Home notizie Le città della Spagna: 15 destinazioni imperdibili

Tutti gli articoli

Le città della Spagna: 15 destinazioni imperdibili

Quali sono le città più belle della Spagna? La scelta è dura e difficile: la storia della Spagna emerge dalle sue favolose città, in ogni regione spagnola, che sono – davvero – una più bella dell'altra, e una più storica dell'altra! Ecco le 15 città spagnole da visitare assolutamente. Potevano mancare Madrid e Barcellona? No, ma aspettatevi anche qualche sorpresa...

La Spagna è uno dei paesi più stereotipati al mondo… tapas, sangria, corride e flamenco, ma in realtà è un paese molto più vario di quanto possiate immaginare. Il modo migliore per scoprirla è partire dalle sue favolose città, per poi esplorare le meraviglie naturali spagnole. Suggestive rovine romane, cattedrali di rara bellezza e gioielli incomparabili dell’architettura islamica ci parlano di un paese dove le grandi civiltà della storia sono sbocciate (e poi sfiorite) lasciando dietro di se un segno inconfondibile. Ma la bellezza delle città spagnole sta soprattutto nella loro capacità di far convivere questi grandi monumenti del passato con le creazioni davvero audaci dell’architettura moderna e contemporanea, e città come Barcellona, Valencia o Bilbao sono solo alcuni degli esempi più eclatanti. Pronti dunque a scoprire le 15 città spagnole più famose, e imperdibili durante un viaggio in Spagna?

Scopri di più: Guida alle regioni della Spagna

Le 15 città più belle della Spagna

1. Barcellona (Catalogna)

Barcellona, la capitale della Catalogna non ha bisogno di presentazioni. È la città della Spagna più famosa e amata dagli italiani che ne apprezzano il perfetto connubio tra il fascino solare del Mediterraneo e uno stile decisamente europeo. Barcellona è un tripudio di architettura e di arte, ma anche una città di mare perfetta per gli amanti della movida e della rilassante vita da spiaggia. Impossibile non restare estasiati di fronte alle opere di Gaudì (su tutte la Sagrada Familia) o alle opere presenti nei tanti musei (Museo Picasso, Fondazione Mirò), anche se vi basterà perdervi tra i vicoli del Raval, del Born o del Barrio Gotico per cogliere appieno l’anima e l’energia di questa città spagnola.

Scopri di più: Barcellona, cosa vedere: le 10 attrazioni più importanti

2. Saragozza (Aragona)

Situata lungo il fiume Ebro, Saragozza è stata influenzata da sempre da questa silenziosa e imponente presenza e buona parte della vita cittadina si svolge proprio intorno al fiume e ai ponti che collegano le varie parti della città. Saragozza fu fondata dai romani e tutte le popolazioni che hanno abitato la penisola iberica successivamente (romana, islamica e cristiana) hanno lasciato un segno indelebile nella città rendendola una delle città spagnole più belle. Tra i monumenti da non perdere: lo splendido Palazzo moresco dell’Aljaferia, la Cattedrale (chiamata anche Seo), la venerata Basilica de Nuestra Senora del Pilar, e il bellissimo edificio rinascimentale de la Lonja. Il capoluogo aragonese ospita inoltre la sede vescovile e un’importate Università.

3. Bilbao (Paesi Baschi)

Bilbao non è sicuramente la città spagnola più bella se si pensa alla storia ma è l’esempio migliore dell’incredibile capacità di rinnovamento del paese. Una città dal pesante passato industriale (che aveva lasciato un desolato paesaggio di aree dismesse) è stata trasformata in pochi anni nella capitale dell’arte contemporanea spagnola. Il simbolo di questa rinascita è senza dubbio l’avvenieristico Museo Guggenheim progettato dall’archistar Frank Gehry, divenuto l’icona della città sin dalla sua inaugurazione nel 1997. Da allora tantissimi altri architetti di caratura internazionale hanno contribuito alla nuova immagine di Bilbao (Foster, Hadid, Isozaki, e altri) che è diventata una delle più importanti capitali dell’arte europea. Oltre al Guggenheim non perdetevi il Casco Viejo (la città vecchia) con la cattedrale, il ponte di Zubizuri di Calatrava e il Mercato de la Ribera.

4. San Sebastian (Paesi Baschi)

Tra le città più belle della Spagna San Sebastian – o Donostia come viene chiamata in basco – non poteva mancare! Questa città straordinaria è esattamente l’opposto di Bilbao: modaiola, ricca, sofisticata e civettuola di sera, affascinante e ben educata di giorno. D’estate la sua principale attrattiva è rappresentata dalle spiagge: Playa de la Concha è sicuramente tra i lidi urbani più belli d’Europa, ma Playa de Ondarreta, Isla de Santa Clara, e Playa de Gros non sono da meno. Per avere una magnifica vista dall’alto sulla città e sulle spiagge salite sul Monte Urgull (a piedi o con la funicolare) o sul Monte Igueldo (in questo caso la vecchia funicolare è caldamente consigliata). Ma San Sebastian è famosa anche per essere la capitale gastronomica della Spagna, è il regno dei pintxos (delle tapas gourmet) e la regina incontrastata dei ristoranti stellati (è la seconda città più premiata al mondo dalla famosa guida Michelin!).

Scopri di più: 10 cose da vedere a San Sebastian

5. Ronda (Andalusia)

Se degli scrittori come Hemingway, Rilke, Joyce e Borges sono rimasti affascinati dalla bellezza aspra e vertiginosa di Ronda un motivo ci sarà pure. Lo stesso Orson Welles ha voluto che le sue ceneri riposassero qui, in una hacienda (fattoria) dove aveva trascorso qualche mese in gioventù: questo vi dà l’idea del perché Ronda sia una tappa imperdibile durante un viaggio in Spagna. Ronda è una cittadina fiabesca arroccata su una rupe; è divisa a metà da una profonda e vertiginosa gola scavata dal torrente Guadalevín (El Tajo) e le due parti sono riunite dal celebre Puente Nuevo (ponte nuovo). Ronda vanta anche una grande tradizione legata alle corride grazie a una delle Plaza de Toros più antiche di tutta la Spagna ed è qui che si sfidano da sempre le due famiglie di toreri più famosi: i Romero e gli Ordonez. Ecco perché, se dovete scegliere quali città vedere in Spagna, Ronda non può assolutamente mancare!

6. Toledo (Castilla – La Mancia)

Toledo è situata al centro della Spagna, nella regione della Castiglia, a poche decine di chilometri da Madrid (visitabile in giornata) ed è una sicuramente una delle città più belle della Spagna. Il suo labirinto di stradine strette, plazas e cortili interni ricorda la medina di alcune città arabe come Fès o Il Cairo, ma la presenza di elementi relativi a diverse culture (romana, ebraica e musulmana) determina una seducente combinazione tra molti stili. A Toledo troverete infatti sia chiese che moschee e sinagoghe. Se a tutto questo aggiungete la sua posizione sopraelevata sul fiume Tajo, non vi stupirà sapere che Toledo sia tra le città più visitate della Spagna. Imperdibili la cattedrale con le sue famose capillas, la sinagoga del Transito, il monastero di San Juan de los Reyes, il maestoso Alcazar e la Mezquita del Cristo de la Luz.

Scopri di più: Regioni della Spagna: quali sono e cosa vedere

7. Cordoba (Andalusia)

Cordoba è la città più araba dell’Andalusia; è stata la capitale dell’Impero Musulmano in Spagna e nel suo periodo di massimo splendore (intorno al 970 d.C.) era la città più grande dell’Europa Occidentale. All’epoca aveva splendide moschee, biblioteche, osservatori astronomici, acquedotti, e un’università importantissima frequentata da studiosi arabi, ebrei, arabi e cristiani. Tra le vestigia rimaste del suo glorioso passato c’è la gigantesca e magnifica Mezquita (moschea), intorno alla quale si snoda un’intricata rete di vicoli, balconi e cortili. La Mezquita vale da sola un viaggio in Andalusia; può essere considerata una specie di anomalia architettonica (è stata eretta sulla base di una chiesa) ed è anche l’unico luogo al mondo dove è possibile celebrare la messa in una moschea. Da non perdere anche L’Alcazar, il ponte romano, e l’antico quartiere ebraico della Juderia con la sinagoga e alcune bellissime case tradizionali.

Scopri di più: Tour dell’Andalusia

8. Madrid (Regione di Madrid)

Tra le città più belle della Spagna poteva mai mancare la capitale? Non scherziamo, Madrid rappresenta l’essenza stessa della Spagna, è la sede del governo e la residenza del monarca spagnolo. Madrid è famosa per essere la città della movida ed è caratterizzata da uno stile di vita in cui il giorno e la notte si invertono; diciamo che alcune espressioni come Madrid me mata (Madrid mi uccide) e Madrid nunca duerme (Madrid non dorme mai) non sono nate per caso! Ma Madrid non è solo una capitale da bar e ore piccole. Qui hanno sede tre delle gallerie d’arte più preziose al mondo (Museo del Prado, Centro de Arte Reina Sofia e Museo Thyssen-Bornemisza), ci sono dei magnifici parchi cittadini (come il Parque del Buen Retiro) e dei quartieri come Chueca, Malasana e Salamanca di indiscutibile fascino.

Scopri di più: Cosa vedere a Madrid: i monumenti e i musei più importanti

9. Valencia (Regione di Valencia)

Valencia è la terza città più grande della Spagna, ed è rimasta per molto tempo nell’ombra di Madrid e di Barcellona prima di sbocciare e diventare una delle città spagnole più belle. Il profilo della città è cambiato in maniera radicale negli anni Novanta dopo aver ospitato la Coppa America, che l’ha resa famosa in tutto il mondo. In quegli anni l’architetto valenciano Calatrava, insieme ad altri mostri sacri dell’architettura contemporanea come Foster o Chipperfield, ha costruito magnifici edifici che hanno proiettato Valencia tra il firmamento delle città più belle della Spagna. Assolutamente da non perdere la bellissima Città delle Arti e delle Scienze (di Calatrava) con l’Oceanografic, l’Umbracle, il Palazzo delle Arti, il Museo della Scienza e l’Hemisfèric, il Palacio de Congresos (di Foster), ma anche la Cattedrale, l’antico Barrio del Carmen (fulcro della movida), il Mercato Centrale e i Giardini di Turia. Non lasciate Valencia senza aver prima assaggiato la sua famosa paella!

Scopri di più: 10 cose da fare a Valencia, bellissima città della Spagna

10. Malaga (Andalusia)

Tra le bellissime città della Spagna lei non poteva mancare. Malaga è la seconda città più grande dell’Andalusia, ma è soprattutto la regina della Costa del Sol, il litorale spagnolo più amato dai turisti di tutto il mondo, caratterizzato da lunghissime spiagge e da temperature calde e miti durante tutto l’anno. Malaga vanta anche una storia gloriosa, fu fondata dai fenici prima di passare poi sotto mani romane e musulmane e le tracce di questo passato sono visibili nel Teatro Romano, nel castello di Gibralfaro – che domina dall’alto l’intera città – e nella bellissima Alcazaba. In anni più recenti, Malaga ha regalato al mondo il genio di Pablo Picasso, suo illustre concittadino, le cui opere si possono vedere presso la Casa Natal e il Museo di Picasso. La sua esuberante popolazione contende ai sevillanos la fama di gente che si diverte tutto il giorno: Malaga è perfetta per gli amanti la movida, delle tapas e delle lunghe giornate da trascorrere al sole.

11. Siviglia (Andalusia)

La capitale dell’Andalusia è una città meravigliosa: ornata da monumenti e opere d’arte di rara bellezza, Siviglia è una delle città più affascinanti della Spagna. Siviglia è flamenco, tapas, corrida e feste, e incarna appieno tutti gli stereotipi del paese. La vita della città, soprattutto in estate, si concentra intorno al fiume Guadalquivir, e i monumenti principali si trovano a pochi passi dal fiume e da Avenida de la Costutucion. È proprio grazie al suo fiume che Siviglia divenne infatti il punto di incontro per i commerci fiorenti nel periodo della scoperta dell’America, ed è oggi è anche l’unico porto fluviale della Spagna. Iniziate la visita dall’Alcazar, l’antica fortezza araba capolavoro dell’architettura mudéjar, poi gironzolate nel caratteristico Barrio di Santa Cruz prima di dedicarvi alla visita della magnifica Cattedrale di Santa Maria, una delle principali icone dell’architettura gotica che conserva al suo interno le pregevoli Capilla Mayor, Capilla de San Antonio e la tomba di Cristoforo Colombo. Dedicatevi poi alla Giralda, la torre campanaria della Cattedrale emblema della capitale andalusa e a Plaza de España, senza dimenticare di assistere a uno spettacolo tradizionale di flamenco.

Scopri di più: Tour dell’Andalucia, il meglio della regione tra Siviglia a Gibilterra

12. Granada (Andalusia)

Rimaniamo in Andalusia per parlarvi di un’altra bellissima città della Spagna, Granada, la città “araba” per eccellenza grazie alla famosissima Alhambra. Adagiata sulla sommità della collina di La Sabika, l’Alhambra (la cui parola significa Castello Rosso in arabo) è il simbolo della città e un luogo davvero incantato. Viste dall’esterno, le torri rosse e le mura di questa fortezza dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO si stagliano con il loro sobrio profilo sul magnifico sfondo della Sierra Nevada; all’interno si trovano poi i due imponenti complessi del Palacio Nazaries e l’Alcazaba (la Cittadella). Nata come cittadella militare, divenne poi un palazzo ricco di meravigliosi cortili, fontane e giardini, reso ancor più bello da giochi di luci ed ombre veramente sorprendenti. Ma Granada non è solo l’Alhambra; visitate anche il bellissimo palazzo del Generalife, il Monastero di Santa Isabella, l’antico quartiere dei mori dell’Albayzín, la Cattedrale e il bagno arabo (El Bañuelo).

Scopri di più: Cosa vedere a Granada: 10 posti fantastici e un’escursione

13. Cadice (Andalusia)

Cadice è ritenuta da molti studiosi l’insediamento più antico d’Europa tra quelli abitati continuativamente. Cadice entra a pieno titolo tra le città della Spagna famose anche perché da qui salpò Cristoforo Colombo per il secondo e il quarto viaggio alla conquista delle Americhe. Oggi è una città multiculturale, elegante e vivace, una città spagnola si affaccia sull’Oceano Atlantico ed è quasi completamente circondata dall’acqua, dove le spiagge libere si estendono per chilometri e chilometri. Passeggiate nei barrios (quartieri) del centro storico (Barrio del Populo, Barrio de Santa Maria, Barrio de la Vina e Barrio del Mentidero) prima di visitare la Cattedrale, il Castillo de Santa Catalina, l’eccellente Museo di Cadiz, e il Castillo de San Sebastian.

14. Pamplona (Navarra)

Un’altra città della Spagna famosa e molto bella è Pamplona, il capoluogo della Navarra. Colui che ha reso Pamplona celebre in tutto il mondo è stato Hemingway che scrisse della città, ma soprattutto della sua festa di San Firmino (los Sanfermines). L’immagine tipica di Pamplona è infatti quella di una grande folla inseguita da un gruppo di minacciosi tori lungo le strette stradine della città vecchia. I festeggiamenti per San Firmino durano una settimana intera e si svolgono nella prima metà di luglio; il “chupinazo”, un fuoco artificiale lanciato da una personalità dal balcone del comune davanti a una piazza stracolma di gente in delirio dà inizio alla festa e dal 7 al 14 luglio, alle 8 del mattino, tori e corridori corrono gli 848,6 metri che collegano la Cuesta de Santo Domingo alla Plaza de Toros. Il realtà il capoluogo della Navarra offre molto più della sua famosa fiesta. Il suo quartiere vecchio rivela una città medievale di vicoli, belle piazze, chiese e palazzi antichi; non perdetevi la Cattedrale di Santa Maria, Piazza Castello, la Ciutadela e il suo parco.

15. Ibiza (Isole Baleari)

Per molti Ibiza (Eivissa in catalano) è sinonimo di divertimento senza sosta nelle più grandi discoteche del Mediterraneo . L’isola però ha anche un altro volto e il suo capoluogo è proprio l’espressione della grande varietà culturale che negli anni è stata presente nell’isola: fenici, cartaginesi, musulmani e romani. La parte vecchia della città di Ibiza, chiamata Dalt Vila, è cinta da mura che risalgono al XVI secolo ed è talmente bella che è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Per scoprire le meraviglie di Dalt Vila non dovete fare altro che rinunciare a un giorno di mare e partire alla scoperta delle piccole e ripide stradine che conducono ai bastioni nella parte più alta della città, da cui vedrete un panorama sensazionale.

Scopri di più: Spiagge della Spagna, le migliori da scegliere

Le città più belle della Spagna

15 città spagnole imperdibili e da vedere

Città Abitanti Voli a partire da
Barcellona 1,6 milioni 10 €
Saragozza 660.000 15 €
Bilbao 350.000 37 €
San Sebastian 186.000 55 €
Ronda 34.000 17 €
Toledo 83.000 10 €
Cordoba 328.000 15 €
Madrid 3,1 milioni 10 €
Valencia 570.000 10 €
Malaga 690.000 17 €
Siviglia 235.000 15 €
Granada 120.000 42 €
Cadice 200.000 55 €
Ibiza 50.000 17 €

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––
Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi di tutti i voli per la Spagna potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore!

Potrebbe interessarvi anche:

Cosa vedere a Hong Kong: viaggio nella metropoli asiatica

Aurora boreale in Finlandia: come avvistare le luci del Nord

Le 5 ragioni che mi hanno fatto innamorare di Londra

Dove e quando: 19 esperienze di viaggio da fare nella vita

I 20 Paesi più economici del 2017

50 Capitali del mondo da vedere almeno una volta nella vita

I 15 Paesi consigliati per donne che viaggiano sole

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso

Mappa