaggi dolci e colorati della primavera e dell’estate, con il clima mite e le giornate infinite di luce, scegliete queste stagioni per il vostro viaggio nelle Repubbliche baltiche. Sicuramente troverete più turisti e più movimento, nonché più eventi all’aria aperta. Ma non disdegnate la meraviglia dei paesaggi innevati e bianchissimi, romantici e fiabeschi, che forse sono davvero caratterizzanti di questa parte di mondo, spesso esclusi a priori per via del freddo: se vi organizzate a dovere, tutto si può fare. E non dimenticate gli sport invernali, e i mercatini di Natale, profumati e ricchi di squisitezze, in cui potrete acquistare dolci souvenir da portare con voi oppure cogliere l’occasione per assaggiare cibi dello street food locale.

Repubbliche baltiche: Tallinn in inverno

Repubbliche Baltiche: cosa vedere

Estonia

Terra magica dell’Europa Settentrionale, la Repubblica d’Estonia diventerà subito un luogo del cuore. A cominciare dalla Capitale Tallinn, passando per cittadine incantate come Parnu, per finire nei meravigliosi parchi nazionali, su tutti il Parco Nazionale Lahemaa, che è davvero imperdibile per chi ama la natura incontaminata e i piccoli villaggi situati all’interno, autentici e bellissimi. Non dimenticate, tra un giro e l’altro, di rispettare uno dei riti più importanti del Paese: quello di tuffarsi nell’acqua ghiacciata di laghi o fiumi appena dopo una sauna, magari nel bel mezzo del verde di una foresta. Grazie a questa tradizione, praticata anche in Finlandia e nei Paesi Scandinavi, vi sentirete immediatamente rigenerati.

Trova tutti i voli economici per l'Estonia

1. Tallinn

La capitale estone, adagiata sulle rive del Mar Baltico e affacciata sul Golfo della Finlandia, a poche decine di chilometri da Helsinki, è uno scrigno di tesori, nonché Patrimonio dell’Umanità UNESCO. La città vecchia è romantica e fiabesca, coi suoi torrioni e le mura medievali, ma anche con i sofisticati edifici barocchi e gotici: da non perdere l’imponente Cattedrale ortodossa di Aleksandr Nevskij e il Castello di Toompea, che vi catapulteranno nel passato delle Repubbliche baltiche. Nella bella Raekoja Plats potrete ammirare la magnificenza del Municipio di Tallin, in stile gotico, e la Raeapteek, cioè la Farmacia Municipale più antica d’Europa ancora in attività (insieme a quella di Dubrovnik). Entrate a esplorare quel che qui è conservato: tra erbe medicinali e composti farmaceutici ripercorrerete la storia della medicina degli ultimi seicento anni. E poi il Passaggio di Santa Caterina, il Duomo, la Chiesa di Sant’Olav, il monastero domenicano… Freedom Square, ancora, è un’altra tappa imprescindibile, elegante, con due belle gallerie d’arte e immediatamente riconoscibile per il Monumento alla guerra di Indipendenza. Ogni angolo di Tallinn racconta, come potete già capire, una storia bellissima. E dal passato arriviamo ai nostri tempi, per fare un salto al Museo Adamson-Eric, dedicato all’omonimo artista e che ospita una collezione ricchissima. Anche la vita notturna qui è frizzante e vivace, perfetta tanto per una vacanza di coppia, quanto per stare qualche giorno con gli amici; tanto per chi ama la storia e la cultura, tanto per chi ama natura e tranquillità.

Scopri di più: 15 cose bellissime da vedere a Tallinn

Repubbliche baltiche, Estonia: Tallinn

Repubbliche baltiche, Estonia: Tallinn

2. Tartu

Scendiamo a sud della capitale per fare un giro a Tartu, una cittadina che merita una visita durante il vostro viaggio nelle Repubbliche baltiche. Sulle sponde del fiume Emajõgi, Tartu è il capoluogo della contea di Tartumaa e proprio qui, nel 1920, fu firmato l’omonimo trattato che riconosceva l’indipendenza all’Estonia. A Tartu si trova inoltre una prestigiosa Università, all’interno di un meraviglioso palazzo neoclassico, fondata sul modello di quella di Uppsala nel 1632. Anche il Museo Nazionale Estone è una meta da aggiungere alla lista, poiché saprà avvicinarvi alla storia di questo territorio in maniera coinvolgente: non a caso ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua originalità, sebbene sia stato inaugurato solo nel 2016. Entrate a vedere anche le belle chiese che incontrerete sul vostro cammino, non resterete delusi. E una volta fatto il pieno di arte e cultura, zaino in spalla per la tappa successiva, che vi farà immergere nella natura.

Repubbliche baltiche, Estonia: Tartu

3. Isola di Saaremaa

Crateri meteoritici, mulini a vento, natura selvaggia e ghiacci incantati: andiamo a Saaremaa, l’isola più grande dell’Estonia. Questo posto è avvolto da tempo immemore da un alone di fascino misterioso a causa di nove crateri provocati dall’impatto con un meteorite. Il più grande di questi, che è anche il più famoso, quello di Kaali, vi mostrerà un panorama che non dimenticherete facilmente. Per raggiungere Saaremaa potrete prendere un traghetto che da Virtsu vi condurrà al porto di Muhu, un’altra piccola isola collegata a Saaremaa. Oppure, d’inverno, è possibile arrivarci camminando sopra il mare ghiacciato: a voi la scelta! Sull’isola – a Kuressaare – troverete anche un castello medioevale, mulini a vento – ad Angla-, e tante bellissime chiese dei Cavalieri Teutonici. E, come immaginerete, una natura da sogno, perfetta se la vostra idea è fare delle escursioni tra i boschi profumati e verdissimi, ma anche se volete provare a scovare l’aurora boreale: nel periodo giusto e con un po’ di fortuna potreste godervi un’esperienza unica. L’ideale per esplorare Saaremaa è con un’auto a noleggio, per scovare tutti i luoghi più nascosti di questa meravigliosa isola del Mar Baltico.

Scopri di più: i 17 fari più belli del Mondo

Repubbliche baltiche, Estonia: Isola di Saaremaa

Lettonia

Dall’Estonia scendiamo in Lettonia, per un bellissimo viaggio che vi condurrà attraverso le strade della capitale, Riga, tappa principale, ma anche lungo le belle spiagge di sabbia bianca della costa del Baltico e tra le rigogliose foreste e le bellezze naturali dell’interno. Tra le mete da prendere in considerazione, il Palazzo di Rundāle, che dovete assolutamente vedere: è un palazzo barocco, un tempo residenza estiva dei duchi di Curlandia, e si trova nei pressi di Bauska. C’è anche lo zampino dell’italiano Bartolomeo Rastrelli – architetto anche del Palazzo d’Inverno di San Pietroburgo – che ha reso sfarzosi gli interni in stile rococò. Così come potreste pensare di fare un salto in uno dei tanti musei della Lettonia: ce n’è davvero per tutti i gusti, ma se potete scegliere vi consigliamo il Turaida Museo Reserve, che è molto popolare e non vi deluderà, così come il Latvian Ethnographic Open Air Museum (a Riga), uno dei più antichi musei etnografici all’aperto in Europa.

Trova tutti i voli economici per la Lettonia

1. Riga

Iniziamo da Riga, capitale della Lettonia, città bellissima e cosmopolita, frequentata da artisti e turisti affascinati dal bellissimo mix architettonico che va dal gotico al liberty, dal colori della contemporaneità ai palazzi storici raffinati ed eleganti. Da importante centro della Lega Anseatica, nel medioevo, a Capitale della Cultura nel 2014, Riga è oggi meta di tendenza anche per la vivacità del suo panorama culturale. Il centro storico – con la splendida Doma Laukums, la maestosa Casa delle Teste Nere – catturerà subito la vostra attenzione. Per ammirare la città dall’alto e scattare una foto ricordo, salite sul campanile della Chiesa di San Pietro, mentre per sentirvi trasportati all’interno di un favola puntate sul Castello di Riga. E per vedere le famose case colorate e bizzarre, che sicuramente avete in mente da foto e cartoline, tutti a Maza Pils per i "Tre Fratelli", ovvero i tre palazzi storici in pietra molto simili fra loro, anche se risalenti a epoche diverse. E per finire: naso all’insù per scovare il gatto accovacciato sul tetto della famosa Casa del Gatto.

Scopri di più: 15 tappe bellissime a Riga

Repubbliche baltiche, Lettonia: Riga

Repubbliche baltiche, Lettonia: Riga

2. Jurmala

Spostiamoci ora in un luogo speciale, tanto in inverno quanto in estate: in questa località balneare, col freddo, la lunghissima spiaggia è quasi completamente coperta di ghiaccio ed è un vero spettacolo da ammirare. Famosa per la sua dolce brezza di mare in estate, invece, coi pini profumati, le sorgenti di acque minerali e le spiagge sabbiose, Jurmala si è guadagnata la fama di un rinomato centro di salute e benessere e, anche grazie alle numerose SPA, è stata scelta spesso come meta di vacanze rilassanti e curative. E dunque anche voi, tra bagni di fango e passeggiate in mezzo a una natura mozzafiato, potrete decidere di concedervi un momento di relax e rigenerazione. Jurmala è a pochissimi chilometri da Riga.

Repubbliche baltiche, Lettonia: Jurmala

3. Parco Nazionale del Gauja

Romantici corsi d’acqua, foreste secolari e animali meravigliosi come orsi e linci: siamo nel Parco Nazionale Gauja, istituito il 14 settembre 1973, a 50 chilometri circa da Riga. Il parco nasce nella valle del fiume Gauja ed è una delle destinazioni più amate e apprezzate in Lettonia. Durante la visita, ricordate che i castelli medievali di Sigulda e di Turaida sono spettacolari e che, con una minima deviazione, farete un vero e proprio salto nel passato. Provate a fare un giro in canoa sul fiume Gauja e, se vi piace, potrete anche praticare il birdwatching. Passeggiando per i sentieri (anche a cavallo se lo preferite) potrete scoprire le meraviglie del parco, tra abeti, laghi e radure incantate. La valle del Gauja è una destinazione importante anche durante la stagione fredda, per via degli sport invernali. Fate il pieno di energie con la carica e il benessere che sono la natura sa donare, per poi ripartire alla volta della Lituania.

Scopri di più: I laghi più belli d’Italia

Repubbliche baltiche, Lettonia: Parco Nazionale Gauja

Lituania

Ed eccoci all’ultima tappa del tour che ci porta alla scoperta dei tre Paesi Baltici. La Lituania, coi tanti castelli che punteggiano interamente il suo territorio, un litorale che fa invidia a molti paesi e un’ospitalità gentile, riservata ma autentica, sarà una meta indimenticabile. Naturalmente è imperdibile la visita alla capitale, Vilnius, ma se ne avete l’occasione fate un salto anche a Kaunas, la seconda città della Lituania per grandezza, nonché ex capitale nel periodo tra le guerre mondiali. Un luogo simbolo che potrete includere, se avete tempo, nel vostro percorso, è la Collina delle Croci, un posto particolare che vi insegnerà molto su questa terra.

Trova tutti i voli economici per la Lituania

1. Vilnius

Nasce su sette colli come Roma la romantica Vilnius, che possiede uno dei centri storici più belli dell’Est Europa e non solo. Le sontuose chiese barocche, le viuzze di ciottoli, le architetture gotiche e quelle neoclassiche: tutto tende a creare un’armonia bellissima, tanto per i locali quanto per i turisti. Visitate il Palazzo dei granduchi di Lituania, la Torre Belfry, il Castello di Gediminas e la Cattedrale. Fondata nel medioevo dal granduca di Gediminas (almeno secondo quello che racconta la leggenda), Vilnius è oggi è una moderna città europea, accogliente e vivace. Per approfondirne la storia non mancate il Museo Nazionale Lituano, e poi programmate un giro sulla città in mongolfiera: Vilnius è una delle poche città su cui è concesso il sorvolo, approfittatene!

Scopri di più: Le Capitali del freddo più belle da vedere

Repubbliche baltiche, Lituania: Vilnius

2. Trakai e Kaunas

Andiamo ora in due delle ex capitali lituane: Trakai e Kaunas. A Trakai, che dista da Vilnius circa 30 chilometri, dovete assolutamente vedere il bellissimo castello in mattoni che caratterizza la cittadina, maestoso sul lago Luka. A Kaunas invece sarete accolti dal Cigno Bianco, una chiesa bianchissima nonché l’edificio più alto della città. Puntate poi sul Museo dei Diavoli e sul Museo Etnografico di Rumšiškės, poco lontano dalla città: sono entrambi interessantissimi e saranno per voi l’occasione di fare un road trip in questa bella regione.

Repubbliche baltiche, Lituania: Castello di Trakai

3. Penisola Curlandese

Concludiamo in bellezza, con uno dei luoghi più affascinanti della Lituania: la Penisola Curlandese – o Penisola di Neringa – è una lingua di terra sabbiosa e sinuosa, sul mar Baltico. A sud siamo in Russia (nella regione di Kaliningrad), a nord in Lituania. Sembra quasi inutile scrivere quanto possa ammaliare un territorio del genere, unico tanto paesaggisticamente quanto culturalmente, visto che è diviso tra due Paesi e due tradizioni. La Penisola, iscritta alla Lista dei Patrimoni UNESCO, è ormai nota ai turisti per le sue dune sabbiose, mobili e altissime, insieme ai boschi e ai villaggi di pescatori: a Juodkrantė in particolare troverete un’atmosfera incredibile. La Penisola Curlandese è un delicato ecosistema che vi rapirà non appena ci metterete piede.

Repubbliche baltiche, Lituania: dune di sabbia

Destinazione Stato Aeroporti più vicini
Tallinn Estonia Tallinn, Helsinki
Tartu Estonia Tartu
Isola di Saaremaa Estonia Tallinn
Riga Lettonia Riga
Jurmala Lettonia Riga
Parco Nazionale del Gauja Lettonia Riga
Vilnius Lituania Vilnius
Trakai e Kaunas Lituania Kaunas
 Penisola Curlandese Lituania Kaunas, Palanga

Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi dei voli potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore!

Potrebbero interessarvi anche:

15 posti da vedere prima che scompaiano per sempre

Avventure nel Mondo: 20 viaggi spettacolari

Le 10 città principali della Spagna

I 20 Paesi più economici del 2018

19 esperienze uniche da fare prima possibile

I 10 borghi più belli di Francia

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa