COVID-19 (coronavirus) potrebbe avere un impatto sui tuoi programmi di viaggio. Qualunque sia la tua destinazione, troverai qui le indicazioni più aggiornate.

Home notizie Cosa vedere a Salisburgo: 10 posti bellissimi

Tutti gli articoli

Cosa vedere a Salisburgo: 10 posti bellissimi

Cosa vedere a Salisburgo? Siamo qui per voi! Questa bellissima città è davvero piena di fascino e sa incantare i turisti per tante ragioni. Montagne mozzafiato a far da cornice, la calma luminosa del fiume Salzach -sulle cui rive dolcemente è adagiata-, e il centro storico dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco. E ancora il Duomo, gli splendidi palazzi storici, i musei e l'incantevole Fortezza di Hohensalzburg.

In Austria centro-settentrionale, ad ovest di Vienna, Salisburgo è il cuore della regione Salisburghese, appunto, che è una terra dolcemente montuosa, intervallata da splendidi laghi silenziosi e a due passi dalla zona termale della valle di Gastein, ideale se volete ricaricarvi, oltre che scoprire una nuova città, tra le città più scenografiche al mondo, peraltro. Fu il vescovo di Worms Ruperto, a scegliere accuratamente il luogo per la fondazione: Salzburg, il borgo del sale, da allora sarebbe divenuta famosissima nel Mondo.

Trova tutti i voli economici per l'Austria

Scopri di più: Cosa vedere in Austria

Salisburgo

Cosa vedere a Salisburgo, ma anche cosa fare a Salisburgo, perché qui davvero non avrete tempo per annoiarvi, visto che si organizzano spessissimo eventi e iniziative di ogni tipo. La protagonista è senza dubbio la musica: non è un caso che Salisburgo è chiamata la Città della Musica, per due motivi principali. Primo, perché qui nacque Mozart; secondo, per i mille festival interessanti, appunto. Il più celebre è il Festival di Salisburgo, ma è notissima anche la manifestazione Jazz & The City o, ancora, i Salzburger Adventsingen, cioè i Canti dell’Avvento Salisburghese, che rendono accogliente e romantico il Natale in città.

E poi il Winterfest, un festival delle arti circensi che davvero vi lascerà senza fiato. E ancora i musei: primi fra tutti il Rupertinum, con le opere di Klimt e di Nolde, e il Salzsburger Freilichtmuseum, interesantissimo Museo Etnografico all’aperto che vi farà vivere esperienze ludico-didattiche che vi resteranno nella memoria. La Salzburg Card è un’opzione che potrete considerare se amate vivere al massimo la città in ogni suo aspetto, pieni di energia e voglia di scoprire: la card infatti copre l’ingresso nei luoghi d’arte e cultura, prevede l’utilizzo gratuito della funicolare sulla fortezza, del battello sul fiume e dei mezzi di trasporto pubblici. La card è disponibile nei principali hotel, oltre che negli uffici informazioni.

Non dimenticate che Salisburgo è una meta perfetta sia in estate che in inverno. Se state decidendo quando andare a Salisburgo, ricordate che nell’uno o nell’altro caso resterete stupiti dalla natura che signoreggia sovrana, in città e appena fuori: bianca e maestosa di cime che svettano verso il cielo, in inverno, e verdissima e profumata di prati e fiori, in estate. Se amate girare tra suggestivi mercatini natalizi scegliete la stagione invernale, così come vi consigliamo di scegliere il freddo se amate lo sci e gli sport invernali. Se invece amate le escursioni ad alta quota o il ciclismo, la bellezza e la pace dei laghi e le passeggiate in città col clima mite, preferite il viaggio nei mesi caldi.

E per finire, last but not least, la gastronomia: qui si mangia benissimo e riuscirete a soddisfare anche il vostro palato! Immancabili il tafelspitz, il bollito di manzo tipicamente austriaco, e il bierfleisch, lo stufato di manzo alla birra. Birra anche nei dolci, con la gustosissima Bierkuchen, una torta con uvetta, zenzero, cannella e birra. Lo strudel di mele è un classico, insieme al Salzburger Nockerl, un dolce davvero buono dalla forma appuntita. E dunque, ecco cosa mangiare, cosa fare e cosa vedere a Salisburgo. Non ci resta che augurarvi buon viaggio!

Cosa vedere a Salisburgo: 10 mete da non perdere

Fortezza Hohensalzburg

La Fortezza Hohensalzburg è senza dubbio il simbolo della città, o almeno quel che colpisce primariamente ogni visitatore quando arriva, e se si deve consigliare cosa vedere a Salisburgo questa non può che essere la prima meta. Maestosa ed elegante, questa è la più grande fortezza meglio conservata di tutta l’Europa centrale e veglia la città dall’alto del monte Festungsberg. La fortezza, che risale a circa nove secoli fa, è aperta tutto l’anno e vi si può arrivare tranquillamente con una funicolare. Da non perdere, all’interno, il Museo delle Marionette e il Museo del Reggimento Rainer, oltre naturalmente alle stanze medievali che vi testimonieranno le vita di corte dei principi arcivescovi. Ma ancora: il magazzino del sale, la camera delle torture, la torre di avvistamento: insomma, un posto interessantissimo da esplorare in ogni suo angolo.

Scopri di più: Le fortezze più belle d’Europa

Salisburgo

Museum der Moderne Mönchsberg

Facciamo ora un salto al Museo di Arte Moderna: quattro piani di meraviglie in cui potrete ammirare opere d’arte internazionali del XX e del XXI secolo e restare ammaliati dal mondo affascinante e troppo spesso sottovalutato dell’arte moderna. Il Museo, che è stato inaugurato nel 2004, è bellissimo non solo perché ospita una ricca e variegata collezione ma anche per la sua innovativa struttura: rivestito di marmo all’esterno, pieno di vetrate a stupire il visitatore con giochi di riflessi e luci e con il famosissimo ristorante -a firma del designer Matteo Thun- con tanto di terrazza panoramica Humboldt che offre una vista mozzafiato su Salisburgo, mostrando evidentemente come la città abbia una doppia anima, fatta di cupole e palazzi storici da un lato, di edifici moderni dall’altro. Che aspettate a varcare la soglia?

Scopri di più: i Musei gratuiti più belli del Mondo

Museo Arte Moderna

Photo Credit ©Tourismus Salzburg

Le due case di Mozart

Proseguiamo il nostro tour su cosa vedere a Salisburgo e parliamo di Wolfgang Amadeus Mozart, che non ha certo bisogno di presentazioni. Mozart è ovunque in città: sui cioccolatini, le famose "palle di Mozart", sulle magliette, sulle matite o sulle borse da portare a casa come souvenir. Egli nacque infatti qui a Salisburgo, nel 1756, in una casa lungo la Getreidegasse, in pieno centro di Salisburgo quindi, e poi visse in un’altra abitazione nella bella Markartplatz, una piazzetta in cui il tempo sembra essere fermo e sospeso. Oggi entrambe le case sono diventate musei e vi faranno ripercorrere la vita di questo bambino prodigio, dall’infanzia alla morte misteriosa, attraverso lettere, documenti, violini originali a lui appartenuti e ritratti originali di alcuni membri della famiglia Mozart. Ciò che però vi stupirà sopra ogni cosa, sono i minuziosi diorami di bellissimi palcoscenici in miniatura, che già da soli valgono la visita.

Scopri di più: 15 città italiane per gli amanti della Musica

Casa Mozart

Photo Credit ©Tourismus Salzburg

Chiesa dell’Università

La Kollegienkirche, o Chiesa dell’Università o ancora Chiesa del Collegio, è uno di quei posti assolutamente da vedere a Salisburgo, perché è una bellissima esplosione di barocco, in particolare del barocco austriaco, e sicuramente vi saprà stupire. Meno famosa della Franziskanerkirche (chiesa dei Francescani), che invece è un capolavoro del gotico, la Kollegienkirche è ingiustamente tralasciata dai turisti. Il progetto per la costruzione di questa chiesa venne affidato all’architetto Fischer von Erlach nella seconda metà del 1600. Durante l’invasione di Napoleone questa chiesa fu trasformata in fienile, poi divenne sede di una scuola secondaria e poi fu usata come cappella militare, fino a quando, negli anni sessanta, fu riabilitata a luogo sacro. Oggi è una tappa imprescindibile, che racconta tanto anche sul piano storico, oltre che naturalmente su quello artistico. Non dimenticate di visitare le quattro cappelle dedicate ai santi patroni delle discipline insegnate nell’Università: San Tommaso d’Aquino per la Teologia, Sant’Ivo per la Giurisprudenza, San Luca per la Medicina, Santa Caterina per la Filosofia. Del resto, diceva qualcuno, "fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"…

Museo di Salisburgo

Il Museo di Salisburgo è un’altra perla della città: siamo nella Neue Residenz, sulla Mozartplatz, e questo museo – che nel 2009 ha ricevuto il Premio europeo dei Musei – si propone di raccontarvi storie bellissime perché nasce dalla convinzione e dal progetto vincente di fondere aspetti didattici e ludici, opere d’arte antiche e modernissime installazioni multimediali, in una formula che conquista anche i più scettici. Da non perdere le sale del secondo piano, che ospitano la mostra permanente incentrata sul “mito di Salisburgo” e quindi riguardante tutti gli aspetti principali della storia della città, dall’arte alla cultura musicale, dal passato fino ai nostri giorni.

Scopri di più: i 20 Paesi più economici del 2018

Residenzplatz

La Residenzplatz è una piazza splendida, che vi farà apprezzare al meglio l’atmosfera elegante e sontuosa di Salisburgo. Circondata dalle residenze dei principi arcivescovi, nel cuore del centro storico della città, la piazza fu realizzata nel XVI secolo all’interno di un progetto ambizioso – che si deve all’architetto italiano Vincenzo Scamozzi – che prevedeva la costruzione di 5 piazze totali. Questa è la più grande e la più preziosa, grazie anche alla fontana barocca, la Fontana della Residenza, bellissima e maestosa con i quattro imponenti cavalli marini, che è considerata uno dei monumenti barocchi più notevoli in Europa. Ancora oggi la piazza è un centro molto importante per la città, ospita spesso grandi eventi sportivi e musicali.

Scopri di più: le 20 Piazze più belle del Mondo

Fontana della Residenza

Photo Credit ©Tourismus Salzburg

Kapuzinerberg

E ora camminiamo un po’: Kapuzinerberg è un’alta collina (facilmente raggiungibile e percorribile) che si trova sulla sponda orientale del fiume Salzach e che vi regalerà un panorama pazzesco sulla città vecchia. Essendo il punto più alto della città, è una meta perfetta per chi ama godersi viste indimenticabili. Al contempo, potrete prevedere qui – oltre a una bella passeggiata, con tanto di pic-nic, nei mesi più caldi – una tappa legata alla storia: sono presenti da queste parti addirittura resti di insediamenti neolitici. Scoprire meraviglie camminando: che c’è di meglio? Mettetevi in cammino!

Scopri di più: gli 11 Paesi più felici al Mondo, c’è anche l’Austria

veduta sulla città

Photo Credit ©Tourismus Salzburg

Castello di Hellbrunn

Ancora indecisi sulle mete da vedere a Salisburgo? Il Castello di Hellbrunn mette tutti d’accordo, con la sua anima regale e la sua bellezza indiscutibile. Fu edificato nei primi anni del 1600 dall’architetto italiano Santino Solari (importantissimo per la città, perché è suo anche il progetto del Duomo) ed è famoso per via dei suoi giochi d’acqua che, soprattutto nella stagione estiva, richiamano moltissimi visitatori, così come i giardini, che sono perfetti per rilassarsi o passeggiare. Fu proprio l’arcivescovo Marco Sitticus von Hohenems che fece posizionare nel grande parco attorno alla residenza tante fontane con l’intento di fare scherzi agli ospiti del castello: ancora oggi i giochi d’acqua sono utilizzati per sorprendere e divertire i turisti. Ma il Castello offre spunti interessanti anche in inverno, quando nel cortile si organizza un frequentato e profumato mercatino natalizio.

Scopri di più: i 20 Castelli più belli d’Italia

Hellbrunn

Cattedrale

Photo Credit ©Tourismus Salzburg

Residenz

La Residenz di Salisburgo è l’antico palazzo di rappresentanza che ha ospitato i principi arcivescovi. Torniamo ancora ancora una volta a parlare di principi arcivescovi: prima di leggere questo articolo forse non li avevate nemmeno mai sentiti nominare, ma qui a Salisburgo sono loro che hanno contribuito a rendere la città bella e ricca. E la Residenz è un bellissimo esempio di prosperità: le decorazioni ricchissime, le dimensioni enormi delle stanze e dei cortili, il fasto in ogni angolo, in pieno stile barocco, fanno di questo luogo un vero e proprio gioiello. Al suo interno è ospitata la Galleria della Residenza, una collezione di pittura locale ed europea. Inoltre, proprio qui Mozart tenne il suo primo concerto a soli sei anni. Dunque, cosa vedere a Salisburgo? Sicuramente la Residenz, siete d’accordo?

Scopri di più: le 10 destinazioni imperdibili per gli amanti della Storia

Castello di Mirabell

Tra i più famosi principi arcivescovi c’è sicuramente Wolf Dietrich von Raitenau, che chiamò a corte gli architetti italiani, si preoccupò di arricchire la città ed edificò il Castello di Mirabell per la sua amata Salomè. Il Castello, prezioso esempio di architettura barocca, oggi è sede dell’amministrazione comunale della città. I suoi giardini sono meravigliosi e visitatissimi: portate la macchina fotografica, perché scatterete ricordi meravigliosi grazie ai colori accesi dei fiori e alle prospettive incredibili. Mozart si esibì qui, nella Sala dei Marmi, nei suoi primi concerti con la sorella ed inoltre, nei giardini, furono girate diverse scene del film Tutti insieme appassionatamente, dal quale è stata poi tratta la famosissima serie animata giapponese Cantiamo insieme che riporta sullo schermo la vita di Maria Augusta von Trapp, che insegnò nella bellissima Abbazia di Nonnberg, sempre qui a Salisburgo. Insomma, ecco cosa vedere a Salisburgo: scegliete da dove cominciare e fate buon viaggio!

Scopri di più: Le città Invisibili: 11 mete che non ti aspetti

giardini di Mirabell

Photo Credit ©Tourismus Salzburg

Mirabell

Cosa vedere a Salisburgo: 10 attrazioni da non perdere

Il meglio di Salisburgo in 10 attrazioni

Attrazione Tipo di attrazione Prezzo (biglietto base adulti in euro)
Fortezza Hohensalzburg; storico-artistica 12,20
Nuseo Arte Moderna; artistica 8,00
Le due case di Mozart; storico-artistica 11
Chiesa dell’Università; storico-artistica /
Museo di Salisburgo; storico-artistica 8,50
Residenzplatz storico-artistica /
Kapuzinerberg; naturalistica /
Castello di Hellbrunn storico-artistica 12,50
Residenz; storico-artistica /
Castello di Mirabell; storico-artistica /

Per tenere d’occhio l’andamento dei prezzi dei voli potete usare la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner, e risparmiare comprando il biglietto al prezzo migliore!

Quartieri di Roma: un tour dei quartieri della città

I voli low cost della Primavera 2018

I 20 Paesi più economici del 2018

Le città invisibili: 11 città da scoprire

Maldive: quando andare

50 Capitali del mondo da vedere almeno una volta nella vita

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso